Dublino e la fabbrica della Guinness

Non si può andare a Dublino e non assaggiare la birra Guinness. O forse sì se non vi piace la birra scura… Va beh, il detto dice per l’appunto “de gustibus” ma fatto sta che per me – che amo la birra in particolare quelle scure – la fabbrica della birra Guinness a Dublino era un must. Uno di quelle tappe impossibili da mancare, nonostante sapessi che per bere un boccale di birra – per altro molto buono – sarei potuta andare ovunque in uno dei tanti pub della città, risparmiando anche parecchio. Eppure la fabbrica è una pietra miliare della storia di Dublino, racchiude secondo me un pezzettino del suo cuore ed anche per questo non volevo lasciarmela scappare.

Verso il Guinness Storehouse

Verso il Guinness Storehouse

Così ci siamo incamminati al mattino presto sperando di non trovare troppa fila ed entrare così nel tempio della birra di Dublino.
Già la piccola via che porta all’ingresso della fabbrica è di per sé pittoresca: mentre la percorri ti pare di sentire il rumore delle carrozze tirate dai cavalli che trasportavano i pesanti barili alla fine dei ‘700. Pura immaginazione? Forse, ma poi inizia il tour nel Guinness Store che tra luppolo, lievito, orzo e acqua percorre tutti i piani di questo enorme stabile e vi assicuro che si tratta di un “tuffo” anche se non letterale, nel mondo della birra e nel suo passato.

Il Ritratto di Arthur Guinness, il birraio che creò la Guinness nel 1759

Il Ritratto di Arthur Guinness, il birraio che creò la Guinness nel 1759

Passo dopo passo si imparano i segreti dei maestri birrai (chissà se si chiamano così!), si curiosa tra i loro attrezzi e ci si ferma ad ammirare le botti.  Alla fine per tutti coloro che come me amano questa birra scure con la sua densa schiuma sulla sommità – talmente densa e soffice da farla assomigliare a un cappuccino! – c’è la possibilità di partecipare ad una piccola degustazione dove viene insegnato come fare a spillare la birra Guinness nel modo corretto. Si chiama “The perfect pint” e alla fine viene anche rilasciato in diploma che per gli amanti della Guinness è un piccolo souvenir ricordo della visita alla fabbrica e del viaggio a Dublino.

Le nostre due Perfect Pint splillate durante il Corsi di Master Brewer

Le nostre due Perfect Pint splillate durante il Corsi di Master Brewer

Ovviamente, noi l’abbiamo fatto..l’avevate intuito vero? 😉 E qui sotto trovate il risultato (ovvero due fantastiche pinte!) non tanto di diploma! Quindi se avete voglia di bere una pinta a Dublino e amate la birra scura cosa ne dite di una sosta al Guinness Storehouse? 🙂

Il Contratto di affitto valido per 9000 anni per l'area della St. James's Gate Brewery

Il Contratto di affitto valido per 9000 anni per l’area della St. James’s Gate Brewery

Informazioni pratiche per visitare il Guinness Store a Dublino

Se decidete di visitare la Fabbrica Guinness e avete poco tempo vi conviene acquistare il biglietto sul sito ufficiale, vi risparmierà un po’ di fila (almeno quando ci siamo stati noi era così!). Verificate anche gli orari di apertura (sono diversi in inverno e estate): www.guinness-storehouse.com.

La St. James's Gate Brewery

La St. James’s Gate Brewery

La Fabbrica della Guinness si raggiunge con gli autobus o con la Red Line e all’interno troverete modo di consumare un pasto o uno spuntino e soprattutto di acquistare souvenir per tutti gli amici e parenti rimasti a casa nello shop del Museo, ovviamente tutti marchiati Guinness! 🙂

Francesca Taioli
Seguimi!

Francesca Taioli

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. #traveller #mum #dreamer
Francesca Taioli
Seguimi!