Il MAXXI a Roma

Il Museo Maxxi di Roma – ovvero il Museo di Arte Contemporanea del XXI Secolo di Roma – è un museo che mi ha colpita fin dall’esterno. In una città dove “bello” significa secoli e storia il MAXXI Roma è  infatti ospitato in un edificio moderno, fatto di grandi vetrate e di cemento, di linee pulite e di una bellezza quasi rigorosa. Di fronte, o per meglio dire proprio in mezzo ai due edifici del Museo Maxxi, si trova un cortile inondato di sole, con alberi e sassolini bianchi, su cui il mio bimbo si è lanciato correndo.

Il MAXXI di Roma - Il riflesso di Roma nel MAXXI

Il MAXXI di Roma – Il riflesso di Roma nel MAXXI

Dentro, varcate le porte a vetri dell’ingresso, l’impatto col museo di Arte Contemporanea è fortissimo. Gli spazi interni sono infatti un’alternarsi di bianco e di nero mentre i suoni della installazione della sound art ti accolgono appena entrata. Quando ci siamo stati noi la nostra visita si è svolta tra la mostra “Architettura in uniforme” legata al ruolo degli architetti nel secondo dopoguerra, l’esposizione Baton Serpent di Huang Yong Ping e “Bellissima” la mostra sulla alta moda in Italia dal ’45 al ’68. In realtà però sono poche le installazioni permanenti di questo museo e quindi probabilmente il Museo che vedrete durante la vostra visita sarà completamente diverso da quello raccontato dalle immagini presenti in questo post che hanno colpito noi, come l’incredibile Bâton Serpent o l’Hei Hei Sina Sina di Huang Yong Ping.

Il MAXXI di Roma - Il grande scheletro di drago

Il MAXXI di Roma – Il grande scheletro di drago

Praticamente il MAXXI di Roma è un museo dove si è certi di trovare sempre qualcosa di nuovo, perché e la rotazione delle opere esposte è a dir poco vorticosa, visto che al massimo ogni tre mesi si cambia tutto. Questo devo dire mi affascina e allo stesso tempo mi sorprende. I Musei sono infatti nel mio immaginario un luogo dove il tempo in qualche modo “si ferma” e l’dea invece di tornare più volte al Maxxi trovandolo completamente diverso è per me inusuale.

Il MAXXI di Roma - La mostra temporanea dedicata alla Haute Couture

Il MAXXI di Roma – La mostra temporanea dedicata alla Haute Couture

Per noi il Maxxi di Roma è stato una scoperta, un museo dove trascorrere alcune ore in un tempo sospeso ma anche un museo certamente diverso da quello che normalmente ci saremmo aspettati a Roma, anche se non per questo meno bello. L’ultima nota sulla nostra visita forse è un’ovvietà… ma la dico lo stesso a scanso di equivoci! 🙂 Il MAXXI non è un museo per bambini, nel senso che non è pensato e dedicato ai più piccoli, ma secondo me è un museo dove portare i bambini. Le ragioni sono molte: perché tra opere d’arte moderna e contemporanea i bambini si trovano a loro agio, perché si tratta di un museo dagli spazi ampi – e bellissimi – dove tutto è una scoperta anche per i piccoli… Ma soprattutto perché il Maxxi è molto attento ai piccoli visitatori, con un Dipartimento Educazione che propone attività, laboratori e percorsi per i bimbi dai 2 anni, pensati sia per le scuole che per le famiglie (cosa questa non banale!).

Il MAXXI di Roma - L'area espositiva

Il MAXXI di Roma – L’area espositiva

Qui sotto, se vi ho incuriositi e avete voglia di andarci, trovate qualche informazione utile per organizzare una visita al MAXXI di Roma, sperando possano esservi utili.

Informazioni utili per andare al MaXXI Roma con i bambini

I laboratori del Maxxi di Roma

Al MAXXI è presente una apposita sala didattica dove si svolgono i  laboratori per le famiglie (con bimbi dai 4/5 anni). La particolarità di queste attività dedicate ai bambini è che si tratta di laboratori sulle mostra in corso con un lavoro pensato per essere fatto insieme da grandi e piccini. La logica alla base è che ci sia una condivisione dell’esperienza tra genitori e bimbi,  il museo in questo senso si propone come “risorsa sociale”, organizzando apposite attività in cui adulti e bambini possano sperimentarsi insieme, dedicandosi reciprocamente quel tempo che in settimana manca sempre.

Il MAXXI di Roma - Patato a spasso nel museo

Il MAXXI di Roma – Patato a spasso nel museo

Le attività educative sono sempre legata alle mostre in corso e comprendono una visita “partecipativa” e guidata della mostra tutti insieme e poi una parte laboratoriale. Ad esempio quando ci siamo stati noi la mostra in Galleria era “L’architettura in uniforme“, dedicata ai ruolo degli architetti nella Seconda Guerra Mondiale e il laboratorio  per le famiglie era intitolato “Di necessità virtù“, con attività manuali che permettevano di sperimentare lo spirito di adattamento con cui i cittadini durante la Seconda Guerra hanno dovuto adattarsi a costruire e riparare in casa molti oggetti.

I laboratori sono due al mese e si svolgono di sabato e domenica, vanno prenotati prima e hanno un costo: per i bambini sono 8 euro (ma non pagano l’ingresso al Museo) mentre per gli adulti i laboratori sono gratis e il biglietto di ingresso al Maxxi è scontato.

Il MAXXI di Roma - La terra sbucciata come un'arancia

Il MAXXI di Roma – La terra sbucciata come un’arancia

Al Maxxi di Roma con i bambini piccoli

Nei bagni del Museo Maxxi sono presenti i fasciatoi. Tutte le informazioni per le attività didattiche e per le famiglie le trovate sul sito ufficiale a questo link.

Dove mangiare al Museo delle Arti Contemporanee

Se decidete di pranzare al Maxxi di Roma potete fermarvi al bar ristorante dove è possibile fare un brunch e dove c’è la zona lettura con divani e libri per bambini a disposizione degli ospiti.

 

Francesca Taioli
Seguimi!

Francesca Taioli

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. #traveller #mum #dreamer
Francesca Taioli
Seguimi!