5 cose che voglio fare a Roma e dintorni col mio bimbo

A breve tornerò a Roma, una città che non rivedo ormai da qualche anno e questa volta con me ci sarà tutta la famiglia, bimbo compreso.

La prima volta che io e Roma ci siamo incontrate avevo diciotto anni ed era il mio viaggio di maturità: due amiche, pochi soldi in tasca, zaini enormi, un ostello e tanta voglia di esplorare la città eterna che fino a quel momento avevamo conosciuto solo sui libri di scuola.

Eravamo partite subito dopo l’orale, con la consapevolezza di aver chiuso un ciclo della nostra vita e di stare per iniziarne un altro. Forse proprio per questo è stato un viaggio che mi è rimasto nel cuore, nonostante gli anni e le mille cose cambiate.

Ci sono poi tornata diverse volte, per un weekend con gli amici, con la famiglia e per lavoro, ogni volta cercando di scoprirne un nuovo pezzetto, perché Roma è una di quelle città che non ti stanca nè delude mai.

Ora ci ritorno dopo qualche anno e per questo ho deciso di stendere la mia personale lista di cose che non voglio perdere, una sorta di “tour tra le emozioni” da condividere con mio figlio.

Il Colosseo
Il Colosseo

Ecco qui le 5 cose da fare a Roma e dintorni con un bambino:

La Barcaccia:

Per qualche strana ragione tra le tante di una Roma visitata da diciottenne in quel bollente luglio di tanti anni fa è quella che mi è rimasta nel cuore. Non so perchè, forse oltre alla fontana è stato il contesto a fare la differenza, con la scalinata di Trinità dei Monti a rubare il cuore e la vita di Piazza di Spagna tutta intorno. Uno dei luoghi più affollati e allo stesso tempo immancabili della città. Durante uno dei miei viaggi proprio in uno dei negozi lì vicino ricordo di aver speso una follia per comprare dei piccoli oggetti per arredare la nostra cucina da “neo-coppietta”… Un piccolo gesto da ragazza innamorata che rifarei al volo!

La Bocca della Verità:

Il nostro bimbo l’ha vista in una figurina del suo album sui “luoghi più belli d’Italia” e ne è stato colpito tanto che ogni tanto ripete la parola. Oltre alla Bocca della Verità – meta imperdibile – la mia idea è di fermarmi alla chiesa adiacente (Santa Maria in Cosmedin). Forse non tutti sanno che all’interno sono custodite le reliquie di San Valentino* e l’ultima volta che ci sono stata ero agli inizi di quella che poi è diventata la storia d’amore della mia vita…

Il Colosseo:

Nella mente di tanti Roma è il suo Colosseo. E come si fa a dargli torto? Ogni volta che mi ci sono imbattuta sono rimasta a bocca aperta, sia che fossi su un taxi diretto altrove che pronta a entrare armata di macchina fotografica. Anche per me il Colosseo “significa” Roma e quindi la tappa è obbligata… Tanto più che voglio fotografare i “centurioni” e vedere la faccia che farà il Patato nel guardare quei “guerrieri”!

Villa Borghese:

Giardini curati, viali dove passeggiare, persone che si rilassano al sole. Questa volta uno dei bambini che correrà tra i viali sarà il mio! Se ci penso non mi par vero!! L’obiettivo è quello di rilassarci un po’ e far giocare il nostro bimbo in uno dei parchi più belli d’Italia… Solo per questo vale la sosta, non credete?

Il parco di Villa Borghese
Il parco di Villa Borghese

Fontana di Trevi:

Da qualcuno è stata definita la più bella fontana di Roma, non so se lo sia ma è una delle sue icone. Io in realtà ho un obiettivo specifico: pranzare al Mc Donald’s lì vicino. La ragione? Semplice ha una bella terrazza soleggiata nel cuore di uno dei quartieri più belli (e romantici) di Roma, prezzi abbordabili per una famiglia ed è legato a bei ricordi. E tra le emozioni di Roma il romanticismo non può mancare… giusto?

La Bocca della Verità
La Bocca della Verità

Fin qui il mio tour organizzato tra emozioni e ricordi, ci sono poi due luoghi nei dintorni di Roma che non ho mai visitato e che spero di riuscire a visitare almeno questa volta.

Si tratta di due mete non lontane dalla città e adatte ai bimbi e dato che in città rimarremo un po’ di giorni conto di riuscire a visitarli, così da aggiungere nuove emozioni e bei ricordi alla nostra lista da famiglia:

  1. Villa d’Este a Tivoli:Era tra le mete che ci eravamo fissate in quel primo viaggio di quasi vent’anni fa. Alla fine non ci eravamo andate e in tanti anni non sono mai riuscita a organizzarmi per visitare quella che dicono essere una delle più belle ville del Rinascimento italiano. Per questo provo a inserirla nel mio tour… Sperando sia la volta buona!
  2. Il Parco Zoomarine: Il Parco Acquatico sul litorale laziale mi dicono essere il luogo perfetto per una giornata di divertimento e emozioni dei bambini. Un Parco Divertimenti dedicato alle famiglie, con tante giostre e anche gli animali. Insomma…ci proviamo!
Insomma, il tour è pronto, la macchina fotografica pure. Poi vi racconto eh!!! 🙂

* Nel cercare il nome corretto della Chiesa ho scoperto che in realtà non si tratta del Santo degli innamorati ma di un altro… Sarò scaramantica ma…io ci torno lo stesso visto che ha portato bene!!! 😉

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer