7 viaggi da fare coi bambini

Non amo i ritorni, ogni volta per me è una specie di tragedia greca che mi richiede almeno un paio di giorni di sofferenza prima di tornare alla normalità. Ma questa volta è stato un rientro particolarmente difficile per tante ragioni. L’autunno, alcune cose andate “diversamente dai piani”- già, la dura vita da free lance… – la “simpatica” ansia di chi ha fatto una scelta completamente autonoma senza avere “il sedere parato” e deve fare i conti con tutto sommate ad una mancanza che si fa sentire mi fanno trascinare questi primi giorni d’autunno con fatica estrema.

Fatto sta che io quando sono in crisi faccio due cose: scrivo e viaggio, ma se non posso viaggiare almeno pianifico nuovi viaggi. Al momento però non possiamo pianificare quindi mi accontento di sognare, sognare i viaggi da fare con un bimbo speciale, il mio meraviglioso cinquenne che tanto mi fa arrabbiare quanto sciogliere, in viaggio come a casa. Perché viaggiare con un bambino non è una passeggiata di salute. Almeno non lo è per noi, poi magari altri hanno i figli “quelli-che-dove-li-metti-stanno” ma il nostro è un fantastico, meraviglioso, adorabile, tipico cinquenne. Che vuole toccare, fare, sperimentare e, soprattutto, parlare sempre ovviamente anche in viaggio. Ma non importa. Noi si viaggia lo stesso. Ci sono però alcuni viaggi che vorrei fare con lui e per lui presto perché… beh, perché sì. E spero di poterli realizzare presto, in barba a quelli che ci hanno detto che sarà sempre più difficile viaggiare con un bambino che cresce. Tiè!

Eccoli qui, uno per uno, in ordine sparso e senza priorità. Pronti?

[cml_media_alt id='3780']I cartelli verso Santiago de Compostela[/cml_media_alt]
I cartelli verso Santiago de Compostela

Fare il cammino di Santiago con un bimbo

Io il Cammino di Santiago l’ho già percorso, anni fa, da giovincella super in forma. Non lo nego, il Cammino è stata una fatica, fisica e a tratti anche mentale, ma anche una esperienza intensa che mi ha regalato tanto. Proprio a Santiago però, quando ormai avevo alle spalle il tragitto percorso e davanti la tristezza del dover tornare, incontrai una fantastica famiglia con due figli al seguito. Quei due genitori mi raccontarono del loro viaggio in quattro e io da allora sogno di portare quel bimbo che allora non esisteva ma che oggi è divenuto mio figlio a Santiago. Lo so, sarà faticoso, più che per me che per lui, ma sono cerca che sarà uno di quei viaggi da ricordare. E vorrei farlo presto anche perchè… Quella che invecchia sono io! 😉

Andare in Thailandia a trovare un amico speciale

Magari a voi andare in Thailandia con un bimbo non sembra nulla di speciale ma per me non è così. Io non vedo l’ora di andare, anzi tornare, in Thailandia ma non “ovunque”.  Il mio sogno è tornare a Bangkok a trovare un amico speciale che lì gestisce una missione con bimbi molto meno fortunati del mio. Lui è la persona che ci ha sposati ma anche un ragazzo capace di parole importanti e di altrettanti preziosi silenzi che mi piacerebbe che mio figlio conoscesse un pochino perchè credo possa essere una persona capace di arricchire la sua vita. Vorrei portare mio figlio in Thailandia proprio per stare un po’ lì, con lui e, magari, dargli una mano, per quanto possiamo fare, mi piacerebbe far vivere a mio figlio questa esperienza, sperando che possa coglierne l’importanza e la bellezza, nonostante la sua età. O forse proprio per questo, chi lo sa, perché a cinque anni inizi ad avere una consapevolezza diversa senza però ancora i filtri e le barriere che verranno.

[cml_media_alt id='2750']Viaggio in Thailandia[/cml_media_alt]
Il mio ristorante preferito in Thailandia

Andare a Disneyland Paris

Lo scorso giugno durante il nostro viaggio in USA siamo riusciti ad andare a Disneyland a Los Angeles ma non siamo mai andati a quello di Parigi che se ne sta qui a un’ora di aereo (e questo sarebbe già un buon motivo per portarci il mio bimbo). Se poi ci mettiamo che, appena usciti da Anaheim, il piccoletto già chiedeva di poter tornare… Beh, Parigi ci chiama. Tecnicamente non so ancora quando (e se) ci andremo però è uno dei miei sogni. E spero di non dover aspettare troppo per poterlo realizzare perché anche per questo la magia non aspetta.

Visitare il Brasile tutti e tre

In Brasile non ci sono mai stata e neanche ho mai provato a organizzare eppure questo paese mi affascina un sacco. Lì ci sono alcuni parenti di Roberto, emigrati tempo fa dalle Langhe e per questo mi piacerebbe portare mio figlio, per fargli conoscere un pezzo della storia della terra di cui, comunque, fa parte, s’eppur nato e cresciuto altrove. Per me, che sono un’animo girovago e mai sazio di nuovi orizzonti, le radici sono importanti e vorrei che lo fossero anche per lui.

Vedere Kangaroo Island

Tornare in Australia sarebbe un sogno ma quando (e se) ci torneremo una meta da inserire assolutamente nell’itinerario è Kangaroo Island. Non lo so se ci siete mai stati ma io ho ricordi stupendi dell’isola e del nostro cottage dove alla sera dovevamo chiudere il cancellino di legno per evitare che i wallaby mangiassero i fiori. Kangaroo Island è una meraviglia, lì si possono incontrare koala, leoni marini, foche, otarie, pellicani e poi lui, che proprio non siamo riusciti a vedere la prima volta: l’ornitorinco. E il motivo per cui vorrei portarci mio figlio credo che sia chiaro: impazzirebbe di gioia! Ma ve lo immaginate un bimbo cinquenne che può vedere i canguri dal vivo? E i koala? E rotolare giù dalle dune del deserto? E camminare nella foresta a caccia di avventure (e dell’ornitorinco?). Ecco…

[cml_media_alt id='2534']Leoni marini a Kangaroo Island[/cml_media_alt]
Leoni marini a Kangaroo Island

Andare alla casa di Babbo Natale a Rovaniemi

Andare a Rovaniemi in Finlandia è uno dei viaggi da fare con ogni bimbo, non trovate? Io spero di riuscire ad andarci presto, prima che la magia del Natale diventi un lontano ricordo. Perché andare a Rovaniemi a cinque o sei anni secondo me è ben diverso dal farlo a dieci o undici. E allora incrocio le dita. Chissà che il nostro sogno natalizio non possa realizzarsi presto…

Fare un Safari tutti insieme

La mia vacanza in Botswana è stata una delle esperienze di viaggio più belle fatte prima della maternità e soprattutto non ha placato la mia voglia di Africa. In quel continente ci tornerei al volo ma soprattutto vorrei portarci mio figlio per fargli vivere l’emozione di un safari. Proprio come per Kangaroo Island mi aspetto che sarebbe un’esperienza incredibile per lui, perché non credo che nessun bambino possa rimanere indifferente al vedere un leone abbeverarsi ad una pozza o un branco di elefanti lungo una pista. E … neanche nessun adulto… 🙂

[cml_media_alt id='4825']Safari in Botswana[/cml_media_alt]
Safari in Botswana

Bonus

Me ne avanza uno. O meglio, avevo detto 7 viaggi che sogno di fare con mio figlio e invece ne ho uno in più: Le Maldive. Ci credete che io, proprio io che tendenzialmente non so stare ferma né con la testa nè coi piedi per più di cinque minuti, sogno di andare alle Maldive? Eppure sì. Con lui però. Chissà se ci riusciremo mai e se, in quel caso, il mio istinto materno si rivelerebbe più forte del mio bisogno di muovermi… 😉

I miei sogni di viaggi con un bimbo cinquenne sono terminati (almeno per ora). Mi sono accorta che ho utilizzato un sacco di condizionali in questo articolo, chissà se riuscirò a trasformarli in presente. Ma adesso tocca a voi, quali sono i viaggi da sogno che vorreste fare insieme ai vostri figli e perché? 🙂

2 commenti su “7 viaggi da fare coi bambini”

  1. Che bello questo post Fra!
    Se c’è un ripianto che davvero posso avere nella mia vita finora è che non ho mai fatto un viaggio solamente con mia madre. E l’avrei voluto fare da adulta.

    • Posso immaginare… Sai che il Cammino l’ho fatto proprio con mio papà? In realtà sarei dovuta andarci da sola ma quando ho comunicato la partenza a lui si sono illuminati gli occhi e così… L’ho portato con me… 🙂 Dice anche che vorrebbe tornare, nonostante l’età non sia più quella della gioventù…

Lascia un commento