Stati Uniti in camper a Fort Laramie - noleggiare un camper in America

Affittare un camper la prima volta: da sapere per una vacanza

Noleggiare un camper negli Stati Uniti è sempre stato il nostro sogno e dopo il nostro Coast to Coast in America in tanti ci hanno chiesto informazioni su una vacanza di questo tipo facendoci veramente tante domande.

In questo periodo abbiamo cercato di rispondere a tutti con i consigli sulla base della nostra esperienza con un RV in USA, condividendo anche le nostre opinioni per il noleggio di un camper con altri viaggiatori alla prima esperienza.

Visto però che le domande continuano ad arrivare – e che molte sono le stesse che ci siamo fatti noi prima di noleggiare il camper per la prima volta – qui sotto trovate un vademecum con le risposte. Speriamo possano esservi utili per la vostra vacanza in camper anche perché, ormai lo sapete, la nostra opinione sul noleggiare un camper è che sia uno dei modi più belli per viaggiare on the road.

E possiamo assicurarvi che dopo i 35 giorni in USA a bordo del nostro “bestione” non vediamo l’ora di avere la possibilità di ripetere l’esperienza in camper!

Il nostro viaggio in camper in USA - In camper nella Monument Valley
Affittare un camper – In camper nella Monument Valley

È difficile guidare un camper?

Una delle domande più gettonate da parte di coloro che vorrebbero noleggiare un camper per la prima volta è se sia facile guidare il mezzo. In realtà per la nostra esperienza non è stato difficile guidare l’RV che abbiamo noleggiato, anche se ovviamente i primi giorni hanno richiesto più attenzione per “prenderci la mano”.

Che patente serve per guidare un camper?

Negli Stati uniti per guidare un camper come quello che abbiamo noleggiato noi bastava la patente B. La stessa cosa vale per l’Italia dove la legge permette di guidare un camper con la patente B a patto che la massa complessiva del mezzo non superi le 3,5 tonnellate (alcune limitazioni ci sono poi per i neopatentati).

Informatevi però su questo aspetto a seconda del paese dove avete deciso di affittare il camper perché le regole potrebbero essere diverse.

Noleggiare il camper in USA - Roberto al volante - affittare un camper
Viaggio in camper  – Roberto al volante

Dove si dorme col camper?

Quando si affitta un camper si può scegliere se dormire nei campeggi oppure fermarsi per la notte nelle aree di sosta apposite per i camper. Noi in America abbiamo dormito spesso “in libera”, ovvero nelle aree consentite (per lo più nelle National Forest) normalmente prive di qualsiasi tipo di servizio e nei piazzali dei supermercati Walmart che consentono la sosta.

Esistono però anche soluzioni ibride, ovvero aree di sosta con un minimo di servizi (es. bagni) gratuite o con costi minimi. Negli Stati Uniti spesso il pagamento di queste aree di sosta viene gestito con una “cassetta” dove lasciare i soldi alla partenza. Informatevi però sulla base della località dove intendete noleggiare il camper: a seconda del paese – ma anche dello Stato nel caso degli Stati Uniti – le regole potrebbero essere diverse.

Affittare un camper la prima volta: dove?

Dove si affitta un camper? Noi dovendo viaggiare in America ed essendo la prima volta che noleggiavamo un camper abbiamo fatto tutto on line, rivolgendoci a un broker – ovvero una piattaforma che gestisce diversi noleggiatori – che ci ha permesso di fare tutte le valutazioni via computer e dato le indicazioni per il ritiro una volta completato l’ordine.

Ma ovviamente si può effettuare il noleggio di un camper anche direttamente sul sito della compagnia oppure informarsi personalmente dal noleggiatore.

In camper alla nostra casa nel New Jersey
Vacanza in camper in affitto

Noleggiare un camper: prezzi economici e altre idee

Trovare una buona offerta per affittare il camper era una delle nostre priorità anche perché il nostro noleggio negli Stati Uniti è durato 35 giorni, quindi abbastanza a lungo. In questo ci sentiamo di dare un solo vero consiglio: iniziate in anticipo a cercare le tariffe migliori.

Noi siamo partiti a maggio e abbiamo iniziato a sognare di noleggiare il camper negli Stati Uniti a gennaio. Poi però per varie ragioni – tra cui il volo aereo prenotato a marzo – siamo arrivati lunghi e le tariffe erano aumentate tantissimo. Quando poi abbiamo provato a prolungare il noleggio in loco – era luglio – i costi si sono alzati ulteriormente. Insomma… Partite presto per pianificare il vostro primo viaggio in camper con tutti i dettagli!

Noleggio camper da privati

Un’altra opportunità per risparmiare ma soprattutto una diversa filosofia nell’affittare un camper è il noleggio da privati. Si tratta in questo caso di un vero e proprio “cambio di prospettiva” perché non ci si rivolge a delle compagnie ma ai proprietari che decidono di mettere a disposizione il loro mezzo nei periodi in cui non lo utilizzano in una logica di condivisone come già accade per altre realtà della sharing economy come ad esempio AirBnB.

Se siete curiosi e volete saperne di più su questo modo alternativo di concepire una vacanza in camper vi segnaliamo di tenere monitorata la piattaforma Goboony. Si tratta di una realtà innovativa che mette in contatto proprietari privati di camper con i viaggiatori e il loro motto è “share the freedom” a ribadire il concetto di quanto il camper sia sinonimo di una vacanza all’insegna della libertà.

Noi non l’abbiamo ancora testata di persona – ma speriamo di farlo presto! – però abbiamo cercato di capire come funziona. Di fatto in piattaforma sono presenti i mezzi di proprietari che li mettono a disposizione di altri privati e il pagamento viene fatto direttamente attraverso la piattaforma (metà alla richiesta di noleggio e metà 3 settimane prima della partenza). Si tratta di un affitto di camper tra privati che si basa sulla condivisione ma è prevista una polizza assicurativa che copre eventuali danni (a tutela di entrambe le parti).

Di fatto il principio fondante è quello di un rapporto di fiducia – perché condividere il proprio camper a un estraneo è un atto di fiducia – ma in una logica di sicurezza, visto che tutte le transazioni avvengono tramite la piattaforma che fa di fatto da tramite, vengono inseriti dei parametri di “verifica” per i viaggiatori (come la patente e i social) e i mezzi devono essere in regola con RC e revisione periodica per essere inseriti nel data base. Quindi se state pensando a un noleggio provate a dare uno sguardo anche al sito di Goboony per verificare disponibilità e prezzi e raccontateci la vostra esperienza!

Il nostro viaggio in camper in USA - Il cartello entrando in Utah
Il nostro viaggio in camper

App utili per una vacanza col camper?

Durante il nostro noleggio del camper negli Stati Uniti ci sono risultate molto utili alcune app (come RV Dump Station, RV Parky, Overnight Parking Finder, RV Dump Sites) che ci hanno permesso di trovare i posti dove dormire in libera o dove caricare/scaricare le acque. Una fonte di informazioni preziosa sono stati poi i gruppi Facebook dei camperisti americani (come ad esempio il gruppo Free Camping), sempre disponibili a dare supporto, e siti web come Campendium e Walmart Locator (quest’ultimo è il sito non ufficiale dedicato a Walmart, con indicati gli ipermercati dove non è possibile sostare per la notte).

Ovviamente a seconda del paese dove deciderete di affittare il camper ci saranno risorse diverse ma vi consigliamo di spendere un po’ di tempo a cercare queste app, gruppi e siti perché, mentre sarete in viaggio, vi saranno molto utili. Se state noleggiando il camper per la prima volta all’estero vi consigliamo anche di cercare su YouTube video tutorial che spiegano come funzionano i camper, per noi sono stati utilissimi perché al momento del ritiro delle chiavi vi verranno date davvero molte informazioni in una lingua che non è la vostra.

Noleggiare un camper conviene?

La risposta è “dipende“. Affittare un camper non è economico ma per capire se conviene bisogna basarsi su molti aspetti, da considerare con attenzione.

Per capirci: noleggiare un camper e poi rimanere fermi in un solo posto non è la soluzione migliore dal punto di vista della spesa ma normalmente chi decide di fare una vacanza in camper non ha in mente questo tipo di vacanza stanziale bensì un on the road. E in un viaggio itinerante il camper permette di risparmiare su molte cose, sia come tempo che come costi:

  • Cibo: Con il camper avrete modo di cucinare voi sempre risparmiando quindi sui pasti (e probabilmente mangerete anche più sano);
  • Tempo: Le valigie non dovranno essere preparate ogni volta e se siete abituati a viaggiare on the road con teppe serrate sapete quanto questo significhi in termini di tempo.
  • Prenotazioni: Qualunque sia il periodo in cui viaggerete con il camper avrete “una casa” con voi e, se siete disposti ad adattarvi, non avrete problemi a trovare un posto dove dormire evitando di spendere tempo a prenotare.
  • Pernottamenti: In molti paese c’è la possibilità di dormire col camper “in libera” o comunque a costi ridotti, ovviamente questo comporta un certo spirito di adattamento.
In camper al Bryce Canyon
In camper al Bryce Canyon

A chi è adatta una vacanza in camper?

Questa non è una domanda che ci è stata fatta in verità ma quando rispondiamo alle varie mail o messaggi con le richieste di informazioni ci sentiamo sempre di specificare a chi secondo noi è adatto il noleggio di un camper.

Secondo noi una vacanza in camper è adatta a chi ama i viaggi on the road, la libertà e il contatto con la natura. A chi non teme di guidare per molti chilometri e a chi anela a visitare posti diversi e vivere un viaggio (anche) attraverso la strada. Ed è adattissima alle famiglie con bambini piccoli che si riconoscono in questa tipologia di viaggiatori.

Questa è ovviamente solo la nostra opinione sull’affittare un camper ma ci sembra corretto dirlo a chi sta pensando a una vacanza in questo modo. Se poi volete saperne di più sul nostro viaggio negli Stati Uniti qui sotto trovate il video completo dell’esperienza, seguiteci su YouTube, Instagram e Facebook per rimanere aggiornati sui nostri viaggi!

 

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer