Albania, diario di viaggio ed esperienza

Oggi è il nostro ultimo giorno della nostra esperienza in Albania in famiglia. Domani mattina si riparte, questa volta per tornare in Italia. Siamo rimasti qui un mese, giorni in cui ho avuto il tempo di vivere e respirare il Paese delle Aquile e, forse, di conoscerlo almeno un pochino.

Questa partenza è stata una scelta di ripiego e invece mi ha conquistata, l’ho già detto, almeno nei miei post su facebook. Ero partita pensando che avrei scritto il mio diario di viaggio in Albania da qui ma poi non ce l’ho fatta.

Chiamatela stanchezza, voglia di riposo o solo… Vacanza! Ma la sera sono quasi sempre crollata alla stessa ora di mio figlio, che per altro si è come al solito svegliato presto ogni mattina, visto che il suo concetto di “ferie” è molto diverso dal mio! 😉

Eppure ci tenevo a condividere qualcuna delle mie emozioni di questo nostro itinerario in Albania sul blog. Quindi eccomi qui, poco prima della partenza, a scrivere queste righe che pubblicherò domani mattina prima di chiudere definitivamente le valigie e lasciarmi il Paese delle Aquile alle spalle.

AGGIORNAMENTO: dopo questa prima partenza in famiglia sono seguiti molti altri viaggi, motivo per cui trovate davvero tanti post sul Paese delle Aquile nel blog. Alcuni li abbiamo anche inseriti qui, vi basterà seguire i link per leggerli. Se però volete conoscere meglio il paese non partite senza una guida cartacea. Questa guida dell’Albania racconta non solo la destinazione ma anche le tradizioni, le storie e l’enogastronomia con tante curiosità utili per comprenderla meglio.

[cml_media_alt id='6412']Viaggio in Albania - La bandiera albanese con l'aquila a due teste[/cml_media_alt]
Viaggio in Albania – La bandiera albanese con l’aquila a due teste

Vacanza in Albania: esperienza e bilancio

Dicevo che questa esperienza in Albania mi ha conquistata.

Non è difficile credo, questa terra è accogliente, per nulla chiusa o diffidente verso i turisti, che anzi, in particolare se italiani, sono guardati con simpatia, quasi stupore. Questo perché è ancora abbastanza raro che un italiano venga in vacanza in Albania, anche se, paradossalmente, di italiani qui è pieno, visto che sono tanti gli albanesi italiani che trascorrono qui le vacanze.

I bambini in Albania poi sono coccolati da tutti e ricevono tantissime attenzioni, anche da chi non conosce nemmeno mezza parola di italiano ma non manca mai di regalare loro un sorriso o un buffetto affettuoso.

[cml_media_alt id='6411']Viaggio in Albania - La splendida spiaggia di Pasqyrat (la spiaggia degli specchi)[/cml_media_alt]
Viaggio in Albania – La splendida spiaggia di Pasqyrat (la spiaggia degli specchi)

Le storie del nostro viaggio in Albania

E poi l’Albania è un paese che si fa ascoltare e va ascoltato. E io ho cercato di ascoltare tanto.

Complice una barriera linguistica che c’è poco, visto che sono in tanti qui a parlare un po’ di italiano, e i ritmi più lenti che regala il viaggiare con un bambino, mi sono messa in ascolto e il Paese delle Aquile mi ha regalato tanti racconti e, forse, un pezzettino della sua anima.

Ho ascoltato tante storie in Albania. Alcune provenienti dal passato e altre proiettate verso il futuro, storie di chi è andato lontano ma sogna di tornare e di chi è tornato ma vorrebbe ripartire. Ho ascoltato le storie dei “vincenti”, coloro che sono partiti ancora ragazzi – o forse dovrei dire quasi bambini – e si sono inventati una nuova vita lontano e ora ritornano in patria, quella patria che hanno tatuato sulla pelle per non dimenticarla mai, per fare le vacanze con la famiglia, ma anche quelle di coloro a cui ” è andata male” e sono rientrati per riprovarci di nuovo.

Ho ascoltato storie di figli che sono partiti e di nipoti conosciuti solo al telefono, di famiglie che si sono ricongiunte ma in un altro luogo e di nostalgia che si annida nel cuore e nelle parole.

[cml_media_alt id='6408']Viaggio in Albania - Artigianato locale[/cml_media_alt]
Viaggio in Albania – Artigianato locale

Diario di viaggio in Albania

Ho sentito forte l’orgoglio per la propria terra, a volte misto alla rabbia, quella delle cose che non vanno e invece potrebbero andare. Ma anche l’amore per quella “patria nuova” che ha accolto e dato una nuova casa.

Sono un popolo testardo gli albanesi, o almeno io mi sono fatta questa idea, ma anche disponibile e pieno di cuore. Ho perso il conto dei sorrisi e degli aiuti ricevuti anche da chi abbiamo solo incrociato per strada, delle chiacchiere scambiate solo per la voglia di condividere un po’ della bellezza del proprio paese con chi quel paese lo sta scoprendo per la prima volta.

[cml_media_alt id='6406']Viaggio in Albania - Terra bruciata dal sole[/cml_media_alt]
Viaggio in Albania – Terra bruciata dal sole

Arrivederci, alla prossima esperienza in Albania

Noi domani torniamo a casa ma io so già che continuerò a raccontare dell’Albania. Perché quando un posto mi entra nel cuore poi rimane lì e perché sento che un po’ glielo devo, perché una storia è il regalo più bello che un paese possa farti. Almeno secondo me.

Quindi falënderim” Albania, grazie, e scusami perché in questo mese qui non sono mai riuscita a pronunciarlo nel modo giusto, ma spero di rimediare la prossima volta che ci incontreremo! 🙂

DA NON DIMENTICARE: se state pianificando una vacanza in Albania è consigliato stipulare una polizza viaggio che copra anche le spese sanitarie. Questo perchè le strutture sanitarie pubbliche sono ancora carenti mentre quelle private sono costose. Se non ne avete una seguite il link, l’assicurazione che usiamo noi è affidabile e per il lettori del blog garantisce il 10% di sconto (seguite il link per saperne di più).

Questo diario di viaggio della nostra esperienza in Albania termina qui ma continua con tanti approfondimenti nel blog. Ovviamente se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

5 commenti su “Albania, diario di viaggio ed esperienza”

    • Secondo me è un paese strano l’Albania per noi italiani. Pensiamo di conoscerla e invece… quando arriviamo scopriamo una terra che non ci immaginavamo proprio e così vicina a casa! Sono felice di averti incuriosita, se ci vai poi raccontami le tue impressioni! 🙂

Lascia un commento