Val Pusteria in estate: vacanza con emozioni in verde

L’idea di organizzare una vacanza in Val Pusteria in estate è stata mia. Non conoscevo la zona ma, dopo aver trascorso un weekend a Merano in Alto Adige all’inizio della primavera, mi era venuta voglia di tornare e godermi qualche giorno in montagna in relax.

Rilassarsi” era per me la parola magica, quella su cui avevo organizzato la nostra vacanza. Si trattava di un mantra pre-partenza nonché dell’obiettivo nel prenotare una vacanza in Val Pusteria in giugno.

Vacanza in Val Pusteria in estate

Il primo scoglio è stato giustificare la scelta della destinazione, visto che non essendo mai stata in Alta Pusteria, non avevo molti elementi per convincere la famiglia a farsi quasi cinque ore di automobile per arrivare fino a questa valle al confine con l’Austria.

Che poi, abitando in Lombardia, le montagne le abbiamo pure vicine a casa!

E infatti la domanda era arrivata puntuale come mi aspettavo: “Ma perché allora non andiamo in Austria? Cosa c’è di tanto speciale in Val Pusteria?”. Già…

In realtà non c’era una vera ragione per scegliere questa destinazione dell’Alto Adige. O meglio, sapete quando un luogo vi ispira ancora prima di metterci piede? Quando non sapete perché ma siete convinti che sia proprio quella la destinazione giusta in quel particolare momento?

Ecco, per me è stato così! Avevo voglia di tuffarmi nel verde e respirare a pieni polmoni. Volevo ammirare le montagne possenti che dominano la valle e soprattutto avevo bisogno staccare la spina. Agognavo quel riposo che non è (solo) fisico bensì soprattutto mentale e chissà perché mi immaginavo di trovarlo proprio tra gli abeti durante una vacanza estiva in Val Pusteria!

In verità – col senno di poi! – la scelta è stata davvero super azzeccata. E infatti dell’estate in Val Pusteria ci siamo innamorati perdutamente tutti, al punto di ritornare più volte. Ma durante il (faticoso) viaggio per raggiungerla ancora non lo sapevo…

Di seguito trovate quindi sia il racconto della nostra esperienza che qualche consiglio utile per partire. Per semplicità ho diviso in paragrafi, così se volete saltarne qualcuno e leggere solo ciò che vi interessa vi basterà cliccare sui titoli:

  1. Esperienza in vacanza in Val Pusteria in estate
  2. Cosa fare in Val Pusteria in estate
  3. Dove dormire in Val Pusteria
Alta Val Pusteria - Un paradiso per i cicloamatori

Considerazioni sul primo incontro con la Val Pusteria in estate

DOVE SI TROVA LA VAL PUSTERIA: la Pustertal è una vallata altoatesina lunga circa 100 chilometri suddivisa tra Italia e Austria. Sulla valle principale si aprono diverse vallate laterali tra cui le più conosciute lato italiano sono la Valle Aurina, la Val Badia, la Valle di Casies, la Valle di Sesto, la Val di Landro, la Valle di Anterselva e la Val di Braies.

Il nostro primo viaggio verso la Val Pusteria l’abbiamo fatto praticamente tutto al buio. Così quando, lasciata l’autostrada, ci siamo ritrovati su una strada nel mezzo del nulla che pareva non finire mai, la mia ottimistica convinzione ha iniziato a vacillare sotto l’attacco dei borbottii dei miei compagni di viaggio.

A quel punto, nel nero di una notte senza stelle, mentre costeggiavamo foreste di pini silenziose in compagnia di un cielo carico di nubi l’unico pensiero positivo che sono riuscita a concepire per alleggerire la tensione era relativo…all’asfalto! Serissima avevo infatti puntualizzato che il manto stradale era in condizioni perfette, segno quello che eravamo davvero “quasi” in Austria.

Per il resto posso dire che al momento del nostro arrivo non ho notato nulla del nostro hotel e che probabilmente ho salutato a stento la signora che, gentilmente, ci aveva attesi fino a quell’ora per consegnarci le chiavi della camera. Il mio solo pensiero era raggiungere presto un letto, possibilmente senza svegliare il bimbo (che ovviamente invece sì è svegliato pretendendo di rimanere alzato a giocare in piena notte!).

La mattina seguente, con un sonno da record e un solo occhio aperto, mi sono affacciata alla finestra e ho avuto la prima sorpresa: lì davanti, maestose e bellissime, c’erano ad attendermi le Dolomiti.

Intorno il verde incredibile che mi ero immaginata, in tutte le sue sfumature: dal colore brillante dei prati punteggiati di piccoli fiori gialli e bianchi, al verde cupo degli alti abeti,rallegrati dal verde più chiaro sulle cime. L’estate della Val Pusteria mi ha accolta proprio come desideravo, facendo sfoggio di tutti i suoi colori e mantenendo le sue promesse di bellezza.

Questo è stato il mio primo incontro con questa valle dell’Alto Adige, che mi ha conquistata al primo sguardo. Ora se volete saperne di più per organizzare la vostra vacanza continuate a leggere. Inoltre sparsi per il blog ci sono davvero tanti articoli dedicati a questa meta che, credetemi, li merita tutti! Se invece preferite tenervi la sorpresa… partite e basta! In ogni caso sappiate che una volta conosciuta questa zona avrete voglia di tornarci, succede a tutti (ovviamente anche a noi!) e nemmeno il ritorno delude le aspettative! 😉

MESE MIGLIORE PER ANDARE IN VAL PUSTERIA DURANTE L’ESTATE: giugno a mio parere è il periodo migliore per prenotare. Si rischia qualche giornata “di meteo matto” ma c’è di certo meno gente sia nelle strutture che sui sentieri. A luglio il tempo è bellissimo ma inizia a essere più affollato, mentre agosto sa essere pienissimo ed è necessario muoversi per tempo per trovare strutture disponibili. Settembre torna a essere più tranquillo, soprattutto dopo l’inizio delle scuole, ma il meteo rinfresca parecchio ed è necessario portarsi l’abbigliamento adeguato.

Alta Val Pusteria - Il panorama sulle Dolomiti dall'albergo

Cosa fare in Val Pusteria in estate

Innanzitutto vi dico che i nostri giorni durante quella prima vacanza estiva in Val Pusteria sono volati uno dopo l’altro, troppo veloci per i miei gusti. E che io ho continuato a pensare a quel meraviglioso “color verde” per parecchio tempo, desiderando tornarci.

Perché nonostante un tempo un po’ ballerino e qualche nuvolone nero io mi sono follemente innamorata del verde dell’estate dell’Alta Pusteria, mi sono riempita i polmoni di quell’aria profumata di pino, facendomi avvolgere dal silenzio e lasciandomi alle spalle i pensieri.

Le Tre Cime, bellissime da qualunque angolazione le vedessimo, ci hanno accompagnati nelle nostre scorribande, riempiendo le nostre fotografie e i nostri pensieri. Alla fine io mi sono allontanata dalla Valle a malincuore, ricaricata ma anche con tanta voglia di tornare presto.

Quindi prima di raccontarvi le cose da fare – che trovate più sotto ed è aggiornata con i ritorni! – e condividere con voi i consigli per organizzare vi dico che l’Alta Val Pusteria in estate mi ha davvero stregata!

GUIDA DELLA VAL PUSTERIA: di seguito qualche informazione basata sulla nostra esperienza. Se poi volete saperne di più sulle escursioni da fare con i bambini in Val Pusteria vi segnaliamo una guida dedicata al trekking in Alto Adige in famiglia.

Alta Val Pusteria - Panorama sulla Valle

Cose da fare in Val Pusteria a giugno, luglio, agosto e settembre

Questa vallata è ricca di panorami meravigliosi e luoghi pieni di una bellezza che vi lascerà senza fiato. Se avete in mente una vacanza in Val Pusteria nel periodo estivo vi consiglio di non mancare:

  • il lago di Dobbiaco: dove si può prendere il sole, nuotare o noleggiare i pedalò;
  • la Val Fiscalina: una delle passeggiate più belle che abbiamo fatto;
  • il lago di Braies: che è un gioiello verde incastonato tra i monti;
  • le Tre Cime di Lavaredo: che sono l’emblema di questa vallata;
  • la ciclabile San Candido – Lienz: adatta anche a chi non ha “le gambe” da bikers;
  • il Prato Piazza: un altopiano che pare uscito da una fiaba;
  • l’Altopiano di Rodengo – Luson: dove fare belle escursioni con panorami bellissimi;
  • il lago di Anterselva e la salita a passo Stalle con una bellissima vista sui due laghi;
  • le Piramidi di Perca: un monumento naturale che si può raggiungere con trekking dai più semplici ai più lunghi;

Val Pusteria in estate con bambini

L’estate in Alta Pusteria con i bambini significa stare all’aria aperta, con trekking certo, ma anche divertendosi nei parchi gioco. Quelli di questa valle dell’Alto Adige infatti sono veramente meravigliosi a partire dal Monte Elmo o dal Mondo Magico della Foresta nel bosco di Dobbiaco fino ad arrivare a quelli più piccini, di hotel e rifugi. Molto belli sono anche i parchi gioca in quota sopra Rio Pusteria, in particolare quello di Jochtal.

Visto che abbiamo raccontato parecchio della nostra vacanza in Val Pusteria trovate però maggiori informazioni utili cliccando sui link che portano agli articoli dettagliati.

Trekking e sentieri della Val Pusteria

Ovviamente una vacanza estiva in Val Pusteria significa soprattutto trekking e sentieri. In questo caso le alternative sono moltissime, per ogni tipo di “gambe”. La salita al Rifugio Tre Scarperi ad esempio è una bella passeggiata quasi tutta nel bosco, che porta a un grande prato dove riposare. Un classico è il giro delle Tre Cime di Lavaredo salendo al Rifugio Auronzo: un trekking non molto impegnativo ma parecchio affollato.

Tra le passeggiate facili da fare con i bambini in Val Pusteria in estate c’è solo da sbizzarrirsi. Una davvero molto semplice adatta anche per i più piccini è quella che percorre la Val Fiscalina che accoglie le famiglie con un bel rifugio e un parco giochi. Ma anche la salita che porta alle cascate di Klammbach è facile e volendo si può allungare per arrivare fino alla BergerAlm.

Alta Val Pusteria - Il panorama dalla seggiovia Tre Cime

Vacanza in Val Pusteria in estate: dove dormire?

In questa valle dell’Alto Adige ci sono davvero strutture per tutti i gusti. Moltissimi sono i family hotel ma anche le realtà più rustiche, come i masi, dove dormire e sperimentare la vera ospitalità altoatesina. Di seguito ne trovate alcune dove siamo stati.

DORMIRE IN UNA MALGA O IN UN MASO: Le soluzioni per dormire in Val Pusteria sono moltissime. Ci sono gli hotel, gli appartamenti, i campeggi ma anche i masi e le malghe che sono aperte proprio durante la stagione estiva. Se volete saperne di più su questo tema leggete l’articolo dedicato alle malghe della Val Pusteria.

Hotel e appartamenti in Val Pusteria per l’estate

Durante le nostra vacanze in Val Pusteria noi abbiamo soggiornato in diverse strutture.

La prima che vi segnalo è il Family Hotel Rainer. Si tratta di una struttura molto family che vi consigliamo volentieri, sia per la posizione che per le tante attenzioni alle famiglie.

Tra l’altro il Rainer ha anche una parte di residence, con appartamenti adatti anche alle famiglie. Una soluzione perfetta per chi si sente stretto in hotel e preferisce maggiore autonomia ma senza rinunciare ai servizi dell’hotel. A questo link potete trovare tutte le informazioni per la prenotazione.

Sempre in estate in Val Pusteria siamo poi stati al Dolomiti Family Resort Garberhof a Rasun di Sotto. Anche questo è un family hotel che si trova in una vallata trasversale, la Valle Anterselva.

Di questa struttura vi segnalo in particolare la posizione, visto che è circondato da pascoli e boschi di pini, e il centro wellness e spa. Per i bambini è prevista l’animazione dai 6 mesi mentre per tutti vengono organizzati attività di animazione e trekking guidati. I dettagli sui costi li trovate nel link.

Una vacanza in un maso in Val Pusteria

Altra struttura molto particolare se state organizzando una vacanza in Val Pusteria in estate è il Maso Ahner Berghof a Rodengo. Un maso è di fatot un’azienda agricola che offre ospitalità, accogliendo gli ospiti in queste antiche dimore e servendo loro prodotti a km0.

Quando ci siamo stati noi non abbiamo potuto utilizzare il laghetto balneabile che si trova proprio davanti alla struttura perché il tempo è stato ballerino ma con il bel tempo si può fare il bagno lì con una vista splendida. Fanno anche da ristorante! Per le tariffe seguite il link.

Campeggi in Val Pusteria

Se avete in mente una vacanza in Val Pusteria in estate vi consiglio anche il Camping Olympia. Questa struttura oltre a avere le piazzole per tende, camper e caravan ha anche bellissimi chalet in legno e appartamenti. Si trova vicino a Dobbiaco e ha una piscina riscaldata molto bella.

Una cosa a cui prestare attenzione è che, se ci andate con la tenda, è necessario attrezzarsi bene anche in estate perché si trova sopra i 1.000 metri e la notte il calo di temperature si sente. Anche in questo caso trovate le informazioni per la prenotazione seguendo il link.

Chiudiamo qui i consigli per una vacanza in Val Pusteria in estate. Quanto a noi se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Lascia un commento