Atene a misura di passeggino

Il Guest Post di oggi è di Tomaso, un papà-viaggiatore che ci racconta la sua esperienza di viaggio ad Atene con i bambini e in particolare con la sua bimba di pochi mesi. Il suo post mi ha fatto venir voglia di rivedere la città con il mio piccolo viaggiatore visto che lui mi conferma che è assolutamente baby-friendly!

Atene è una delle più affascinanti destinazioni per gli amanti della storia e dell’archeologia che possono trovare nel Partenone la massima espressione delle origini del pensiero occidentale. Ed è grazie alle Olimpiadi – “tornate a casa” nel 2004 – che la città è diventata una meta a misura di famiglia.

A spasso tra i templi com il passeggino - credits Tommaso
A spasso tra i templi con il passeggino – credits Tomaso

Cosa fare a Atene coi bambini

Tutto il centro storico è stato completamente rimesso a nuovo con interventi di pedonalizzazione e recupero di spazi verdi rendendo possibile piacevoli passeggiate intorno all’Acropoli.

Le carrozzine possono scorrazzare liberamente su viali che si aprono ai resti archeologici immersi tra pini e cipressi oppure nelle viette della Plaka, l’antichissimo centro storico della città dove si respira aria di Asia Minore tra gli odori delle spezie e le bancarelle che ricordano i bazar turchi.

Anche alcuni resti archeologici possono essere visitati con il passeggino come il Tempio di Zeus e l’antica Agorà immersi nei profumi dei fiori, mentre invece l’Acropoli è assolutamente off-limits ed è quindi auspicabile optare per un marsupio. Soluzione necessaria anche per la salita alla collina di Filopappo, corta e non particolarmente faticosa, da dove in cima è possibile ammirare le decadenti rovine dell’Acropoli.

Ammirando il panorama immersi nel profumo dei fiori - credits Tommaso
Ammirando il panorama immersi nel profumo dei fiori – credits Tomaso

Per gli amanti delle scalate, esattamente nella parte opposta, si trova il Licabetto, altra collina da dove si può ammirare in lontananza il mare e il Pireo, il millenario porto della città-stato ateniese. Sulla vetta si trova la Cappella di San Giorgio che resiste al vento e al sole e soprattutto ai turisti. Ma se si ha fretta c’è sempre la funicolare che in pochi minuti da Kolonaki ti porta in cima. Per chi ama i “moderni” mezzi di trasporto, tornando in centro, è possibile salire a bordo del trenino che gira intorno all’Acropoli e che potrebbe essere una buona soluzione soprattutto il primo giorno così da avere un quadro generale del centro e dei suoi siti.

Sempre grazie alle recenti Olimpiadi, la città si è fornita di una rete metropolitana assolutamente in linea con quelle di altre capitali europee. L’aeroporto è collegato al centro con una linea ah hoc – scioperi permettendo – e anche il Pireo è facilmente raggiungibile per chi non si vuole perdere un bel pranzo a base di pesce.

A proposito di cibo, la città offre innumerevoli soluzioni dalla taverna classica greca – suggeriamo Tou Psara in via Erechtheos 16 ai piedi dell’Acropoli – oppure un souvlaki al volo nel rinomato Thanasis in via Metropoleus 67. Per la merenda non si possono non provare i famosissimi Freddo, caffè-frappè con ghiaccio che, insieme all’ouzo è diventata la bevanda nazionale ellenica.

Yiasou, quindi, salute a voi, Atene vi sta già aspettando!

Dove dormire a Atene coi bambini

L’Hilton Athens è un hotel che si trova in centro ed è comodamente raggiungibile con la metropolitana dall’aeroporto. Oltre alle tante facilities tipiche di una struttura business questo hotel di Atene ha anche una grande piscina e una più piccola dedicata ai bimbi. Potete leggere la nostra esperienza di questo post mentre tutte le informazioni per la prenotazione le trovate qui.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer