Caraibi: Martinica e le sue spiagge

Baby-moon: viaggio in Martinica in gravidanza

Da viaggiatrice “addicted” non volevo rinunciare a viaggiare in gravidanza anche se, come tutte le neomamme, qualche timore l’avevo. In particolare il nostro desiderio era fuggire al freddo dell’inverno europeo andando ai Caraibi, cosa che in molti ci sconsigliavano per problemi igienico-sanitari. Così, dopo aver fatto un po’ di ricerche ci siamo regalati un viaggio in Martinica in gravidanza.

Un viaggio di coppia in “due e mezzo”, un luogo romantico per trascorrere dei giorni sereni e godendoci il nostro stare insieme prima della nascita del Patato. Premetto che per me avere il Patato nella pancia era bellissimo: lo trasportavo, lo nutrivo e lo proteggevo senza fatica, sapendo di farlo nel migliore dei modi – e infatti appena uscito già volevo incorporarlo di nuovo… ma questa è un’altra storia!

Per la nostra “baby-moon”, come dicono gli americani, abbiamo quindi scelto la Martinica, splendida isola caraibica, ma in realtà è un dipartimento francese d’oltremare e quindi Europa a tutti gli effetti! Infatti, come ripetevo a mia madre preoccupata per la mia partenza da gravida, “in Martinica ci sono strutture ospedaliere di ottimo livello tant’è che gli anziani cardiopatici francesi ci vanno a svernare!”

Lì è pieno di famiglie francesi con bimbi anche piccolissimi che si godono il clima e il mare dei Caraibi con la serenità di stare in Francia! Ricordo quel viaggio come un momento speciale del nostro essere coppia: sapevamo che da lì a pochi mesi tutto sarebbe cambiato, nella nostra vita, nel nostro modo di viaggiare, ma anche nel nostro essere “noi”.

Lo intuivamo anche se non sapevamo quanto …

Quei giorni su quell’isola piena di fiori, dalla vegetazione lussureggiante, di profumi e sapori diversi sono stati un regalo a noi due, da portarci dentro per sempre. Mi piacerebbe tornare in Martinica oggi, sarebbe bello portarci il Patato e fargli vedere i luoghi dove è stato quando ancora la sua vita era totalmente dipendente da quella della sua mamma.

Mi piacerebbe però tornarci anche perché l’isola è davvero meravigliosa, una tavolozza di colori giustapposti da un pittore creativo, i ritmi lenti dei Caraibi e la sensazione che tutto, ma proprio tutto, sia europeo eppure caraibico insieme.

Ricordo ancora col sorriso il piccolo uccellino che ogni mattina veniva a far colazione sulla finestra della nostra cucina ed il giorno in cui noi la lasciammo distrattamente aperta, trovando, al nostro ritorno, tutta la nostra frutta “assaggiata” dal piccolo ospite…

Ripenso alle banane, che io non ho mai amato, che mangiavo in quantità incredibili, gustando la dolcezza della varietà del luogo, piccola e rosata, come se non ci fosse cibo più buono al mondo.

Mi emoziono pensando allo splendido arcobaleno che si tuffava nel mare proprio davanti a noi dopo una giornata di pioggia o al tramonto infuocato che ci ha tenuti fermi a scattare, per cogliere quella meraviglia di luce e colori e ai colibrì che si abbeveravano nei Jardin de Balata…

Martinica: Ospiti a colazione
Martinica: Ospiti a colazione

In quel viaggio in gravidanza riconosco una spensieratezza che forse non abbiamo più avuto, una concentrazione l’uno sull’altro che da quando siamo genitori è difficile trovare, sebbene ora il sentimento si sia rinforzato, sebbene siano state molte le prove che abbiamo superato insieme e che ci hanno dimostrato che siamo, ancora e sempre, “noi”…

Ecco, per me quel viaggio in Martinica in gravidanza è stato speciale e anche adesso lo ricordo con gioia e forse anche con un po’ di malinconia. Ed è per questo che consiglio a tutti i neogenitori partire per una babymoon.

Perché ne vale la pena.

Lo splendido tramonto della Martinica
Lo splendido tramonto della Martinica

Informazioni pratiche per viaggiare con i bambini o in gravidanza in Martinica

La situazione sanitaria in Martinica è davvero sicura e per questo non ci sono problemi nel viaggiare con bambini anche piccoli o in stato di gravidanza (previo parere del medico!)
Inoltre la Martinica è una meta perfetta se state cercando un rifugio dal freddo dell’inverno europeo, magari per trascorrere le vacanze natalizie rilassandovi al caldo.

Tutti i consigli pratici e le informazioni su su cosa fare in Martinica li potete trovare in questo post.
Qui mi limito a dirvi di non dimenticare assolutamente la crema solare e il repellente per i mosquitos e a segnalarvi il residence dove siamo stati, il Corail Residence, proprio di fronte al mare, che ci ha regalato tramonti stupendi e incredibilmente durante la nostra vacanza in Martinica in gravidanza.

Francesca Taioli

Francesca Taioli

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. #traveller #mum #dreamer

  • Le foto sono stupende e creano un incredibile contrasto con il paesaggio fuori dalla finestra del mio studio….montagne innevate e alberi quasi spogli, vento gelido!!!!
    L’ultima vacanza in due, già sapendo che presto si sarà in tre…bellissima!

    • Penso che anche dalla finestra del tuo studio si potrebbero scattare splendide foto!!:) PS quella vacanza è stata davvero un regalo!:)

  • Why

    Che belle foto…e che viaggio meraviglioso da fare in coppia prima di avere figli!
    Parli di una cosa che sento molto mia quando dici “una concentrazione l’uno sull’altro che da quando siamo genitori e’ difficile trovare”…
    In Martinica sono stata una vita fa, due figli fa direi, un viaggio splendido con due amici martinichesi e altri e incredibilmente pagato dalla comunità europea..! una storia lunga ma bellissima. che bei ricordi, grazie di avermeli fatti tornare a galla oggi in questa giornata così fredda.

    • Grazie a te per aver condiviso la tua esperienza!i viaggi con le persone del posto sono forse i più belli…quelli che ti permettono di scoprire di più di un luogo…:)

  • Martinica e Guadalupe sono le nostre scelte per quest’anno, vivendo in Francia e potendo usufruire di alcuni vantaggi di qua, le abbiamo trovate comode e abbastanza economiche.
    Ora dobbiamo solo decidere se farne solo una (e quindi quale) o provare a fare un periodo più lungo e quindi vederle entrambe.
    Per ora leggo e mi interesso, poi quando il Navigante rientrerà dai 4 mesi in Oceano Indiano decideremo. Anche perchè in questi 4 mesi lui fa una sosta alle Seychelles di una settimana proprio a cavallo del mio compleanno…mica posso lasciarmi sfuggire l’occasione ;))

  • Wwwwooooooow!!!!tu mi devi raccontare!!!eccome!!!