Bagaglio per gli USA: lucchetto TSA e valigia giusta

Qualcuno dice che gli Stati Uniti d’America o li ami, o li odi. Noi li amiamo ma, lo ammetto, ci sono alcune cose da sapere per organizzare un viaggio negli States e una di queste riguarda il bagaglio. Sì, avete capito bene prima di partire dovete badare a scegliere la valigia giusta per un viaggio negli States!

Ma procediamo con ordine…

Dopo l’11 settembre 2001, il giorno degli attentati alle Torri Gemelle di New York, le procedure di sicurezza statunitensi sono infatti notevolmente cambiate e molti protocolli sono da conoscere per evitare di commettere qualche errore e rovinarsi la vacanza ancora prima di iniziare. Uno di questi è il TSA.

Cos’è il TSA, ovvero Transportation Security Administrator

Tra i primi provvedimenti messi in atto dopo gli attentati dell’11 settembre c’è stata infatti la fondazione di un ufficio apposito, posto sotto controllo del Dipartimento dei Trasporti (anche conosciuto come DOT, Department Of Transportation) e attualmente parte del Dipartimento di Sicurezza Interna (lo U.S. Department of Homeland Security, una specie di corrispettivo statunitense del Ministero dell’Interno italiano), dedito esclusivamente al controllo dei trasporti aerei, marittimi e terrestri su tutto il territorio americano. Questo è, appunto, il TSA, ovvero del Transportation Security Administrator. 

Ma cos’è il TSA e che significato ha per i viaggiatori che vogliono, semplicemente, godersi una vacanza negli Stati Uniti?

Proviamo a fare un po’ di chiarezza: forse vi ricorderete la sigla TSA stampata su lucchetti e altri dispositivi legati al mondo dei trasporti. Ebbene, il marchio TSA significa che quell’oggetto è pensato per rispondere proprio alle direttive di questa agenzia, valide su tutto il territorio statunitense.

Quindi, banalizzando, ciò che un viaggiatore dovrebbe conoscere non è tanto il Transportation Security Administration quando le chiusure TSA. Che sono davvero fondamentali per chi vuole partire per gli States!

Viaggio negli USA – L’arrivo a Los Angeles

Cos’è la chiusura TSA

Tra i compiti della TSA c’è infatti quello di controllare qualsiasi pacco in ingresso nel paese, da qualsiasi canale provenga. E qualora dovessero esserci sospetti, anche minimi, sulla valigia in questione, gli ispettori hanno il compito tassativo di controllarne con qualsiasi mezzo il contenuto. Questo significa che se la valigia è chiusa con un lucchetto normale potrebbero accadere due cose: potrebbe venire forzato il lucchetto, o addirittura, potrebbe essere danneggiato il bagaglio.

Non esattamente il modo migliore per iniziare una vacanza, giusto?

Ecco, qui entrano in gioco le chiusure TSA. Per evitare per quanto possibile i disagi ai viaggiatori, sono infatti state messe in commercio delle chiusure particolari (conosciute anche come lucchetti TSA) in grado di essere aperte solo da due persone: dal proprietario della valigia, per mezzo del codice numerico da lui stesso impostato, e dagli agenti del TSA, in possesso di una speciale chiave passepartout. In caso di controlli il personale addetto provvederà ad aprire lucchetto e bagaglio, lascerà una notifica all’interno riguardo all’avvenuto controllo, richiuderà il tutto senza danneggiare nulla.

Chiaro adesso cos’è una chiusura TSA e a cosa serve?

Bene, perfetto. Ora però se siete in partenza dovete verificare se la vostra valigia è adatta per gli Stati Uniti. Ma se i vostri bagagli non sono nuovissimmi forse vi state chiedendo come si fa a riconoscere se il lucchetto ha una serratura TSA. Ecco, per farlo dovete controllare due aspetti: la presenza di un codice numerico da inserire e, normalmente in basso, la presenza di una apertura per il passepartout e la sigla TSAxxxxx.

Se così non fosse potete fare due cose: comprare un lucchetto TSA (questo ad esempio è il lucchetto TSA Decathlon) oppure acquistare un nuovo bagaglio per gli USA: una valigia TSA.

Baglio per gli USA: le valigie con chiusura TSA

Se dovete comprare una nuova borsa da viaggio vi consiglio di scegliere uno dei nuovi modelli con serrature TSA integrate (ad esempio tutti i trolley Carpisa con chiusura TSA). In questo caso avrete non solo un bagaglio per gli USA ma anche una valigia sicura per qualsiasi destinazione. Questo perché:

  1. anche se la serratura TSA nasce come protocollo made in USA, può essere usata in qualsiasi parte del mondo;
  2. proprio perché non c’è modo di forzarne il lucchetto TSA (o meglio, non esiste una maniera semplice e veloce), se non si è il proprietario e non si è in possesso del passpartout, le assicurazioni di viaggio rimborsano con più facilità il viaggiatore in caso di furto.

Una valigia TSA o un trolley TSA, quindi già predisposto con questo genere di serratura, consente quindi non solo di risparmiare sull’acquisto di un ulteriore lucchetto TSA, ma anche di viaggiare sia negli Stati Uniti che in tutto il mondo con la consapevolezza che il proprio bagaglio è tendenzialmente in grado di resistere a qualsiasi malfattore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: COSE DA SAPERE PER UN VIAGGIO NEGLI USA

Informazioni per un viaggio in USA

Detto questo… pronti a partire per gli Stati Uniti? Nel blog troverete moltissimi articoli dedicati ma se avete dubbi scriveteci un commento. E se vi è piaciuto questo articolo condividetelo (sharing is caring 😉 ) e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer