Budapest: cosa vedere in un weekend, itinerario di 2 giorni

Cosa c’è da vedere a Budapest? Se avete visto una imperdibile offerta di Ryanair per la capitale ungherese oppure se qualcuno vi ha parlato di questa piccola città a misura d’uomo ancora non troppo invasa dai turisti e state pensando ad un weekend a Budapest siete nel posto giusto.

Perchè le cose da vedere a Budapest in un weekend sono tante e la città meriterebbe più di due o tre giorni. Ma per iniziare va bene anche un fine settimana, poi, con calma, tornerete a vedere il resto.

Cosa vedere a Budapest in due giorni

Cosa da vedere a Budapest in un weekend

Iniziamo da qui con un elenco delle cose da vedere a Budapest. Preparatevi perchè sono parecchie, quindi, se avete a disposizione solo due giorni a Budapest, dovrete necessariamente fare una scelta. Ma se vi siete convinti a partire potete continuare a leggere e poi segnatevi i consigli sull’itinerario da organizzare per ottimizzare il viaggio che trovate poco sotto.

Ecco quindi cosa si può vedere a Budapest durante una visita della città:

  • Il Parlamento di Budapest: questo è una delle cose da vedere a Budapest, talmente amato dai turisti che è necessario prenotare la visita in anticipo per evitare lunghe code;
  • Il Castello di Buda: costruito su una collina e inserito dall’UNESCO nella lista dei patrimoni dell’Umanità ospita il Museo Storico di Budapest e la Galleria Nazionale Ungherese;
  • La Chiesa di Mattia Corvino: con il suo tetto colorato;
  • Il Bastione dei Pescatori: da cui si gode uno dei panorami più belli di Budapest;
  • La Sinagoga: la seconda più grande del mondo;
  • Il Museo delle Belle Arti: con capolavori di Giotto, Raffaello e Tiziano, Goya, Rubens, Rembrandt e altri;
  • L’Isola Margerita: un’oasi della città da ammirare in primavera e in estate;
  • La Piazza degli Eroi: vi si trova il Monumento del Millenario e vi si affacciano il Museo di Belle Arti e la Galleria d’arte Mucsarnoc;
  • Il Ponte delle Catene: suggestivo e meravigliosamente illuminato la notte, custodisce una leggenda;
  • Le Terme di Budapest: le  terme Szechenyi, le terme Gellert e le terme Lukacs sono una più bella dell’altra;
  • La Basilica di Santo Stefano: si tratta della chiesa più grande dell’Ungheria che custodisce la mano destra del re Stefano I, primo re del paese poi diventato santo;
  • Il Museo della Casa del Terrore: dove si intrecciano la storia della città con quella del Periodo Comunista e Nazista;
  • Il Parco delle Statue: contiene le statue rappresentanti Marx, Lenin, Stalin e Bela Kun del periodo del comunismo.;
  • Il Mercato Centrale di Budapest: costruito a fine Ottocento in stile Liberty, è uno dei mercati più grandi d’Europa con tetti decorati in maioliche e struttura in ferro;

Tenendo però presente che solo le terme sono tre splendidi stabilimenti termali (le terme Szechenyi, le terme Gellert e le terme Lukacs) che vi richiederebbero almeno una mezza giornata ciascuno capite bene che 2 giorni a Budapest sono troppo pochi. Però non disperate: qui di seguito vi lascio un mio itinerario per visitare la città in un weekend. Se invece state progettando una visita di almeno 3 giorni, vi segnalo a questo link un post-itinerario del magazine di Expedia Explore per visitare Budapest con più calma e non perdervi nulla della città.

Weekend a Budapest: itinerario in 2 giorni

Ecco di seguito l’itinerario che vi consiglio per visitare Budapest in due giorni, cogliendo il meglio di questa città anche se in poco tempo. Tenete presente che, fino alla costruzione del Ponte delle Catene, Buda e Pest erano di fatto due città separate, collegate solo nella bella stagione attraverso ponti galleggianti, quindi questi due quartieri sono molto diversi tra loro. Vi consiglio quindi di dedicare una giornata a ciascuno di essi, visitando almeno uno degli stabilimenti termali per rilassarvi un po’ a fine giornata. Se invece volete saperne di più su una visita a Budapest con bambini seguite il link per leggere l’articolo dedicato.

Itinerario a Budapest in due giorni: primo giorno a Buda e nel Quartiere Ebraico

Iniziate il vostro primo giorno a Budapest dal quartiere di Buda: attraversate il bellissimo Ponte delle Catene e poi raggiungete la collina che ospita il castello di Buda. Potete salire con la funicolare oppure a piedi, osservando il panorama sul Danubio e sul quartiere di Pest.

L’antica fortezza oggi non è più un baluardo difensivo ma un complesso culturale che ospita musei, gallerie e bar. Dopo aver ammirato la Chiesa di Mattia e l’Hospital in the Rock, fotografato le fontane e il Palazzo e dopo esservi persi nel Labirinto del Castello fate un’ultima sosta al Museo del Vino e poi spostatevi verso il Bastione dei Pescatori, un balcone situato nel punto più alto della collina del Castello. Le sette torri rappresentano le sette tribù magiare che per prime si insediarono in questi territori e da qui si gode uno dei panorami più belli su Budapest.

Infine raggiungete il quartiere ebraico di Budapest, visitando la sua Grande Sinagoga, il museo e i resti del muro del ghetto, poi camminando lungo Andrassy ut, arrivate fino alla Casa del Terrore e visitate questo museo che è un memento a ciò che non deve più accadere.

Itinerario a Budapest in due giorni: secondo giorno a Pest

Il vostro secondo giorno a Budapest dedicatelo al quartiere di Pest e iniziate la visita dal Palazzo del Parlamento. Una cosa da sapere è che la visita al Parlamento di Budapest dura circa 50 minuti ma va prenotata in anticipo perché altrimenti finirete per fare lunghe code, non dimenticatelo e organizzatevi per tempo (qui il link al sito ufficiale del Parlamento).

Il Palazzo del Parlamento di Budapest si ispira a Westmister di Londra, con guglie, torri e archi che adornano le lunghissime facciate dell’edificio. Terminata la visita spostatevi a Andrassy Ut, la principale via della shopping a Budapest. Qui troverete palazzi neorinascimentali caffè, ristoranti e negozi di moda e il Teatro Nazionale dell’Opera Ungherese.

Raggiungete poi la Basilica di Santo Stefano che è una delle chiese più grandi d’Ungheria: si può salire sulla sua gigantesca cupola da cui si gode una bella vista sulla città. Spostatevi a questo punto a Hosok Tere, un’enorme piazza costruita per elebrare l’indipendenza ungherese. Qui troverete il Monumento del Millenario, con la statua dell’arcangelo Gabriele.

Proseguendo oltre potete entrare nel Parco Városliget, dove, oltre a sentieri e panchine ombreggiate, si trovano il Museo delle Belle Arti, lo zoo e le terme Széchenyi. Se avete tempo trascorrete almeno qualche ora in queste meravigliose terme del 1800 e poi salutate la città: il vostro wekkend a Budapest è terminato ma sono certa che avrete già voglia di organizzare un nuovo viaggio in Ungheria.

Budapest in un weekend

Come muoversi a Budapest

La metropolitana di Budapest funziona bene e permette di acquistare il biglietto giornaliero 24-hour. In alternativa la City Card permette di risparmiare sui mezzi pubblici e sugli ingressi delle principali attrazioni di Budapest.

Come arrivare a Budapest dall’aeroporto

Per arrivare a Budapest dall’aeroporto ci sono diverse possibilità:

  • Autobus 200E: fino al capolinea della metropolitana fermata Kőbánya Kispest e poi la metro linea blu per scendere al centro di Budapest (alle fermate Kálvin tér o Ferenciek tere) in circa 70 minuti;
  • Treno: dal terminal 1 dell’aeroporto di Budapest Ferihegy fino alla Stazione Occidentale di Budapest in circa mezz’ora;
  • Taxi: il modo più veloce ma anche più costoso anche se in verità i taxi a Budapest non hanno prezzi folli.

Qui terminano i consigli per visitare Budapest in 2 giorni. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Luoghi della memoria con i bambini - Casa del Terrore Budapest
Casa del Terrore Budapest

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer