Gli ultimi 100 chilometri del Cammino Francese sotto la pioggia

Cammino di Santiago con la pioggia: cosa fare?

Ebbene sì, sul Cammino di Santiago può piovere. Sembra un’ovvietà però sinceramente prima di partire non ci credevo più di tanto, più che altro perché durante il mio primo cammino – il Portoghese – avevo preso tanto di quel caldo che mai mi sarei aspettata di tornare a Santiago e trovare invece la pioggia.

E invece è stato proprio così: la seconda volta abbiamo camminato sotto la pioggia per tutta la durata del nostro Cammino di Santiago in famiglia.

Ha infatti piovuto dall’inizio del Cammino fino al nostro arrivo a Santiago, una perturbazione che ci ha lasciati umidi e freschi fino alla fine. Per fortuna eravamo ben attrezzati per la pioggia anche perché, facendo il Cammino di Santiago con un bambino, eravamo stati molto previdenti nello scegliere l’equipaggiamento, a partire dalle scarpe per Santiago in estate che abbiamo voluto impermeabili e che ci hanno “salvato” i piedi.

Perché ok la provvidenza, però, da mamma, ho preferito pianificare tutto… 😉

La mia seconda volta a Santiago ho fatto il Cammino Francese e visto che, soprattutto rispetto a quello Portoghese, questo pare essere in generale più piovoso ho pensato di condividere con voi qualche consiglio su cosa fare in caso di pioggia sul Cammino di Santiago. E ovviamente su cosa mettere nello zaino per Santiago, visto che questo è un tema delicato perché più lo riempi più è pesante.

  1. Meteo sul Cammino di Santiago
  2. Cosa fare in caso di pioggia sul Cammino di Santiago
  3. Meglio l’ombrello o la mantella?
  4. Equipaggiamento per il Cammino di Santiago se piove
  5. Meglio poncho o giacca impermeabile per Santiago?
  6. Zaino impermeabile per Santiago o coprizaino?
  7. Scarpe impermeabili per il Cammino di Santiago
  8. Come far asciugare le scarpe bagnate a Santiago
Pellegrini sul Cammino di Santiago sotto la pioggia con mantelle anti pioggia
Pellegrini sul Cammino di Santiago sotto la pioggia con mantelle anti pioggia

1) Meteo sul Cammino di Santiago: piove?

Se i pellegrini avessero la sfera di cristallo per conoscere il meteo sul Cammino di Santiago sarebbe perfetto. Questo non è possibile però per diversi motivi:

  • Il Cammino di Santiago sono in realtà 7 cammini e ciascuno attraversa territori diversi con caratteristiche peculiati;
  • I cammini verso Santiago sono lunghi, c’è chi sceglie di fare gli ultimi 100 chilometri del Cammino di Santiago e chi invece percorre dall’inizio il Cammino Francese. Capite bene che più lungo sarà il vostro itinerario più chance avrete di trovare un clima molto diverso.
  • A prescindere da quale Cammino farete dipende anche dalla stagione in cui sceglierete per percorrerlo.

Detto questo – e posto che la maggior parte dei pellegrini sceglie di percorrere il Cammino Francese in estate – tenete presente che tra fine agosto e settembre la vicinanza dell’oceano Atlantico rende il meteo di Santiago più soggetto a rovesci. Ovviamente non c’è certezza ma tenetelo presente.

2) Cosa fare in caso di pioggia sul Cammino di Santiago

Iniziamo da una domanda, banale ma non troppo: che si fa se piove sul Cammino di Santiago?

Tendenzialmente si cammina, almeno noi – e gli altri pellegrini – abbiamo fatto così. Fermandoci solo quando davvero gli scrosci erano troppo forti. Si cammina perché fermarsi diventa complicato, soprattutto se si è bagnati, meglio quindi continuare a camminare così da rimanere caldi e sperare che smetta, agognando la doccia calda della sera.

Ovviamente però è da capire come si fa a camminare sul Cammino di Santiago sotto la pioggia. E la domanda che in tanti si fanno è: meglio l’ombrello o la mantella quando piove?

3) Meglio ombrello o mantella per camminare con la pioggia sul Cammino di Santiago?

Sul Cammino di Santiago quando piove ne vedrete di ogni: pellegrini super attrezzati e altri che continuano a camminare senza nessun riparo incuranti della pioggia. Praticamente ovunque vedrete vendere quelle mantelle da pioggia usa e getta fatte con teli di plasica e ombrelli quindi iniziamo da qui.

Camminare a lungo con l’ombrello in mano è scomodo, non vi permette di avere un movimento fluido e, se dovesse piovere con molto vento, vi farebbe comunque bagnare. Quindi è la soluzione che vi sconsiglio. Idem per le mantelle da pioggia “di fortuna” che troverete in vendita lungo la la via. A parte che, paradossalmente, sono care e poi si rompono subito, vanno quindi bene per l’emergenza ma poi meglio avere altro.

Quindi qual è l’abbigliamento perfetto anti pioggia per il Cammino di Santiago e quale attrezzatura è meglio mettere nello zaino prima di partire?

Cosa fare se piove sul Cammino di Santiago: camminare sotto la pioggia
Cosa fare se piove sul Cammino di Santiago: camminare sotto la pioggia

4) Equipaggiamento per il Cammino di Santiago quando piove

La maggior parte dei pellegrini decide di fare il Cammino di Santiago in estate quando il rischio di pioggia è minore. Ma, come dimostra il nostro caso, non ci sono certezze e il meteo a Santiago, come altrove, fa quello che vuole. Poi ci sono quelli che scelgono di andare a Santiago in inverno, lì il rischio pioggia (e neve) è quasi una certezza. Costoro però sono di solito meglio attrezzati perché organizzano il loro Cammino di Santiago in modo coerente con il meteo.

Ma qual è l’attrezzatura migliore per camminare sotto la pioggia verso Santiago? Di seguito quello che può servirvi, anche in base alla stagione in cui percorrete il Cammino, poi per alcuni prodotti sotto trovate un ulteriore approfondimento:

  • mantella o poncho anti pioggia: ne esistono di diversi modelli, sceglietene una che copra fino al ginocchio e sia ergonomica per lo zaino come questa mantella di Decathlon che ha anche la visiera per riparare il viso;
  • giacca impermeabile: in alternativa al poncho potete scegliere la giacca impermeabile, sotto trovate l’approfondimento;
  • pantaloni impermeabili: io preferisco sempre i pantaloni modulabili (con la zip, che diventano corti) da mettere sotto il poncho ma questi sono l’ideale se avete la giacca impermeabile. In estate c’è chi sceglie di camminare con i pantaloni corti e le ghette evitando i pantaloni antipioggia ma ovviamente dipende da quanto siete tolleranti alla pioggia.
  • ghette: in caso di pioggia intensa sia la giacca che il poncho vi faranno bagnare le scarpe se sono basse (anche se sono impermeabili, perché l’acqua sgocciola e entra da sopra). Le ghette risolvono il problema;
  • scarpe impermeabili: meglio scarpe alte o basse? Più sotto trovate un approfondimento.
  • zaino: Più sotto trovate un approfondimento.
  • coprizaino: utile se non avete scelto uno zaino impermeabile o con copertura inclusa (attenzione a scegliere i litri giusti, normalmente c’è un range da tot a tot litri)
  • spray impermeabilizzante: serve per le scarpe, la giacca impermeabile e/o lo zaino di solito si usa per riattivare l’impermeabilità prima di partire (ovviamente nel caso in cui i prodotti non siano nuovi, ma siccome le scarpe da usare per Santiago NON devono essere nuove ricordatevi di spruzzarlo prima di partire);
  • cappellino con visiera: serve per evitare le gocce sul viso! Esistono anche i cappellini impermeabili.

5) Meglio il poncho o la giacca impermeabile per camminare sotto la pioggia sul Cammino di Santiago

Sul fatto se sia meglio portare il poncho oppure la giacca impermeabile sul Cammino di Santiago ci sono scuole di pensiero diverse.

  • Poncho o mantella: il poncho è comodo perché copre anche lo zaino, inoltre ne esistono modelli che arrivano fino al ginocchio (controllate la taglia e l’altezza). Però, fatta eccezione per alcuni modelli più traspiranti (come questo poncho), potreste rischiare di sudare e fare “l’effetto sauna”. Inoltre in giorni di pioggia non costante dovrete continuamente fermarvi per mettere e togliere il poncho. Un modo per mantenere una buona temperatura sotto al poncho limitando i cattivi odori sono le maglie in lana merinos che esistono in due versioni sia come t-shirt a maniche corte che come maglie a maniche lunghe. Traspirano, assorbono l’umidità mantenendo il corpo asciutto e permettono di stare freschi in estate e caldi in inverno. Le trovate nel link.
  • Giacca antipioggia: di contro la giacca impermeabile è traspirante e vi permette di gestire le giornate con alternanza di sole e pioggia ma in caso di pioggia intensa vi obbligherà a avere anche i pantaloni antipioggia e, con le scarpe basse, le ghette. Alcune giacche antipioggia come questa giacca di Decathlon hanno le aereazioni laterali e anche anche l’apposita visiera sul cappuccio per riparare meglio il viso (quindi non vi serve il cappellino!). Inoltre se scegliete di portare la giacca impermeabile non vi serve un soft-shell.

6) Il coprizaino è utile? Quale modello di zaino impermeabile per Santiago?

Visto che tutto quello che mettete nello zaino ha un peso un altro approfondimento lo merita il coprizaino nel caso in cui il vostro zaino non sia impermeabile. Tenete presente che mantenere il contenuto dello zaino asciutto è fondamentale per quando la sera arriverete in ostello ma è da valutare come fare a raggiungere il vostro obiettivo senza eccedere con il peso:

  • Zaino con copertura impermeabile: costa normalmente un po’ di più del normale zaino per Santiago (seguite il link se volete saperne di più su alcuni modelli utili) ma è una buona idea. Uno zaino che abbiamo testato è il Trek 500 Decathlon che ha il coprizaino integrato.
  • Coprizaino: esistono diversi modelli, ovviamente non vi serve se scegliete uno zaino con copertura integrata oppure se decidete di usare il poncho (che copre anche lo zaino). Ricordatevi che in caso di (vera) di emergenza vera potete usare un sacco dell’immondizia per coprire lo zaino!

7) Quali scarpe impermeabili per il Cammino di Santiago?

Sebbene durante il mio primo cammino io non abbia trovato pioggia vi consiglio un paio di scarpe impermeabili anche se decidete di fare il Cammino di Santiago in estate. Personalmente mi sono trovata molto bene con le MH 500 impermeabili di Decathlon (da donna ma esiste il modello equivalente da uomo che è questo). Qui sotto trovate alcune alternative di scarpe impermeabili da valutare in base alla stagione sempre di Decathlon (le abbiamo testate tutte tranne le ultime):

  • Scarpe basse: più leggere, adatte per tracciati semplici quindi se fate l’ultimo tratto del cammino di Santiago vanno benissimo. Sono il modello che abbiamo usato noi per l’estate.
  • Scarpe medie: più pesanti ma adatte anche per l’autunno, vi risolvono il problema delle ghette a meno che non piova veramente molto.
  • Scarpe medie con ghette: non le abbiamo mai provate ma esistono. Da valutare per le stagioni piovose e  fredde.
Cammino si Santiago con la pioggia - la statua del pellegrino
Cammino si Santiago con la pioggia – la statua del pellegrino

8) Come fare a far asciugare le scarpe quando piove sul cammino di Santiago

Se piove molto durante il Cammino di Santiago e le vostre scarpe sono bagnate la prima cosa che dovete fare una volta arrivati in albergue o in albergo è farle asciugare per averle asciutte al mattino successivo. Ovviamente la cosa migliore è avere un termosifone a disposizione ma se così non fosse ecco alcuni trucchi:

  • slacciate i lacci e aprite le scarpe
  • togliete la soletta (se si toglie)
  • mettete carta da giornale nelle scarpe per assorbire l’umidità: dovete appallottolarla e poi cambiarla più volte

Fin qui qualche consiglio per affrontare al meglio il Cammino di Santiago con la pioggia. In ogni modo non dimenticate mai che il Cammino non è una gara, che se non ve la sentite di camminare sotto la pioggia esistono i bus (soprattutto nel Cammino Francese) e che dopo una giornata al freddo e sotto il diluvio ci può stare anche una notte in albergo, con una doccia calda e un termosifone per far asciugare i vestiti bagnati. E che Camminare verso Santiago significa accettare ciò che arriva ma anche comprendere quando è necessario modificare i propri piani, proprio come per la vita. Buon Cammino!

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer