La Campana dei Caduti di Rovereto: pace e armonia tra le montagne

Cento rintocchi contro le montagne proprio nell’orario in cui il giorno muore per lasciare spazio alla notte. Questo il concerto della Campana di Rovereto, che si diffonde nell’aria quando il sole scompare.

Cento i colpi che, uno dopo l’altro, risuonano nella vale buia, interrompendo il silenzio immoto della sera. Per poi zittirsi d’improvviso e lasciarti con il respiro a metà e l’animo pesante e leggero insieme.

Iniziano piano i rintocchi della Campana dei Caduti. Partono lentamente perché è difficile spostare Maria Dolens, la gigantesca campana costruita con il metallo fuso dei cannoni di diciotto paesi. Ma proprio osservando la campana che inizia a muoversi pare di poter sentire la sua fatica e, con essa, quella di tutti coloro che hanno sofferto a causa della guerra.

Partono quasi sommessi i rintocchi della Campana della Pace di Rovereto ma poi arrivano dritti al cuore e continuano a battere lì dentro, nel petto, anche quando la campana si zittisce e sulla Valle ritorna il silenzio. Un attimo, un attimo solo, in cui il respiro si ferma e il pensiero vola lontano, oltre la valle nel buio della sera.

LA GRANDE GUERRA IN TRENTINO: un altro luogo della memoria del Trentino è il Sacrario Militare di Rovereto che si trova vicino alla Campana della Pace. Se volete saperne di più su questo luogo seguite il link, mentre se volete approfondire il tema della Grande Guerra in Trentino vi segnaliamo una guida sulle postazioni e le trincee delle Dolomiti e un volume dedicato al Trentino durante la Prima Guerra Mondiale (trovate entrambi i libri seguendo i link).

Il concerto alla Campana dei Caduti di Rovereto

Io, durante il concerto alla Campana di Rovereto, mi sono commossa. Ho iniziato a piangere in realtà poco prima quando l’orchestra, che si è esibita in un concerto di musica classica prima che suonasse la campana, ha intonato l’Inno d’Italia.

Io ero in fondo, arrivata all’ultimo momento con un bimbo per mano e, timorosa di disturbare, mi ero seduta sulla gradinata più alta. Così, quando dai violini sono uscite le prime note, e ho visto il pubblico alzarsi lentamente, uno dopo l’altro, cantando piano le parole di questo brano che tutti conoscono fin da bambini ma la maggior parte canta solo durante i mondiali, i miei occhi sono diventati lucidi di commozione.

Quando è terminata la musica e l’orchestra si è spostata per lasciare spazio a Maria Dolens c’è stato un attimo sospeso, come prima di un temporale. Poi nell’aria si è fatto strada il suono dell’argano utilizzato per muovere la campana e insieme ai rintocchi sono scese le mie lacrime.

Lacrime per quello che è stato e spero non sarà mai più. Un pianto legato alle parole non dette e alle vite incompiute, per i sogni che la guerra, allora come adesso, tronca a metà, senza dar loro il tempo di fiorire. Lacrime per tutto quello che la Campana della Pace di Rovereto rappresenta e ricorda.

[cml_media_alt id='6451']Campana di Rovereto - I musicisti[/cml_media_alt]
Campana di Rovereto – I musicisti

Maria Dolens, la Campana dei Caduti di Rovereto

Maria Dolens, così di chiama la Campana di Rovereto, vuole essere un inno alla pace e un monito alla guerra, all’orrore che essa porta con sé, senza scampo.

E credetemi se vi dico che se verrete fino a qui in una sera d’estate il suo messaggio lo sentirete forte, come se davvero Maria Dolens cantasse con la voce di tutti coloro che per colpa della guerra hanno perso la vita. Anche solo per questo credo valga la pena venire a Rovereto, salire fino alla campana e attendere le sue note.

Per non dimenticare mai.

[cml_media_alt id='6450']Campana di Rovereto - Gli ultimi rintocchi[/cml_media_alt]
Campana di Rovereto – Gli ultimi rintocchi

Informazioni utili per visitare la Campana di Rovereto

Campana dei Caduti: orari e periodo

La Campana di Rovereto non può suonare in inverno perché il rischio di rompersi sarebbe molto alto, è però aperto il museo ed è possibile visitare l’area esterne. Dalla primavera in poi la campana suona tutte le sere alle ore 21.30 (20.30 con l’ora solare) e la domenica alle 12.00.

BIGLIETTI PER LA CAMPANA DELLA PACE: L’ultima volta che siamo stati prima dell’esibizione della campana era stato organizzato un concerto di musica classica ad ingresso gratuito mentre l’ingresso alla campana è incluso nelle attrazioni della Trento-Rovereto Card. In alternativa il costo del biglietto per la Campana della Pace di Rovereto è 4 euro. Verificate sul sito ufficiale della Campana dei Caduti eventi e aperture.

Come raggiungere la Campana dei Caduti di Rovereto

La Campana della Pace si trova a Rovereto, in Trentino, in località Colle di Miravalle. Dalla città la campana dista una decina di minuti in macchina, con una strada in salita ben segnalata. Una volta in cima c’è un ampio parcheggio proprio davanti all’ingresso del museo della campana ma quando ci siamo stati noi c’era molta gente e le macchine erano parcheggiate anche lungo la strada.

Il Museo della Campana di Rovereto

Oltre alla Campana della Pace troverete sul colle una zona museale, con alcuni video e immagini che ne raccontano la storia. Quando ci siamo stati noi la prima volta era dicembre e all’interno del Museo c’era una mostra molto bella con i presepi realizzati proprio sul tema della guerra e una mostra temporanea. La campana è all’esterno e si raggiunge con una brevissima passeggiata.

[cml_media_alt id='6455']Il Museo dei Caduti a Rovereto[/cml_media_alt]
Il Museo dei Caduti a Rovereto

Cosa vedere a Rovereto oltre alla Campana dei Caduti

Rovereto è una città dove è molto piacevole soggiornare sia in inverno che in estate. In città ci sono tanti musei interessanti per bimbi e genitori, come il MART, il Museo Civico e il Museo della Guerra. Nel periodo estivo si raggiunge facilmente la zona del Monte Baldo e l’Altopiano di Brentonico per trascorrere qualche ora nella natura al fresco seguendo percorsi adatti alle famiglie come il Sentiero delle Orme dei Dinosauri.

Invece nel periodo natalizio i veri protagonisti a Rovereto sono i presepi e il mercatino con il Natale dei Popoli. Infine poco lontano dalla Campana di Rovereto c’è il Sacrario Militare di Rovereto, altro luogo molto suggestivo da visitare per non dimenticare il passato.

Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo perché… sharing is caring! 😉 Se avete dubbi o domande contattateci su Facebook, Instagram o YouTube saremo felici di rispondervi.

Lascia un commento