Cane in vacanza: cosa portare e consigli

Andare in vacanza con il cane è, lo dico da viaggiatrice e da compagna umana di un amico a 4 zampe, una bellissima esperienza, indipendentemente dalla meta. Si tratta infatti di un momento di condivisione che aiuta a cementare il legame con l’animale ed evita anche ansie da “dove lasciare il cane quando si va in vacanza”.

Per fortuna ormai questa è diventata una consuetudine diffusa anche se, lo ammetto, non sempre è facile organizzare perché non tutte le strutture accettano gli animali. Per questo se cercate idee per hotel pet-friendly al mare in Italia seguendo il link trovate un post dedicato al tema, ma se avete già superato questo “piccolo scoglio” non vi resta che preparare la valigia per Fido e partire.

Quindi cosa si mette nella valigia per il cane?

LIBRI IN VALIGIA: personalmente adoro informarmi leggendo libri di cinofilia e penso che una vacanza con il cane potrebbe essere anche l’occasione per “studiarlo” e capire meglio il nostro amico. A questo proposito vi segnalo due libri che mi piacciono molto e vanno proprio in questa direzione: “Dritto al cuore del tuo cane” di Angelo Vaira e “Segnali Calmanti” di Turid Rugaas.

Cosa portare in vacanza con il cane: consigli e cose da sapere

Se è il primo viaggio con il cane magari qualche dubbio su cosa mettere in valigia per il vostro amico a 4 zampe l’avete. E se anche siete dei “veterani” delle vacanze con Fido un ripassino non fa mai male, giusto?

Ecco quindi cosa cosa serve portare per una vacanza insieme al cane. Qui di seguito vi metto la lista ma vi basterà cliccare sui titoli per leggere tutti gli approfondimenti.

  1. Medicinali per il cane e libretto sanitario
  2. Museruola
  3. Guinzaglio, longhina e sacchettini
  4. Protezione per le zampe
  5. Prodotti che aiutano l’adattamento del cane a nuovi ambienti
  6. Trasportino
  7. Occorrente per l’igiene
  8. Necessario per la pappa e il gioco
  9. Vaccinazioni

ATTENZIONE: tutti i consigli di seguito riportati sono basati sull’esperienza personale di vacanze con i cani. Per tutto ciò che concerne farmaci e vaccinazioni sentite sempre il vostro veterinario di fiducia

Libretto sanitario e farmaci

Non dimenticate a casa il libretto sanitario del cane che, ovviamente, deve essere in regola con le vaccinazioni.

Buona norma se ne avete la possibilità sarebbe anche fare una telefonata al vostro veterinario di fiducia prima della partenza così da chiedere consigli su eventuali farmaci da portare. Alcuni ad esempio per una vacanza con il cane in montagna consigliano di portare farmaci cortisonici contro le punture di api e vespe.

Ovviamente non dimenticate a casa eventuali medicinali che il cane sta già assumento o, banalmente, gli antiparassitari che utilizzate abitualmente il cui effetto potrebbe terminare proprio durante il viaggio.

Museruola

Fate attenzione perché in alcuni luoghi è obbligatoria la museruola: ne sono un esempio i mezzi pubblici oppure le funivie/cabinovie che portano in quota in montagna. Ovviamente è opportuno insegnare prima al cane a indossarla così che, se richiesto, lo faccia senza problemi.

Oltre a quelle classiche esistono in commercio alcune museruole come questa che permettono all’animale di bere e aprire la bocca per ansimare (ma non per mordere). Ricordatevi infatti che la regolazione della temperatura per il cane è un tema critico quindi valutate la scelta anche in base al clima della destinazione scelta.

Guinzaglio, longhina e sacchettini deiezioni

Pettorina (o collare, a seconda di come siete abituati) sono ovviamente indispensabili. Se la meta scelta non permette al vostro cane di stare libero valutate l’uso di una longhina (o guinzaglione da addestramento). Ne esistono molti in commercio, noi attualmente usiamo questa longhina da 10 metri, un modello utilizzato per la caccia, resistente e comoda.

Inoltre anche se in alcune località (evolute!) ormai è normale trovare cestini con gli appositi sacchetti non dimenticate mai a casa il necessario per raccogliere i bisognini!

Ricordiamoci sempre che come proprietari – o compagni umani! – di un cane abbiamo una grande responsabilità: far capire che i nostri amici sono davvero un arricchimento per la vita di tutti. E per far questo è necessario non creare disagio agli altri vacanzieri!

Crema per le zampe, scarpette e cera anti ustione

In base alla meta che sceglierete dovrete prestare attenzione per le zampe del cane. Se ad esempio avete in programma di camminare molto sull’asfalto bollente – ad esempio visitando una città come Roma con il cane – il vostro amico potrebbe risentirne.

In commercio esistono scarpette anti ustione (che però non abbiamo provato) ma anche una speciale cera che si applica sulle zampe e si elimina poi da sola, semplicemente con la camminata (se non avete idea di cosa si tratta guardate questo link per saperne di più). Invece in occasione di trekking o passeggiate sulla sabbia che sollecitano molto le zampe possono essere utili delle creme emolienti come questa.

Per i cani con orecchie e tartufo chiari viene consigliato anche di mettere un po’ di protezione solare in caso di prolungata esposizione al sole. Su questo però non ho esperienza diretta nè prodotti testati perché nessuno dei miei cani ha mai avuto queste caratteristiche!

Ferormoni e prodotti per calmare il cane in viaggio

I ferormoni sono prodotti naturali molto utili in particolare per i cani timidi, che faticano ad adattarsi ai nuovi ambienti, o anche per i cuccioli. In commercio ce ne sono di varie marche e formati: si basano sul principio degli ormoni materni e sono assolutamente inodori per noi umani e per altri animali.

L’Adaptil Spray è utile da spruzzare in auto, per i cani che non amano i viaggi in macchina, o sul trasportino. In alternativa si possono usare il collare (questo, da scegliere in base alla taglia del cane e alla circonferenza sul suo collo) o il fornelletto diffusore (questo, che funziona come quello anti zanzare). So poi che esistono anche in compresse ma non le ho mai provate!

In commercio esistono poi molti altri prodotti, sempre naturali, per aiutare i cani in vacanza nell’ambientamento come ad esempio i fiori di Bach o i fiori Australiani, ma nel dubbio chiedete sempre al veterinario di fiducia.

Tappetino, trasportino e copertina

In vacanza con il vostro cane non dimenticate il suo tappetino preferito (o la copertina) che lo aiuteranno a sentirsi subito “a casa”.

Per far dormire l’animale in albergo/B&B molti utilizzamo il kennel, così che possa essere lasciato in camera quando il personale entra per fare le pulizie ma in questo caso è necessario prima abituare l’animale al suo utilizzo. Si tratta di una gabbia, in metallo come questa o in plastica rigida e metallo. La comodità secondo molti proprietari è che si può utilizzare anche come trasportino in aereo o in auto, dove aumenta la sicurezza in viaggio. Sinceramente non so darvi pareri in proposito perché noi non l’abbiamo mai utilizzato, preferendo un trasportino morbido (questo, che è un trasportino pieghevole di stoffa) oppure la cintura di sicurezza per cani omologata per il trasporto sul sedile.

ASSICURAZIONE PER IL CANE IN VACANZA: se non ne avete già una valutate di stipulare prima di partire un’assicurazione per il cane che copra eventuali danni causati dal vostro animale durante il viaggio. Ne esistono diverse in commercio ma una normale assicurazione “del Capofamiglia” ha un costo limitato e funge allo scopo.

Asciugamani e spazzola

Utili per la pulizia sono un panno (o asciugamano) in microfibra per pulire le zampe e il pelo mentre indispensabile è la spazzola, per eliminare eventuali residui e controllare i terribili forasacchi.

In alcuni casi può essere utile anche uno shamphoo a secco, da applicare sul pelo del cane senza acqua, utile per eliminare gli odori.

Ciotola, giochi e cibo per il cane in vacanza

In commercio esistono alcune ciotole pieghevoli che aiutano a ottimizzare lo spazio in valigia o nello zaino. Ce ne sono in silicone (come queste) ma anche in tessuto impermeabilizzato (come questa). Portatene almeno un paio per acqua e cibo, non dimenticate poi una borraccia per abbeverare il cane.

Oltre al cibo non dimenticate poi i giochini preferiti del vostro amico.

Utili possono essere anche dei masticativi per scaricare la tensione. Questi possono servire durante il trasporto o durante i vostri momenti di assenza, magari per una cena fuori o i pasti in un hotel che non accetta animali nei locali comuni. Questo perché, per quanto abituato a stare da solo, il vostro cane si ritroverà comunque in un ambiente nuovo, con rumori e odori completamente diversi.

A questo proposito oltre al solito Kong (da scegliere in base alla taglia del cane e da riempire di cibo) sono interessanti alcuni masticativi naturali come le corna di cervo, le barrette in latte di yak o la radice di caffè. Non hanno odore, durano a lungo, non sporcano in giro e non hanno controindicazioni. Seguite i link per saperne di più.

PERICOLI PER I CANI IN VACANZA: vipere, colpi di calore, forasacchi e processionaria sono cose a cui stare attenti durante una vacanza con i cani. Verificate sempre in base alla meta scelta e chiedete consigli al veterinario per le procedure in caso di problemi.

Vaccinazioni per il cane in vacanza

Come detto prima di partire è necessario che il cane sia in regola con le vaccinazioni ed è sempre utile fare un check con il veterinario anche in relazione alla meta scelta.

In generale in Italia sono necessarie solo le vaccinazioni basiche. Per la quadrivalente, secondo le nuove linee guida, è sufficiente un richiamo ogni tre anni ma verificate sempre con il medico di fiducia. Ci sono però zone dove è endemica la leshmaniosi (in particolare nel sud Italia e nelle zone marittime). In questo caso se vivete nel nord e non siete soliti fare la profilassi informatevi con il medico per sapere qual è la procedura migliore.

Se la vostra meta è all’estero informatevi sempre relativamente alle regole di ingresso per i cani del paese di destinazione. In Francia ad esempio al momento non è consentito introdurre cani appartenenti alle razze ritenute “pericolose” nemmeno per turismo. Vi lascio il link alla pagina ufficiale dell’Ente del Turismo Francese per saperne di più in merito a una vacanza in Francia con il cane. Informatevi però in anticipo perché anche altri paesi come Gran Bretagna, Olanda e Spagna hanno restrizioni per alcuni cani considerati appartenenti a razze pericolose come i Pitbull.

Infine per alcune mete è necessaria la vaccinazione antirabbica, da fare prima di partire (ad esempio per Francia e Croazia).

Qui terminano i consigli su cosa portare in valigia per una vacanza con il cane. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo perché… sharing is caring! 😉 Se avete dubbi o domande contattateci su Facebook, Instagram o YouTube saremo felici di conoscere voi e i vostri amici a 4 zampe.

Lascia un commento