Gli ultimi 100 chilometri del Cammino di Santiago

Che zaino scegliere per il Cammino di Santiago?

Proseguiamo con i consigli utili per affrontare il Cammino di Santiago. Dopo aver parlato delle scarpe ecco l’altro componente della vostra attrezzatura per Santiago che dovrete scegliere con molta attenzione: lo zaino.

La scelta dello zaino per il Cammino è fondamentale perché lo zaino sarà la vostra casa e il vostro compagno di viaggio. Dovrà essere sufficientemente capiente da contenere tutto il necessario ma anche abbastanza comodo per non farvi rimpiangere di essere partiti già dopo poche ore di cammino. Qui sotto trovate qualche consiglio utile per orientarvi nella scelta e anche un confronto tra tre modelli di zaini Decathlon che abbiamo testato.

Sul cammino di Santiago con un bambino
Sul cammino di Santiago con un bambino

Scelta dello zaino per il Cammino di Santiago: consigli

Qual è il migliore zaino per il Cammino di Santiago?

Premessa: non esiste lo zaino migliore in assoluto per andare a Santiago semplicemente perché lo zaino migliore è il migliore per quello specifico pellegrino. Ognuno ha infatti una certa conformazione fisica che renderà più comodo un certo modello piuttosto che un altro. Non a caso ormai da qualche anno gli zaini si differenziano tra zaini da uomo e zaini da donna. Ma conta anche l’altezza e la conformazione della schiena: ad esempio io sono più bassa della media mentre Roberto è più alto e questo è da considerare nella scelta dello zaino più comodo.

Quindi la prima regolare per scegliere lo zaino per Santiago è provarlo.

Il consiglio è quindi di scegliere lo zaino andando in negozio dove lo si può provare e testare (o testarlo in negozio e poi acquistarlo on line se siete dei malati di shopping sul web come noi!). Poi, una volta acquistato, testarlo durante la preparazione del Cammino.

A cosa prestare attenzione nello scegliere lo zaino per il Cammino?

  • Capienza: A seconda di quando deciderete di affrontare il Cammino di Santiago potreste aver bisogno di uno zaino di capienza diversa. La capienza degli zaini viene quantificata in litri. In estate per farci stare tutta l’alttrezzatura per il Cammino di Santiago potrebbe bastare un 50 litri (per qualcuno più “virtuoso” anche un 40 litri). In autunno, in primavera o in inverno invece probabilmente vi servirà almeno un 60 litri (per qualcuno, a seconda anche della stagione, un 70 litri).
  • Peso: Il peso dello zaino (ovvero la sua “tara”) incide sul totale del carico che porterete, quindi maggiore è il peso a vuoto dello zaino e minore sarà ciò che potrete trasportare. Ovviamente questo è un consiglio che deve tener conto anche dell’allenamento e dell’abitudine a trasportare lo zaino ma in ogni caso non esagerate.
  • Tasche: Le tasche vi serviranno per riporre gli oggetti e gestire la composizione dello zaino a seconda della movimentazione (ovvero le cose che vi serviranno di più durante la giornata di cammino dovranno essere mette in posizione comoda per evitare di dover togliere o addirittura di “smontare” lo zaino!).
  • Cinghie regolabili con imbottiture e allaccio in vita: Le cinghie regolabili permettono di regolare l’assetto dello zaino sulla schiena, l’imbottitura permette di evitare abrasioni. L’allacciatura in vita permette di scaricare il peso sui fianchi e essere bilanciati (anche questa dovrà essere imbottita). Lo schienale regolabile è ancora più importante se non avete “un’altezza standard”, a questo proposito ci sono in commercio zaini con regolazioni millimetriche o a scatti.
  • Impermeabilità: In commercio troverete alcuni zaini impermeabili mentre altri non lo sono ma possono essere resi tali grazie alla apposita copertura che può essere venduta insieme allo zaino oppure acquistata a parte (si tratta di una sacca copri zaino che ripara lo zaino dalla pioggia). Nella scelta tenete presente che gli zaini impermeabili normalmente costano di più (ma l’impermeabilizzazione tende a ridursi con gli anni) mentre la copertura pesa un pochino di più.
  • Schienale traspirante: Lo schienale traspirante (per capirci: quello con la rete) vi servirà per evitare di far sudare troppo la schiena.
  • Resistenza: Se state per acquistare uno zaino nuovo per Santiago badate anche alla resistenza, i modelli di alcune marche sono testati per resistere a lungo con un certo numero di anni garantiti, il che vi permetterà di utilizzare lo zaino non solo per il Cammino nonostante gli inevitabili maltrattamenti. La resistenza e la robustezza dello zaino però vi eviteranno anche brutte sorprese durante il Cammino.

Zaino per Santiago e bagaglio a mano: attenzione!

Se le dimensioni dello zaino sono importanti un elemento da considerare però è anche il volo aereo. Volando con una compagnia low-cost (come ad esempio Easy-Jet o Ryanair) e decidendo di imbarcare solo il bagaglio a mano per evitare costi aggiuntivi dovrete infatti fare attenzione anche alle misure dello zaino che devono rientrare in quelle consentite per l’imbarco a bordo.

Tra l’altro con Ryanair i controlli sono fiscali quindi attenzione alle dimensioni se sceglierete di usare lo zaino come bagaglio a mano.

Come preparare lo zaino per Santiago?

Lo zaino va preparato in modo da essere equilibrato e da avere gli oggetti più pesanti sul fondo. Ma fate attenzione anche a posizionare nelle varie tasche ciò che vi servirà durante il cammino per evitare di dovervi continuamente fermare per “smontare e rimontare” lo zaino. Dopo l’ultimo Cammino molto “bagnato” sappiamo che tra le cose che devono avere un posto “d’onore” nello zaino di Santiago c’è il poncho che dovrà essere subito a disposizione in caso di necessità (ma anche crema solare e occhiali, non siate pessimisti!).

Cosa mettere nello zaino per il Cammino di Santiago?

Su cosa mettere nello zaino vi lascio qui sotto il video con tutte le informazioni e il link al post dedicato ai consigli per l’organizzazione del Cammino di Santiago.

Ricordatevi di riporre i vestiti in buste di plastica trasparenti: questo vi eviterà che si bagnino in caso di pioggia ma vi renderà anche più facile trovare quello che vi serve. Se dormirete negli albergues (gli ostelli dei pellegrini) in estate il sacco letto (con una federa) sostituirà il sacco a pelo mentre il materassino non l’ho personalmente mai utilizzato (ma in altissima stagione sul Francese vengono aperte anche le palestre per ospitare i pellegrini quindi verificate in base al periodo e al cammino scelto).

Per quanto riguarda il coltellino multiuso (il così detto coltellino svizzero) ricordatevi che se non avete il bagaglio da stiva non potete imbarcarlo. Idem per le spille da balia con cui alcuni suggeriscono di legare allo zaino la biancheria non asciutta (meglio le mollette!)

Quanto deve pesare lo zaino per il Cammino di Santiago?

Normalmente gli esperti sostengono che lo zaino carico non dovrebbe eccedere il 10-20% del peso di chi lo indossa. Questo significa che se pesate 70 kg il vostro zaino in totale dovrebbe pesare al massimo 14 kg. Ovviamente il peso massimo dello zaino è collegato anche all’allenamento, alla costituzione e all’abitudine a trasportare lo zaino.

In proposito ci sono pensieri differenti, io  personalmente vi consiglio di non eccedere il 10% del vostro peso, soprattutto se siete (come me!) donne di corporatura minuta. Ma in generale non esagerate anche se siete robusti e super allenati: tenete presente che lo zaino pesa sulle ginocchia e sulla schiena, che lo indosserete ogni giorno e chilometro dopo chilometro le conseguenze si fanno sentire.

Qualcuno invece sostiene che il peso massimo dello zaino per il Cammino di Santiago non debba eccedere i 10 kg: sinceramente su questo non concordo per il semplice motivo che trasportare uno zaino di 10 kg per un uomo che pesa più di 90 kg (come Roberto) è ben diverso dal farlo per una donna che ne pesa 50 (come me!).

Trasporto zaino sul Cammino di Santiago

E se lo zaino durante il Cammino dovesse risultare troppo pesante? Ora qui andrò contro tutti coloro che sostengono che “sin dolor no es Camino” ma vi dico: non preoccupatevi. Durante il cammino potrete infatti decidere di utilizzare del servizio trasporto zaini – le mochilas come vengono chiamate in spagnolo – che troverete attivi lungo il percorso.

La prima volta che ho percorso il Cammino di Santiago – ormai parecchi anni fa – questo servizio non esisteva (almeno sul Portoghese!) ma adesso le cose sono cambiate, molti sono coloro che affrontano questo percorso e a loro sono dedicati tanti servizi tra cui il trasporto degli zaini. Il servizio è gestito da privati ma anche dalle poste spagnole (Correos).

Decathlon zaino trekking
Decathlon zaino trekking

Zaino per il Cammino di Santiago: tre modelli a confronto

Fatta un po’ di chiarezza riguardo alle caratteristiche dello zaino da scegliere per Santiago qui di seguito trovate un confronto tra tre modelli. Si tratta di tre zaini (Forclaz e Quechua) che abbiamo testato sia in precedenti viaggi che per trekking e allenamenti in previsione proprio del Cammino di Santiago. Utilizziamo infatti i prodotti Decathlon da molto tempo e il brand è stato nostro partner in questo viaggio.

Per ogni zaino testato trovate le caratteristiche tecniche ma anche ciò che abbiamo apprezzato e non apprezzato di ciascuno di essi. Tutti sono disponibili in versione uomo e donna (con colori diversi, noi vi lasciamo il link al modello maschile) e capienza differente. Alla fine troverete anche quale zaino abbiamo scelto per il Cammino di Santiago con le ragioni della scelta.

Zaino Travel 500 di Forclaz

Il primo zaino Decathlon per il Cammino di Santiago che vi segnaliamo è il Travel 500 di Forclaz che ha le seguenti caratteristiche:

  • Capienza: 50 litri;
  • Misure: 56x39x26 cm;
  • Peso: 2,26 Kg.

Vantaggi di questo zaino per Santiago:

  • Borsello staccabile: il top superiore è pensato per diventare una borsa da lasciare in albergue/hotel quando si arriva per poi andare a cena;
  • Copertura antipioggia inclusa;
  • Omologato come bagaglio a mano anche con Ryanair.

Svantaggi:

  • Gestione apertura non comoda durante il viaggio (tende a afflosciarsi e se lo zaino non è ben organizzato si rischia di doverlo risistemare ogni volta)
Decathlon Travel 500
Decathlon Travel 500

Zaino Trek 700 di Forclaz

Il secondo zaino Decathlon che abbiamo testato e che secondo noi è potezialmente adatto per il Cammino di Santiago è il Trek 700 di Forclaz che ha le seguenti caratteristiche:

  • Capienza: 50+10 litri;
  • Misure: : 70x47x32 cm
  • Peso: 2 Kg.

Vantaggi di questo zaino per Santiago:

  • Schienale traspirante;
  • Regolazione millimetrica con velcro;
  • Resistenza: ha il fondo rinforzato;
  • Porta borraccia;
  • Copertura antipioggia.

Svantaggi:

  • Dimensioni non omologate per Ryanair come bagaglio a mano da imbarcare.
Zaino Decathlon per viaggi e trekking
Zaino Decathlon per viaggi e trekking

Zaino Forclaz 50 di Quechua

Il terzo zaino per Santiago è il Forclaz 50 di Quequa che ha le seguenti caratteristiche:

  • Capienza: 50 litri
  • Misure: 62x32x24 cm;
  • Peso: 1,7 kg.

Vantaggi di questo zaino per Santiago:

  • Dimensioni omologate anche con Ryanair per imbarcare lo zaino;
  • Costo più basso (ma comunque ottima qualità) rispetto agli altri due zaini;
  • Minor peso (a parità di volume) rispetto agli altri due zaini.

Svantaggi:

  • Regolazione a scatti (meno precisa di quella millimetrica)
Cammino di Santiago con un bimbo
Cammino di Santiago con un bimbo – zaino Quechua 50

Quale zaino abbiamo scelto per il Cammino di Santiago?

Per partire per il Cammino di Santiago abbiamo preferito il Forclaz 50 di Quechua by Decathlon scelto soprattutto per la leggerezza e per le dimensioni visto che avevamo solo il bagaglio a mano. Oltre ad averlo testato positivamente durante il Cammino possiamo dirvi che è lo zaino “da pellegrino” per eccellenza nel senso che è quello che più abbiamo visto in spalla agli altri pellegrini in questo ultimo viaggio verso Santiago.

Se volete avere maggiori dettagli riguardo agli zaini per il Cammino di Santiago di cui abbiamo parlato in questo post e vederne i dettagli potete guardare il video qui sotto. Se invece volete chiederci altre informazioni lasciate un commento oppure scriveteci su Facebook, Instagram o YouTube.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer