Come scegliere la bicicletta giusta

La bici può servire per fare vacanze alternative, per muoversi in città, per fare sport o per trascorrere i weekend a esplorare sentieri e parchi. Per tante ragioni: si fa movimento, si inquina meno, si vive all’aria aperta e, dulcis in fundo, si risparmia pure! 😉 E infatti sempre più persone la scelgono per i propri spostamenti. Se ci state pensando anche voi “siete a cavallo” (anzi, in sella!) però prima è necessario comprare la bicicletta giusta.

Ma come si fa a comprare la bicicletta perfetta?

A meno che non siate già dei ciclisti esperti – e se state leggendo questo post probabilmente non lo siete! – forse vi siete ritrovati a sfogliare i volantini dei negozi di sport chiedendovi quale sia il modello di bicicletta giusto… Beh, continuate a leggere e proviamo a vedere se riusciamo a fare un po’ di chiarezza.

Come si fa a capire quale bici scegliere? I criteri da valutare sono tanti ma se avete bisogno di una mano ecco una mini guida all’acquisto della bici ideale.

La bicicletta giusta per il ciclista giusto

Innanzitutto: che ciclista siete? Perché il primo aspetto da tenere ben presente prima di acquistare un qualsiasi modello di bicicletta è legato all’uso che ne farete. Andrete a pedalare solo la domenica lungo la passeggiata della vostra città? Utilizzerete la bici per fare cicloturismo? Andrete verso le montagne? Volete fare le gare?

Insomma, cercate di essere quanto più possibile realisti con voi stessi, altrimenti sarà come prentendere di andare a fare jogging con un paio di decolletè tacco 12 a stiletto: storta alla caviglia garantita.  Non deve essere infatti il ciclista ad adeguarsi alla bicicletta acquistata ma il contrario, così come non bisogna indossare un paio di scarpe senza tener presente l’occasione in cui quelle calzature verranno indossate.

Quale modello di bicicletta è meglio?

City bike? Mountain bike? Bici da corsa? e-Bike? Fat-Bike? Bici pieghevole? E se fosse… una bicicletta gravel?

Ok, vi ho messo in crisi? 😉

Andiamo con ordine: le bici da corsa sono quelle tradizionalmente usate per le gare e questo credo sia chiaro a tutti. Per il ciclismo in montagna si utilizzano le mountain bike. Le city bike sono le “vecchie grazielle”, ma con il cambio (posizione comoda, busto eretto, carter per evitare di sporcarsi i pantaloni…). Le bici pieghevoli sono quelle “dei pendolari” (comode per gli spostamenti dove non arrivano i mezzi perché si ripiegano quando non usate!) e ora vanno tanto di moda le e-bike (ovvero le bici elettriche!) che sono un mondo a parte (e vengono utilizzate un po’ ovunque, sempre di più anche in montagna) mentre le fat-bike sono usate principalmente “per divertirsi” in vacanza visto che permettono di percorrere terreni sabbiosi, fangosi e persino innevati (ma a differenza delle e-bike non hanno la pedalata assistita).

E le gravel bike? Si tratta di un nuovo tipo di bicicletta, esportato solo di recente dagli Stati Uniti, una via di mezzo tra la mountain bike, la bici da cross e quella da corsa. La caratteristica principale di questo modello ibrido è quella di essere perfetto per tutte quelle strade che potremmo definire di campagna con un fondo ghiaioso, abbastanza compatto e non eccessivamente sconnesso. Insomma, sono le bici perfette per le scampagnate domenicali e per il cicloturismo. Se volete saperne di più potete farvi un’idea dei modelli e dei prezzi delle biciclette Gravel su Bikester, tra i migliori siti dedicati al mondo delle due ruote a pedali.

Da sapere per scegliere una bicicletta: taglia e…

Ora che avete capito che tipo di bici vi serve passiamo alle caratteristiche utili per la scelta. E la taglia è fondamentale, perché, sì, le biciclette hanno le taglie.

Non lo sapevate? Ebbene è così. Ma come si misura la taglia della bici?

Le taglie delle biciclette sono Small, Medium, Large da scegliere in relazione all’altezza del ciclista (XS fino ai 150 centimetri e XL dopo i 180). Questa è la cosa più semplice. C’è però un altro modo per calcolare in modo più preciso la taglia della bicicletta misurando il proprio cavallo (ovvero la distanza tra il suolo all’inguine del ciclista). La misura ottenuta va poi moltiplicata per un fattore diverso a seconda del tipo di bicicletta scelta (ad esempio 0,66 per una bici da ciclismo e 0,58 per una mountain bike) e poi diviso per 2,54 per ottenere i pollici.

Ma in questo caso se siete alla prima esperienza la cosa migliore è chiedere supporto 😉

Comprare una bicicletta: costi e prezzi

Ma ora che sapete tutto c’è un’altra regola: occhio al portafoglio!

Meglio infatti decidere un budget, ancora prima di iniziare a vedere le biciclette in offerta disponibili sul mercato. E attenzione: nel prezzo finale inserite il costo di eventuali accessori: borracce, luci, borse, abbigliamento tecnico… Di cosa avete bisogno? Aggiungetelo alla lista!

Solo dopo aver stabilito una cifra iniziate a cercare le migliori offerte per le biciclette. Avete tre canali a disposizione: l’usato, i negozi fisici e gli store online. Vi capiterà sicuramente di vedere tante bici bellissime e dalle altissime performance, ma cercate di mantenervi sempre nel budget.

le biciclette di Google a Mountain View

Scegliere la bicicletta perfetta: recensioni

Avete finalmente individuato il budget e la tipologia di bici che vi serve in base all’uso, quindi potete finalmente iniziare a cercare. In questo caso fate attenzione alle recensioni online: perché  l’opinione è una considerazione soggettiva. Ma visto che abbiamo già capito che non esiste la bici giusta per tutti come si fa a comprendere tra le numerose recensioni (positive e negative) di quale fidarsi? Consiglio: fate la media, leggetevi più recensioni provenienti da siti diversi per farvi un’idea generale del prodotto così da capire non solo se la bicicletta è valida, grazie alle recensioni positive, ma anche quali possono essere le eventuali criticità analizzando le opinioni negative.

Bene, adesso avete tutti gli strumenti per poter scegliere la vostra bicicletta ideale e iniziare a pedalare. Ma lo sapete che esiste anche la Federazione Italiana Amici della Bicicletta che raggruppa appassionati di ogni tipo ed organizza eventi sul territorio (si chiama FIAB e seguendo il link trovate tutte le info!)

Roberto

Roberto

Geek con la passione per le persone. Quando non programmo, viaggio nel mondo o per il web. Volevo fare l'architetto poi sono diventato ingegnere. Ma mi è rimasto l'amore per tutto ciò che è bello oltre che tecnologico e così ho fondato una start-up. #Geek #Dad #NBAaddicted #Startupper

Lascia un commento