Concordia Sagittaria: Le strade romane

Concordia Sagittaria: sulle orme degli antichi romani!

Concordia Sagittaria  – anticamente chiamata Julia Concordia – sorse nel 42 AC su un sito abitato dal neolitico fin dal 3000 AC e ad oggi è una delle mete imperdibili del Veneto Orientale se siete appassionati di storia o se… i vostri bambini hanno appena studiato gli antichi romani a scuola! 😉

L’origine del suo nome sta tutto nella storia del popolo romano: l’antico appellativo di Julia era legato alla gens Julia di Giulio Cesare, mentre Concordia deriva dal fatto che in questa città venivano inviati i veterani delle guerre civili dopo la fine dei conflitti; ex soldati che a loro volta contribuivano, difendendo i confini dell’Impero, al mantenimento della pace. Sagittaria invece deriva dalle frecce – sagitta in latino – che venivano prodotte in città dato che, per evitare problemi con le rivolte dei legionari, al tempo dell’Impero Romano le armi venivano prodotte in luoghi diversi e poi trasportate e assemblate.

Una cosa che stupisce oggi è sapere che gli scavi per riportare alla luce l’antica Concordia sono iniziati solo nel 1950, prima di quella data infatti si sapeva dell’esistenza di questa città romana solo dalla letteratura e a tutt’oggi ci sarebbe ancora molto da scavare per riportare alla luce i resti romani ancora celati nel sottosuolo.

[cml_media_alt id='4352']Concordia Sagittaria: Gli splendidi affreschi del battistero[/cml_media_alt]
Concordia Sagittaria: Gli splendidi affreschi del battistero

Da non perdere se andate a Concordia Sagittaria è la visita alla Basilica che sorge su altri più antochi siti archeologici: un sito romano, una prima basilica andata distrutta con l’alluvione del 589 d.C., una seconda chiesa carolingia e la terza dell’anno Mille.
Pensate che oggi – dopo gli scavi che nella seconda metà del ‘900 hanno riportato alla luce il passato di Concordia Sagittaria – il campanile è sospeso rispetto al terreno grazie ad un’ardita opera di ingegneria e per questo motivo le campane non possono suonare a lungo!

La visita agli scavi di Concordia Sagittaria è libera e noi ci siamo stati in un giorno di settembre pieno di sole. Una volta entrati si calpestano le millenarie pietre della strada romana per ammirare i mosaici e ci si ferma di fronte ai sarcofagi che venivano venduti in quella che era la piazza principale. Oltre agli scavi poi è possibile visitare il Museo, la Basilica e il Battistero.
Il Battistero in particolare mi ha colpita moltissimo: completamente spoglio all’esterno, rivela i suoi bellissimi affreschi non appena varcato l’ingresso a simboleggiare l’importanza dello spirito sul corpo. Oltre agli affreschi però a colpirmi è stata la possibilità di accedervi liberamente, sull’ingresso solo un cartello “chiudere la porta per favore”, una fiducia così semplice e così rara da trovare ai giorni nostri!

La visita di Concordia Sagittaria oggi potrebbe essere molto diversa da quella che – ci auguriamo! – potrà essere fatta in questi stessi luoghi tra qualche tempo visto che tra le case si nascondono ancora i complessi termali, le mura e ancora tanti reperti in attesa dei fondi necessari per essere riportati alla luce.

Di certo però anche oggi Concordia Sagittaria è una tappa imperdibile durante una vacanza nel Veneto Orientale e – chissà – magari la ragione per tornarci sarà quando finalmente saranno portati alla luce gli altri antichi reperti! 🙂

[cml_media_alt id='4353']Concordia Sagittaria: i pavimenti splendidamente conservati[/cml_media_alt]
Concordia Sagittaria: i pavimenti splendidamente conservati

Visitare Concordia Sagittaria con i bambini

Dove e come

Concordia Sagittaria si trova nell’entroterra Veneto, ad una mezz’ora circa da Bibione e quindi perfetta per una gita in giornata se siete in vacanza da quelle parti come abbiamo già raccontato in questo post.

Un ampio parcheggio gratuito si trova proprio di fianco all’ingresso degli scavi e tutti i luoghi di interesse si raggiungono comodamente a piedi seguendo le indicazioni del percorso archeologico.

Una volta visitata Concordia Sagittaria una buona idea può essere poi fare una sosta a Portogruaro per fare un giro nel suo centro storico e ammirare i suoi mulini.

Cosa fare con i bambini

All’ingresso degli scavi si trova uno schermo interattivo con la storia di Concordia a fumetti spiegata ai bambini che può essere una buona introduzione alla visita della città.
Inoltre il Museo organizza periodicamente laboratori e attività per i bambini ma è necessario verificare direttamente giorni e disponibilità.

All’esterno del Museo i bambini troveranno cigni e anatre perfette per intrattenere i più piccoli mentre un parco giochi si trova al Parco dei Signini (nel quartiere Nord-Ovest) con tanto di piccolo bar e toilette.

[cml_media_alt id='4354']Concordia Sagittaria: La chiesa ed il battistero[/cml_media_alt]
Concordia Sagittaria: La chiesa ed il battistero
Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer