Consigli pratici per un viaggio on the road con bimbo piccolo

Amiamo da sempre i lunghi viaggi itineranti e la scorsa estate siamo finalmente partiti per il nostro primo viaggio on the road con bimbo, attraversando quattro paesi e percorrendo oltre quattromila chilometri in poco più di venti giorni di viaggio.

Il mio personale bilancio, fatto di emozioni e considerazioni, se volete lo trovate in questo post oggi però vorrei cercare di dare qualche suggerimento pratico per chi ha intenzione di mettersi in viaggio per un on-the-road con bimbi piccoli al seguito. Ovviamente si tratta di idee e suggerimenti basati sulla mia esperienza e chiunque abbia altri tips da condividere … sono ben accetti!:) Eccoci dunque con i consigli pratici…

In viaggio...
In viaggio…

 

Viaggi itineranti coi bambini: Il mezzo di trasporto

Ovviamente la macchina non è il solo mezzo di trasporto per un viaggio itinerante in famiglia e in passato infatti ci siamo spesso mossi coi mezzi pubblici. Noi però per il nostro primo on the road con bimbo abbiamo scelto l’auto, con tutti i pro e contro, perché viaggiare con i mezzi pubblici, portandoci appresso le valigie, il passeggino e un bambino ci sembrava una sfida troppo ardua.

Ovviamente questo pone dei vincoli anche in termini di costo e destinazione, ma per la nostra esperienza è stato fondamentale avere l’auto, anche perchè abbiamo incontrato diversi giorni di maltempo. Tutti i nostri consigli quindi risentiranno di questa scelta.

Cosa portare durante un viaggio on the road in famiglia

Innanzitutto durante un viaggio itinerante coi bambini non esagerate con le valigie e con le cose da portare neanche se vi muoverete in macchina! Quello che potete acquistatelo in viaggio (soprattutto se la destinazione non è particolarmente costosa!) e cercate di limitare anche il numero di cambi per tutta la famiglia, ricordando che di certo troverete delle lavatrici (anche a gettoni) e che il bucato si può fare anche a mano in emergenza!

Il motivo è semplice: durante il vostro viaggio itinerante dovrete fare e rifare valigie ogni giorno o quasi, trasportandole dalla macchina all’alloggio, magari sulle scale o lungo le strade, il tutto con un bimbo che magari proprio in quel momento vorrà essere tenuto in braccio. Meno valigie avrete e meno pesanti saranno meglio sarà per voi! Credetemi!

Organizzazione della valigia per un viaggio on the road

Questo è un tema cruciale per un viaggio itinerante anche senza i bambini: oltre a portare poche cose disponetele in modo pratico e facile da gestire. Avete in programma di fare tappe al mare e in montagna? Riunite felpe e giacche pesanti insieme magari sul fondo della valigia così da non averle tra i piedi ogni volta che starete cercando un costume da bagno.

Il mio consiglio è anche di disporre i vestiti in sacchetti trasparenti chiusi, vi permetterà di tenere in ordine le cose, trovarle subito e rifare velocemente la valigia negli spostamenti. Inoltre in caso di pioggia o polvere tutto rimarrà pulito e asciutto. Se poi cercate qualche consiglio in più per preparare la valigia per un bimbo piccolo potete trovare qui la nostra lista per i bagagli.

[cml_media_alt id='4155']on the road[/cml_media_alt]
Viaggio on the road

Dove alloggiare durante una vacanza itinerante in famiglia

Durante il nostro primo viaggio on the road in famiglia noi abbiamo quasi sempre preferito gli appartamenti agli hotel, anche se le tappe erano brevi. Questo perché con un bimbo piccolo che ancora non mangiava “tutto come un adulto” e viaggiando all’estero volevamo avere la possibilità di cucinargli la pappa senza dover ricorrere troppo a quelle pronte da scaldare.

Inoltre preparavamo la pappa al mattino e la mettevamo nel thermos apposito così che lui potesse mangiarla per pranzo anche in spiaggia. Questo si è rivelato comodo e anche economico visto che noi potevamo mangiare qualcosa di veloce come un panino o simili.

Trasferimenti durante un viaggio on the road in macchina

Se anche voi come noi non avete la fortuna di avere un figlio che dorme per tre ore di fila e da sveglio non ama stare in auto gestite i trasferimenti di un viaggio in macchina durante i suoi pisolini. Noi organizzavamo la giornata sulla base di questo: lo facevamo giocare e stancare e partivamo per la tappa successiva quando sapevamo che sarebbe crollato addormento per un po’ (massimo un’ora e mezza…).

In caso di trasferimenti lunghi abbiamo fatto tante (ma tante) tappe visto, che dopo il nanetto odia stare in auto e dopo un po’ urla… Questo si è rivelato forse più faticoso per noi che in pratica non riposavamo mai (quando lui dormiva noi viaggiavamo e quando era sveglio giocavamo con lui) ma ci ha ripagati vedendolo sereno e sorridente. E poi un bimbo che urla in macchina per un’ora o più è ingestibile…almeno per noi!

[cml_media_alt id='5769']Viaggio in auto - Navgatore alla mano...pronti a partire[/cml_media_alt]
Viaggio in auto – Navgatore alla mano…pronti a partire

Organizzazione delle tappe in un viaggio itinerante

Fermo restando quanto detto sopra noi abbiamo deciso di organizzare questo nostro viaggio itinerante con un bimbo facendo tappe “più lunghe” e spostandoci poi a raggiera in giornata per visitare quanto ci interessava.

Questo ci ha permesso di dover cambiare meno alloggi e quindi ridurre il problema dell’adattamento a un luogo nuovo e mantenere una distanza di massimo un’ora e mezza dalle cose che volevamo vedere spostandoci in giornata.

Cosa portate durante un viaggio per giocare

Trovare l’equilibrio tra trasportare l’intera cameretta in vacanza e non portare niente non è così immediato. Noi ci siamo orientati su pochi giochi e libri preferiti, poi in viaggio abbiamo acquistato qualcosa perché ci piace avere un “souvenir libresco” dei posti dove andiamo.

Se come noi sceglierete di viaggiare in macchina non dimenticate qualcosa che possa intrattenere il bimbo in auto quando è sveglio: con noi funzionavano i libri musicali

Piccole cose indispensabili per un viaggio itinerante

Ho già parlato di come preparare la valigia al meglio quando si parte con un bambino, qui dico solo che piccole cose utili per un viaggio itinerante sono le mollette (i bambini si sporcano e il bucato al volo tocca farlo!), una spugna con detersivo (per lavare biberon e simili anche in hotel) e un thermos per la pappa.

Ovviamente portate tutto quello che non si troverebbe in viaggio (prodotti particolari, allergie, …)…per tutto il resto… ci sono i supermarket!

[cml_media_alt id='5766']Viaggio in auto - Sulle strade di Cuba con una Geely[/cml_media_alt]
Viaggio in auto fly&drive – Sulle strade di Cuba con una Geely prima dell’arrivo del nsotro bimbo

Cose che (forse) non servono in valigia

Tasto dolente. Noi l’abbiamo lasciato a casa dicendo “Tanto si fa senza…“. Vero, verissimo, però col senno di poi quando tuo figlio si sveglia nel cuore della notte urlando perché vuole il latte e non c’e’ il microonde in casa lo scalda biberon è utile. Molto. In sintesi dipende da voi, e dai vostri bimbi, ma soprattutto se partite in auto uno spazio si trova… 😉

In ultimo un consiglio “non pratico”: siate flessibili. Con i bimbi i programmi saltano e alcune cose “imperdibili” si perdono ma vorrà dire che sarà una buona scusa per tornarci un’altra volta! O almeno… io me la racconto così… 😉

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer