isole lavezzi viste da Capo Sperone

Corsica con bambini: itinerario nel sud-est dell’isola

Un viaggio in Corsica con i bambini è un’ottima idea per moltissime ragioni: sullÎle de Beauté troverete infatti spiagge meravigliose, natura incontaminata, siti archeologici tutti da scoprire, piccole cittadine affascinanti e anche la possibilità di fare trekking. Il tutto con quell’attenzione alle famiglie tipica della Francia!

Noi ci siamo innamorati dell’isola fin dalla prima volta e infatti sul blog potete leggere tanti racconti delle nostre esperienze. Oggi però condividiamo con voi il nostro ultimo viaggio, con un itinerario per visitare la Corsica sud-orientale insieme ai bambini.

Pronti?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: VIAGGIO IN CORSICA IN TRAGHETTO

famiglia che fa pic nic sulla spiaggia in Corsica
Spiagge del Golfo di Santa Manza in Corsica con i bambini

Itinerario con i bambini in Corsica sud-est di una settimana

Innanzitutto una precisazione: quest’ultimo itinerario in Corsica sud-orientale che vi raccontiamo è durato una settimana, 5 giorni pieni sull’isola più due di viaggio in traghetto. Noi vi consigliamo però, se potete, di rimanere almeno tre notti per ogni tappa perché le cose da fare sono davvero tante e quest’isola merita tempo per viverla al meglio.

Prima tappa in Corsica con bambini: Ghisonaccia

La prima tappa di questo nostro ultimo itinerario in Corsica con bambini è stata Ghisonaccia. Questa cittadina sulla costa est dell’isola è perfetta se state cercando una meta per una vacanza di mare visto che ci sono tante strutture per famiglie e anche molte spiagge attrezzate.

Alcune spiagge vicino a Ghisonaccia molto conosciute sono la spiaggia di Vignale, quella di Pinia e la spiaggia di Marina di Erba Rossa. La spiaggia di Pinia è selvaggia con una bellissima pineta alle spalle e vi si arriva percorrendo una strada non asfaltata. Invece la spiaggia di Vignale e quella di Erba Rossa sono in parte attrezzate e sorvegliate.

Una volta stanchi della vita da mare potete poi spostarvi e visitare la vicina Aléria che dista 15 minuti in auto da Ghisonaccia. Lì è possibile vedere il Museo Archeologico Carcopino, piccolo ma molto interessante, e l’antico sito degli scavi. Un pochino più lontano, a Taglio-Isolaccio, si trova invece il Parc Galéa un parco-museo molto bello che comprende ampi giardini e alcune installazioni museali, dedicati alla flora, alla fauna e alla storia dell’isola. Nel parco è presente anche un sentiero sensoriale da fare camminando a piedi nudi, per la gioia dei bambini.

Sempre a Ghisonaccia troverete poi l’Etang d’Urbino, uno stagno dove nidificano moltissime specie di uccelli, anche rari ed è da non perdere per gli appassionati di bird-watching. Per dormire possiamo consigliarvi l’Hotel Casa di Maria Cicilia, una struttura che si trova in paese con camere ampie e confortevoli, colazione a buffet e una piscina a disposizione degli ospiti.

Itinerario in Corsica con bambini Aleria

Seconda tappa in Corsica in famiglia: Bonifacio

La seconda tappa del nostro on the road è stata Bonifacio, una cittadina che non potete assolutamente mancare durante un viaggio in Corsica del sud e che dista un’ora e mezza da Ghisonaccia. La bellezza della cittadella, arroccata su uno sperone di roccia calcarea è indescrivibile e vederla al tramonto, quando si tinge di rosa, vi lascerà senza parole.

Se siete a Bonifacio con i bambini tenete presente che è possibile salire con il trenino turistico che parte direttamente dal porto. Una volta in cima ci sono due cose che non potete mancare: il Bastion de l’Étendard e l’Escalier du Roy d’Aragon. La salita al bastione permette di godere di una splendida vista sulla città e di conoscerne meglio la storia. L’Escalier invece è una spettacolare scalinata di 189 gradini scavata direttamente nella roccia, che la leggenda vuole sia stata realizzata in una sola notte durante l’assedio alla città. Una volta terminata la visita ai bambini verrà dato un diploma e poco distante, proseguendo sulla sinistra, troverete un bel parco giochi dove rilassarvi un po’.

Ovviamente però, oltre alla visita alla città, non potete mancare il mare che è una delle meraviglie della Corsica del sud! Alcune delle spiagge più belle vicino a Bonifacio sono le due calette gemelle dello Sperone – la plage du Petit Sperone e la plage du Grand Sperone, raggiungibili solo a piedi – e le spiagge di Santa Manza, tra cui la piccola plage de Capricciolu, una baia con acqua calma e trasparente.

Infine se avete un po’ di tempo in più spostatevi a Porto Vecchio che dista circa mezz’ora da Bonifacio, per vedere le bellissime spiagge di Palombaggia e Santa Giulia, di sabbia soffice perfetta per i bambini, ma anche il borgo, le saline e l’affascinante Castello di Araggio a cui si sale con un bel trekking di circa 40 minuti.

Per dormire a Bonifacio in famiglia vi segnaliamo il Camping Village Pertamina, con bungalow immersi in un parco e con una grande piscina. Se non vi pesa cucinare scegliete però l’opzione con uso cucina perché, rispetto ai costi del bar-ristorante, conviene!

Bonifacio itinerario in Corsica del sud

Terza tappa in Corsica per i bambini: Sartène

L’ultima tappa che vi segnaliamo per una vacanza di una settimana in Corsica è la misteriosa Sartène, che si trova nell’entroterra, a circa un’ora da Bonifacio. Le altissime case di pietra scura della cittadina la fanno assomigliare a un borgo fortificato e qui, oltre al centro storico con i suoi vicoli, potete visitare il Museo della Preistoria.

Vicino a Sartène con i bambini non perdete poi il Sito Megalitico di Cauria, dove, in una vallata che pare sospesa nel tempo, troverete il Dolmen di Fontanaccia, l’Allineamento di Stantari e l’Allineamento di Rinaiu, testimonianze delle antiche civiltà che abitarono l’isola fin da tempi antichissimi.

Infine tenete presente che il mare della Corsica non è mai troppo lontano nemmeno dalle cittadine dell’entroterra e infatti da Sartène potete raggiungere le spiagge di Tizzano che è una frazione distante circa 20 minuti di auto. Per dormire a Sartène vi segnaliamo l’Hotel Rossi, appena fuori dal borgo, con camere ampie e pulite, personale molto gentile e piscina.

Il nostro viaggio in Corsica in famiglia si è concluso a Sartène ma se avete ancora qualche giorno a disposizione fate tappa a Zonza, un piccolo paesino molto famoso per gli appassionati di trekking così da salire a Col di Bavella, dove si trovano sentieri ma anche torrenti e piscine naturali in cui fare il bagno con i bambini, o visitare il Sito Archeologico di Cucuruzzu e Capula.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: CONSIGLI PER UNA VACANZA IN CORSICA

Corsica con bambini Cucuruzzu e Capula

Vacanza in Corsica del sud in famiglia: consigli pratici

Infine ecco qualche consiglio pratico per organizzare il viaggio in Corsica con i bambini.

Come arrivare in Corsica

Noi anche questa volta abbiamo raggiunto la Corsica in traghetto viaggiando da Vado Ligure a Bastia con la compagnia Corsica Ferries imbarcando così l’auto, indispensabile per visitare l’isola. Volendo è possibile fare la traversata in notturna, cosa molto comoda con i bambini se prendete la cabina. Sulle navi troverete poi aree playground e anche le piscine, per intrattenere i bimbi durante il viaggio diurno, nonché bar, ristorante e self-service con anche il menù per bambini e i seggioloni.

Cibo in Corsica: ristoranti, hotel e bar

Anche se la qualità è elevata mangiare in Corsica al ristorante non è economico: normalmente infatti il costo di piatto (non di pesce) varia tra i 15 e i 20 euro ma le porzioni sono abbondanti e prevedono anche il contorno. Per i piccoli è praticamente sempre disponibile il menù bimbi, che di solito comprende un secondo, la verdura o le patatine fritte al costo di 8/10 euro. Per le bevande evitate di prendere l’acqua in bottiglia (costosissima!) e chiedete una caraffe d’eau che viene servita gratuitamente, non rinunciate invece alla birra (la bière Pietra è un’istituzione sull’isola!) e a un bicchiere di vino i cui costi sono invece abbordabili.

In proporzione economiche sono le boulangerie (ovvero le panetterie) con pizze e prodotti da forno, ma anche i supermercati, dove troverete panini e piatti pronti adatti per fare un pic-nic in spiaggia: noi abbiamo fatto così e ci siamo trovati bene! Inoltre un consiglio nella scelta delle strutture dove dormire: preferite quelle che hanno colazione a buffet perché la colazione “continentale” servita in bar o hotel costa circa 10 euro e non è molto abbondante (di solito include 1 bevanda calda, 1 brioche oltre che pane e marmellata).

Il sito archeologico di Cauria da visitare in un itinerario in Corsica con i bambini

Cose da fare in Corsica con bambini

Il mare della Corsica è meraviglioso ovunque e se volete leggere la nostra top list delle più belle spiagge in Corsica per i bimbi seguite il link. Ricordatevi però che moltissime non sono attrezzate, quindi portate un ombrellone o una tendina parasole per i bimbi. Oltre alle spiagge una delle cose da fare con i bambini in Corsica è il trekking: sull’isola troverete molti sentieri nell’entroterra ad esempio a Corte ma anche a Zonza. In questo caso però ricordatevi di infilare in valigia un paio di scarpe chiuse con le suole antiscivolo per divertirvi in totale sicurezza.

Se poi volete saperne di più sul nostro viaggio in Corsica del sud in famiglia guardate il video dedicato!

I nostri consigli per visitare la Corsica con i bambini terminano qui, ringraziamo Corsica Vivila Adesso per l’esperienza, lì se volete trovate il diario puntuale del nostro viaggio, giorno per giorno. E ovviamente se vi è piaciuto questo articolo vi invitiamo a condividerlo e a seguirci su Facebook, Instagram e YouTube dove trovate altri racconti sulla Corsica (e non solo!).

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer