Il centro della cittadina di Arles in Camargue con i bambini

Cosa fare ad Arles con i bambini in Camargue

Durante il nostro viaggio in Provenza con bambini abbiamo deciso di andare ad Arles perché… Semplicemente non si poteva non andare!

Prima di partire infatti, ma anche durante il viaggio, è stato tutto un: “dovete andare ad Arles!” e “andate a vedere Arles, vero?“. Per questo motivo la tappa era obbligata, tanto più che la città dista solo una mezz’ora da Saintes Maries de la Mer, la nostra base durante la nostra vacanza in Camargue.

Visitare la città di Van Gogh in famiglia

La premessa è che Arles è la città di Van Gogh, nel senso che qui il famoso pittore ha lavorato e dipinto alcuni dei suoi quadri più belli, come “La notte stellata sul Rodano” per capirci. Se amate Van Gogh vi basterà trascorrere una giornata ad Arles, senza entrare in alcun museo per fare “un tuffo” nelle sue opere, tanto più che all’Ufficio del Turismo vi daranno un fantastico opuscolo con tanto di itinerario da seguire per il “circuito di Van Gogh” e piccole riproduzioni dei dipinti.

Nonostante questo però ad Arles non sono conservati i quadri più famosi di Van Gogh, quindi se la vostra idea è di andare a Arles per vedere insieme ai bambini i dipinti del maestro vi fermo subito.

Ma allora perché vale la pena di vedere Arles secondo tutti? E soprattutto cosa c’è da vedere ad Arles con i bambini?

Arles con bambini è la città di Van Gogh in Camargue
Arles con bambini è la città di Van Gogh in Camargue

Cosa vedere ad Arles insieme ai bambini

Io posso darvi la mia personalissima ragione. Per me la città è arte pura e andare ad Arles significa entrare in una enorme opera artistica, fatta di strette vie fiorite, di portoni colorati, di piazzette che paiono dipinti di un pittore impressionista, di piccoli atelier, e tanti, tantissimi musei.

L’arte è davvero ovunque a Arles. Sui muri, nelle gallerie, ma anche nei negozi. E anche solo per questo la città merita una visita. Ma so bene che se siete genitori di piccole pesti che non amano l’arte questa motivazione potrebbe non convincervi. E la domanda che avete in testa è: cosa c’è da fare a Arles per bambini?

Ecco, qui viene il bello perché sorprendentemente la capitale della Camargue è anche una città bella da vedere coi bambini. Due dei monumenti più visitati infatti, il Théâtre Antique d’Arles e Les Arenes, organizzano rievocazioni di antichi mestieri, degli spettacoli e dei combattimenti tra gladiatori che hanno fatto la felicità del nostro piccolo viaggiatore. E ovviamente c’è Vincent Van Gogh, da cercare ad ogni angolo, con tanto di opuscolo dell’ufficio del turismo che vi permetterà di trovare i luoghi dipinti nei suoi quadri come il caffè di Van Gogh.

Per questo, o dovrei dire anche per questo, vale la pena andare ad Arles coi bambini, certi che anche loro si innamoreranno di questa città un po’ francese e un po’ spagnola.

Cose utili per visitare Arles in famiglia

Vi consiglio alcuni libri per organizzare la vostra visita di Arles con i bambini. Innanzitutto ovviamente una buona guida della Provenza: la Lonely Planet tratta Provenza e Costa Azzurra insieme, utile se volete estendere il viaggio magari facendo tappa qualche giorno a Nizza o di Cannes per spezzare il viaggio. Invece guida della Provenza della Routard è focalizzata solo su questa regione, ben fatta e anche più dettagliata (dopo tutto i francesi sono loro! 😉 ).

Due libri che potranno aiutarvi a coinvolgere i bimbi nella visita di Arles sono un libro dedicato alla storia di Van Gogh per bambini e uno dedicato ai quadri di Van Gogh da colorare. In questo modo potrete visitare la città “a caccia” delle opere del pittore e i bambini si divertiranno di più.

Visitare Arles insieme ai bambini e la grande passeggiata sul Rodano
Visitare Arles insieme ai bambini e la grande passeggiata sul Rodano

Visitare Arles in un giorno insieme ai bambini

Noi siamo stati in città in due diversi viaggi: la prima volta abbiamo dedicato ad Arles due giornate, partendo però da Saintes Maries de la Mer che dista circa una mezz’ora mentre la seconda volta siamo stati a Arles un giorno. Ci sono diversi “circuiti” che si possono seguire ad Arles a seconda degli interesse: il circuito Romano, quello di Van Gogh o quello Barocco.

Se volete vedere Arles in un giorno solo vi consiglio non mancare Les Arenes, il Teatro, le terme e le cripte. Ma anche solo passeggiare tra le vie di Arles, magari seguendo il circuito di Van Gogh e fermarsi a bere qualcosa in uno dei tanti locali  sarà una bellissima esperienza.

Come organizzare la visita di Arles

Se prevedete di vedere diversi dei monumenti di Arles vi consiglio di acquistare l’Arles Pass. Ce ne sono di due tipi, con validità diverse e un diverso numero di monumenti inclusi e permettono veramente di risparmiare.

Cosa fare ad Arles con bambini

Se volete vedere Arles coi bambini vi consiglio di informarvi prima perché il Teatro Antico e l’Arena organizzano rievocazioni di antichi giochi e spettacoli. Quando ci siamo stati noi erano il martedì e il giovedì ma vi consiglio di controllare sul sito dell’ufficio del Turismo.

Gli spettacoli ad Arles vengono organizzati in particolare in estate ma anche durante le vacanze di Pasqua. Al nostro bimbo questi spettacoli sono piaciuti veramente molto, in particolare il combattimento dei gladiatori nell’Arena di Arles! Qui sotto per farvi capire come funziona vi mettiamo un breve video dei gladiatori che abbiamo girato durante la nostra visita.

Un bel parco giochi a Arles si trova al Jardins d’Etè, vicino all’Ufficio del Turismo. Si tratta di un luogo dipinto da Van Gogh, qui oltre ai giochi troverete un parco ombreggiato, alcune panchine dove riposare e anche la possibilità di fare un pic-nic.

Vicino ad Arles – a circa 30 minuti in auto – c’è poi la Riserva de Le Marais de Vigueirat. Si tratta di un’area naturale protetta dove i bambini possono prendere parte a escursioni a cavallo o sui pony, esplorare la riserva sul calesse oppure visitare a piedi i sentieri che permettono di vedere da vicino la flora e la fauna locale. Sempre a una mezz’ora dalla città troverete poi il castello di Les Baux de Provence e le Carrieres des Lumieres, entrambi da visitare in famiglia.

Come arrivare a Arles e dove parcheggiare

Noi siamo andati ad Arles in macchina e abbiamo faticato un po’ per parcheggiare. Alla fine abbiamo però trovato in una via fuori dal centro, con un parcheggio non a pagamento. Quindi il consiglio è arrivare ad Arles presto e non demordere! 🙂

L'Arena di Arles Il grande anfiteatro romano perfettamente conservato
L’Arena di Arles Il grande anfiteatro romano perfettamente conservato

Cosa vedere in Camargue: non solo Arles

Se è vero che, come tutti ci avevano detto, la città di Van Gogh è una delle cose da vedere in Camargue assolutamente, noi vi diciamo anche che questa regione francese è molto altro oltre Arles.

Noi ci siamo innamorati della Camargue, una zona che non ha deluso le nostre già altissime aspettative. Per questo ne abbiamo raccontato a lungo nel blog. Qui per semplicità vi riepilogo alcuni dei post che potrebbero esservi utili per organizzare una vacanza in Camargue:

  • Un itinerario per un viaggio in Camargue: Iniziamo da un post che se state pianificando una vacanza in Camargue potrebbe esservi utile. Lì ci troverete quello che abbiamo amato di più e qualche consiglio pratico.
  • Cosa fare a Les Saintes Maries de la Mer: Questo paesini della Camargue è stata la nostra base e se dovessimo ritornare in Camargue faremmo esattamente la stessa scelta. Nel post vi spieghiamo perché.
  • Le spiagge della Camargue: Se avete voglia di mare e sole la Camargue è il posto giusto per voi. Nel post abbiamo indicato alcune delle più belle spiagge dove siamo stati insieme a nostro figlio.
  • Organizzare un viaggio in Provenza con bambini: Se avete tempo sufficiente per visitare l’intera Provenza e non solo la Camargue nel post troverete il nostro itinerario.

Ecco, fin qui il nostro racconto e qualche suggerimento su cosa vedere ad Arles con bambini. A questo punto come avrete capito anche noi ci uniamo al coro e vi consigliamo di andare in città (e infatti ci siamo poi tornati ancora sempre insieme a nostro figlio!) 😉 Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e ToyTube dove condividiamo i nostri viaggi in Camargue e non solo.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer