Alimentazione in viaggio dei bambini - Barcellona in un giorno coi churros

Cosa far mangiare ai bambini in viaggio: alimentazione corretta

Sono ormai lontani i tempi in cui mi preoccupavo di pappe e svezzamento in viaggio eppure, nonostante nostro figlio sia cresciuto, il problema di cosa far mangiare al bambino in viaggio continua ad esserci. Già perchè nonostante tutte le attenzioni che una mamma può metterci a volte il cercare di conciliare le esigenze di una vacanza cozza con un’alimentazione corretta dei bambini. Eccome. Per non parlare del fatto che moltissimi cibi locali – quelli che per dire io adoro – ai bimbi non piacciono per nulla.

Per questi motivi in viaggio i bambini spesso mangiano poco, mangiano male e mangiano cose che a casa non chiederebbero nemmeno. Questo è un fatto. E i genitori si preoccupano. Altro fatto.

Negli anni ho cercato di inventarmele tutte per tentare di limitare i danni, soprattutto durante i lunghi viaggi come il nostro coast to coast in America: quasi tre mesi in cui il rischio di mangiare “hamburger-cocacola-patatine” tutti i giorni era reale. O mi sono inventata mille trucchi per fargli assaggiare cibi locali che sarebbero stati volentieri snobbati.

Pur con qualche vizio e concessione in più ce l’abbiamo sempre fatta. E se anche voi vi state chiedendo come fare a mangiare in viaggio coi bambini in modo equilibrato ecco qui i miei consigli.

Cibo in viaggio con i bambini blogtour
Cibo in viaggio con i bambini blogtour

1. Affittate una casa vacanze

Se è vero che sono vacanze per tutti – quindi anche per la mamma – è vero anche che affittando un appartamento sarete certi di far mangiare i bambini in modo equilibrato esattamente come a casa. Poi, visto che è vacanza per tutti, potreste fare un mix, andando al ristorante a pranzo e mantenendo la cena a casa. In questo modo sarà più facile far mangiare i bambini in modo sano e senza capricci!

Un consiglio: noi nei post mettiamo sempre i consigli sull’alloggio dove siamo stati se era davvero family ma in molti non sanno che anche portali come Booking permettono di settare i filtri scegliendo “famiglia” e/o “appartamento”: provate a fare una ricerca così e avrete più facilità a trovare un alloggio adatto a una vacanza con i bambini. Se avete dubbi su come si usa Booking leggete l’articolo dedicato mentre per fare una ricerca cliccate qui.

2. Organizzatevi per il pranzo e gli spuntini

Il vantaggio di affittare un appartamento per le vacanze con i bambini è sicuramente che potete organizzarvi per pappe e spuntini sani. Ma anche se siete in hotel potete organizzarvi facendovi scaldare la pappa al mattino. Una cosa molto utile per noi per far mangiare in viaggio il bambino piccolo era il contenitore porta pappa per bebè come questo: lo riempivi con il cibo scaldato e teneva fino all’ora di pranzo.

Ne esistono anche per tutta la famiglia – per capirci: il classico porta vivande che va di moda nei paesi nordici! – e secondo me sono molto utili anche per tenere una pasta fredda o un’insalata di riso se siete in spiaggia. In alternativa se non avete modo di cucinare potete almeno portare qualche snack sano come frutta e verdura da sostituire alla merendina: carotine o pomodori si conservano nei tupperware a lungo senza problemi. Un consiglio: prendete i contenutori che si incastrano l’uno nell’altro per salvare spazio in valigia, che siano di plastica in varie misure e con chiusura ermetica come questi tupperware da viaggio: non avrete “versamenti” di liquidi e saranno leggeri e perfetti per ogni tipo di vacanza con i bambini, dal mare alla montagna!

3. Fate una abbondante colazione

Fare una abbondante colazione al mattino è il modo migliore per iniziare la giornata ma anche per far mangiare i bambini. Mettete nel loro piatto un mix di nutrienti sia dolci che salati e non dimenticate mai la frutta, che normalmente è sempre presente nelle colazioni continentali degli hotel.

In questo modo sarete certi di far mangiare i bambini in viaggio in modo (più) corretto.

[cml_media_alt id='14779']Cosa mangiare a Brema coi bambini[/cml_media_alt]
Pancake in un ristorante per bambini a Brema

4. Scegliete gli hotel con il menù bimbi

Niente da fare: gli hotel family che hanno il menù bimbi sono i migliori per gestire il momento dei pranzi e delle cene senza stress. Qui troverete tante opportunità per far mangiare i bambini sano in viaggio. E soprattutto per farli mangiare!

Però non sempre è possibile, soprattutto perchè a volte si fa mezza pensione o solo pernottamento e la cena e il pranzo si fanno in giro. Quindi?

5. Scegliete ristoranti family

Se siete all’estero ma siete costretti ad andare al ristorante e già sapete che i vostri bimbi non mangiano volentieri tutto – eufemismo per dire che non mangiano niente! – provate a cercare i ristoranti per famiglie. Lì troverete più facilmente qualcosa di più affine ai gusti dei bimbi e avrete anche la possibilità di chiedere qualche personalizzazione in più nei piatti. Alla fine a volte basta poco per far mangiare i bambini senza problemi.

6. Fate il giro dei mercati

Noi adoriamo i mercati in viaggio e ci andiamo sempre. Sono folkloristici e permettono anche di vedere uno spaccato del paese in cui si è molto diverso dalle cartoline patinate. Ma i mercati locali sono ad esempio un ottimo modo per comprare frutta e altri snack per far mangiare in modo sano i bambini in viaggio e, spesso, permettono anche di provare qualcosa di locale, che magari non sarà gradito ai bimbi ma di certo ai genitori.

Fin qui i miei suggerimenti per gestire al meglio l’alimentazione dei bimbi durante le vacanze e per farli mangiare sano anche in viaggio. Poi se avete invece figlio più piccoli e cercate qualche consiglio per lo svezzamento e le pappe in viaggio vi lasciamo il post dedicato a questo tema. Se vi va vi aspettiamo nei commenti e su Facebook per sentire la vostra opinione.

cosa far mangiare ai bambini in viaggio
cosa far mangiare ai bambini in viaggio
Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer