Le terme di Hot Springs - South Dakota

Cosa fare in South Dakota: Evans Plunge a Hot Springs

Un viaggio on the road negli Stati Uniti è molte cose: è bellissimo, certo, è emozionante, ovvio, ma è anche, inutile negarlo, faticoso perchè le distanze da percorrere ogni giorno sono importanti e la stanchezza a fine giornata si fa sentire. E allora perchè non inserire nell’itinerario una tappa “benessere”? Sì, avete capito bene, oggi vi parliamo delle terme americane e se state pensando che gli Stati Uniti non sono certo famosi per i suoi stabilimenti termali noi vi raccontiamo la nostra esperienza in South Dakota, perché, per parafrasare un vecchio adagio, “non di sola strada vive il viaggiatore” e noi in mezzo ai tantissimi chilometri macinati sulle strade americane un tuffo nelle acque termali di Hot Springs non ce lo siamo proprio lasciati scappare.

D’altra parte la nostra passione per le terme la conoscete bene quindi immaginatevi la nostra faccia quando, mentre definivamo il nostro itinerario in South Dakota, abbiamo visto la parola “terme” spuntare d’improvviso, come un miraggio nel deserto, tra le pagine della guida. Per noi è stata una (graditissima) sorpresa, di quelle con gli occhi a cuore e l’immediato inserimento tra la lista delle cose da fare in South Dakota, che tra l’altro era già lunghissima. In effetti avremmo dovuto aspettarcelo che in una località denominata Hot Springs ci fossero delle sorgenti termali ma nella nostra mente il South Dakota era un’oasi di natura e animali selvaggi, non certo di benessere. Invece ci sbagliavamo, anche se, in verità, Evans Plunge, ovvero la struttura termale dove siamo stati a Hot Springs, incarna benissimo lo spirito di questo angolo di Real America, ovvero pochi fronzoli e tanta sostanza.

Le terme di Evans Plunge a Hot Springs
Le terme di Evans Plunge a Hot Springs
Percorso avventuroso alle terme di Hot Springs
Percorso avventuroso alle terme di Hot Springs
Le vasche delle terme di Hot Springs
Le vasche delle terme di Hot Springs
Ma partiamo dall’inizio. Noi siamo arrivati a Hot Springs in serata, al termine di un paio di tappe “very hard” fatte in libera col nostro Bestione – ovvero il camper con cui abbiamo viaggiato per 35 giorni in America – e tanta voglia di liberarci dalla polvere e dalla stanchezza del viaggio. Ci siamo entrati insiemeal nostro cinquenne che, dopo le lunghe ore di viaggio, non vedeva l’ora di sfogarsi un po’ e noi, come sempre in questi casi, eravamo un po’ timorosi di dover frenare la sua esuberanza, non sapendo quanto veramente family friendly potesse essere la struttura. Una volta varcato la porta d’ingresso però abbiamo trovato ad attenderci un grande spazio dove, a mollo nell’acqua termale, si divertivano decine pargoli di tutte le età, tra scivoli, campi di water basket e liane.

Nonostante infatti Hot Springs sia una delle località più popolari del South Dakota il centro termale di Evans Plunge non è la classica attrazione dedicata ai turisti. Tutt’altro. Il centro è infatti parte della vita degli abitanti del luogo, con intere famiglie che vanno lì a rilassarsi terminato il lavoro, nonni che accudiscono bimbi piccolissimi mentre mamma e papà si rilassano e compagnie di ragazzini che ridono e si schizzano. Per farvi capire l’atmosfera vi diciamo che, all’uscita, abbiamo incontrato veri cow-boy con jeans, camicia a quadri e stivali d’ordinanza che, tolto il costume e rimessi gli abiti d’ordinanza, percorrevano i corridoi delle terme diretti verso il loro pick-up. Oltre a questo però Evans Plunge è anche un pezzo della storia delle Black Hills: lo stabilimento termale è infatti stato costruito nel 1890 ma, ancora prima che le sue acque minerali venissero dichiarate curative, gli indiani Lakota ne apprezzavano le virtù. Per tutti questi motivi se state pensando di inserire il South Dakota nel vostro on the road negli States noi vi consigliamo di fermarvi a Hot Springs e andare anche alle terme!

Water Basket a Evans Plunge
Water Basket a Evans Plunge
Gli scivoli di Evans Plunge
Gli scivoli di Evans Plunge
Le terme din South Dakota - le piscine di Evans Plunge
Le terme din South Dakota – le piscine di Evans Plunge

Cosa vedere in South Dakota: terme e natura

Andare alle terme in America: Evans Plunge

Il centro di Evans Plunge si trova a Hot Springs ed è ben indicato già a diversi chilometri di distanza. La struttura è dotata di una grande piscina interna divisa in diversi ambienti e di una zona esterna. L’acqua è termale e la temperatura è di circa 30 gradi, con piscine di altezza diversa e due aree bimbi. Oltre agli scivoli nella piscina ci sono un campo da water basket e uno da water volley, ma anche una sorta di percorso di “liane” – ovvero corde appese al soffitto – dove i più coraggiosi possono sfidarsi ad attraversare la vasca “imitando Tarzan”. In piscina sono a disposizione galleggianti e palloni, è necessario portarsi costume ed asciugamano e non è permesso portare cibo (ma c’è un bar disponibile nell’ingresso).

Le acque di Evans Plunge, che i Lakota chiamavano “wiwila kata“, sono benefiche per l’organismo e qui vi lasciamo il link al sito ufficiale dove potete trovare maggiori informazioni riguardo al centro e agli orari di apertura.

Viaggio in South Dakota Crazy Horse Memorial
Viaggio in South Dakota Crazy Horse Memorial
Viaggio in South Dakota Badlands
Viaggio in South Dakota Badlands
viaggio in South Dakota vedere i bufali
viaggio in South Dakota vedere i bufali

Il nostro itinerario in South Dakota

Non abbiamo ancora scritto un articolo dettagliato con il nostro itinerario in South Dakota ma sparsi per il blog trovate diversi post che potrebbero esservi utili se state progettando un viaggio. Qui sotto invece vi riepiloghiamo alcune delle tappe da non perdere e, dove possibile, trovate anche il link da seguire per leggere la nostra esperienza:

  • Hot Springs: Le terme sono ovviamente solo una delle ragioni per fermarsi a Hot Springs ma in zona non mancate il sito archeologico di Mammoth Site dove i bambini possono diventare veri paleontologi e il Black Hills Wild Horse Sanctuary dove vivono liberi i mustang.
  • Wind Cave, Jewel Cave e il Custer Park: I parchi del South Dakota sono incredibili e qui, dove vivono cani della prateria, mandrie di bisonti e coyote, l’immersione nella natura è totale. Per quanto ci riguarda questa è l’America che sognavamo e che abbiamo trovato.
  • Crazy Horse e Mount Rushmore: Le due famosissime sculture nelal roccia delle Black Hills sono ciò che ci hanno iniziamente spinti a decidere di inserire il South Dakota nel nostro coast to coast negli States, così diverse nel significato e nella storia eppure allo stesso modo affascinanti. Ve ne racconteremo nel dettaglio perchè ne vale la pena.
  • Le Badlands e Pine Ridge: Questi sono due luoghi fuori dal tempo, suggestivi e irreali allo stesso tempo, uno è un parco naturale dove sembra di essere sulla luna, l’altro è un pezzo di America che porta i viaggiatori a ripercorrere storie antiche e controverse di questo enorme paese. Anche in questo caso ve ne racconteremo meglio ma intanto segnateveli!
  • Rapid City e Deadwood: Si tratta di due cittadine molto diverse tra loro che vi consigliamo di vedere durante il vostro viaggio in South Dakota, la prima vi permetterà di fare un s
  • alto nell’Old Wild West mentre la seconda vi conquisterà con un’eleganza insospettabile e un museo bellissimo, il The Journey.
  • Le praterie di Laura Ingalls: Lasciate le Black Hills noi ci siamo diretti verso le praterie e i campi di grano, lì dove Laura Ingalls visse e di cui raccontò nei suoi romanzi. De Smet, Mitchell, Chamberlain e Madison sono alcune tappe che ci hanno permesso di scoprire un South Dakota inaspettato e bellissimo.
  • Sisseton: L’ultimo pezzo del nostro itinerario in South Dakota ci ha portati verso la regione dei laghi glaciali di Sisseton, con panorami ancora differenti e molto suggestivi. Anche di questo vi parleremo nel dettaglio!

Se volete saperne di più sulla nostra esperienza in South Dakota qui trovate l’articolo scritto di pancia mentre ancora eravamo in America mentre qui trovate qualche informazione sul nostro viaggio in camper. Infine per maggiori spunti e per l’organizzazione dell’itinerario in South Dakota potete consultare il sito della Real America che ringraziamo per averci supportati nel nostro viaggio.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer