Cosa mangiare a Vienna e le torte TOP!

Dopo aver condiviso tante informazioni sulla capitale austriaca è il momento di passare alla parte golosa del viaggio: cosa mangiare a Vienna?

Lo so, per qualcuno la cucina viennese potrebbe essere una sorpresa visto che la gastronomia austriaca non è di solito citata dai gourmet tra quelle “indimenticabili”. Invece una vacanza in città regala grandi soddisfazioni per i golosi, grazia ai dolci ovviamente ma non solo! Se state organizzando il viaggio ecco quindi una breve panoramica sulle specialità viennesi da assaggiare assolutamente (qui invece maggiori informazioni su dove mangiare a Vienna).

Wiener Schnitzel

Quella che noi chiamiamo “cotoletta” in Austria si chiama Wiener Schnitzel ed è uno dei piatti tipici di Vienna. Si tratta di una fettina di vitello impanata e fritta (tradizionalmente nello strutto) servita con insalata e di patate.

Riguardo a questa specialità austriaca c’è una disputa tra Italia e Austria visto che ciascuno dei due paesi rivendica l’invenzione del piatto. Tutto parte da Radetzky: secondo gli i milanesi fu il militare a portala in patria di ritorno dalla Lombardia, mentre secondo gli austriaci i cittadini di Milano avrebbero imparato a cucinare osservando i cuochi dei reggimenti del maresciallo.

Quale sia la verità è ancora da capire anche se parrebbe esserci un documento in cui viene citata la presenza della cotoletta alla milanese nel 1148. In ogni modo la Wiener Schnitzel è a buon diritto inserita tra le cose da mangiare a Vienne, in particolare nella sua versione “gigante” (o a “orecchio di elefante”) e accompagnata da un buon boccale di birra. Uno dei piaceri del viaggio!

Goulasch

Altra specialità austriaca dalle origini ungheresi è il Gulash o Goulash. Di fatto si tratta di una zuppa di carne e lardo con cipolle, carote, patate e paprica. Inizialmente era un piatto povero che venne poi mano a mano introdotto nella dieta della borghesia e il colore rosso è dato dall’abbondante quantitativo di paprika che però non è molto piccante.

Non vi sarà difficile trovarlo e si tratta di un piatto sostanzioso ma economico che vi riempirà quindi segnatevelo. Se avete programmato il viaggio a Vienna in inverno, vi scalderà a dovere!

Frittatensuppe

La Frittatensuppe è un altra zuppa da inserire tra i piatti tipici di Vienna, preparata con brodo caldo e frittata tagliata a striscioline. Anche questo, proprio come il goulash, è un piatto sostanzioso quinsi state pur certi che vi “terrà pasto”.

Di fatto la Frittatensuppe è un piatto unico, per fare un paragone lo potremmo pensare simile ai ravioli in brodo. Anche questo è da non perdere nella stagione fredda!

Tafelspitz

Un altro piatto di carne da mangiare a Vienna e in generale dell’Austria è chiamato Tafelspitz: si tratta di una specialità a base di carne di manzo bollita servita con con patate arrosto, cipolle, carote e sedano.

Pare che il Tafelspitz fosse il piatto preferito dell’Imperatore Francesco Giuseppe, marito della Principessa Sissi, che principessa in verità non fu ma se mai imperatrice! Di norma viene servito con composta di mele e salsa di rafano e la ricetta tradizionale vorrebbe la carne talmente cotta da non necessitare del coltello per essere tagliata.

Stephaniebraten

Altro piatto tipico di Vienna è il Stephaniebraten, un polpettone aromatizzato con senape e dragoncello con ripieno di gnocchetti di pane, uova sode, cetriolini sottaceto, pancetta e wurstel.

Secondo la tradizione questo piatto venne dedicato a Stephanie, principessa del Belgio che andò in moglie al terzogenito dell’Imperatrice Sissi. Il matrimonio non andò proprio come sperato visto che alla fine il marito si suicidò insieme all’amante ma a ricordo della sfortunata moglie rimase un piatto divenuto una specialità tipica di Vienna.

Sachertorte

Ma diciamolo: se chiedete a qualcuno cosa mangiare a Vienna senza dubbio vi risponderà la Sacher. E in effetti non si può parlare delle specialità di Vienna senza immediatamente pensare a questo iconico dolce: la Sacher Torte. Questo delizioso dolce – una torta soffice al cacao con farcitura di marmellata di albicocca e copertura di cioccolato fondente – è stata inventata in città nel 1832.

La nascita della Sachertorte si deve a Franz Sacher, un pasticciere allora sedicenne, che la realizzò per il principe Klemens von Metternich e ancora oggi la migliore la si può assaggiare nel Cafè Sacher. Se siete in cerca di souvenir speciali tenete presente che lì vendono apposite confezioni della celebre torta idonea alla spedizione!

Apfelstrudel

Dobbiamo presentarlo l’Apfelstrudel? Oppure è un dolce austriaco talmente iconico che non ha bisogno di spiegazioni ulteriori? Beh, iniziamo col dire che si tratta di una pasta dolce ripiena di mele, cannella, pinoli e uvetta. Ma in città potrete assaggiare altre due versioni dello strudel viennese: il Topfelstrudel e il Millirahmstrudel.

Se siete amanti di questo dolce non mancate il Bakery Show del Caffé del Castello di Shonbrun: si può prenotare il biglietto per lo Show dello Strudel di Vienna anche on line ed è un modo carino per saperne qualcosa di più di questa delizia alle mele.

Demeltorte, la torta di Vienna che non è la Sacher

Ormai l’avete capito: i dolci sono sicuramente tra le cose da mangiare a Vienna quindi concludiamo con un altro dolce questa panoramica delle specialità austriache da assaggiare e parliamo della Ana Demel Torte.

Non pensate infatti che la dolcezza della città si esaurisca in Sacher e Strudel perché tra le torte tipiche di Vienna c’è appunto anche la Ana Demel Torte. Demel, a pochi passi dall’Hofburg, è una delle pasticcerie più famose della città, un caffé elegante con vetrina meravigliosa e due piani di bontà. La specialità della casa è appunto la Demeltorte, a base di cioccolato e torrone che dicono essere la rivale per eccellenza della Sachertorte. Non si può non assaggiare ma preparatevi a una lunga attesa!

Questa breve panoramica delle cose da assaggiare a Vienna termina qui anche se, credetemi, c’è molto altro da gustare. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo perché… sharing is caring! 😉 Se vi va seguiteci su Facebook, Instagram o YouTube ne saremo felici.

Lascia un commento