Prima volta in campeggio: cosa portare e indispensabili!

Decidere quale attrezzatura da campeggio scegliere per chi si approccia per la prima volta a questo genere di vacanza crea sempre un po’ di confusione. Da un lato infatti c’è il timore di ritrovarsi lì, nel mezzo del “niente”, senza qualcosa di indispensabile. Dall’altro però la paura – e il rischio! – è di comprare cose inutili, spendendo magari parecchio per oggetti che non verranno mai utilizzati. In particolare se non si è certi di amare la vita da tenda e si vuole fare una prova…

Ma allora cosa serve portare in campeggio per una vacanza in tenda la prima volta?

Qui di seguito trovate un po’ di consigli riguardo all’occorrente indispensabile per il campeggio, ma anche la risposta a molti dei dubbi che possono venire a chi sta organizzando la prima esperienza in tenda. Tranquilli, nulla di super tecnico: spiegazioni semplici e attrezzatura basica da principianti!

Quindi pronti a vivere questa fantastica avventura? 😉 Si seguito le tre sezioni in cui è organizzato l’articolo, se volete c’è anche una lista dell’attrezzatura da campeggio scaricabile così da essere certi di non dimenticare nulla.

  1. Ragioni per fare la prima vacanza in campeggio
  2. Lista per l’occorrente da campeggio
  3. Perché cambiare l’attrezzatura da campeggio

Prima volta in campeggio: perché scegliere questo tipo di vacanza?

Prima di elencarvi il necessario per il campeggio vi dico che, se state organizzando la vostra prima volta, dovete prepararvi a veder stravolgere il vostro stesso concetto di “fare vacanza”.

Chiariamoci, una vacanza in campeggio non è per tutti: se siete tipi da “serviti&riveriti or nothing” non è questa l’opzione giusta. Ma se invece non vedete l’ora di dimenticare obblighi e “ingessamenti” a contatto con la natura questo modo di viaggiare sarà un gran successo.

Ma non solo! Credetemi, la vita da campeggio vi conquisterà talmente tanto che, una volta rientrati a casa, non vedrete l’ora di ripartire!

Per farvi capire cosa intendo vi dico che per me la tenda è sempre stata sinonimo di libertà. Per anni ho trascorso un mese ogni anno in un camping in una pineta sul mare: appena arrivata dimenticavo in valigia scarpe e vestiti e giravo tutto il giorno in infradito, costume e pareo. Poi, crescendo, ho campeggiato spesso, con viaggi itineranti (a volte anche molto intensi, come in Botswana) che mi hanno permesso di staccare davvero la spina da tutto, ma anche con brevi weekend “toccata e fuga”, di quelli che ti basta una tenda a due posti per star bene. Negli anni ho poi organizzato anche esperienze di “campeggio selvaggio” in montagna, senza alcun genere di servizio e sperimentato il nuovo modo di fare vacanza in campeggio, il glamping, con tende super lusso accessoriate con tutto l’indispensabile.

Una volta diventata mamma ho per un po’ accantonato i viaggi in tenda, per poi tornare a desiderare una vacanza in campeggio quando mio figlio è diventato sufficientemente autonomo da vederlo pronto per la vita en plain air. Perché, ve l’ho detto, la vita da camping non è per tutti e, parere personale, nemmeno per tutti i momenti della vita. Di certo però se il campeggio ce l’hai dentro poi ci torni. Perché ti fa star bene!

Ma ora bando alle ciance: cosa serve portare in campeggio per la prima esperienza?

Check-list per il campeggio in tenda: lista con gli indispensabili

Di seguito una lista dedicata a cosa portare in campeggio in tenda la prima volta. Per ciascuno degli indispensabili trovate qualche approfondimento e, dove possibile, anche i link degli articoli di riferimento. Sono praticamente tutti prodotti Decathlon, brand che noi utilizziamo da sempre e che ha un ottimo rapporto qualità prezzo anche per l’attrezzatura da camping.

Ovviamente, lo specifico, si tratta del necessario per fare una vacanza in tenda. Perché andare in camper o in roulotte è molto diverso!

Qui di seguito trovate tutta l’attrezzatura da portare in campeggio necessaria per la prima vacanza in tenda. L’ho descritta voce per voce con anche i link agli articoli. Cliccate sui link per leggere gli approfondimenti senza dover scorrere tutto l’articolo.

Attrezzatura da campeggio: cosa portare e perché

Tenda da campeggio

Ovviamente tra gli indispensabili da campeggio c’è la tenda! 😉 Se non ne avete una e prima di fare l’investimento volete essere certi che la vita da camping vi piaccia avete due alternative: farvela prestare dagli amici o cercare una struttura che affitti le tende.

Ormai molti camping lo fanno anche in Italia, oltre alle glamping tent – tende super lusso che normalmente hanno all’interno non solo letti veri ma anche il bagno – vengono noleggiate anche tende da campo, molto più spartane e di certo adatte per una prima volta!

Se invece avete già deciso di procedere all’acquisto più sotto provo a darvi qualche dritta per comprare la tenda giusta! 😉

Come scegliere la tenda per la prima vacanza in campeggio

Innanzitutto per la scelta della prima tenda dovete valutare alcuni aspetti.

  • numero di persone;
  • spazio e intimità necessari;
  • tipo di viaggio (stanziale o itinerante, in mete fredde o molto soleggiate, in campeggio con servizi o “in libera”…);
  • tempo da trascorrere in tenda;

Sul mercato esistono ormai tantissime proposte. Volendo riassumere in poche parole ecco un paio di consigli su modelli testati, seguendo i link trovate tutte le caratteristiche delle tende:

  • Air Seconds 4.1 Fresh&Black (prezzo: 299€): se siete una famiglia di 4 persone con bambini e state organizzando una vacanza al mare magari on the road con diverse tappe provate a dare uno sguardo alla Air Seconds 4.1 Fresh&Black. Ha una sola camera con un soggiorno ampio e alto, si monta in pochissimo tempo anche da soli grazie al sistema di gonfiaggio e con la tecnologia fresh&black starete freschi anche in caso di poca ombra.
  • Arpenaz Family 4.2 (prezzo: 149€): se siete 4 amici o una famiglia con figli adolescenti e state organizzando una vacanza in campeggio in montagna stanziale valutate invece la Arpenaz Family 4.2. Si tratta di una tenda ad archi, con due camere separate dal soggiorno centrale e necessita di essere in due per il montaggio. Ha spazi inferiori rispetto alla precedente ma costa anche meno e con la differenza potreste investire sul gazebo che vi garantirà più spazio esterno da usare anche in caso di pioggia.

Non mi dilungo oltre perché davvero i discorsi da fare sarebbero lunghissimi. Spero però di avervi dato qualche elemento in più per scegliere la prima tenda!

Cucinino e fornellino da portare in campeggio

Il cucinino l’ho messo tra gli indispensabili da campeggio ma, in verità, se avete in mente di fare solo pochi giorni potrebbe non servirvi. Fino a 4/5 giorni potete anche arrangiarvi con ristoranti e self service: colazione al volo, a pranzo un panino o un piatto fresso e la sera una pizza oppure qualcosa da asporto et voilà! Normalmente infatti i camping hanno sempre un market interno e un bar/ristorante anche se spesso i prezzi non sono proprio economici.

Nel caso in cui invece stiate organizzando una vacanza di più giorni vi consiglio di acquistare un fornello e, se avete spazio in auto, il mobile cucina, dove riporre anche pentole e stoviglie.

Di fornelli ce ne sono di tipi diversi: da quelli piccoli da montagna (con una mini bombola) a quelli più simili ai fuochi da casa. Questi ultimi possono essere elettrici o a gas, avere un fuoco oppure due. Ci sono anche soluzioni più “evolute” come i barbeque, le piastre e le friggitrici elettriche. Il mio consiglio è valutare nella scelta quanto pensate di cucinare e cosa, in modo da tararvi su quello. A questo link se volete trovate un po’ di soluzioni disponibili sul mercato.

Il mobile cucina da campeggio si può posizionare all’interno della veranda della tenda (ammesso di averla!), in un apposito gazebo esterno o anche semplicemente in piazzola coperto con un telo. Sicuramente è comodo se siete stanziali e, ovviamente, se avete in mente di cucinare! 😉

Frigorifero da campeggio o borsa frigo e contenitori alimentari

Come sopra se pensate di utilizzare self service e ristoranti il frigorifero non vi servirà o vi potrà bastare una borsa termica giusto per tenere al fresco qualche provvista. In questo caso tenete presente che normalmente i camping permettono di portare i ghiaccioli a raffreddare. In alternativa vi segnalo questa borsa frigo molto particolare perché permette di tenere il fresco fino a 14 ore senza panetti/ghiaccioli.

Se invece avete in mente di cucinare valutate di inserire nella lista dell’occorrente per il campeggio anche un frigorifero. Ricordatevi anche qualche contenitore ermetico per riporre il cibo avanzato.

Tavoli e sedie

Anche nel caso in cui la vostra idea di vacanza sia molto basica io vi consiglio di inserire nella lista dell’attrezzatura indispensabile per campeggio tavolo e sedie. Anche fosse solo per rilassarsi un po’ in piazzola, senza per forza cenare o pranzare, state certi che li userete.

In commercio i modelli sono moltissimi. Questo modello include già il tavolino pieghevole con gli sgabelli ma nulla vi vieta di acquistare tavolo e  sedie separate, così che ciascuno possa scegliere quella più confortevole per se stesso.

Una cosa utile ma spesso dimenticata è una tovaglia da metterci sopra: preferitene una di plastica oppure, in alternativa, vanno bene anche le tovagliette da colazione. Il motivo? Un colpo di spugna e si lava tutto!

Pentole, utensili, tanica e stoviglie

Per il tipo di pentole dovete sempre valutare quante avete in mente di cucinare e cosa. Una cosa che da non dimenticare è la moka per il caffè! 😉

Per le stoviglie io vi consiglio di evitare assolutamente tutto ciò che è “usa e getta”: portate una bacinella per lavare e usate bicchieri, tazze, piatti e posate di plastica come quelle che trovate seguendo i link. Li laverete in un attimo e rispetterete l’ambiente! Non scordate un paio di forbici, una spugna e l’apribottiglie.

Molti in campeggio si portano una tanica per l’acqua come questa da riempire con acqua potabile per lavare frutta e verdura comodamente rimanendo in piazzola. Non lo definirei un indispensabile per il campeggio ma ve lo segnalo!

Materassino e sacco a pelo per dormire in tenda

Per dormire in tenda io uso il materassino gonfiabile. Ce ne sono di diversi tipi: il modello air pump che abbiamo noi è autogonfiante e comodo perché non serve la pompa, inoltre è uno dei prodotti ecosostenibili per il campeggio di Decathlon. Ovviamente però dovete valutare in base alla dimensione della tenda scelta e della vostra preferenza. Tenete presente che ci sono anche materassini matrimoniali!

Se non vi piace l’idea di dormire per terra l’alternativa è quella di utilizzare una brandina. Se avete poco spazio per il trasporto un’idea che a me è piaciuta è questa brandina gonfiabile Camp Bed Air: ha le doghe e, quando è piegata, è davvero compatta. Seguite il link per vedere il video che ne mostra l’utilizzo.

Altro indispensabile per una vacanza in tenda è il sacco a pelo. Personalmente preferisco quello all’idea di portare piumoni e lenzuola per questioni di spazio e gestione delle temperature. In alternativa preferisco il saccolenzuolo da usare con il sacco a pelo che permette anche di lavarlo meno frequentemente. Se vi state chiendo se serva davvero qualcosa con cui coprirsi anche in estate la risposta è sì: dormendo in tenda infatti vi accorgerete che sul far del mattino fa sempre fresco, anche nelle località marittime.

Dovete però decidere quale modello scegliere in base alla destinazione e alle temperature che pensate di incontrare (montagna? mare? mete in nord Europa?). Per una vacanza al mare questo sacco a pelo Arpenaz è adatto intorno ai 20° gradi ed è una buona soluzione, visto che si può trasformare anche in coperta. Il colore è dato dalla modalità di fabbricazione ecosostenibile che riduce l’impatto ambientale in fase di tintura.

Non dimenticate il cuscino: ne esistono di appositi da campeggio, più piccoli, oppure gonfiabili o anche con sistema memory foam come questi. Ma se siete tra quelli che dormono solo con il proprio cuscino (e se vi ci sta in auto!) nulla vi vieta di usare il vostro!

Occorrente per la doccia in camping

Nell’occorrente per il campeggio io ci metto anche tutto il necessario per la doccia, ovvero un accappatoio (meglio se in microfibra come questo che ha poco ingombro), un telo sempre in microfibra e le ciabatte. Per andare al bagno è comodo avere un beauty case con i ganci che contenga saponi e creme varie.

Il phon a volte lo troverete nei bagni del campeggio ma se siete donne “fissate” con la piega o avete i capelli lunghi meglio che vi portiate il vostro!

Spray anti zanzare e/o luce anti insetti

Anche in questo caso dipende dalla meta ma di solito è utile avere a portata di mano uno spray contro le zanzare e anche una lampada antizanzare da esterno (meglio se ricaricabile), che tenga lontani gli insetti e faccia al contempo luce.

Ovviamente nel kit pronto soccorso con i farmaci non dimenticate una crema dopo puntura!

Attrezzi per la tenda e utensili indispensabili in campeggio

Tra le cose da portare in campeggio c’è sicuramente una piccola cassetta degli attrezzi così composta:

Personalmente vi consiglio anche di avere sempre con voi una torcia frontale da usare di notte qualora l’illuminazione del camping non fosse adeguata.

Molti poi utilizzano un telo impermeabile da mettere come fondo della tenda per evitare che si bagni: da un lato questo protegge il pavimento ma dall’altro il rischio in caso di pioggia intensa è che potrebbe formarsi un’intercapedine di acqua tra tenda e telo! Valutate quindi in base anche alla meta scelta e al terreno.

Se volete potete scaricare la lista degli oggetti indispensabili per il campeggio qui sotto. Poi però se non vedete l’ora di partire ma avete ancora qualche domanda in testa continuate a leggere.

L’occorrente per il campeggio cambia con voi

La lista che vi ho inserito sopra è la nostra ed è una buona base da cui partire ma se vi appassionerete a questo modo di viaggiare volta dopo volta andrete a cambiare il vostro occorrente per il campeggio in base a ciò che campeggiare significa per voi.

Durante i miei campeggi stanziali ho visto campeggiatori allestire vere e proprie “cucine da campo” capaci di sfornare parmigiane di melanzane utili per sfamare un reggimento (inclusi noi, vicini di tenda!) ma anche mini-toilet super accessoriate con doccia calda e water oppure ancora postazioni relax super lusso, con amache, televisori e tutto l’occorrente per un fresco riposino anche sotto il sole del mezzogiorno.

Diverse sono invece le scelte di chi utilizza la tenda per i viaggi on the road. Lì l’obiettivo è montare e smontare in pochissimo tempo e con zero fatica. Ne consegue che in quel caso l’attrezzatura da campeggio è magari più basica ma molto efficiente, spesso si privilegiano spazio e leggerezza, così da poter trasportare tutto senza fatica e con minimo ingombro.

Non sarebbe quindi corretto parlare di cosa portare in campeggio ma bensì di cosa è utile per il singolo campeggiatore. La prima volta però è utile avere una lista da cui partire, quindi spero di esservi stata utile. Se avete qualche dubbio scrivetemelo nei commenti e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Lascia un commento