La camera delle Meraviglie

Cosa vedere a Palermo: la Camera delle Meraviglie

Oggi vi racconto di qualcosa di davvero incredibile da vedere a Palermo: la Camera delle Meraviglie.
Ma prima di spiegarvi cos’è o come raggiungere questo piccolo gioiello della Sicilia vi chiedo di fare uno sforzo di immaginazione. Una specie di gioco. Pronti? Iniziamo… 🙂

Immaginate di acquistare una casa, la casa che sognate da sempre, proprio nel cuore del centro storico, con soffitti alti, grandi saloni e una vista meravigliosa sui tetti e le cupole della città che amate.
Tutto perfetto, anzi quasi perfetto perché c’è un “ma“. La casa che avete scelto è proprio come l’avete sempre sognata ma ha bisogno di essere ristrutturata. Molto. Talmente tanto che quando i vostri parenti la vedono per la prima volta vi raccomandano a Santa Rita, la Santa delle missioni impossibili, perché temono che non riuscirete mai a finire i lavori. Immaginate però che la ristrutturazione proceda, lentamente, tra pavimenti da sostituire e pareti da imbiancare, e che un giorno, dietro a un muro scrostato e aggredito dalla muffa, voi notiate qualcosa di insolito. Qualcosa di blu e oro.

[cml_media_alt id='10524']La camera delle Meraviglie[/cml_media_alt]
La camera delle Meraviglie
Ecco, questa è la storia di Valeria e Giuseppe e della loro Camera delle Meraviglie.
Perché la camera delle meraviglie di Palermo è una stanza unica al mondo, affrescata nell’800 con scritte arabe e disegni che si ripetono come un mantra sulle sue pareti. E loro l’hanno scoperta un giorno per caso durante i lavori di ristrutturazione della loro casa, situata in un antico edificio di  via Porta di Castro, lì dove un tempo scorreva il torrente Kemonia.

Esperti di Arte Islamica di tutto il mondo sono andati fino a Palermo per studiare questa piccola camera e interpretarne le scritte, facendo congetture sul suo significato. Inizialmente gli studiosi hanno pensato che la stanza fosse un esempio di “stanza turca” diffusa nell’800 e realizzata dall’antico proprietario della casa per stupire i suoi ospiti.
Procedendo con gli studi però si è capito che la Camera delle Meraviglie è in realtà molto di più. La stanza è infatti stata definita un “libro aperto e la frase che viene ripetuta come un mantra sulle sue pareri pare essere un messaggio di fratellanza e amore. “Quello che Dio vuole accade“. Si ripete in modo circolare questa frase, scritta in caratteri argentei, che ti avvolge come una spirale. Per questo è stata avanzata l’ipotesi che si trattasse di una stanza della meditazione. Forse chi ci entrava attraverso la ripetizione di questo mantra tentava di collegarsi con la mente divina, perdendosi infine nella volta celeste.

[cml_media_alt id='10522']La camera delle Meraviglie[/cml_media_alt]
La camera delle Meraviglie
Misteriose però rimangono ancora oggi le origini della Camera delle Meraviglie e il suo committente. Quello che si sa è che la scritta è stata realizzata da sinistra verso destra da un artigiano che, probabilmente, non conoscendo l’arabo ne ha copiato male alcuni caratteri. Sicuramente però il messaggio di fratellanza e amore che ne traspare testimonia come la città sia da sempre una città multiculturale e accogliente. Proprio come è oggi. Quindi se avete in programma di andare in Sicilia noi vi consigliamo di cuore di inserire questa stanza tra le cose da vedere a Palermo. È di certo “fuori” dai soliti tour e noi l’abbiamo scoperta per caso, grazie alla gentilezza della proprietaria del nostro B&B, ma è veramente da non perdere. Non solo per la bellezza della stanza ma anche per la sensazione di pace che si prova entrando.

[cml_media_alt id='10523']La camera delle Meraviglie[/cml_media_alt]
La camera delle Meraviglie

Informazioni per visitare Palermo e la Camera delle Meraviglie

Come vedere la Camera delle Meraviglie

La Camera delle Meraviglie è in una abitazione privata ma da gennaio 2017 è aperta al pubblico che può visitarla contribuendo con una offerta destinata a continuare i lavori di ristrutturazione. Da una prima analisi pare infatti che anche le porte, originali dell’epoca, siano decorate con le stesse scritte delle pareti e, grazie a un paziente lavoro di restauro, anch’esse potranno tornare alla luce.
Le spese però sono tutte a carico dei proprietari dell’abitazione quindi visitando la camera delle meraviglie potrete aiutare a riportarla a nuova vita. Inoltre la casa di Valeria e Giuseppe pare contenere un altro mistero. Una volta in stile Liberty coperta intorno agli anni ’50 che però potrebbe nascondere altre iscrizioni.

[cml_media_alt id='10521']La camera delle Meraviglie[/cml_media_alt]
La camera delle Meraviglie
La Camera delle meraviglie di Palermo è aperta sempre su prenotazione e potete contattare l’Associazione sulla pagina Facebook così da organizzare la visita.

Cosa vedere a Palermo vicino alla Camera delle Meraviglie

La camera delle Meraviglie si trova nel centro storico di Palermo, proprio lì vicino potrete visitare il Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina, la Porta Nuova ma anche il mercato di Ballarò. Sparsi per il blog se volete trovate diversi consigli su cosa vedere a Palermo anche coi bambini, in questo caso noi vi consigliamo vi andare a vedere il Teatro dei Pupi: noi ci siamo stati e il nostro bimbo si è divertito un sacco (se volete qui sotto trovate un breve video live dedicato proprio al teatro e un altro dedicato alla città).

[cml_media_alt id='10516']Cosa vedere a Palermo - Via Porta di Castro[/cml_media_alt]
Cosa vedere a Palermo – Via Porta di Castro

Dove dormire a Palermo

Il B&B dove siamo stati a Palermo si chiama Piccola Sicilia. Si tratta di una struttura a gestione familiare situata in un antico palazzo appena fuori dal centro storico. In questo post trovate tutte le informazioni sulla nostra esperienza e anche qualche consiglio pratico per visitare Palermo mentre cliccando sul nome della struttura potete verificare prezzi, disponibilità e recensioni.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer