Cosa vedere a York in Inghilterra insieme ai bambini

Oggi torniamo a parlarvi nella nostra ultima vacanza in Inghilterra e in particolare questa volta vi raccontiamo cosa vedere a York con bambini.

Come vi abbiamo raccontato nell’ultimo post infatti lo scorso mese di agosto l’abbiamo trascorso nel Regno Unito facendo base a Lancaster. Da lì siamo partiti per tre giorni a York, che vi raccontiamo con i dettagli per organizzare una vacanza.

Viaggio a York con bambini: come organizzare

La città di York si raggiunge in tre ore di treno da Lancaster. Vi avvisiamo subito che spostarsi longitudinalmente nel Regno Unito non è semplice: i treni infatti non sono così frequenti e sono formati da poche carrozze.

Arrivati a in città abbiamo raggiunto a piedi il nostro albergo – l’Hotel 53, un ottimo hotel che vi consigliamo! – che distava circa venti minuti dalla stazione.

Già dai primi passi ci siamo resi conto che York è davvero bella e lasciate le valigie siamo subito scesi in strada per il primo tour anche se a dire il vero nella prima metà giornata avevamo già girato tutta la città.

Le giostrine per i bambini - credits Angela
Le giostrine per i bambini – credits Angela

Cosa fare a York con bambini

Il centro di York è caratteristico, sembra di essere nel Medioevo dove però ci sono tanti negozi moderni. Gli Shambles non ci hanno colpiti più di tanto perché troppo turistici. La zona del centro è quasi tutta pedonale, quindi i bambini possono scorazzare come meglio credono e per loro ci sono anche tante attrazioni sparse per le diverse piazze.

Tra i vari negozi ci sono quelli della Disney, di Peter Rabbit e di Teddy Bear, luoghi dove i bambini si divertono sicuramente.

La sera abbiamo mangiato Pudding e Roastbeef al “The Hole in the Wall“, un pub situato quasi di fronte al Minster. Piatto ottimo da non perdere, il pudding è davvero una grande invenzione!

Il Pudding - Credits Angela
Pudding – Credits Angela

Cosa vedere a York con bambini

Il secondo giorno a York, dopo un’abbondante colazione inglese, ci siamo diretti allo Jorvik, un parco archeologico dove è stata ricostruita la vita al tempo dei Vichinghi. Ciò che ha colpito me ma non mia moglie è stata la ricostruzione degli odori del tempo; infatti, durante il tour a seconda della zona in cui si passava si sentivano differenti profumi a volte anche nauseabondi. E’ un’ottima esperienza per bambini dai 5 anni in su ma la nostra piccola peste non ha capito nulla! 😉

Subito dopo ci siamo recati al Minster, la Cattedrale di York, bellissima! Tutta in stile gotico, l’esterno assomiglia molto a Notre Dame. Prima di entrare pensavamo sarebbe stato dura visitarla con la nostra peste di due anni e invece con nostra piacevole sorpresa in una cappella della cattedrale vi erano tanti giochi e tanti libri da leggere per bambini che li tenevano occupati. Così abbiamo potuto visitare a fondo questa bellissima chiesa anche se A TURNO. Inoltre, c’erano delle installazioni su touch screen che facevano sia vedere le tecniche di conservazione delle vetrate e allo stesso modo interagire immaginando di essere l’attore principale della ricostruzione. Anche questo molto educativo per i bambini, ma sempre per quelli dai 5 anni in su.

Dopo il nostro svago culturale toccava alla piccola peste divertirsi un po’ e quindi ci siamo diretti ai piedi della Clifford’s Tower dove vi erano le giostrine e lì finalmente abbiamo trovato lo scivolo identico al castello ventoso di Peppa Pig!

In questo giorno non abbiamo mangiato in un pub in particolare ma abbiamo mangiucchiato qua e là, bevendo rigorosamente Cask Ale: birra in botte a temperatura di cantina e non ghiacciata, veramente buona.

Meteorologicamente parlando non possiamo lamentarci: sono stati tre giorni di sole alternati a 2-3 pioggerelline durate cinque minuti!

The Shambles a New York
The Shambles a York

Una vacanza in Inghilterra coi bambini

Fin qui il racconto di Filo e Angela sulla loro vacanza a York insieme alla loro bimba. Se però siete in cerca di qualche altro consiglio per un viaggio in Inghilterra con i bimbi potete curiosare in giro per il blog, troverete tanti altri spunti. Per comodità vi riporto qui un paio di articoli utili:

I consigli per visitare York terminano qui. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo perché… sharing is caring! 😉 e seguiteci su Facebook, Instagram o YouTube ne saremo felici.

*per questo guest post ringraziamo Filo e Angela che ci hanno portati in Inghilterra a York con il loro racconto.

Lascia un commento