Cosa fare vicino a Valona - il tempio di Apollonia

Parco Archeologico di Apollonia: Cosa vedere vicino a Valona

Vicino a Valona, nei pressi della città di Fier, si trova uno dei siti archeologici più importanti dell’Albania: Apollonia. Andarci significa fare un tuffo nella storia albanese ma anche scoprire quanto questo paese ha da offrire ai viaggiatori, al di là delle meravigliose spiagge di Ksamil o della Riviera Albanese.

Per questo se cercate qualcosa da vedere vicino a Valona che non sia il “solito” mare noi vi consigliamo di percorrere i quasi 40 chilometri che separano la città dal sito archeologico per tuffarvi nel passato, lì dove si incontrano due popoli che hanno fatto la storia del Mediterraneo, i Greci e i Romani.

  1. La storia del Parco Archeologico di Apollonia
  2. La nascita del Parco Archeologico di Apollonia
  3. Come arrivare a Apollonia
  4. Cosa vedere al Parco Archeologico di Apollonia
  5. Informazioni pratiche per la visita del parco archeologico
  6. Apollonia con bambini
  7. Cosa vedere vicino a Apollonia
Le rovine di Apollonia in Albania
Le rovine di Apollonia in Albania vicino a Valona

1) La storia di Apollonia in Albania

Apollonia fu infatti una delle più grandi colonie greche in Albania che venne definita da Cicerone nelle Filippiche come “magna urbis et gravis“. Fondata nel 588 a.C. nel suo periodo di massimo splendore qui vissero oltre 50.000 persone e la posizione scelta, in un punto strategico poco distante dalla penisola non lontano da un fiume navigabile, attirò ben presto l’attenzione del Romani.

Apollonia divenne così un protettorato romano, frequentato da Silla e anche da Giulio Cesare che passò dalla città durante la guerra civile contro Pompeo, ma qui visse anche Ottaviano, il quale, proprio mentre studiava in città, ricevette la notizia dell’omicidio del padre adottivo a Roma e incontrò un astrologo che gli predisse il suo futuro da imperatore. Nel IV secolo Apollonia divenne un centro episcopale ma, forse a causa degli attacchi dei Goti, di un terremoto e della malaria, venne poi abbandonata scomparendo nell’oblio.

Di Apollonia si persero così le tracce per secoli e, nonostante molti abbiano cercato il luogo in cui vissero Giulio Cesare e Ottaviano, il sito ritornò alla luce solo nel 1924, quando la spedizione di archeologi guidata da Leon Rey, ritrovò la città perduta.

2) La riscoperta di Apollonia e la nascita del Parco Archeologico di Apollonia

L’archeologo francese riuscì a portare avanti gli scavi principali nel periodo compreso tra le due guerre e aprì il primo museo archeologico a Valona, proprio nel luogo in cui venne fatta la Dichiarazione d’Indipendenza dell’Albania. L’archeologo francese rimase ad Apollonia 14 stagioni costruendo la sua casa nel punto più alto dell’antica città dove un tempo sorgeva il tempio di Apollo, la casa e il museo vennero poi distrutti dai bombardamenti e nei lunghi anni del Comunismo furono poche le ricerche portate avanti nel sito che è stato scavato solo per il 10%.

Oggi gli scavi continuano anche grazie alle collaborazioni con le università straniere e dalle indagini fatte si è riusciti a stabilire che l’estensione totale della città di Apollonia era di oltre 1000 ettari, con una necropoli, il porto fluviale e i templi. I reperti ritrovati, i cui pezzi più importanti si trovano ora al museo di Tirana, sono di influenza greca, romana ma anche illirica, e sono molto raffinati perché in città c’era una scuola di scultura, inoltre la città poteva battere moneta e la lingua ufficiale era il greco, indizio questo che fa pensare a una città libera anche in epoca Romana. Apollonia nasconde ancora moltissimi misteri, ben protetti sotto spessi strati di terreno, lì dove oggi i contadini coltivano i loro campi, ma comunque la visita al sito è molto affascinante e fa comprendere meglio i legami tra l’Albania e l’Italia.

3) Come arrivare a Apollonia

A meno di non decidere di soggiornare a Fier, la maggior parte di coloro che visitano il Parco Archeologico di Apollonia lo fanno con una visita in giornata da Durazzo, Valona o da Berat.

Apollonia si trova a circa un’ora di auto da Valona, Vlora in albanese, che è uno dei porti di ingresso nel paese per chi sceglie una vacanza in Albania per questo il Parco Archeologico di Apollonia è una delle cose da vedere vicino a Valona se, dopo essere arrivati in traghetto, decidete di rimanere qualche giorno in città. Altre idee in zona sono le spiagge di Orikum, la Penisola di Karaburun e la laguna di Narta.

Se seguite i link sopra riportati trovate le indicazioni per queste destinazioni albanesi, il nostro consiglio però, se amate la storia, è di valutare di la sosta a Fier che non è una città particolarmente interessante ma permette di visitare anche i siti archeologici di Ardenica e Byllis.

Se decidete di raggiungere Apollonia in macchina dovrete inserire nel navigatore le indicazioni per il centro abitato di Pojan: da lì si arriva a Apollonia in pochissimi minuti. Volendo è possibile anche arrivare a Apollonia in autobus cambiando a Fier e poi prendendo il bus per Pojan (con poi un tratto a piedi).

Se invece siete basati nella capitale ma non avete l’auto valutate i tour guidati di Apollonia da Tirana, ve ne segnaliamo due:

Il vantaggio dei tour organizzati, oltre a non avere il problema degli spostamenti, è che vi permetteranno di avere la visita guidata ai siti archeologici senza la quale si perde buona parte della storia.

Cosa vedere vicino a Valona - Apollonia
Cosa vedere vicino a Valona – Apollonia

4) Cosa vedere a Apollonia e mappa del Parco Archeologico

Il sitoarcheologico di Apollonia permette di vedere edifici originali di diverse civiltà: quella illirica, quella greca e quella romana.

Le parti più visitata di Apollonia sono l’Agorà – dove era organizzata la vita sociale della città, che, anche quando diventa protettorato Romano, mantenne comunque l’influenza greca – e il museo, dove sono esposti i reperti rinvenuti.

Da vedere a Apollonia ci sono il monumento di Aganotheses del II secolo d.C., il Bouleuterion, l’Odeon, il teatro, la villa romana con i mosaici e il tempio di Artemide. Inoltre all’interno del sito archeologico si trovano il monastero bizantino e la chiesa di Santa Maria.

Qui di seguito trovate la mappa del Parco Archeologico di Apollonia per organizzare la vostra visita.

Mappa Parco Archeologico Apollonia - Albania
Mappa Parco Archeologico Apollonia – Albania

5) Informazioni pratiche per visitare il sito archeologico di Apollonia

Ecco alcune informazioni per visitare Apollonia:

  • Il Parco Archeologico di Apollonia sorge su una collina ed è circondato da uliveti con pochissima ombra.
  • Il costo del biglietto di Apollonia al momento della nostra ultima visita era 400 lek.
  • Insieme al biglietto non ci sono state fornite mappe di Apollonia, ci sono alcune mappe all’ingresso e in pochi altri punti del sito, la segnaletica è scarsa.
  • Il Parco Archeologico di Apollonia è gigantesco e solo una minima percentuale delle bellezze del luogo sono state scoperte.
  • Noi abbiamo effettuato la visita con una guida in loco ma non è detto che ne troviate, nel qual caso cercate di informarvi prima perché senza guida si perde tanto del sito.
  • Nel sito si trovano due bar-ristoranti per fare una sosta o mangiare qualcosa, uno è all’ingresso mentre il secondo si trova sulla collina.
  • Gli orari di apertura di Apollonia sono dalle 9.00 alle 20.00 in estate (ma verificate perché potrebbero esserci cambiamenti).

6) Visitare Apollonia con i bambini

Purtroppo al momento della nostra visita non venivano organizzate attività per i bambini in questo sito archeologico. Se decidete di visitare Apollonia coi bambini non dimenticate la crema solare e un cappellino perché il caldo e il sole si fanno sentire e nel sito non c’è molta ombra e se i bimbi sono piccoli evitate il passeggino perché i sentieri sono disconnessi e a tratti abbastanza ripidi.

All’interno del Sito Archeologico di Apollonia c’è un ristorante dove poter mangiare con i bimbi ma portatevi qualche snack perché lo dovrete raggiungere a piedi ma il parco è grande e orientarsi non è facilissimo.

7) Cosa vedere Vicino a Apollonia

Oltre alla città di Valona e a quella di Fier valgono la visita anche le spiagge di Orikum e della Penisola di Karaburun e il Monastero di Ardenica.

Nel blog trovate diversi articoli e consigli per una vacanza in Albania ma vi suggeriamo di non partire senza una buona guida del Paese delle Aquile.

Il sito archeologico di Apollonia - monastero
Il sito archeologico di Apollonia – monastero

I nostri consigli riguardo al sito di Apollonia terminano qui, vi lasciamo poi il nostro itinerario in Albania completo e qualche consiglio per l’Albania mentre se vi è piaciuto questo articolo seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube dove abbiamo conviso scatti e video del Paese delle Aquile.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

Lascia un commento