La Compostela per Santiago

Cose utili da sapere per il Cammino di Santiago

Continuiamo con gli articoli pratici dedicati alle cose da sapere per sopravvivere al Cammino di Santiago. Sul sopravvivere sto scherzando ovviamente ma, visto che le emozioni le vivrete là in real time, io provo qui a darvi qualche dritta per partire. Quindi dopo aver parlato delle scarpe adatte per andare a Santiago, dello zaino e di come prepararsi per il Cammino con un bambino questa volta approfondisco alcune cose che utili da sapere prima della partenza.

Però se siete curiosi di leggere anche le emozioni vi rimando all’articolo linkato, scritto di pancia dopo il secondo ritorno. Detto questo, pronti per partire per il Cammino di Santiago? Buen Camino!

  1. Cosa mettere nello zaino per il Cammino di Santiago
  2. Dove dormire sul Cammino per Santiago
  3. Dove mangiare sul Cammino di Santiago
  4. Cos’è la Credenziale
  5. Come ottenere la Compostela

Qui sotto trovate tutti i nostri consigli – vi basterà cliccare per andare alla sezione di vostro interesse – ma se avete poco tempo per leggere… C’è anche il video.

1. Cosa mettere nello zaino per il Cammino di Santiago

A proposito di cosa mettere nello zaino per Santiago abbiamo scritto un post ad hoc e anche realizzato un video, in cui abbiamo inserito la lista scaricabile dei prodotti che ci sono serviti (utile per l’estate). Vi lasciamo quindi il link e il video così che possiate avere tutte le informazioni necessarie per partire.

Qui ribadiamo solo la necessità di stare leggeri: lo zaino per Santiago dovrebbe pesare al massimo il 10% del peso del pellegrino. Per fare questo calcolo tenete presente che oltre al peso del contenuto conta anche la “tara” dello zaino e che la borraccia piena aggiungerà un altro chilogrammo al peso totale. Per questo evitate cose inutili e minimizzate il resto. Considerate che tutto ciò che dovesse mancarvi lo potrete acquistare là.

Una domanda frequente dei  pellegrini credenti è se portare la Bibbia sul Cammino di Santiago visto che anche questa ha un peso. A questo proposito considerate che troverete molte chiese dove fermarvi e che, qualora non doveste parlare altre lingue, potreste considerare l’idea di scaricare la Bibbia in formato eBook. Cercate iBreviary e avrete la vostra Bibbia leggera a disposizione in ogni momento.

Infine andando contro coloro che sostengono che “Sin dolor no es Camino” ci sentiamo di ricordarvi anche che lungo il percorso troverete dei servizi per trasportare lo zaino del Cammino di Santiago da una tappa all’altra. Alcuni sono gestiti da privati ma ci sono anche le poste spagnole (Correos) che danno questo supporto ai pellegrini. A nostro parere il Cammino non è una gara e il peso sulle spalle non fa il valore del pellegrinaggio.

Gli ultimi 100 chilometri del Cammino di Santiago
Gli ultimi 100 chilometri del Cammino di Santiago

2. Dove dormire sul Cammino di Santiago?

Dove si dorme sul Cammino di Santiago? Se state pensando di partire probabilmente vi siete fatti questa domanda. In reatà la risposta è “dipende” perché le possibilità sono tante:

  • Albergue (ovvero gli ostelli): Si tratta i strutture a volte pubbliche o altre volte private, con costi bassi, bagni in comune e camerate (talvolta con letti a castello). Hanno la cucina in comune per chi vuole cucinare, lavatrici a gettone (talvolta anche asciugatrici) e sono “a riempimento” (priorità viene data a chi arriva prima e ai pellegrini a piedi). A volte troverete le macchinette per la colazione altre dovrete organizzarvi la sera prima con il necessario.
  • Hotel: Anche sul Cammino di Santiago troverete hotel di diverso livello con costi che variano ma normalmente hanno la possibilità di fare colazione.
  • Case Rural: Normalmente più spartane degli hotel, offrono camere private arredate in modo semplice, spesso hanno lavatrice e asciugatrice, talvolta offrono la possibilità di cenare e anche la prima colazione a prezzi interessanti.

Decidere dove dormire sul Cammino di Santiago dipende da molte cose:

  • Quanto volete spendere: Se volete (o potete) spendere poco la soluzione migliore sono gli albergue (o ostelli) che di solito vanno da 5 euro a 10/15 euro (per alcuni non è nemmeno prevista una tariffa bensì un donativo, cioè una donazione). Qui vi daranno un posto letto in camerata con bagni in comune e null’altro. Portatevi i tappi per le orecchie!
  • Cammino di Santiago da soli o in compagnia: La prima volta che ho fatto il Cammino eravamo in due e siamo andati in albergue, la secondo con nostro figlio siamo stati in Case Rural. Con i bambini piccoli gli ostelli potrebbero essere un po’ difficoltosi: si dorme in camerata, i bagni sono in comune, molti pellegrini partono alle 5 del mattino o anche prima, moltissimi russano e non si è certi di trovare posto.  Di contro se siete da soli l’ostello vi permetterà di vivere pienamente lo spirito di comunione e fratellanza che il Cammino di Santiago sa donare.
  • Tolleranza alle “scomodità”: Se siete tra quelli che si svegliano al primo rumore, che hanno bisogno di tranquillità e di una lunga doccia bollente a fine giornata o di un bagno privato dormire negli ostelli del Cammino di Santiago non è una buona idea. In questo caso meglio un hotel o una casa rural. Fidatevi.
Cammino di Santiago con bambini - cose da sapere
Cammino di Santiago con bambini – cose da sapere – Bastoni abbandonati all’Ufficio del Pellegrino

3. Dove mangiare sul Cammino di Santiago

Le possibilità per mangiare lungo il Cammino di Santiago non mancano. Soprattutto se farete l’ultimo tratto del Francese troverete bar, locande e ristoranti quasi ovunque ma in generale intorno agli albergue c’è sempre qualcosa “a distanza di piede di pellegrino” per la cena che di solito è il pasto principale.

Moltissimi ristoranti – tutti quelli che abbiamo trovato noi almeno – offrono il “Menù del Pellegrino” che vi permetterà di mangiare due portate, acqua e a volte anche un dolce per una cifra adeguata (sui 10 euro) presentando la Credencial. Per pranzo tanti pellegrini si attrezzano con qualcosa di veloce da infilare nello zaino oppure con un bocadillo comprato lungo il Cammino.

4. Cos’è la Credencial o Credenziale

La Credencial o credenziale è un documento che ogni pellegrino porta con sè durante il Cammino di Santiago. Sopra ci sono indicati nome e cognome del pellegrino, il luogo di inizio del Cammino, la direzione e il tipo di cammino (a piedi, a cavallo, in bicicletta o in barca). La Credencial serve per ottenere la Compostela al termine del Cammino di Santiago ma per far questo deve essere timbrata lungo il percorso, apponendo il sello (ovvero il timbro) che troverete nelle postazioni lungo la via.

Normalmente si può timbrare la Credencial in albergue o presso i ristoranti, i bar ma anche nelle chiese. La Credencial vi servirà anche per dormire negli albergue municipal e per avere diritto al menù del pellegrino nei ristoranti, la si può richiedere alla Confraternita di San Giacomo ricevendola per posta prima di partire oppure direttamente alla partenza (in albergue di solito la danno).

Arrivo a Santiago - Compostela
Arrivo a Santiago – Compostela

5. Cos’è la Compostela e come la si ottiene

La Compostela è ciò per cui, originariamente, si mettevano in cammino i pellegrini. Si tratta di un documento che viene concesso ai pellegrini che hanno percorso almeno gli ultimi 100 chilometri a piedi del Cammino di Santiago oppure gli ultimi 200 chilometri a cavallo o in bicicletta.

La Compostela certifica il completamento del pellegrinaggio e viene concessa solo a chi ha affrontato il Cammino di Santiago “con sentido cristiano y actitud de bùsqueda“: in pratica non è necessario essere cristiani credenti per ottenerla ma è importante l’atteggiamento di ricerca spirituale con cui si affronta il percorso. Detto in parole povere: il Cammino di Santiago non è (solo) un bel viaggio. Chi invece decide di fare il Cammino per intenti sportivi o “turistici” può ottenere un altro certificato chiamato “Certificato del Pellegrino”.

A questo proposito una curiosità che abbiamo scoperto facendo il Cammino di Santiago con nostro figlio è che la Compostela per i bambini che ancora non hanno fatto la Comunione è diversa da quella dei pellegrini “normali”. Mentre i neonati o i bimbi ritenuti troppo piccoli per comprendere l’intento del Cammino vengono normalmente inclusi nella Compostela dei genitori. Nostro figlio, a sei anni compiuti, ha quindi ricevuto la sua Compostela da bimbo.

Per ottenere la Compostela dovrete ricordarvi di timbrare la Credencial durante il vostro percorso: fate attenzione però perchè se deciderete di percorrere gli ultimi 100 chilometri del Cammino Francese dovrete apporre almeno due timbri al giorno. La Compostela si ritira all’Ufficio del Pellegrino che si trova non lontano alla Cattedrale di Santiago de Compostela, in Rúa de Carretas, 33. Potrebbe esserci un po’ di coda quindi munitevi di pazienza.

Infine qui sopra trovate un breve video con qualche informazione utile da sapere per il Cammino di Santiago. Se poi avete domande scriveteci un commento sotto oppure un messaggio su Facebook, Instagram o YouTube.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer