Vacanza in Costa Smeralda coi bambini - Faro di Capo Ferro

Costa Smeralda quando piove: il Parco Archeologico di Arzachena

Cosa si fa in Costa Smeralda con i bambini quando piove? Perchè non andare ad Arzachena a vedere il Parco Archeologico e portare pure i bimbi?

Non fate quella faccia incredula: ebbene sì, anche in Sardegna piove. Almeno ogni tanto. E soprattutto ha piovuto un sacco l’ultima volta che siamo stati in vacanza in Costa Smeralda, con nuvoloni neri che ci hanno rincorsi per tutto il viaggio. Quindi sarà colpa del surriscandamento globale, del buco dell’ozono o delle stagioni che non esistono più, io non lo so, fatto sta che noi, visto che non smetteva di piovere, ci siamo diretti verso il Parco Archeologico di Arzachena.

[cml_media_alt id='14304']Vacanza in Costa Smeralda - il sito archeologico di Arzachena[/cml_media_alt]
Vacanza in Costa Smeralda – il sito archeologico di Arzachena

Il Parco Archeologico di Arzachena: Storia

Arzachena è il capoluogo della Costa Smeralda, una zona famosa in tutto il mondo per la bellezza del suo mare e delle sue spiagge. Ma proprio qui, poco lontano dalle acque cristalline della Sardegna, si trova uno dei parchi archeologici più importanti per comprendere la storia dell’isola.

Il parco è composto da otto siti archeologici che richiedono un po’ di tempo per una visita completa ma che sono perfetti per non annoiarsi durante una giornata di pioggia in Costa Smeralda! I monumenti risalgono a oltre 3.000 anni prima di Cristo e testimoniano la cultura delle popolazioni che vivevano in Sardegna, la cui storia è in parte ancora avvolta nel mistero.

[cml_media_alt id='14974']Parco Archeologico di Arzachena il Nuraghe la PRISGIONA[/cml_media_alt]
Parco Archeologico di Arzachena il Nuraghe la PRISGIONA

Visitare il Parco Archeologico di Arzachena

Il parco comprende diversi siti tra complessi nuragici, tombe dei giganti e necropoli di varia grandezza e a seconda del tempo che avete a disposizione per visitare il Parco Archeologico di Arzachena potete concentrarvi su vari monumenti. Cercate però di dedicare almeno mezza giornata al sito perché comunque la visita richiede un po’ di calma.

Troverete diverse biglietterie e potrete acquistare i biglietti per una sola attrazione o varie combinazioni. Per spostarvi avrete bisogno della macchina visto che i siti sono dislocati sul territorio del comune di Arzachena, la Tomba dei Giganti di Coddu Vecchiu e la Prisgiona però si possono anche raggiungere spostandosi a piedi dalla biglietteria principale.

Tomba dei Giganti di Coddu Vecchiu – o Tomba di Coddu ‘Ecchiu – è uno dei siti più spettacolari: un monumento funebre costruito in granito e risalente al 2500 a.C. La tomba è rimasta quasi del tutto intatta ed è una delle testimonianze più imponenti dell’era nuragica, a testimonianza dell’importanza che in quel periodo aveva il legame fra i vivi e i defunti.

Il Nuraghe la Prisgiona è l’altro sito molto famoso, un complesso nuragico composto da un nuraghe e da un villaggio di circa un centinaio di capanne. L’edificio era composto dal mastio centrale e da due torri laterali con camere e nicchie delimitate da mura con un pozzo dove sono stati ritrovati vari reperti. La visita può essere effettuata individualmente – con il supporto di un depliant informativo – oppure è possibile partecipare a visite di gruppo.

Molto famosa è anche la Necropoli di Li Muri, testimonianza delal cultura dei circoli megalitici gallurese, e la Tomba dei Giganti di Li Lolghi. Al di là di queste antiche testimonianze poi molto suggestivo è il contesto naturalistico in cui sono inserite nonché il pensiero di come dovevano apparire queste enormi costruzioni agli antichi abitanti dell’isola. Non è un caso infatti secondo me che in Sardegna si siano sviluppate tante leggende di giganti e streghe: queste costruzioni così particolari e imponenti appaiono davvero costruite da mani non umane.

[cml_media_alt id='14972']Vedute dal Parco Archeologico di Arzachena[/cml_media_alt]
Vedute dal Parco Archeologico di Arzachena

Il Parco Archeologico di Arzachena con i bambini

Sebbene la visita al Parco Archeologico di Arzachena non sia espressamente pensata per i bambini visto che, almeno quando ci siamo andati noi, non erano previste visite ad hoc per loro noi ci siamo stati insieme a nostro figlio. Se ci andate con i bimbi ancora piccoli però evitate il passeggino e tenete presente che dovrete portarvi una merenda e qualcosa da bere.

Altre cose da vedere in Costa Smeralda con i bambini

La Costa Smeralda, lo sappiamo tutti, è famosa in particolare per le sue spiagge frequentate dal jet-set internazionale che ormai da anni trascorre le vacanze in località molto VIP come Porto Cervo. Nonostante però l’affluso di turisti che ogni anno si riversano sul territorio la zona è di una bellezza rara e, per certi versi, sorprendente. Se volete saperne di più su un itinerario da fare in Costa Smeralda con i bambini al seguito potete leggere l’articolo seguendo il link.

Per maggiori informazioni riguardo una vacanza in Sardegna lasciateci un commento sotto a questo articolo oppure scriveteci su Instagram, Facebook e YouTube, ci farà piacere rimanere in contatto anche lì. Intanto qui sotto trovate un video dedicato proprio al nostro ultimo viaggio in Costa Smeralda.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer