Cuba fai da te guida per organizzare il viaggio

State organizzando un viaggio fai da te a Cuba? Bene, preparatevi a una delle esperienze che più vi travolgerà (almeno parlando di viaggi nel mondo!). Perchè quest’isola caraibica ti entra dentro, pur con tutte le sue contraddizioni e con il suo volerti mettere alla prova come viaggiatore, nel tentativo di capire un paese che è entrato nel mito e nell’immaginario collettivo ma che oltre ai resort nasconde molto altro. E non tutto brilla come il suo mare…

Qualcuno sconsiglia di organizzare un viaggio a Cuba indipendente. In realtà l’isola è sicura anche se non è così “banale” guidare sulle strade cubane (seguite il link per saperne di più!) e gestire la mancanza di connessione che ci ha abituati a vivere sempre iperconnessi, anche da viaggiatori. Questo è il motivo per cui in tanti scelgono di fare una vacanza organizzata nei resort, magari con qualche escursione per avere giusto un assaggio del paese.

Ma se avrete voglia di andare al di là delle zone più turistiche scoprirete la parte più autentica dell’isola, fatta non solo di spiagge idilliache e vecchie Cadillac colorate. Perché Cuba è un’isola meravigliosa, una destinazione che con le sue contraddizioni, la sua storia e cultura uniche al mondo e i suoi paesaggi mozzafiato, dovrebbe essere nella “wishlist” di qualsiasi viaggiatore curioso.

Quali sono le cose da sapere prima di un viaggio a Cuba indipendente?

Se avete deciso che la vostra prossima avventura vi porterà proprio lì, nella più grande isola dei Caraibi, sappiate che state per visitare uno dei pochi luoghi al mondo dove il turismo di massa non ha radicalmente modificato la cultura locale, che resta autentica e ricchissima, e dove il consumismo è stato tenuto alla larga dall’embargo americano e dal sistema comunista. La rivoluzione permanente ha sicuramente luci ed ombre, ma siccome ci ripetono da anni che l’unicità di Cuba è a rischio e che le cose stanno cambiando molto velocemente sull’isola, nel dubbio è meglio visitarla il prima possibile, quindi non possiamo che farvi i complimenti per la vostra scelta! Non ve ne pentirete, sia le grandi città che le splendide spiagge e l’entroterra hanno tantissimo da offrire a un viaggiatore attento, e siamo sicuri che amerete alla follia la gente, la musica, i sigari e i mojitos!

Abbiamo provato a rispondere a un po’ di domande che ci siamo fatti anche noi prima di partire, una sorta di mini guida per Cuba fai da te. Di seguito quello che troverete in questo articolo, cliccando sui link potrete andare a leggere direttamente le sezioni di vostro interesse. Se poi cercate una guida cartacea noi ci siamo trovati bene con la Lonely Planet di Cuba, in questo caso affidabile e precisa.

  1. Documenti necessari
  2. Visto per Cuba
  3. Polizza Sanitaria per Cuba
  4. Muoversi a Cuba
  5. Moneta cubana
  6. Pagamenti
  7. Costi e mance
  8. Vaccinazioni necessarie
  9. Meteo di Cuba
  10. Periodo migliore per partire
  11. Dove dormire
  12. Prenotazioni delle case particular
  13. Schede telefoniche e internet

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: I PROBLEMI DI CUBA

Foto tramonto Cuba

Quali sono i documenti necessari per andare a Cuba?

Per i viaggiatori italiani è possibile andare a Cuba con passaporto con validità residua di almeno sei mesi. Per guidare basta la patente di guida italiana. Inoltre servono la tarjeta de turista (visto) e un’assicurazione di viaggio.

E’ richiesto il visto per Cuba?

Sì, per entrare a Cuba serve il visto. Il visto turistico della durata di 30 giorni è obbligatorio, costa 25€ e per ottenerlo dovete richiederlo agli uffici consolari di Milano e Roma, recandovi personalmente al Consolato oppure rivolgendovi ad una delle agenzie autorizzate (dovrete indicare oltre ai dati dei documenti anche i dettagli del volo e l’indirizzo della prima notte, nonché l’assicurazione)

Il costo del visto è di 25 euro e si può prorogare fino a 60 giorni presso l’ufficio immigrazione de l’Avana.

Serve la polizza sanitaria per Cuba?

Come indicato anche dalla Farnesina la polizza viaggio per Cuba non solo è consigliata ma, dal 2010, obbligatoria per entrare nel paese. Fate attenzione però perchè non tutte le compagnie sono accettate (non lo sono ad esempio quelle americane) e dovete valutare bene i massimali. Noi stiamo utilizzando l’assicurazione di viaggio Heymondo e se volete saperne di più sui costi potete fare un preventivo on line inserendo i dati del vostro viaggio (cliccate sul link così da vedere i dettagli, potete in questo modo ottenere il 10% di sconto sul costo ufficiale).

Come è meglio muoversi a Cuba?

Ci sono varie opzioni per spostarsi a Cuba e scegliere un mezzo di trasporto o un altro dipende soprattutto dal tempo che avete a disposizione, dal vostro livello di pazienza e ovviamente dal budget.

Se volete essere più liberi di visitare zone meno gettonate dai turisti, l’ideale è noleggiare un auto. Purtroppo quelle che ci sono sono care e guidare a Cuba non è facile per via delle strade (se volete saperne di più seguite il link).

Ci sono poi un paio di compagnie aeree che offrono voli interni. E c’è una compagnia di autobus comodi per i viaggiatori (Autobus Viazul, dedicati ai turisti), ma in entrambi i casi potrete raggiungere solo le destinazioni più turistiche. Le alternative sono i taxi particular e i taxi collettivi. I primi sono più o meno costosi come il noleggio auto ma se non ve la sentite di guidare sono una buona idea. I secondi sono meno costosi ma limitati negli spostamenti (le tratte sono quelle che fanno gli altri passeggeri anche se sono più veloci dei bus e vi porteranno fino alla destinazione finale). Il trasporto pubblico invece è disastroso, ve ne renderete conto appena giunti sull’isola con file di persone sotto ai cavalcavia in attesa di un passaggio.

Qual è la moneta di Cuba?

La moneta locale cubana è il CUP, o peso nacional, ma per i turisti esiste un sistema economico parallelo, quello basato sul CUC, la moneta turistica (molto più cara!). Nel momento in cui scriviamo questo articolo, 1 CUC equivale a circa 0.89€.

Come si paga a Cuba?

Appena arrivati in aeroporto, vi conviene cambiare i vostri euro in CUC oppure prelevare agli sportelli automatici. Ricordatevi che i pagamenti sono praticamente sempre in contanti (tranne che nei resort) quindi dovrete avere una scorta di “cash” con voi, specialmente se visitate aree poco battute.

Le principali carte di credito o debito non sempre vengono accettate. In particolare non vengono accettate le carte di credito americane (American Express e Diners) e anche con Maestro potreste avere problemi. Più facile invece è utilizzare Visa e Poste Pay. In ogni caso il pagamento con le carte non è molto diffuso.

Quanto costa un viaggio fai da te a Cuba?

E’ difficile dare un’idea di quanto costa un viaggio indipendente a Cuba ma per farvi un’idea tenete presente che il costo della vita è simile a quello dell’Italia se si ragiona in CUC. Ovviamente però questa è un’economia che funziona solo per i turisti, i cubani non pagano secondo queste logiche.

Le mance non sono obbligatorie ma molto gradite, soprattutto perché la popolazione locale guadagna davvero poco.

LEGGI ANCHE: IL MARE DI CUBA

Foto spiaggia di Cuba

Quali sono le vaccinazioni necessarie per Cuba?

Non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria per viaggiare a Cuba, ma se avete dubbi potete rivolgervi a qualsiasi centro locale di medicina del viaggiatore per farvi consigliare e, se necessario, effettuare i dovuti richiami delle vaccinazioni.

Sul sito ufficiale della Farnesina – Viaggiare Sicuri potete consultare le raccomandazioni sanitarie aggiornate: i principali “pericoli” sono quelli derivanti dalle punture di zanzare che possono passare la Dengue e lo Zika, dal colera e dai virus gastrointestinali. Fate attenzione all’acqua, vi consigliamo di bere solo quella in bottiglia e organizzatevi con un potente anti-mosquitos perchè soprattutto al tramonto possono essere terribili e dare origine a brutti sfoghi o infezioni (follicolite).

Com’è il meteo a Cuba?

Il clima cubano è tropicale, con una temperatura media sui 25 gradi e due stagioni: quella secca (da novembre ad aprile) e quella umida/delle piogge (da maggio a ottobre).  Nella stagione delle piogge possono verificarsi tempeste tropicali e uragani.

La temperatura del mare è tendenzialmente calda, sui 26 gradi.

Qual è il periodo migliore per andare a Cuba?

Il periodo migliore per visitare Cuba sono i nostri autunno/inverno/primavera (da novembre a maggio). Negli altri mesi ci sono comunque turisti ma c’è il rischio di pioggia e quello, non insolito, di tempeste o uragani.

L’alta stagione è quindi la stagione secca, anche se luglio e agosto sono comunque mesi affollati e quindi costosi. Visitare Cuba in alta stagione significa trovare prezzi più alti e minori disponibilità.

Dove è meglio dormire a Cuba?

Se volete vivere il vostro viaggio fai da te a Cuba a contatto con la vera essenza dell’isola la soluzione migliore sono le case particulares. Si tratta di case che hanno ottenuto l’autorizzazione del governo a ospitare i turisti (quindi non tutte le case possono accogliere i viaggiatori!), registrate e certificate.

Le case partibulares di Cuba non sono solo la soluzione più economica ma anche quella che vi permetterà di entrare in contatto con la popolazione. Normalmente oltre al pernottamento e alla colazione avrete anche modo di cenare nella casa: il menù è più o meno sempre lo stesso ma la cucina è casalinga e (parere personale) sono molto meglio dei ristoranti statali. E potrebbe anche esservi offerta qualche prelibatezza come le aragoste!

Come prenotare le case particulares cubane?

Le prenotazioni delle case particulares cubane possono essere fatte direttamente anche prima della partenza tramite mail. Le risposte non sono immediate ma arrivano! Ci sono poi dei siti dedicati proprio alle prenotazioni delle case particular, non li abbiamo utilizzati quindi non abbiamo informazioni aggiuntive.

Il consiglio è quello di prenotare dall’Italia almeno le prime notti. Poi se non è un problema per voi essere flessibili (anche nell’itinerario) potete chiedere direttamente ai vostri padroni di casa che vi daranno i riferimenti utili di amici o parenti che possono ospitarvi nelle tappe successive. A noi è capitato di dover disdire delle prenotazioni (per problemi di salute) e sono stati davvero gentilissimi.

Volendo potete anche prenotare in loco arrivando direttamente alla meta e scegliendo la casa che vi piace di più ma in questo caso evitate l’alta stagione.

Come fare a telefonare e navigare in internet a Cuba?

A meno che non abbiate una tariffa ad hoc con il vostro operatore (noi al tempo l’avevamo) la migliore soluzione è acquistare una scheda telefonica cubana. Le schede telefoniche non possono collegarsi a internet.

Internet non è così diffuso nelle strutture ricettive, soprattutto fuori da L’Avana. Ci sono però alcuni wi-fi gratuiti nelle piazze principali delle città.

Ovviamente questa è solo una mini guida per organizzare un viaggio a Cuba fai da te, tanto altro ci sarebbe da dire sull’isola ma per ora ci fermiamo qui sperando di aver risposto a un po’ delle vostre domande e dubbi. Intanto se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube poi se vi va sul blog trovate altri articoli dedicati al nostro viaggio.

Lascia un commento