Video Recensione Residence Dimora De Mauro

Dove dormire in centro a Catania: la Dimora De Mauro

Ci sono luoghi che non si limitano a ospitarti, ti accolgono. E soprattutto ci sono posti dove non si va semplicemente in vacanza, si entra nella storia. Questo è stato per noi il caso della Dimora De Mauro, il residence dove siamo stati ospiti durante il nostro itinerario in Sicilia dello scorso marzo. Questo residence di catania è stata la nostra casa durante il nostro soggiorno in città ed è sicuramente una struttura che ci fa piacere consigliarvi per tanti motivi ma soprattutto un struttura bella da raccontare per chi come noi ama le storie. Perché quando si varca il suo portone di entra nella storia di Catania.

La Dimora de Mauro a Catania

Per capire quello che sto dicendo devo però farvi una piccola parentesi: questo residence nel centro di Catania è di proprietà della famiglia De Mauro da generazioni. Ancor prima di essere acquistato dal trisavolo degli attuali proprietari però, quello che oggi è un residence di Catania, era uno storico borgo nel cuore della città. A quel tempo il pesante portone di legno all’ingresso era sempre aperto. Il cortile, oggi arredato con eleganti tavolini di ferro, era pieno di voci e rumori perché all’interno di queste antiche mura la gente viveva e lavorava, visto che qui oltre ad abitazioni private c’erano anche botteghe e un’officina. Uno spaccato di città racchiuso tra possenti mura che è rimasto tale fino alla morte del nonno di Carlo, attuale gestore della struttura.

[cml_media_alt id='10602']Dimora De Mauro a Catania[/cml_media_alt]
Dimora De Mauro a Catania
[cml_media_alt id='10594']Dimora De Mauro a Catania - Gli arredi ottocenteschi[/cml_media_alt]
Dimora De Mauro a Catania – Gli arredi ottocenteschi
[cml_media_alt id='10595']Dimora De Mauro a Catania - Gli spazi esterni[/cml_media_alt]
Dimora De Mauro a Catania – Gli spazi esterni
Da quel momento la dimora ha subito un inesorabile declino, con danni strutturali che l’hanno portata ad essere abbandonata a se stessa. L’edificio dove ora sorge il residence era un palazzo storico abbandonato, così come ce ne sono tanti nelle nostre città, in questa Italia che ha talmente tanta storia da potersela dimenticare. Carlo e suo padre però non hanno voluto lasciare che le cose andassero così. Non potendo affrontare gli ingenti costi di una ristrutturazione hanno deciso di puntare sulla carta dei bandi europei e, grazie alla loro tenacia e competenza, sono riusciti a vincere la scommessa.

Così Dimora De Mauro è rinata a nuova vita: i lavori di ristrutturazione sono stati imponenti ma oggi la struttura ospita un residence con 18 camere e un’area dedicata alle feste e eventi, dotata di una cucina professionale. Grazie alla lungimiranza dei proprietari la struttura è parzialmente autosufficiente a livello energetico, con pannelli solari e cisterne per il riciclo dell’acqua piovana Ma la cosa più bella secondo noi è che la famiglia De Mauro non ha ristrutturato la propria antica abitazione per tenerla solo per sé. L’ha invece almeno in parte restituita alla città, visto che al suo interno vengono organizzate feste di laurea e eventi privati, ma anche serate musicali e pranzi aperti a tutti.

[cml_media_alt id='10599']Dimora De Mauro a Catania - Le sale storiche[/cml_media_alt]
Dimora De Mauro a Catania – Le sale storiche
[cml_media_alt id='10598']Dimora De Mauro a Catania - La scalinata che conduce in terrazza[/cml_media_alt]
Dimora De Mauro a Catania – La scalinata che conduce in terrazza
[cml_media_alt id='10601']Dimora De Mauro a Catania - Tavolini dove chiaccherare[/cml_media_alt]
Dimora De Mauro a Catania – Tavolini dove chiaccherare
Di fatto quindi questa antica dimora pur rimanendo sempre “casa De Mauro” ma è anche aperta alla collettività. Oltre ovviamente a essere una casa per i turisti che decidono di sceglierla per il loro soggiorno a Catania, proprio come noi. Noi ci siamo rimasti due giorni, col senno di poi un tempo troppo breve per visitare Catania e godersela davvero. Ma tant’è, volevamo vedere la Sicilia il più possibile e abbiamo organizzato tutto con tappe serrate.

La cosa che ci ha colpiti di più quando siamo entrati è che, pur essendo proprio nel cuore della città e a pochi passi dal Duomo, una volta che il pesante portone della Dimora si è chiuso alle nostre spalle ci è sembrato di entrare in un altro mondo. Dentro al cortile illuminato dal sole o nel giardino pensile che guarda i tetti della città la pace è assoluta. Ma la città è proprio lì fuori e basta una breve passeggiata per immergersi nel caotico e folkloristico vociare della Pescheria o infilarsi in uno dei tanti ristoranti tipici.

Insomma noi siamo stati bene in questo residence quindi ve lo segnaliamo se state cercando un posto dove dormire a Catania coi bambini. Come al solito qui sotto se vi va trovate qualche informazione in più.

[cml_media_alt id='10597']Dimora De Mauro a Catania - La camera da letto del nostro appartamento[/cml_media_alt]
Dimora De Mauro a Catania – La camera da letto del nostro appartamento
[cml_media_alt id='10600']Dimora De Mauro a Catania - Roberto in cucina[/cml_media_alt]
Dimora De Mauro a Catania – Roberto in cucina

Dormire a Catania: il Residence Dimora de Mauro

Informazioni pratiche sulla Dimora de Mauro

La Dimora de Mauro si trova proprio in centro città, ha 18 camere ed è aperto tutto l’anno. Gli appartamenti sono arredati con cura e in modo funzionale, con tutto l’occorrente per cucinare e anche la lavastoviglie. La stanza dove eravamo noi aveva un’ampia camera matrimoniale e un secondo ambiente, con un angolo pranzo, la cucina e un grande divano letto matrimoniale. Maggiori informazioni le trovate direttamente sul sito ufficiale della struttura ma se volete leggere le recensioni e cercate le offerte vi lasciamo anche il link alla pagina della Dimora de Mauro su Bookig visto che questo è normalmente il sito utilizziamo per le prenotazioni.

Volendo dal residence si può dimenticarsi la macchina e uscire a piedi per visitare Catania e per gli ospiti sono previste delle convenzioni con guide che portano i turisti a visitare l’Etna e i crateri, con percorsi naturalistici e di trekking che partono proprio dalla struttura. Inoltre durante la stagione estiva sono previste convenzioni con i lidi, che chi vuole rimanere più a lungo e godersi anche la vita di mare.

[cml_media_alt id='10596']Dimora De Mauro a Catania - I salottini del terrazzo[/cml_media_alt]
Dimora De Mauro a Catania – I salottini del terrazzo

Residence Dimora de Mauro: Perché ci è piaciuta

  • L’eleganza del residence, la tranquillità e il silenzio
  • La zona centralissima e comoda per visitare Catania a piedi
  • La funzionalità dell’appartamento, con l’occorrente per cucinare e la lavastoviglie

[cml_media_alt id='10579']Catania - Via Antonino di Sanguiliano presso la Dimora De Mauro[/cml_media_alt]
Catania – Via Antonino di Sanguiliano presso la Dimora De Mauro
[cml_media_alt id='10586']L'Etna visto dall'omonima via in centro a Catania[/cml_media_alt]
L’Etna visto dall’omonima via in centro a Catania

Informazioni utili per visitare Catania

Cosa vedere a Catania e dintorni

Catania è una città meravigliosa che merita secondo noi un posto d’onore all’interno di un itinerario in Sicilia come quello che abbiamo organizzato noi. Nel blog trovate sparsi alcuni racconti tra cui un itinerario per visitare Catania in un giorno, qui vi lasciamo solo alcuni spunti per le cose da non perdere in città:

  • La vivacità e l’atmosfera del mercato de La Pescheria
  • Il Duomo di Catania con la sua piazza
  • Via Etnea con i negozi eleganti e i giardini di Villa Bellini

Da vedere nei dintorni di Catania poi c’è ovviamente l’Etna, con i Crateri Silvestri e la salita in funivia, e la Riviera dei Ciclopi, con Acireale e Aci Trezza. Qui sotto se volete trovate anche un video dedicato a cosa vedere a Catania con qualche consiglio e tante immagini della nostra visita in città.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

Lascia un commento