Dove andare in Sardegna: nord o sud?

Meglio il nord o il sud della Sardegna? Ogni estate sono infatti in tanti a scegliere quest’isola meravigliosa ma alla domanda sui consigli per quale sia la zona migliore dove andare c’è sempre!

Ecco, faccio una premessa: io sull’isola ci sono stata diverse volte in periodi e zone diverse. Ci sono andata in estate, inverno e primavera, in auto ma anche in barca a vela, con itinerari nel nord e sud della Sardegna. Fin dal primo viaggio me ne sono innamorata e la consiglio sempre a chi cerca una meta con un mare cristallino, un entroterra ricco di tradizioni e una gastronomia unica.

Quindi dove è meglio andare in Sardegna?

COME RAGGIUNGERE LA SARDEGNA: per raggiungere l’isola avete due alternative da valutare con vantaggi e svantaggi: aereo o traghetto. Nel caso dell’areo si possono trovare buone tariffe in particolare fuori stagione con le low-cost, l’affitto auto però, trattandosi di un’isola, è spesso caro. Imbarcare l’auto in traghetto invece vi farà risparmiare sul noleggio ma dovete mettere in conto costi più elevati per il viaggio. Per trovare i prezzi dei traghetti potete usare AFerry mentre per i voli io uso Skyscanner che permette anche di monitorare i voli. Seguite i link se non li conoscete.

Sardegna: dove andare?

Le mie sono state vacanze molto diverse. In alcuni casi fatte di mare e salsedine, in altre di (tanti) chilometri macinati in macchina e miglia nautiche. Sono andata alla ricerca delle spiagge più belle e dei siti archeologici meno noti.

Nonostante questo alla domanda se sia meglio la Sardegna nord o sud non saprei proprio cosa rispondere.

Ognuna delle mie vacanze in Sardegna è stata infatti diversa, perché diverse sono le anime di questa regione. Attenzione però, notare le differenze non significa dire che uno sia meglio dell’altro! Semplicemente riconoscere le diversità.

In questo, credetemi, la Sardegna del sud è secondo me molto diversa da quella del nord. Per questo è importante, prima di partire, saperne di più. Così da decidere quale zona dell’isola fa “per noi” (e non rimanere delusi).

Sulcis – Il Pan di Zucchero nel sud della Sardegna

Sardegna nord o sud: differenze e consigli

Iniziamo col dire che il mare, quello sì, è uguale tra nord e sud dell’isola. Un mare meraviglioso, nelle sue tante sfumature di blu. Perché, credetemi, non importa quale sarà la vostra scelta sul dove andare in Sardegna: il colore delle sue acque vi farà innamorare a prima vista.

Ci sono invece alcune differenze che possono essere importanti per chi si trova a dover scegliere la meta.

Differenze tra le spiagge della Sardegna del sud e del nord

La prima differenza tra nord e sud della Sardegna sono le spiagge.

Molto più selvagge, a volte difficili da raggiungere e solitarie le spiagge della Sardegna del sud. Più affollate e attrezzate sono invece quelle della Sardegna del nord.

Questo non significa, però, “meglio” o “peggio” a prescindere.

Perché se ci vai con un bimbo piccolo non è mica poi tanto male raggiungere la spiaggia in automobile. E nemmeno poter fare una doccia calda invece che scendere per una stradina scoscesa carica come un mulo tra ombrellone, borsa frigo e salviettoni, dopo aver lasciato parcheggiato in mezzo allo sterrato. Mentre invece in coppia sono altre le cose che contano, fosse anche solo avere un po’ di intimità in più.

Ma ovvio, questione di gusti e anche di periodi, della vita! 😉

Costi per una vacanza in Sardegna del nord e del sud

Altra differenza che ho notato sono le tariffe. Per quanto ho sperimentato i costi di nord e sud della Sardegna sono leggermente diversi.

Ad esempio quando sono stata in vacanza nella Sardegna del sud ho sempre cenato al ristorante mangiando fino a scoppiare, benissimo e con prezzi molto più che onesti.

Invece al nord della Sardegna ho trovato i prezzi un po’ più cari, anche se il cibo è sempre stato comunque ottimo e abbondante. Anche qui, c’è chi ama cenare in casa, chi vuole provare ogni sera un ristorante diverso e chi sceglie l’hotel. E’ da valutare se questo è un elemento che fa la differenza nella scelta.

La stessa cosa ho notato per le sistemazioni/hotel, più cari nel nord dell’isola. Anche se, a essere onesta, in alcuni casi ho avuto la fortuna di essere ospitata a casa di amici quindi a costo zero! 😉

Quindi dove è meglio andare in vacanza in Sardegna?

Siccome è davvero difficile consigliare se andare in Sardegna del nord o del sud ho preferito ricapitolare quello che è piaciuto a me durante i miei viaggi.

Preciso però che non si tratta di una guida esaustiva con tutti i consigli, ma solo di quello che mi è piaciuto nel nord e sud della Sardegna.

Pronti?

Porto Cervo nel nord della Sardegna

Dove andare in vacanza in Sardegna: nord o sud?

Se state valutando dove andare in Sardegna qui di seguito vi segnalo un po’ di mete, consigli e informazioni utili per la vacanza. Vi basterà cliccare sul titolo per leggere i dettagli e dove possibile ho inserito anche i link agli articoli di approfondimento.

  1. Vacanza in Sardegna del sud
  2. Vacanze in Sardegna del nord
  3. Hotel e appartamenti per una vacanza in Sardegna
Le tonnare del sud-ovest della Sardegna

Dove andare in Sardegna del sud

Il sud della Sardegna è stato il mio primo incontro con questa regione, quello che mi ha fatta innamorare dell’isola e anche il luogo dove sono tornata più volte. Tutte le volte che ci siamo stati ci siamo arrivati in automobile con classico viaggio in traghetto fino a Porto Torres.

Ecco le mete da non mancare secondo me nella Sardegna sud-orientale.

GUIDA DELLA SARDEGNA: di guide della Sardegna ce ne sono moltissime, personalmente mi trovo bene con quella del Touring ma dipende da che “stile” di viaggio avete. Se poi cercate una guida alternativa da abbinare a quella più classica a me è piaciuta “Viaggio in Sardegna” che propone percorsi insoliti sull’isola narrati in modo coinvolgente.

Le spiagge della Sardegna del Sud dove andare assolutamente

Tra le spiagge della Sardegna del sud che mi sono rimaste nel cuore ci sono queste:

  • La spiaggia di Piscinas: immaginate le dune del deserto tra cui si intravede il blu del mare. Ecco questa è la spiaggia di Piscinas a Arbus, probabilmente quella più suggestiva di tutte, con le dune di sabbia modellate dal vento alte fino a 100 metri e acque cristalline.
  • Plage Mesu: questa spiaggia si trova a Gonnesa, in un golfo protetto in cui le rocce formano delle piccole piscine naturali dove anche i bambini possono nuotare tranquilli.
  • Masua: dalle spiagge di Masua si può ammirare uno dei panorami più belli della Costa, con l’isolotto del Pan di Zucchero, uno dei più grandi faraglioni d’Europa, che si staglia proprio lì davanti.
  • Cala Domestica: l’insenatura di Cala Domestica a Buggerru si trova in un’ex zona mineraria dove sono ancora visibili le rovine degli edifici delle miniere ed è una caletta tranquilla con mare trasparente e un’antica Torre Saracena ancora di vedetta.
  • Portixeddu: queste spiaggia a Fluminimaggiore ha mare basso adatto anche ai bimbi dove è piacevole passeggiare.
  • Porto Paglia e le Antiche Tonnare: la spiaggia di Porto Paglia è un paradiso per chi ama fare snorkelling. Dove sorgevano le Antiche Tonnare oggi è stato costruito un insediamento con meravigliose case vacanze a pochi metri dal mare. La strada per salire al parcheggio è però un po’ ripida.
  • Le spiagge di Portoscuso: a Portoscuso si trovano diverse belle spiagge come Paleturri, La Caletta e Porto Paleddu.
  • Villasimius: a Villasiumius ci sono alcune incantevoli spiagge, sisposte a est e a ovest di Capo Carbonara, come Porto sa Ruxi, Cala del Riso e Cala Piscadeddus.

Se  poi volete qualche dettaglio in più sulle spiagge della Sardegna sud-orientale potete leggere anche il post dedicato.

Veduta di Porto Pecora nel sud della Sardegna

Cosa vedere nella Sardegna del sud

Le spiagge della Sardegna del sud sono meravigliose ma il mio consiglio è di visitare anche l’entroterra perché ne vale la pena. Tutta la zona del Sulcis ha infatti un passato minerario affascinante di cui rimangono ancora oggi molte tracce, ma anche la storia della zona è tutta da scoprire.

  • L’Isola di Sant’Antioco e Carloforte: Sant’Antioco è un’isola di origine vulcanica collegata alla terra ferma da un istmo. Oltre ai due centri abitati (Sant’Antioco e Calesetta) che sono caratteristici paesini di pescatori e alle spiagge, vale la pena visitare anche le antiche saline e la colonia di fenicotteri rosa che vivono sull’isola. Da Sant’Antioco ci si può imbarcare per Carloforte, altra isola molto bella dove vale la pena andare per una gita almeno una volta.
  • Domus de Janas: La necropoli a Domus de Janas (letteralmente “casa delle fate“) di Montessu è la più grande della Sardegna e, con la sua collocazione in un antiteatro, è veramente molto suggestiva.
  • Parchi Geominerari: La Sardegna del sud ha una lunga tradizione di miniere che ora sono state quasi tutte chiuse, alcune però sono visitabili o trasformate in Parchi Geominerari che secondo me vale la pena visitare perché raccontano un pezzo della storia di questa regione. Uno si trova vicino alla spiaggia di Piscinas, altri sono a Gonnesa, Masua e Ingurtosu.
  • La Grotta di Su Mannau a Fluminimaggiore: Questa grotta si può visitare con percorsi normali o speleologici e qui vive lo Stenasellus nuragicus un piccolo crostaceo unico al mondo.
  • Tempio di Antas: Costruito da Caracalla nel III secolo d.C. su resti punici questo tempio pare un teatro immerso nella natura e vale la pena visitarlo al tramonto quando la temperatura è più piacevole.
  • Miniere di Sebariu: sempre per conoscere il passato del Sulcis non mancate questa bellissima miniera e il Museo del Carbone. Trovate maggiori informazioni nel post linkato.
  • Cagliari: la città da visitare, con i suoi vicoli e la vista che si gode dalla sommità.
  • Tratalias: un borgo abbandonato che è tornato a nuova vita. La sua storia è affascinante e per questo vi consiglio di inserirlo tra le cose da vedere nella Sardegna del sud. Trovate i dettagli nel link.

Tutta questa parte della Sardegna del sud è poi disseminata di resti nuragici  e resti romanici che probabilmente incontrerete quasi per caso se decidete di spostarvi in automobile. Se poi volete un itinerario nel Sulcis Iglesiente potete seguire il link che porta al post completo.

Un altro modo per conoscere la zona sono le escursioni a cavallo, che possono arrivare fino alla spiaggia. Io l’ho fatta ed è stato veramente emozionante galoppare al tramonto lungo il mare.

mare nord della Sardegna

Dove andare in Sardegna del nord

Anche le mie vacanze in Sardegna del nord, sono iniziate con un viaggio in traghetto. Qui sotto vi riporto le mete che mi sono rimaste più impresse con qualche informazione utile.

Le spiagge della Sardegna del nord da vedere

  • Isola della Maddalena: Le spiagge della Sardegna del nord che più mi sono piaciute si trovano sull’Isola della Maddalena, un vero e proprio paradiso per gli amanti del mare. Tra le tante vi segnalo la spiaggia chiamata La Testa del Polpo, ma io le ricordo tutte bellissime!
  • Isola di Caprera: Anche a Caprera ci sono delle spiagge meravigliose, una molto bella ma difficile da raggiungere è Cala Coticcio, ma tenere presente che oltre al traghetto e a un tratto in auto è necessario fare anche più di mezz’ora a piedi per arrivarci! Anche la Spiaggia del Relitto è bellissima e più facile da raggiungere ma per questo più affollata.
  • Portu Mannu: Questa spiaggia vicina a Palau è molto bella e in parte attrezzata, quindi adatta anche ai bambini più piccoli.
  • Le spiagge di Capo Testa: Il promontorio di Capo Testa a ovest di Santa Teresa di Gallura si trovano alcune bellissime spiagge e calette, come Cala Spinosa, Spiaggia Rena di Ponente, Baia Santa Riparata e Spiaggia dei Graniti. In questa zona il Maestrale può soffiare molto forte però!
  • Isola dei Gabbiani: Questa spiaggia si trova in località Porto Puddu, nel comune di Palau. Si tratta di una spiaggia lunga ma molto ventosa, il posto perfetto per gli amanti del windsurf e per chi ama scattare fotografie! Di fronte si può vedere l’Isolotto dei Cavalli e ancora più lontano la Corsica.
  • La spiaggia della Licciola: Questa spiaggia si trova in località Valle dell’Erica a pochi chilometri da Santa Teresa Gallura. Si tratta in realtà di due spiagge separate da una scogliera immerse nella vegetazione. Il mare qui è passo e sabbioso ma emergono dall’acqua e dalla sabbia degli scogli dalle forme molto particolari.

Ulteriori informazioni sulle spiagge del nord della Sardegna da vedere le potete trovare nel post dedicato.

Dove andare in Sardegna foto Arzachena in Sardegna del nord, il complesso archeologico Nuraghi

Cosa vedere nella Sardegna del nord

La parte nord della Sardegna è molto più turistica di quella del sud. Anche qui però ci sono borghi caratteristici da visitare nell’entroterra e monumenti archeologici oltre che località più modaiole e perfino VIP.

  • Oliena: Questo piccolo centro vicino a Nuoro è un paesino dell’entroterra molto ben conservato, con stradine acciottolate e case vicine tra loro su cui sono stati dipinti dei murales, ed è famoso per l’ottimo vino e per l’artigianato.
  • Tempio Pausania: Situato nel cuore della Gallura questo comune è conosciuto per i suoi palazzi costruiti in blocchi di granito e ci sono alcuni interessanti musei da visitare.
  • Alghero: Una delle città credo più belle della Sardegna, ovviamente se… riuscite a lasciare le spiagge! 🙂
  • Parco Archeologico di Arzachena: uno dei parchi archeologici da vedere nel nord della Sardegna è quello di Arzachena, composto da 8 siti archeologici tra complessi nuragici, tombe dei giganti e necropoli. Trovate maggiori dettagli nel post dedicato.

Se state pianificando una vacanza nella Sardegna del nord ricordatevi che ci sono alcune mete davvero vip della zona. Non so se siete amanti del genere, ma una toccata e fuga a Porto Cervo in Costa Smeralda ci sta tutta! 😉

Spiagge nel nord della Sardegna dove andare in vacanza

Dove dormire durante una vacanza in Sardegna

Durante i miei viaggi in Sardegna ho soggiornato in strutture di tipo diverso: agriturismi, case in affitto e barca. Alcune delle case erano di amici che ci hanno ospitati. Di seguito vi metto i riferimenti delle strutture prenotabili:

Hotel in Sardegna dove andare

Qui di seguito alcuni hotel in Sardegna che abbiamo testato e che possiamo consigliare:

Se invece cercate un family hotel mi hanno segnalato alcuni hotel per bambini in Sardegna molto belli su questo sito (non li ho testati personalmente però). Dateci uno sguardo se volete più informazioni.

Altre idee per una vacanza in Sardegna

Infine tra le vacanze più belle fatte sull’isola c’è poi un viaggio in barca a vela in Sardegna. So bene che una vacanza in barca non è gestibile per tutti ma era un mio sogno e dopo averlo realizzato posso affermare che ne vale la pena ed è un modo diverso per scoprire l’isola.

Ve lo consiglio di cuore consiglio se amate il mare e non vi spaventa la vita “a stretto contatto” con altri! 😉 Ovviamente il mare della Sardegna è veramente top, quindi non rimarrete delusi.

Spero che questo articolo possa aiutarvi nel decidere dove andare in Sardegna per una vacanza. In ogni caso ovunque andrete sarà un viaggio indimenticabile! 🙂 Ovviamente poi se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

2 commenti su “Dove andare in Sardegna: nord o sud?”

  1. Noi andremo in Sardegna per la prima volta a fine agosto- inizio settembre, tra Alghero, Sassari e Isola rossa, un po’ in residence e un po’ in agriturismo e Bad end breakfast: non vedo l’ora! se è bella anche solo la metà della Corsica, mi piacerà di sicuro!

Lascia un commento