Milano con bambini: guida per cosa vedere e fare

Andare in gita a Milano per chi come noi abita nella vicina Brianza è quasi un obbligo, anche perché la città è un vero e proprio polo di attrazione per tutto ciò che sa offrire e per cosa vedere.

Nonostante infatti il capoluogo lombardo sia spesso conosciuto come una metropoli grigia e dedita solo al lavoro non è (proprio) così. Sono molti gli angoli che vale la pena conoscere e visitare e non è un caso che gli stranieri la adorino. Quindi se avete voglia anche voi di visitare Milano con i bambini, provo a darvi qualche spunto sempre dal mio personale punto di vista.

Mini guida per visitare Milano con i bambini

Di seguito provo a riepilogare qualche informazione utile per visitare Milano coi i bambini: il post è organizzato come una miniguida, con le cose da vedere e anche qualche curiosità, vi basterà cliccare sulle voci dell’elenco per andare direttamente al paragrafo di vostro interesse. Inoltre all’interno ci sono i link agli articoli di approfondimento e alle risorse utili.

CONSIGLIO PER RISPARMIARE: se state organizzando un weekend a Milano acquistare il Milan Pass che vi permetterà di risparmiare! Oltre a includere l’ingresso ad alcuni dei musei più famosi di Milano (es. il Museo della Scienza e Tecnologia, il Museo Bagatti, il Museo del Milan, la Pinacoteca, la Triennale e tanti altri…) vi permetterà infatti di utilizzare anche i mezzi pubblici. Seguite i link per saperne le informazioni (si può comprare on line).

  1. Itinerario per visitare la città con i bambini
  2. Dove dormire
  3. Curiosità
  4. Attività per famiglie
  5. Pericoli a Milano in famiglia
  6. Milano con bambini piccoli
  7. Milano con adolescenti e teenagers
  8. Ristoranti
  9. Specialità da assaggiare
  10. Milano a Natale

All’interno del post trovate i link con gli articoli di approfondimento. Tenete presente che se non è la prima volta che venite in città ci sono molte altre cose da vedere a Milano che non ho indicato ma che valgono la visita. Ve ne indico tre di cui potete trovare gli approfondimenti sul blog seguendo i link: la Biblioteca Braidense, Il Cimitero Monumentale e Il Palazzo Lombardia.

Ecco quindi la mia guida di Milano con bambini like a local! 😉

Un itinerario per visitare Milano in tre giorni

Una giornata per vedere Milano è proprio pochino. Se avete solo un giorno a disposizione potreste concentrarvi sul Centro (zona Duomo per intenderci) e tornare con calma a vedere il resto la prossima volta!

Di seguito invece trovate un tour per vedere Milano in tre giorni insieme ai bambini. Ovviamente è un’ottica “bimbo” e… mi scuso in anticipo se dovesse mancare qualcosa.

Cosa vedere a Milano coi bambini: Giorno 1 – la Milano “classica”

Il primo giorno godetevi la Milano più classica. Scendete dalla metro alla fermata Duomo e ammirate la cattedrale e la sua piazza affollata, salendo (se il tempo è bello) fino in cima alla Madonnina e curiosando nel Museo del Duomo. Poi rimanete nella Piazza e visitate il Cenacolo (attenzione a prenotare la visita prima!), Santa Maria delle Grazie e la Pinacoteca Ambrosiana.

Poi dopo esservi presi una pausa sui gradini del Duomo oppure in uno dei numerosi caffè intorno (c’è anche McDonald per chi ha i bimbi “addicted” e ha un occhio al portafoglio), visitate la Galleria (cercate il toro per fare il giro porta fortuna!), arrivate al celebre Teatro della Scala e,infine, se non siete stanchi di musei visitate il Museo Poldi Pezzoli.

Tornate quindi sui vostri passi e percorrete i portici di Via Vittorio Emanuele fino alla Chiesa di San Babila fermandovi al Disney Store per la gioia dei piccoli e terminando poi la giornata nel famoso quadrilatero della moda, per sgranare gli occhi davanti alle vetrine (e ai prezzi) di via Monte Napoleone. Qui c’è una piccola casa-museo, il Museo Bagatti Valsecchi, che organizza molte visite tematizzate per famiglie!

Una giornata troppo intensa? Raccontatemi come è andata!

Cosa vedere a Milano in famiglia: Giorno 2 – Una giornata per i bimbi

Dedicate questa seconda giornata a Milano ai bimbi iniziando con una visita al Museo della Scienza e della Tecnologia di Leonardo, dove nei week end organizzano spesso iniziative e laboratori per i bambini. Poi fate tappa alla bellissima Chiesa di Sant’Ambrogio, e se avete tempo e voglia fermatevi anche all’antica Università Cattolica e alla Chiesa di San Maurizio.

Nel pomeriggio visitate l’imponente Castello Sforzesco (dove è attiva l’iniziativa “Sforzinda” apposta per i bimbi) e se il tempo lo consente fermatevi al Parco adiacente per un po’ di gioco e relax. Altrimenti in caso di pioggia lì intorno non mancano i musei che a mio parere potrebbero interessare i bimbi più grandicelli o… offrire riparo dal freddo e dalla pioggia ai piccoli! (Museo dell’arte Antica, Museo della Preistoria, Museo degli Strumenti Musicali).

Infine, se ai bambini piacciono ai cavalli, un’esperienza da veri milanesi da fare a Milano è andare all’ippodromo a vedere le corse dei cavalli. E se pensate che non sia un luogo adatto ai bambini leggete il post, vi ricrederete!

Cosa fare a Milano coi bambini: Giorno 3 – Arte e passeggiate

L’ultimo giorno a Milano tuffatevi nella Pinacoteca di Brera, un luogo unico da visitare almeno una volta nella vita. Poi dopo aver fatto il pieno di arte prendete la metro per andare… Sui Navigli a vedere una Milano diversa e fluviale! La Darsena di Milano e i Navigli secondo noi sono un modo diverso per vedere Milano e amarla. Qui non mancano i ristoranti, le gelaterie, le creperie …insomma…un modo per fare un giro e prendersi una pausa in un contesto molto vacanziero, tanto da dimenticarsi di essere a Milano! Tra l’altro alla Darsena di Milano organizzano spesso iniziative (una su tutte è il Natale alla Darsena) e nei weekend c’è il mercatino lungo i navigli.

Vi rimane ancora un po’ di tempo sulla strada per tornare a casa? Fermatevi alla stazione Centrale e uscite sulla piazza antistante per ammirarla da fuori oltre che da dentro! È bellissima! Non trovate?

Dove dormire a Milano

Purtroppo non ho esperienze dirette da consigliarvi ma posso darvi qualche indicazione rispetto a amici che hanno dormito a Milano in questi anni e che mi hanno riportato le loro esperienze:

Oltre a questi posso suggerirvi di prestare particolare attenzione agli hotel business. Nei week end infatti, quando non ci sono manifestazioni in città, le camere si svuotano e i prezzi scendono! Un buon modo per soggiornare in un hotel di livello spendendo una cifra abbordabile! Noi utilizziamo sempre Booking per fare le prenotazioni (se volete sapere le ragioni o non sapete come funziona il portale di prenotazione seguite il link) quindi non posso che consigliarvelo di cuore.

Un venerdì a Milano in tre - Cadorna con ago e filo

Curiosità e libri per bambini dedicati a Milano

Ecco alcune curiosità per visitare Milano con i bambini, da raccontare loro per intrattenerli:
  • Il toro: Al centro della Galleria Vittorio Emanuele II, dedicata al re d’Italia, si trova uno stemma raffigurante un toro che rappresenta la città di Torino. Secondo un usanza popolare, porterebbe fortuna compiere un giro completo ad occhi chiusi con il tallone del piede destro poggiato sugli attributi dell’animale… quindi non stupitevi se vedrete folle di persone compiere strane evoluzioni nel centro della galleria.
  • I Navigli: un tempo le strade di comunicazione di Milano erano i navigli, ovvero canali fluviali che sono stati poi quasi completamente interrati. Per questo in città c’è la Darsena.
  • Il Carnevale: la città segue il rito Ambrosiano, ovvero festeggia il carnevale quando le altre città hanno terminato, pare per aspettare il suo vescovo, Ambrogio, che non era riuscito a rientrare in città.
  • Leonardo da Vinci: Leonardo visse e lavorò in città, legando indissolubilmente il suo genio al capoluogo meneghino.
LIBRI PER BAMBINI SU MILANO: Per prepararsi ai viaggi noi utilizziamo molto la lettura. Se state cercando un libro da leggere con i bambini su Milano vi segnalo “Milano Millestorie“, con tante storie e anche mappe che permettono di comprendere e visitare la città. “Leonardo da Vinci” è invece una biografia illustrata del genio che lavorò in città, mentre per i bambini più piccoli c’è “La Pimpa va a Milano“. Tutte le informazioni le trovate sul link.

Cosa fare a Milano con i bambini: musei e attività per famiglie

Oltre all’itinerario sopra riportato qui di seguito vi indico alcune altre cose da fare a Milano coi bambini se volete organizzare un weekend in famiglia in città:

  • L’idroscalo: Il “mare di Milano” come lo chiamano qui è un buon modo per sfuggire all’afa della città se la visitate nel mese di agosto oppure se volete stare in mezzo al verde e avete nostalgia del mare! Ci vanno anche in canoa e in barca a vela. E lì vicino c’è anche il Luna Park.
  • Il Castello Sforzesco e il suo parco: Sforzinda è il nome del Castello almeno per…i bimbi!  Nel week end vengono organizzate iniziative e giochi per i piccoli. Guardate sul sito e se necessario prenotate.
  • Il Museo della Scienza e della Tecnica: Io adoro questo museo che credo non possa non piacere a piccoli e grandi. Tante iniziative, laboratori e spiegazioni scientifiche adattate al mondo dei piccoli. Non vedo l’ora che il Patato sia abbastanza grande per portarcelo!
  • Una partita allo stadio Meazza: In una città che impazzisce per il calcio andare allo stadio a vedere una partita è un’esperienza… Almeno se i vostri bimbi sono tifosi di questo sport!
  • Il Planetario: I vostri bimbi sono incuriositi dalle stelle? Allora adoreranno il Planetario! Io ricordo ancora la mia visita qui da bambina! Verificate le iniziative sul sito!
  • Muba: Aperto nel 2014 è un museo dedicato ai bambini che ho raccontato in questo post;
  • Museo di San Siro Milan e Inter: per i tifosi e gli appassionati di calcio;

A cosa prestare attenzione nell’andare a Milano con i bambini

Alcuni mi hanno chiesto se Milano è una città pericolosa. In verità no, anche se ci sono alcune precauzioni da rispettare se ci andate in famiglia.
  • Metropolitana e auto: Prendere la metropolitana o muoversi in auto a Milano durante le ore di punta dei pendolari può essere un’esperienza davvero provante, soprattutto con dei bimbi piccoli. Evitatelo assolutamente!;
  • Stazione Centrale: la stazione centrale nelle ore notturne non è un luogo raccomandabile;
  • Attraversamenti pedonali: in città sembra sempre che tutti abbiano fretta, se visitate Milano insieme ai bambini fate attenzione agli attraversamenti;
  • Barriere architettoniche: per muoversi a Milano è indispensabile usare la metro ma gli ascensori spesso sono “introvabili” o non funzionanti, le scale mobili (vergognosamente) inutilizzabili e alcuni (inutili) gradini collegano la Stazione Ferroviaria di Lambrate con quella della metropolitana. Inoltre le rotaie del tram e i marciapiedi mettono a dura prova le ruote dei passeggini.

Il Duomo di notte

Visitare Milano con i bambini piccoli: informazioni pratiche

A Milano per i bambini sono attive alcune iniziative dedicate alle mamme che allattano e ai loro bimbi per promuovere l’allattamento, mettendo a disposizione anche negli esercizi pubblici uno spazio dove allattare e cambiare il proprio bimbo. Tra queste cito:

  • Baby Pit stop e Happy Popping: con indicazione degli esercizi commerciali aderenti;
  • Radiomamma: un altro modo per avere utili informazioni sulla città “vista” dalla parte dei bimbi e di chi li ama e può essere utile anche per chi vuole visitare la metropoli! E ci sono addirittura gli itinerari a prova di passeggino!
  • The Milk Bar: si tratta di uno negozio che offre uno spazio apposta per le mamme e i loro bimbi (c’è anche a Torino e Roma).

In ogni caso qualora vi trovaste in centro in preda a un’emergenza cacca e non aveste tempo di cercare “il bollino” che contrassegna gli aderenti alle iniziative vi suggerisco di fare un salto alla Rinascente, proprio in Piazza Duomo che gentilmente mette a disposizione il fasciatoio (al 4 piano adiacente la toilettes)

Cosa vedere a Milano con i teenagers

Da vedere e da fare a Milano con gli adolescenti c’è davvero tantissimo, dopotutto è considerata una delle città più cool d’Europa! Ecco qualche spunto anche se ovviamente dipende dall’età e dagli interesse dei vostri ragazzi:

  • una passeggiata in Corso Buenos Aires per un’abbuffata di shopping (a prezzi ragionevoli);
  • una serata in Corso Como, un aperitivo sui Navigli o una sera d’estate alle Colonne di San Lorenzo;
  • un giro nell’affollata Fiera di Senigallia regno del bric-e-brac e dei vestiti usati e vintage;
  • salire in cima a Palazzo Lombardia per vedere la città dall’alto;
  • fare un giro per Milano a caccia di street-art;
  • vedere le chiese in periferie,
  • ripercorrere le orme della storia con il Manzoni;
  • vedere la Triennalee fare un’immersione dell’arte;

Se vi interessa saperne di più su queste esperienze da dare a Milano con gli adolescenti seguendo i link trovate la nostra esperienza e qualche informazione utile.  Infine oltre alle necessarie guide e al sito della Provincia di Milano vi indico anche un sito dove c’è un’interessante sezione dedicata alle famiglie.

Il buonissimo panzerotto di Luini

Dove mangiare a Milano

A Milano si può mangiare di tutto e di più. Dalla cucina tradizionale a quella etnica, dal pesce (freschissimo e buonissimo, quello dei Mercati Generali) alla pizza. Spendendo una follia o…il giusto!

Quindi mi limito a consigliarvi un immancabile di Milano: Luini: Non ci sono fasciatoi e si mangia in piedi, in compenso i panzerotti sono i piu buoni della città tanto da essere esportati nel mondo e generazioni di giovani milanesi si sono sfamati qui. Da provare assolutamente anche se non esattamente bimbo-friendly.

Se invece i vostri bimbi sono più grandi e avete voglia di organizzare un tour gastronomico di Milano provate a leggere questo post. Ci sono un po’ di consigli per mangiare a Milano provando dei localini veramente tipici e carini. E ovviamente – se amate il genere – fate un salto a Chinatown (viale Sarpi) dove potrete mangiare ottimo cibo cinese.

Specialità da assaggiare a Milano

Una visita in una città lontana dalla mia per me significa anche assaggiare la sua cucina e quindi provo a darvi qualche indicazione sulle cucina milanese. Provo a indicarvi qualche piatto da provare, influenzato ovviamente dal mio personale gusto…

Partiamo dal simbolo dell’inverno, la Cassoula (o Verzata), che secondo i detti della nonna vien buona solo se le verze gelano, l’Oss Buss (osso buco) altro piatto del grande freddo, entrambi da abbinare all’immancabile Polenta, e la Busecca (o Trippa… non pensate a cos’è e gustatela!). E poi i piatti per tutte le stagioni: il Risotto Giallo, preparato con il midollo, la Cotoletta (alla milanese appunto) tanto semplice quanto buona se preparata a dovere, l’Insalata di Nervetti (non fatevi impressionare e assaggiate!), e i Mondeghili (o Mondeghini, una sorta di polpette…)

E infine i dolci, il famosissimo Panettone (lo sapete vero che ha origine a Milano?), il Pan de Mei e lo Zabaione (giusto per finire in leggerezza…). Buon appetito!

L’idea in più su cosa vedere a Milano nel periodo di Natale

Se durante il ponte dell’Immacolata non sapete cosa fare provate a considerare l’idea di visitare la città. La città si svuota perché quelli che possono scappano per il primo week end sulla neve e gli altri…si godono i monumenti e le iniziative! Che sono tantissime (e tra l’altro Milano a Natale merita!).

Per la festa del patrono ogni anno vengono organizzate lo storico mercatino degli Obei Obei e la grandissima Fiera dell’Artigianato. Quest’ultima coinvolge espositori da tutto il mondo con stand che vedono dal cibo agli oggetti più disparati ed è un ottimo posto dove comprare originali regali di Natale in  più è al coperto quindi potete starci per ore coi vostri bimbi senza paura che prendano freddo!Tasto dolente: c’è sempre molta folla e ricordatevi di uno zaino per riporre gli acquisti! E poi come ho già detto ci sono le iniziative in Darsena. Insomma, andare a Milano a Natale tra shopping e Babbo Natale potrebbe rivelarsi un’ottima idea per tutta la famiglia! 🙂

Potrei andare avanti ore a raccontarvi cosa vedere vicino a Milano. Mi fermo qui (ma se volete potete organizzare la vostra vacanza leggendo gli altri articoli nel blog che sono tanti!). Vi lascio solo l’ultimo link: la proposta di un itinerario in Lombardia per una vacanza in questa regione. E se avete bisogno di consigli… Sono qui! 🙂 Ovviamente se vi è piaciuto questo racconto condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube dove condividiamo le nostre esperienze di viaggio.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

6 comments

  1. Complimenti per il post. Si vede che Milano la conosci bene…
    Non so se è un luogo Patato-friendly ma a me piace molto la Triennale: ogni tanto ci sono delle mostre di design con oggetti particolari, potrebbero essere divertenti anche per i pupi 🙂
    Ciao

    Daniela

  2. Ciao!!! Stupendo questo post e mi ritrovo molto in te e nelle tue esperienze di pre e post patato.. in merito ad un posto super patatfriendly vi consiglio la Cascina Cuccagna, dove si mangia benissimo e ci sono molte attività per i bimbi.. in piena città, durante le belle giornate, i nostri patati potranno imparare a piantare una pianta oppure portare i loro giochi e scambiarli con quelli di altri bimbi!!

    1. Ciao Elena
      Grazie per la dritta! Ne farò tesoro!
      Bello quello che mi scrivi! Anche tu ami viaggiare immagino!!
      A presto allora, per parlare di viaggi e di bimbi!:)
      Fra

Lascia un commento