Grissini piemontesi stirati a mano, ricetta facile di una specialità di Langa

I grissini piemontesi stirati a mano sono una delle specialità del Piemonte. La leggenda fa risalire la loro nascita al 1679, quando il medico della corte sabauda ordinò al  futuro re Vittorio Amedeo II, di salute cagionevole, di evitare di mangiare il pane con la mollica del pane. Fu così che il fornaio Antonio Brunero, inventò questo alimento che divenne una specialità piemontese conosciuta nel mondo.

Da langarolo posso però anche dire che sono una delle prelibatezze da assaggiare assolutamente durante un weekend nelle Langhe, dove li troverete a far bella mostra di sé al centro della tavola di ogni ristorante tipico.

Ma siccome non bastano mai e sono anche facili da fare oggi vi condividiamo la ricetta così da prepararli a casa e sentirsi sempre un po’ in viaggio tra le colline del Piemonte.

SPECIALITA’ DA ASSAGGIARE NELLE LANGHE: se state progettando un weekend tra le colline trovate molti articoli ricchi di informazioni sparsi per il blog (c’è anche un post dedicato a cosa mangiare nelle Langhe con le specialità e i ristoranti da non perdere). Se però volete saperne di più vi segnalo la nostra guida di Langhe e Roero, ricca di consigli enogastronomici per godersi il viaggio con tutti i sensi! Seguite i link per i dettagli.

Ricetta dei grissini piemontesi stirati a mano

La ricetta dei grissini piemontesi stirati a mano è facile da realizzare anche a casa. Ci vuole semplicemente un po’ di manualità per imparare a stirarli senza romperli. Mi raccomando: è necessario tirare l’impasto da ambo i lati con un movimento delicato e fluido.  Non bisogna stenderlo con le dita come si farebbe per formare il rotolo degli gnocchi!

Grissini piemontesi stirati a mano: ingredienti

  • 500 ml di acqua
  • 1 kg di farina 00
  • 1 bicchiere d’olio extravergine di oliva
  • 4 cucchiaini di miele
  • 3 o 4 cucchiai di sale
  • 1 cubetto da 25 gr di lievito di birra fresco
  • farina di mais q.b.
Ricetta grissini stirati a mano delle Langhe
Ricetta grissini stirati a mano delle Langhe

Procedimento per i grissini fatti in casa

Miscelate il miele nell’acqua tiepida e sciogliete il lievito. Aggiungete la farina e impastate. Dopo un po’ aggiungete olio e sale e impastate per 20 minuti finché la pasta dei grissini non appare soffice e elastica. L’impasto deve essere umido, ma non appiccicoso.

Mettete l’impasto in un contenitore di plastica bel oliato. Ungete bene l’impasto in modo che l’aria non faccia seccare la pasta. Lasciate l’impasto a riposare e lievitare nel forno spento per circa una notte.

Al mattino seguente, prendete l’impasto e su una spianatoia infarinata piegatelo su se stesso 2 volte aiutandovi con una spatola.
Manipolate leggermente l’impasto dei grissini per creare un panetto allungato.

Ricetta grissini stirati a mano delle Langhe
Ricetta grissini stirati a mano delle Langhe

Con una spatola tagliate l’impasto in piccoli pezzi e allungateli stirandoli con le mani. Mi raccomando: non arrotolateli ma tirateli da ambo i lati, delicatamente, con un movimento fluido. Non importa se la forma non è regolare, anzi, fa anche questo parte della loro bontà e testimonia che si tratta di grissini fatti in casa!

A questo punto inumidite i grissini, salate e ricopriteli con la farina di mais.  Cuocete a fuoco statico a 170 gradi per 15/20 minuti fino a doratura.

Una volta cotti, i grissini piemontesi stirati a mano si conservano per alcuni giorni in dispensa, messi in un sacchetto di carta ben chiuso.

Buon appetito, seguiteci su FacebookInstagram e YouTube così da saperne di più sulle nostre ricette e avventure eno-gastronomiche in Piemonte ma non solo.

Ricetta grissini stirati a mano delle Langhe
Ricetta grissini stirati a mano delle Langhe

Lascia un commento