Il castello di Predjama in Slovenia

Il Castello di Predjama con i bimbi

Oggi vi racconto la nostra visita al Castello di Predjama con un bimbo piccolo, una visita che in realtà è iniziata in modo un po’ particolare – per usare un eufemismo – tanto da farci chiedere se valesse davvero la pena visitare quello che – con il senno di poi – possiamo invece dire di essere uno delle cose da vedere in Slovenia senza ombra di dubbio.

All’arrivo nel parcheggio, dopo una giornata di diluvio, avevamo infatti incontrato una famiglia italiana che stava scendendo dopo aver terminato di visitare il Castello di Predjama, così, con un bimbo dall’umore pessimo finalmente addormentato in auto, come prima cosa avevamo deciso di chiedere info: “Ci sono scale per arrivare al castello?“.  La risposta ci aveva colto di sorpresa: dopo averci confermato la presenza di una lunga scalinata i nostri vicini di parcheggio avevano infatti aggiunto: “Non ne vale la pena, a noi non è piaciuto… Più che un castello  sono delle stanze una sull’altra appoggiate alla roccia…

Dopo un iniziale sconcerto e visto che le premesse non erano delle migliori avevamo deciso di non svegliare il nostro bimbo ma di visitare il castello comunque terminato il suo riposino. Eravamo però scesi a turno per dare almeno una sbirciata e lo spettacolo davanti ai nostri occhi, nonostante la giornata cupa, ci aveva tolto il fiato: il castello dell’eroe Erasmo se ne stava aggrappato alla roccia, intorno a lui alti abeti e sotto uno strapiombo dove un torrente roboeggiava alimentato dalle piogge degli ultimi giorni. Le scale c’erano di sicuro ma noi avevamo istantaneamente deciso che valeva la pena fare la fatica…

[cml_media_alt id='4815']La vista dal castello di Predjama[/cml_media_alt]
La vista dal castello di Predjama

Al risveglio del piccoletto ci eravamo messi in marcia e l’esplorazione del castello ci aveva regalato grandi sorprese: sono cinque i piani di quello che è stato tra gli altri la dimora di uno degli eroi delle storie slovene, quell’Erasmo che si schierò contro l’imperatore Federico III d’Asburgo e resistette asserragliato nel suo castello per un anno intero, venendo infine ucciso solo grazie al tradimento di un suo fido collaboratore. L’arredo è minimale ma non è certo questo che colpisce noi visitatori, quello che affascina è l’armonia tra uomo e natura e le scale che salgono ripide per poi sbucare su una terrazza, rivelando una vista meravigliosa sulla valle di fronte.

Esplorare il castello è come girare in un piccolo labirinto disposto in verticale e ricavato nella nuda roccia, dove gli spazi abitativi convivono con la montagna in cui è stato costruito e con le sue grotte. E se, nel nostro caso, la salita con un bimbo di più di dieci chili in braccio che cercava di divincolarsi non è stata certo agevole vederlo correre a suonare la campana come tutti gli altri piccoli visitatori ci ha regala un sorriso e qualche scatto.

Dopo averlo visitato possiamo dire che il Castello di Predjama è un luogo pieno di fascino e di storia, in cui mito e realtà si mescolano. Insomma, un luogo particolare: nessuna opulenza, niente arredi preziosi o specchi nel rispetto di ciò che era e per cui è nato in una posizione così particolare. Una fortezza difensiva, dimora innanzitutto di soldati come dimostrano le armi e la prigione. Ma sicuramente un castello da visitare se voi e i vostri bimbi amate le storie di guerrieri, soldati e uomini valorosi.

Insomma un castello di uomini d’armi, un tuffo nel passato nel cuore della Slovenia e la dimora di un eroe leggendario che ancora oggi viene ricordato dai suoi compatrioti… Secondo noi un posto perfetto da visitare coi bambini! Poi magari non a tutti può piacere, soprattutto se ci si aspetta sale decorate e preziosi arazzi, ma in un posto così se si chiudono gli occhi pare davvero di sentire il rumore delle spade e l’odore pungente della pece bollente, gettata sul nemico per fermarne l’avanzata…

Per tutte queste ragioni a noi il castello di Predjama è rimasto nel cuore e qui sotto trovate qualche informazione in più per organizzare la visita.

[cml_media_alt id='4814']Un bambino al castello di Predjama in Slovenia[/cml_media_alt]
Un bambino al castello di Predjama in Slovenia

Informazioni pratiche per visitare il castello di Predjama coi bambini

Dove si trova il castello di Predjama

Il Castello di Predjama si trova in Slovenia, poco distante dal confine italiano, e a 10 chilometri dalle Grotte di Postumia e a un’ora circa da Trieste.

Come organizzare la visita al Castello di Predjama con i bambini

Se siete intenzionati a visitare anche le Grotte poco distanti ricordatevi di fare il biglietto cumulativo per le due attrazioni, vi farà risparmiare un pochino e ne vale la pena. Se volete leggere qualche dettaglio sulle grotte di Postumia potete leggere il nostro racconto seguento il link.

All’interno del castello si possono visitare le varie stanze e l’armeria dove sono esposte diverse copie delle armi utilizzate per difendere il castello e alcuni arredi. Ma probabilmente saranno due le cose che i bambini ricorderanno di più dopo la visita al Castello di Predjama: la campana e la storia dell’eroe Erasmo!

Consigli utili per visitare il castello di Predjama con i bambini

Se i vostri bimbi sono piccoli ricordatevi di portare una fascia o uno zaino porta bebè, le scale sono davvero tante e sarà più facile salire. Ai piedi del castello c’è un bar ristorante e un comodo parcheggio dove lasciare l’auto.

La storia del Castello di Predjama

Il Castello di Predjama è il castello in grotta più grande al mondo dove sono stati girati diversi documentari e film. Il motivo per cui però il Castello è così famoso è la storia di Erasmo, un cavaliere che alla fine del 1400 aveva l’abitudine di rubare ai ricchi per donare ai poveri, proprio come il ben più famoso Robin Hood. Un bel giorno l’imperatore stanco della sua impertinenza mandò un esercito per scovarlo, i militari trovarono Erasmo e il suo castello ma non riuscirono ad avere ragione dei suoi seguaci, così, per catturare il cavaliere gli scagnozzi del Re pensarono bene di attendere che gli abitanti del castello morissero di fame. Questo però non avvenne perché, grazie a un passaggio segreto, Erasmo e i suoi potevano uscire indisturbati dal castello di Predjama per rifornirsi di cibo.

Purtroppo però alla storia di Erasmo manca l’happy end: l’eroe fu infatti tradito proprio da uno dei suoi seguaci che rivelò ai nemici l’unico punto in cui il Cavaliere poteva essere attaccato, un luogo molto particolare del castello, ovvero… il bagno! E fu così che l’ero fu sconfitto proprio mentre “utilizzava la toilette”…

Informazioni per una vacanza in Slovenia

Per muoversi in Slovenia

Se utilizzate la vostra auto ricordatevi che per circolare dovete acquistare la “vignetta” ovvero il bollino autostradale che deve essere disposto bene in vista sul parabrezza dell’auto. Normalmente la vignetta si può acquistare in una stazione di servizio al confine. Le strade sono in ottime condizioni e noi non abbiamo mai trovato moltissimo traffico.

Altri luoghi da visitare in Slovenia

La Slovenia è un paese che ci piace molto e dove siamo stati diverse volte. Se state pensando a una vacanza in Slovenia coi bambini oltre alle Grotte di Postumia e al Castello di Predjama qui sotto vi riportiamo alcune mete che a noi sono piaciute inserendo dove possibile anche i link agli articoli completi:

  • Il Lago di Bled: Bled e il suo lago sono una delle località più famose della Slovenia, sia per la bellezza della località che per le terme. Se seguite il link trovate l’articolo con tutti i consigli per visitare Bled coi bambini.
  • Il lago di Bohinj: Un altro lago sloveno molto diverso però da quello di Bled perché meno conosciuto e molto meno turistico ma comunque bellissimo. Nel link il nostro racconto.
  • Lubiana: La chiamano “la città dei draghi” e in effetti Lubiana potrebbe tranquillamente essere ambientata una favola. Il suo centro storico è delizioso e bellissimo anche coi bimbi, trovate la nostra esperienza nel link.
  • La Bela Krajina: Una zona della Slovenia forse poco conosciuta ma che secondo noi vale la pena vivitare perché rappresenta ancora un angolo molto vero di questo paese. Nel link trovate i consigli per visitare la Bela Krajina coi bambini e qui anche per le specialità tipiche da provare (tra cui il vino!)
Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer