La splendida vista sul Lago di Como dal Castello di Vezio

Il castello di Vezio a Varenna: Artù sul Lago di Como

Artù, piume scure e uno sguardo indagatore, è un gufo reale bello e solitario che se ne sta tutto il giorno ad osservare chi entra e chi esce dal suo castello. Si tratta di uno dei rapaci ospitati al Castello di Vezio, sul lago di Como appena sopra a Varenna.

La sua è una storia un po’ triste, che viene raccontata agli ospiti che arrivano al Castello di Varenna per scoprire qualcosa in più sulla falconeria, come monito ed insegnamento nel rapporto dell’uomo con la natura.

La storia di Artù al Castello di Vezio di Varenna

Artù è infatti un gufo del Castello di Vezio che è stato imprintato da cucciolo ma mai addestrato. Questo significa che l’uomo l’ha avvicinato, impedendo che l’animale sviluppasse la naturale paura degli esseri umani, senza però addestrarlo.

Così il gufo è rimasto nella “terra di mezzo” della falconeria: incapace di vivere in natura perché troppo abituato all’uomo, non si fida però abbastanza di lui da potergli stare vicino e partecipare alle esibizioni di volo organizzate con gli altri rapaci del centro. Per questo la sua vita è condannata a svolgersi in una gabbia del Castello di Vezio, dove lo si può ammirare nella sua voliera, con gli occhi grandi che paiono voler scrutare l’animo dei visitatori e le ali piegate a mo’ di mantello, quasi a volersi proteggere da loro.

Noi Artù l’abbiamo incontrato in una giornata tersa di autunno durante una gita a Varenna. Dal paese in quaranta minuti circa di cammino si sale fino al Castello e noi, volendo far vedere al nostro bimbo i rapaci, terminata la passeggiata sul lungolago abbiamo deciso di salire fin sullo sperone di roccia da cui il Castello di Vezio domina il Lago di Como.

[cml_media_alt id='5382']Il Castello di Vezio[/cml_media_alt]
Il Castello di Vezio
[cml_media_alt id='5383']Il Gufo Reale al Castello di Vezio[/cml_media_alt]
Il Gufo Reale al Castello di Vezio

Visitare il Castello di Vezio a Varenna

Il castello di Vezio si trova nel comune di Perledo ed i resti sono quelli di una fortificazione di epoca medioevale che probabilmente aveva origini precedenti. Si dice infatti che i Romani la utilizzassero nel controllo della “via del ferro” che vedeva il trasporto dei prodotti siderurgici realizzati in queste zone e c’è perfino una leggenda che associa al Castello la figura della Regina Teodolinda, che da queste parti trascorse gli ultimi anni della sua vita.

In realtà però la storia del castello, e soprattutto quella della sua distruzione, non è ben nota: all’interno del perimetro delle mura sorgevano le abitazioni ed i magazzini, le cui fondamenta sono visibili tutt’oggi, ma i rinvenimenti di armi e di resti umani fanno supporre che il Castello di Vezio sia stato teatro di cruenti ed accaniti scontri.

Prima di arrivare al castello si attraversa Vezio, un piccolo borgo in pietra abitato da una poche decine di persone, e poi si sale tra gli ulivi, per ritrovarsi infine all’ingresso davanti agli occhi grandi di Artù. Una volta salutato il gufo si entra poi nel cortile del castello con una vista spettacolare sul lago e si incontrano “i compagni di Artù”, ovvero gli altri rapaci che attendono i visitatori tra gli alberi di quello che è l’uliveto più a Nord d’Europa.

Poco lontano c’è la torre e salirci, oltre a regalare un meraviglioso panorama a 360° sul lago di Como, permette di conoscere il “lariosauro“, ovvero il dinosauro del lago, la cui storia – insieme ad alcuni reperti – viene raccontata dai pannelli esplicativi esposti sulle mura del castello. Tutt’intorno alla torre e nel cortile ci sono  poi delle strane statue che paiono fantasmi: non vi preoccupate, si tratta dei calchi in gesso di alcuni visitatori che si sono fatti “trasformare in statue” durante una manifestazione che si è tenuta al castello! 🙂

[cml_media_alt id='5384']Il magnifico tramonto dal Castello di Vezio[/cml_media_alt]
Il magnifico tramonto dal Castello di Vezio

Informazioni utili per visitare il Castello di Vezio a Varenna

Ecco qualche informazione per visitare il Castello di Vezio che è una delle cose da vedere a Varenna e da vedere sul lago di Como.

Come arrivare al Castello di Vezio

Si può arrivare al castello di Vezio sia in automobile che a piedi. Da Varenna la passeggiata dura all’incirca quaranta minuti mentre in auto sono meno di dieci minuti e si parcheggia proprio sotto al borgo di Vezio. Il Castello è aperto da marzo a ottobre.

Cosa vedere a Varenna: Castello di Vezio e dintorni

Se andate al Castello di Vezio non potete mancare una visita a Varenna, con la sua passeggiata sul lungolago e la bellissima Villa Monastero. Un’altra idea con i bambini è prendere il traghetto che da Varenna vi porterà a Como o a Bellagio, in auto invece potete percorrere la strada che da Varenna arriva a Lecco.

Se seguite i link trovate alcuni articoli con i dettagli mentre se cercate qualche idea per visitare il Lago di Como in un weekend coi bambini provate a leggere questo post.

[cml_media_alt id='5388']Uno dei rapaci del Castello di Vezio con l'addestratore[/cml_media_alt]
Uno dei rapaci del Castello di Vezio con l’addestratore
[cml_media_alt id='5387']Uno dei fantasmi di gesso che popolano il Castello di Vezio[/cml_media_alt]
Uno dei fantasmi di gesso che popolano il Castello di Vezio

Cosa fare al Castello di Vezio con i bambini

La principale attrattiva del Castello di Vezio per i bambini è lo spettacolo di falconeria che si tiene alle h 15.00 (verificate però sul sito ufficiale i giorni e gli orari di apertura del Castello ) e i rapaci da ammirare nelle loro voliere. Vedendoli librarsi in volo sopra al lago ci si dimentica che questi animali sono nati e cresciuti in cattività.

Appena sotto al cortile principale ci sono poi un bar dove mangiare qualcosa e le toilette. Tenete presente che con i passeggini non è agevole muoversi quindi meglio una fascia o un marsupio se i bimbi sono ancora piccoli e che non sono ammessi animali.

Se questo post vi è stato utile condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer