Cherasco

Il Museo della Magia di Cherasco

Che cos’è la fantasia?“. Inizia così, con una domanda, lo spettacolo del Mago Sales – al secolo Don Silvio Mantelli – al Museo della Magia di Cherasco.
Sono tante le risposte possibili: la fantasia fa sognare, fa volare lontano, rende felici… Una bambina bionda però risponde: “La fantasia fa paura…
Il mago la guarda, le sorride, poi scuote la testa e inizia col suo numero di magia chiedendole di aiutarlo a far galleggiare l’acqua nell’aria.
Perché la fantasia secondo questo mago che è stato definito “missionario della gioia” è una forza positiva che rende possibile l’impossibile e in questo Museo vuole insegnarlo ai bambini.

Il Museo della Magia di Cherasco è nato da poco – l’inaugurazione è stata nell’aprile 2013 – dalla passione di un padre salesiano da sempre amante della magia.
Il suo obiettivo è far sorridere i bambini e risvegliare in loro la fantasia, perché la magia è creatività e innovazione e proprio giocando con la magia i piccoli possono riprendere possesso dei propri sogni.
Perché – come mi dice Don Silvio dopo lo spettacolo mentre siamo seduti su una panca nello “scrigno magico” ovvero la piccola cappella del mago nel cortile del museo – “i sogni non te li può portare via nessuno e se sogni una cosa l’hai già in qualche modo realizzata“.

Lo spettacolo di magia
Lo spettacolo di magia

Il Mago Sales mi parla di Vasco Rossi e di Papa Francesco, di Houdini e dei grandi maghi della storia che hanno pensato a divertire e meravigliare il pubblico e nel suo museo dove ” tutto è autenticamente falso” campeggiano le foto dei bambini che lui – il don – ha incontrato e fatto sorridere coi suoi trucchi magici nel mondo: i bambini guerrieri dell’Africa, i poveri dell’India di Madre Teresa, i bimbi dell’Asia e dell’America Latina, Don Silvio ha fatto spettacoli nei cinque continenti davanti ai bambini tra i più poveri del mondo e con le sue magie ha provato a portarli lontano, almeno per un po’ e almeno con la fantasia. Ora con il museo continua a provare ad aiutarli grazie alle donazioni dei visitatori – una parte del ricavato dei biglietti va infatti a finanziare i progetti della Fondazione Mago Sales a favore dei bambini – e con il suo lavoro.

I bambini sono il vero patrimonio dell’umanità” finisce così lo spettacolo di magia del Mago Sales e qualcuno – tra cui la sottoscritta – si commuove un po’…
In tempi in cui spesso le persone vogliono credere nell’impossibile sperando di risolvere la propria vita con un click dei videopocker o con i consigli di un “Santone” , il Museo della Magia prova ad insegnare ai bambini che le vere magie siamo noi a farle, con il nostro cuore e i nostri sogni.

Anche solo per questo il Museo della Magia di Cherasco è già una piccola magia…

L'ologramma del Mago Sales al Museo della Magia di Cherasco
L’ologramma del Mago Sales al Museo della Magia di Cherasco

Informazioni pratiche per visitare il Museo della Magia di Cherasco

Il Museo della Magia: Come e Dove

Il Museo della Magia si trova a Cherasco, bellissima cittadina del Roero le cui origini si fanno risalire addirittura al agli inizi del XIII secolo .
Oltre alla visita libera del museo – organizzato con un percorso con diverse sale in cui sono in mostra alcuni oggetti “magici” e vengono illustrati i principali strumenti e le vite di alcuni grandi maghi della storia – la cosa da non mancare è lo spettacolo di magia delle h 16.00. Sul sito potete trovare orari e informazioni sula visita.

Cosa fare nei dintorni di Cherasco

Cherasco è una cittadina medievale che da sola vale la visita. Non perdetevi il Castello ma anche la Chiesa della Madonna del Popolo, quella di San Pietro, il Palazzo del Municipio e l’Arco Trionfale.

La specialità di qui sono poi i dolcissimi Baci di Cherasco fatti con nocciole e cioccolato che potrete acquistare alla Pasticceria Barbero che li produce fin dall’800.

Appena fuori dal centro uscendo da Cherasco in direzione Narzole troverete poi un parco giochi dove fermarvi un poco coi bimbi.

Fin qui il racconto della nostra esperienza al Museo della Magia di Cherasco che è veramente un posto unico soprattutto per lo spirito con cui è stato creato. Se avete intenzione di organizzare un weekend da queste parti e siete in cerca di altre idee per fare qualcosa con i bambini nella zona delle Langhe e del Roero trovate i nostri racconti e qualche spunto in questo post!

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer