Il Museo Tattile di Ancona

Il Museo Tattile di Omero ad Ancona

Oggi vi parlo del Museo Tattile Omero ad Ancona, un posto speciale all’interno della Mole di Vanvitelli e a pochi passi dal suggestivo porto della città.

Perché ve lo immaginate un posto dove i bambini sono incoraggiare a osservare, capire e soprattutto toccare delle opere d’arte?

Ecco, il Museo Tattile Omero di Ancona è proprio così, un invito alla scoperta per i piccoli grandi viaggiatori. L’avventura del Museo è nata più di venti anni fa quando i suoi fondatori, viaggiatori appassionati di ritorno da un viaggio a Berlino, hanno deciso di creare con le loro forze un museo dove l’arte fosse davvero vicina all’uomo. Per me si tratta senza dubbio di un posto straordinario già solo per questo, se poi pensate che è il primo Museo Tattile d’Italia pensato e voluto da una coppia di viaggiatori speciali che hanno visitato più di cinquanta paesi nel mondo, capite subito perché io me ne sono innamorata.

La coppia infatti voleva un luogo dove fosse possibile approcciarsi alle opere artistiche toccandole, un museo dedicato a chi come loro utilizzava il tatto come principale senso di esplorazione del mondo ma non solo. Ne è nato un museo dove le regole sono invertite, dove si sfiorano i lineamenti del Cristo della Pietà di Michelangelo per intuirne il dolore, dove si accarezzano le forme della Venere e la barba del Mosè del Canova. Un luogo perfetto per i bambini – loro che non hanno ancora dimenticato la dimensione del tatto – per avvicinarli all’arte attraverso l’uso dei sensi, utilizzando storie, laboratori e libri.

[cml_media_alt id='2068']Il Museo Tattile Omero di Ancona[/cml_media_alt]
Il Museo Tattile Omero di Ancona
[cml_media_alt id='2069']Cosa vedere a Ancona coi bambini: Il Museo Omero[/cml_media_alt]
Cosa vedere a Ancona coi bambini: Il Museo Omero
[cml_media_alt id='2067']Il Museo Tattile di Ancona[/cml_media_alt]
Il Museo Tattile di Ancona

Al momento le sale aperte al pubblico sono due con oltre duecento opere esposte. Si tratta di copie per quanto riguarda l’arte antica e di originali invece per l’arte moderna, ma il piano è di espandersi nei due piani che verranno allestiti a breve e conterranno finalmente le altre opere in attesa di trovare una collocazione. La nostra visita si è svolta tra libri tattili e mele di bronzo, i cavalli e le motociclette, per una volta senza l’ansia che un nanetto di neanche due anni in piena fase esplorativa potesse far scattare allarmi o essere redarguito da severi custodi. Abbiamo toccato tutto, sentendo la consistenza liscia della resina e quella fredda del metallo, osservando ippopotami e discoboli.

Mentre il nostro bimbo esplorava felice a pochi passi da noi un gruppo di bambini più grandi ascoltava la storia di Ulisse, raccontata a partire da un libro tattile realizzato proprio dal museo, nel tentativo di coniugare le esigenze di tutti i bimbi, in possesso o meno del senso della vista.

Ne siamo usciti felici e con in mente le parole di Francesca una mamma che al museo ci lavora: “Il punto non è insegnare ai bambini a non toccare ma spiegar loro come toccare, così che da adulti non siano spaventati dal farlo bensì interiorizzino in giusto modo di accarezzare

Informazioni per visitare il Museo Tattile di Ancona con i bambini

  • Dove: Il Museo Omero si trova ad Ancona nella bellissima Mole di Vanvitelli
  • Come: Per raggiungere il Museo di Omero potete prendere uno dei tanti autobus che partono dalla stazione ferroviaria oppure fare una passeggiata di una decina di minuti circa.
  • Costi: L’ingresso al museo Omero è gratuito.
  • Orari di apertura: Verificate sul sito ufficiale gli orari di apertura.
  • Laboratori per i bambini: Oltre alla visita vengono organizzati dei laboratori su prenotazione ( ad un costo 5/6 euro) molto interessanti per i piccoli.
  • Visite: Si possono effettuare sia visite guidate che visite libere, per i bimbi più grandi è molto bello provare a far conoscere loro le opere esposte utilizzando una delle bende nere da mettere sugli occhi che il museo fornisce ai visitatori. Un modo per far riscoprire il senso del tatto.

[cml_media_alt id='4949']Cosa vedere a Ancona: Veduta del Porto[/cml_media_alt]
Cosa vedere a Ancona: Veduta del Porto
[cml_media_alt id='5971']Gradara - Il castello e le mura[/cml_media_alt]
Gradara – Il castello e le mura

Cosa vedere a Ancona

Ancona è una città che abbiamo scoperto per caso e che invece ci ha sorpresi e conquistato tanto che ci siamo tornati ancora. Oltre al Passetto, con il suo mare e con gli affascinanti portoni, il nostro suggerimento è di scoprire la città a piedi, dal Porto fino alla Cattedrale di San Ciriaco. In questo post se volete trovate qualche consiglio in più per visitare Ancona in famiglia.

Una vacanza nelle Marche: il Conero e … tutto il resto!

Da che è nato nostro figlio siamo tornati diverse volte in vacanza nelle marche, ogni volta cercando di esplorare qualcosa di nuovo. Nel blog trovate quindi molti post su questa regione, per comodità qui sotto vi riepilogo alcune informazioni con il link all’articolo completo se volete approfondire:

  • Il Conero: Il Parco del Monte Conero è una delle zone forse più conosciute delle Marche per il suo mare e per i suoi borghi caratteristici come Sirolo e Portonovo. In questo post trovate qualche consiglio per un itinerario sul Conero anche senza macchina, con le spiagge e non solo.
  • Le Grotte di Frasassi: Le grotte sono una delle cose da vedere nelle Marche ma non fermatevi a quello, lì vicino ci sono dei borghi che vi conquisteranno. Vi lasciamo il link all’articolo sulle grotte di Frasassi e quello sui dintorni.
  • Urbino: Questa città è semplicemente meravigliosa e vale la visita anche solo per un giorno. Anche in questo caso trovate tutti i dettagli nel link se vi va.
  • Gradara: Il nome di Gradara è indissolubilmente legato a quello di Paolo e Francesca e questa città fortificata organizza bellissimi eventi per i bambini, sia in inverno che in estate, per saperne di più potete seguire questo link.
  • Recanati: Questa cittadina è quella di Leopardi e qui, ancora oggi, sembra di poter incontrare davvero il grande poeta passeggiando tra le sue viuzze. Se volete qualche dettaglio in più lo trovate in questo articolo.
  • Un itinerario nelle Marche: Se siete in cerca di qualche idea per una vacanza nelle Marche un po’ più lunga provate a guardare in questo articolo.
Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

1 comment

  1. Deve essere una bellissima esperienza quella del Museo Tattile: sto programmando le mie ferie nelle Marche e fino ad oggi non conoscevo questo museo … non vedo l´ora di andarci!

Lascia un commento