Sub

Immersioni subacquee: attrezzatura da sub e corsi

Finita l’estate per tanti viene archiviato il capitolo “mare”. In realtà però non è sempre così, anzi, per alcuni sport acquatici questa è la stagione migliore, soprattutto per chi vuole imparare. Uno di questi è il sub o meglio le immersioni subacquee.

Io ho praticato sub per un po’, smettendo quando la mia vita ha cambiato rotta, prendendo una piega completamente diversa dalla strada che credevo essere già tracciata. Ho iniziato per curiosità già adulta: vedevo spesso i subacquei immergersi in località esotiche che erano le mete dei miei viaggi e volevo provare a conoscere veramente il mare. Per capirci lo snorkeling – che ti permette di stare solo in superficie – non mi bastava più, volevo immergermi nel mare per davvero. Così, complice proprio la fine dell’estate ho iniziato il mio corso di sub in una scuola della zona che mi ha portata al brevetto di PADI Open Water Diver fino a 18 metri di profondità.

Ma facciamo un passo indietro: cosa ne sapete delle immersioni?

Immersioni in apnea e immersioni con autorespiratore

Iniziamo a fare chiarezza sul tema delle immersioni. In realtà possiamo subito dividere questo sport in due diverse categorie in base all’attrezzatura utilizzata:

Immersione in apnea

L’immersione in apnea non prevede l’uso del respiratore ed è stata la prima forma d’immersione praticata dall’uomo. Per questo da alcuni è considerata banale mentre invece non lo è per nulla, anzi. L’apnea richiede molta preparazione, allenamento e speciali tecniche di respirazione che permettono uno stato di concentrazione che consente una minore richiesta di ossigeno e quindi in tempi di apnea più lunghi.

L’attrezzatura per apnea normalmente prevede la muta per immersione, la zavorra, le pinne, l’aeratore e – importantissima – la boa che indica la presenza in zona ad eventuali imbarcazioni di passaggio. Quest’ultima è un fondamentale strumento di sicurezza per chi pratica questo sport.

immersioni con autorespiratore
immersioni con autorespiratore

Immersioni subacquee con autorespiratore

Quello che normalmente viene chiamato SUB è l’immersione con autorespiratore ad aria (ARA) e prevede l’utilizzo di una bombola di ossigeno (oltre che di ulteriore attrezzatura). Per praticare immersioni subacquee con autorespiratore è necessario frequentare un corso che ha modalità e durata variabili e prevede l’insegnamento di una parte teorica e di una pratica.

Questo significa che, oltre ad andare in acqua (“acque confinate”: piscina, lago o mare) si fanno lezioni in aula, per imparare tutto ciòà che poi servirà durante le immersioni. Il corso che ho frequentato io si è svolto, per la parte pratica, in piscina con uscite in acque confinate al lago e al mare. Le lezioni in acqua permettono di familiarizzare con l’attrezzatura ma anche di acquisire quegli automatismi che sono fondamentali per la sicurezza (ad esempio si simula la perdita del respiratore che deve essere recuperato, ovviamente mantenendo la calma!).

Al termine del corso si svolge un esame, che comprende anch’esso una prova scritta e una di immersione, e porta al conseguimento di un brevetto. Il brevetto da sub è correlato alla profondità di immersioni, il mio brevetto PADI Open Water Diver mi permette di immergermi in acque libere fino a 18 metri di profondità.

Immersioni subacquee: attrezzatura e corso sub

Se vi ho incuriositi vediamo nel dettaglio cosa serve per fare sub: l’attrezzatura e i corsi.

Corsi di sub

Il corso che ho frequentato io è durato alcuni mesi, con cadenza settimanale. Spesso però nelle località turistiche si possono frequentare corsi molto più brevi e concentrati che permettono di acquisire il brevetto in una settimana o poco più. Non entro nel merito perché non li ho sperimentati, verificate però sempre la serietà della scuola che li propone. Qui vi anticipo solo che, di solito, in questi casi le immersioni in “acque confinate” vengono svolte in spiagge particolarmente calme invece che in piscina.

Personalmente ho frequentato un corso certificato PADI (Professional Association of Diving Instructors) che è la principale organizzazione mondiale che si occupa di immersioni ricreative ed è diffusa praticamente ovunque nel mondo, inclusi moltissimi resort in località da sogno (per le immersioni e non solo!). Seguite il link al sito se volete saperne di più.

Non ci sono vincoli per imparare a fare immersioni: ovviamente bisogna essere in buona salute e saper nuotare ma, per dire, i bambini possono frequentare i corsi di sub e ottenere il brevetto già dai 10 anni.

Attrezzature da sub: cosa serve?
Attrezzature da sub: cosa serve?

Attrezzatura da sub: cosa serve?

Le immersioni subacquee prevedono l’utilizzo di maschera subacquea e di attrezzatura subacquea professionale. Nello specifico viene utilizzata una bombola (dai 15 ai 18 litri, che contiene aria ad una pressione tra le 200 e 220 atmosfere), collegata poi ad un erogatore che ha il compito di normalizzare la pressione dell’aria che fuoriesce dalla bombola per renderla respirabile. In aggiunta vengono utilizzati manometro e profondimetro, due per orientarsi e sapersi gestire nell’ambiente marino ma anche muta, pinne etc.

Normalmente per il corso base vengono forniti dalla scuola gav (giubbotto ad assetto variabile), muta, erogatori, bombola e bussola. Vengono invece di solito richiesti ai partecipanti:

  • Pinne (con cinghiolo)
  • Calzari
  • Maschera (per i miopi è possibile acquistare la maschera graduata)
  • Snorkel/aeratore
  • Muta 5mm
  • Cintura con i pesi
  • Guanti e cappuccio
  • Cesta porta attrezzatura

Dove acquistare l’attrezzatura da sub online e negozi fisici

Una volta acquisito il brevetto però diventa indispendabile acquisire la propria attrezzatura da sub che si trova anche online a prezzi ragionevoli. Personalmente ho acquistato l’attrezzatura sub da Maxi Sport: si tratta di una catena di negozi specializzati in sub molto forniti – le Aree Sub sono centri certificati SSI e PADI – con strumentazione di qualità anche perché, oltre alla vendita, questo brand organizza in partnership con alcune scuole di diving corsi di subacqua e apnea.

Maxi Sport permette di acquistare l’attrezzatura da sub on line oltre che nei negozi fisici sul territorio. Sul loro sito trovate anche informazioni sui corsi di sub che propongono. Se state pensando di iniziare questa bellissima avventura dateci uno sguardo: io mi sono trovata bene. Le immersioni sono infatti uno sport meraviglioso ma la qualità è fondamentale per essere sempre in sicurezza.

Qui terminano i consigli per chi vuole iniziare a fare sub e immersioni che sono legate alla mia esperienza. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo (sharing is caring 😉 ) e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer