Gnomi nel bosco di Canzo

Sentiero dello Spirito del Bosco a Canzo: in montagna coi bambini nel comasco

Il Sentiero dello Spirito del Bosco di Canzo è una di quelle escursioni in montagna coi bambini dove non si va “semplicemente” a camminare. Oltre al fatto di vivere un’esperienza nella natura questo sentiero regala infatti ai piccoli camminatori la possibilità di giocare, rendendo una giornata di trekking in famiglia un’esperienza indimenticabile.

Noi ci volevamo andare da un bel po’ insieme a nostro figlio ma continuavamo a rimandare. Complice però una giornata di primavera talmente calda da sembrare estate ci siamo finalmente organizzati per percorrere quello che viene anche chiamato il Sentiero degli Gnomi di Canzo. Lo chiamano così perchè, dal 2008, un nutrito gruppo di gnomi, folletti e creature fatate pare aver preso dimora nei boschi sopra Canzo.

Non ci credete? Guardate le foto! E poi… allacciate gli scarponi, pronti a partire per questo bellissimo e facile trekking in Lombardia da fare insieme ai bambini.

  1. La storia del Sentiero dello Spirito del Bosco a Canzo
  2. Dove si trova
  3. Il Sentiero di Canzo con bambini
  4. Abbigliamento e attrezzatura per la gita
  5. Altre gite vicino a Canzo
[cml_media_alt id='14177']Indicazioni lungo il percorso degli gnomi di Canzo[/cml_media_alt]
Indicazioni lungo il percorso degli gnomi di Canzo

1) Sentiero dello Spirito del Bosco di Canzo: cos’è e chi l’ha realizzato

Il Sentiero dello Spirito del Bosco è un percorso per bambini che si trova sopra il comune di Canzo, in Val Ravella. Il sentiero è stato realizzato nel 2008 dall’artista Alessandro Cortinovis grazie all’ERSAF – l’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alla Foresta – e ha trasformato questo angolo di montagna comasca in una meta family friendly.

Nonostante infatti io abbia sempre percorso i sentieri di Canzo e del Cornizzolo fin da bambina non mi era mai capitato di incontrare così tante famiglie con bambini piccoli come quando abbiamo organizzato il nostro trekking per percorrere il Sentiero dello Spirito del Bosco insieme al nostro bimbo. I piccoli escursionisti erano davvero moltissimi e non si fatica a capire il perché: nel bosco di Canzo questo artista è riuscito a creare un percorso stupefacente, in cui la fantasia si unisce al gioco, senza mai perdere di vista il contesto naturale in cui le installazioni sono inserite.

Alessandro Cortinovis non si è infatti limitato a creare delle sculture di legno ma ha utilizzato ciò che la natura offriva per trasformare il bosco in un angolo di magia. Gli alberi caduti sono diventate scale, i tronchi si sono tramutati in gnomi, le radici sono divenute braccia e le foglie ali. Le installazioni del Sentiero dello Spirito del Bosco vivono nella montagna e insieme alla montagna, trasformandola inuna foresta  incantata.

E i bambini? I bimbi corrono, cercano, ridono e chiacchierano. E camminano, senza nemmeno rendersene conto, tutti presi a individuare lo gnomo più buffo o la casetta in cima a un albero, affrontano il trekking in montagna che li porta fino a Terz’Alpe, dove ad attenderli ci sono un grande prato per giocare, i cavalli e le mucche.

[cml_media_alt id='14175']Il sentiero dello spirito del bosco - sculture[/cml_media_alt]
Il sentiero dello spirito del bosco – sculture

2) Il percorso del Sentiero dello Spirito del Bosco a Canzo: dove si trova

Il Sentiero dello Spirito del Bosco si trova in Lombardia, precisamente a Canzo, in provincia di Como, parte da Prim’Alpe e si snoda per il bosco fino a Terz’Alpe. Per percorrerlo sono necessari almeno 45 minuti – a ritmo di bambino – ma potrebbe volerci molto di più, a seconda di quante volte ci si ferma per cercare gli gnomi (e fotografarli).

Il punto di inizio del Sentiero degli Gnomi è Prim’Alpe, dove si trova il centro visitatori di Legambiente. Lì troverete anche un piccolo museo che vale la pena visitare per comprendere meglio queste montagne, i bagni, un minuscolo ristoro e i tavoli da pic-nic con la possibilità di organizzare una grigliata. Proprio subito dopo la fontana noterete l’indicazione per il “Sentiero dello Spirito del Bosco” che vi porterà fino a Terz’Alpe attraverso il bosco.

Lungo il sentiero troverete diversi cartelli indicanti la direzione (“per di su” o “per di giù“) che vi permetteranno di scoprire le sculture, fate attenzione però a guardare anche in alto perché gli gnomi si nascondono ovunque! In cima, dopo il labirinto, vi aspetta un grande prato e il rifugio con l’azienda agricola dove è possibile mangiare qualcosa, mentre per scendere potrete decidere se percorrere nuovamente il bosco degli gnomi oppure utilizzare il sentiero “normale” (ampio, lastricano con le pietre e non in pendenza) o anche il Sentiero Geologico.

[cml_media_alt id='14178']Le casette sul Sentiero degli Gnomi di Canzo[/cml_media_alt]
Le casette sul Sentiero degli Gnomi di Canzo

3) Sentiero degli Gnomi di Canzo con bambini: informazioni utili

Per percorrere il Sentiero dello Spirito del Bosco dovrete raggiungere Canzo, una volta lì è possibile parcheggiare alla fonte Gajum oppure nel parcheggio nei pressi della Chiesa di San Francesco. La salita fino a Prim’Alpe coi bambini vi richiederà almeno 45 minuti: si tratta di un trekking semplice ma in salita, con un sentiero ampio e lastricato.

Lungo la strada, a poca distanza da Prim’Alpe troverete un agriturismo dove si può mangiare qualcosa riposandosi sulle panchine ed utilizzare i bagni. Lì avrete anche la possibilità di riempire le borracce, altra acqua potabile la troverete a Prim’Alpe e ovviamente alla fonte Gajum. Poco lontano, prima della fontana di Prim’Alpe, troverete l’indicazione di un Belvedere.

4) Sentiero degli Gnomi di Canzo: abbigliamento e attrezzatura

Se i vostri bimbi sono ancora piccoli e non abituati a camminare a lungo vi consigliamo di portarvi un marsupio ergonomico o uno zaino da trekking porta-bebè per arrivare fino a Prim’Alpe. In questo modo potrete trasportare i bambini più piccoli fino a Prim’Alpe e poi farli camminare lungo il Sentiero degli Gnomi.

La salita con i passeggini normali lungo il Sentiero dello Spirito del Bosco di Canzo invece non è agevole, mentre è fattibile con i passeggini da trekking. Il dislivello non è impegnativo ma questo trekking lombardo è nel bosco, su percorso sterrato con radici e rocce, quindi fate indossare ai bambini scarpe da trekking, chiuse e con la suola idonea a non scivolare.

[cml_media_alt id='14180']Sul sentiero verso Prim'Alpe[/cml_media_alt]
Sul sentiero verso Prim’Alpe

5) Cosa vedere vicino a Canzo con bambini: altre gite in montagna nel comasco

Se una volta terminata questa escursione lungo il Sentiero dello Spirito del Bosco avete ancora tempo e voglia di camminare o se state organizzando un weekend in zona ci sono due mete che vi consigliamo vicino a Canzo, in entrambi i casi se cliccate sui link potete leggere gli articoli completi:

  • Il lago del Segrino: Si trova proprio sulla strada che da Lecco porta verso Canzo. Questo piccolo lago ha una storia di rinascita e oggi è una meta molto gettonata dalle famiglie che vogliono fare una passeggiata e rilassarsi un po’.
  • I Funghi di Terra di Rezzago: I Funghi di Terra sono delle formazioni rocciose che si trovano poco lontane da Canzo. La salita fino al castagneto di Enco è fattibile anche col passeggino ed anche una buona occasione per cercare le castagne in autunno, per vedere i funghi invece è necessario fare un tratto più ripido di sterrato.

Tra i sentieri di Canzo con bambini oltre al Sentiero dello Spirito del Bosco ci sono il Sentiero Geologico di Canzo e la salita ai Corni di Canzo. Altre informazioni su sentieri da percorrere con i bambini nel comasco li trovate in questo libro intitolato “Quarantaquattro Passi“, molto utile se cercate sempre nuovi spunti per gite in montagna in famiglia. In alternativa interessante è anche “A piedi in Lombardia” con oltre 100 percorsi  da fare in Lombardia in montagna.

Se avete voglia di condividere con noi la vostra esperienza sul Sentiero dello Spirito del Bosco o altri trekking in montagna coi bambini vi aspettiamo nei commenti oppure sui nostri social: ci trovate su Facebook, Instagram e YouTube. Scriveteci, ci farà piacere! E se volete altri consigli trovate tante passeggiate in montagna in Lombardia da fare con i bambini sparse per il blog!

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer