In montagna con i bambini: Cogne, tra cascate e passeggiate

Il post di oggi è scritto da Giulia che ci racconta il suo weekend a Cogne dove è andata come nostra “inviata speciale”, per conoscere la Val di Cogne e la manifestazione Viva il Parco insieme al Consorzio Turistico di Cogne. Qui ci racconta i sentieri per passeggiate coi bambini a Cogne e dintorni mentre a breve ci racconterà della manifestazione, quindi… stay tuned!

La Val di Cogne, posta al cospetto del Gran Paradiso, 4061 mt, è una delle vallate laterali della regione Valle d’Aosta e si sviluppa sul bacino idrografico destro della Dora Baltea, prendendo il nome dal centro abitato più importante: Cogne. Questa verde vallata è compresa nel Parco Nazionale del Gran Paradiso che, istituito nel 1922, è il più antico Parco nazionale italiano e  comprende, oltre alla Valle di Cogne, anche la Valsavarenche e la Val di Rhemes, nonchè le vallate piemontesi di Orco e Soana.

D’inverno, Cogne e le sue frazioni sono il regno dello sci di fondo e delle cascate di ghiaccio, oltre ad offrire,  agli escursionisti di ogni livello, numerosi itinerari per gite di scialpinismo, passeggiate sulla neve e ciaspolate nei boschi.

D’estate, quando la vasta prateria di Sant’Orso si spoglia del mantello bianco per riempirsi di verde e colori, la Valle di Cogne diventa un luogo di relax, escursioni, passeggiate a piedi, in mountain bike e con il passeggino, per tutti i livelli di preparazione e per tutte le età.

Noi ci siamo stati in occasione della manifestazione Viva il Parco, di cui vi parlerò presto, con il ricciolino biondo ed una sua amichetta, anche lei di quattro anni e siamo andati alla scoperta dei sentieri più adatti a loro.

I sentieri per passeggiate a Cogne coi bambini

Tra i sentieri della Valle di Cogne coi bambini vi segnalo in primis, la stradina sterrata, percorribile anche con passeggini (possibilmente di quelli un po’ robusti o con le ruote grandi) o in bicicletta (il ricciolino l’ha testata con il suo bolide rosso) che parte dal centro di Cogne e, passando tra bosco e prati, seguendo la riva del torrente giunge fino all’abitato di Lillaz, ove si trova una vasta area pic nic, il paesino dotato di minimarket, bar e ristoranti e, soprattutto, le fantastiche cascate.

[cml_media_alt id='7962']Lillaz[/cml_media_alt]
Lillaz
Si tratta di poco più di 3 km con dislivello minimo, ossia la stradina sale dolcemente ed è quasi pianeggiante. Noi con i bambini abbiamo impiegato un’ora esatta per il tratto Cogne – Lillaz. Si può anche decidere di percorrerla solo in salita od in discesa, utilizzando il servizio di bus, completamente gratuito, che collega Cogne con tutte le sue frazioni, con passaggi che, da luglio a fine agosto, sono ogni ora circa. La stazione di partenza ed arrivo della navetta si trova, a Cogne, sotto la chiesa e la biblioteca municipale, scendendo con apposito ascensore (al piano parcheggio si trovano anche i bagni pubblici). A Lillaz in Loc. Revettaz, dove vi è l’area camper, di fronte all’ufficio di informazioni turistiche (anche in questo caso, nei pressi ci sono i bagni pubblici).

A Lillaz con un altro sentiero adatto anche ai bambini si possono ammirare le fantastiche cascate, percorrendo un anello circolare (non adatto ai passeggini, con i quali si può giungere comunque a pochi metri dalla prima cascata nei pressi della quale ci sono panchine per riposarsi o fare un picnic). Si parte dal parcheggio e discesa nei pressi della centrale idroelettrica della CVA (o viceversa, ma io consiglio il primo senso, poichè la discesa lato cascate è più disagevole). Il dislivello è di soli 100 mt (dunque un pò di salita ma non troppa), con un affaccio panoramico sul Vallone della Valeille. Noi con in bambini abbiamo impiegato circa 45 minuti tra salita, discesa e foto. Attenzione però: tenete i bimbi per mano nei pressi delle cascate e indossate scarponcini o scarpe da ginnastica non scivolose, poiché le rocce sono a tratti bagnate.

[cml_media_alt id='7961']Cascate[/cml_media_alt]
Cascate
Tra l’altro, in dieci minuti circa dalla cima del sentiero delle cascate, si può giungere anche alla falesia di arrampicata sportiva di Lillaz, che presenta monotiri panoramici facili, adatti anche ai principianti (se tali, accompagnati da guide o istruttori abilitati, naturalmente). Io l’Alpmarito le abbiamo scalate ormai molti anni fa e ricordo ancora il panorama e la sosta in discesa, a bagnare i piedi doloranti in una “guia” del torrente!

In fondo al prato di Sant’Orso, si può invece imboccare il sentiero/stradina sterrata che conduce, in poco più di 3 km (157 mt di dislivello e un’oretta di camminata), a Valnontey, altra frazione di Cogne, ove si trova anche un piccolo giardino botanico alpino (visitabile a pagamento). Anche in questo caso, la strada, che costeggia il torrente e alterna il bosco ai prati, è percorribile con passeggini “da sterrato” e biciclette ed adatta ai bambini ed è presente il collegamento in bus gratuito, con fermata nei pressi del parco giochi, all’ingresso dell’abitato.

Sempre a piedi, in bicicletta e con i passeggini, si può anche partire dal prato di Sant’Orso e discendere verso Cretaz ed Epinel, in meno di 3 km, su una sterrata ombreggiata lungo le rive del torrente che il ricciolino ha percorso in bicicletta, magari utilizzando poi la navetta per tornare a Cogne.

[cml_media_alt id='7971']Verso Epinel[/cml_media_alt]
Verso Epinel
Vi è poi il sentiero natura, un percorso ad anello del Montseuc che unisce una passeggiata (circa 300 mt di dislivello postivo e mezz’ora di camminata) estremamente panoramica ad un viaggio in cabinovia. Noi non abbiamo fatto in tempo a testarlo, purtroppo. Qui trovate le info se volete.

Non di sola fatica possono essere fatte le vacanze, però, vero? Quindi, dopo tanto camminare, noi abbiamo preso il sole nel prato di Sant’Orso, guardato i bambini giocare nel grande parco giochi, gironzolato per il paese (mercato di abbigliamento e generi alimentari nei pressi del cimitero, alla domenica) e… … usufruito dell’area relax nel nostro hotel!

Infine, anche se oggi ho voluto raccontarvi della Val di Cogne con i bambini, non posso esimermi dal suggerire agli adulti, genitori e non, una gita in ghiacciaio per giungere sulla vetta del Gran Paradiso, ovviamente se non siete degli alpinisti con sufficiente esperienza, da farsi “guida alpina muniti“. Io ci sono stata con l’Alpmarito e ne serbo un ricordo meraviglioso, anche se non è stata una delle nostre gite più fortunate, visto che avevamo trovato condizioni del ghiacciaio critiche, però…ne vale la pena!

Per ogni informazione per visitare la Valle di Cogne o per fare passeggiate coi bambini a Cogne e dintorni potete fare riferimento al sito internet della Valle di Cogne.

Dove dormire coi bambini in Val di Cogne

Durante questo weekend a Cogne abbiamo alloggiato al Petit Hotel. Si tratta di un family hotel davvero a misura di famiglia: sala giochi interna, parco giochi esterno, biciclette a disposizione – anche una della misura del ricciolino e una senza pedali, oltre che seggiolini per quelle dei grandi – palestra per i genitori patiti del fitness, i classici piatti da bambini a richiesta (pasta, scaloppine, pastina e minestrine) e, soprattutto, piscina (con varie zone di altezza per piccolini e per grandi) con braccioli e palloni a disposizione, idromassaggio, sauna, bagno turco e “stanza del sale”.

Inutile dire che le nostre gambe (e la mia schiena, visto che avevo portato tutto il giorno uno zaino pesante per l’attrezzatura fotografica e a tratti trainato la bici) hanno apprezzato, come i bambini. Tutt’altra vita rispetto al campeggio, che però continuo ad apprezzare!

Giulia

Giulia

Giulia ama la montagna e le vacanze attive, in cui scoprire e fare sempre nuove esperienze. Appassionata di fotografia e di arrampicata nel web scrive e cinguetta come @mammaavvocato