Viaggi in camper - credits. web

Informazioni pratiche per un viaggio in camper con i bambini

Uno dei miei “chiodi fissi” sono i viaggi in camper. L’origine di questo sogno risale a quando, da bambina, ci viaggiavo in camper al seguito dello zio camperista. Qualche tempo fa ho pubblicato un post dal titolo l’identikit della camperista scritto – guarda caso – da una mamma camperista, Ilenia.

Oltre a quelli da bambina con lo zio avevo fatto in passato piccoli viaggi in camper con amici ma mai col bimbo e mi chiedevo come fosse anche perchè, a onor del vero, il camper mi attira moltissimo: da sempre amo la vita del campeggio e la natura ma soprattutto mi affascina l’idea di un on-the-road senza vincoli anche con un bimbo piccolo! Insomma…l’idea di andare lontano portandosi la bebè-casa appresso!

Ho conosciuto Ilenia proprio durante uno dei suoi viaggi in camper e mi e’ venuta la curiosità di saperne di più. Confesso che quest’anno mi sarebbe tanto piaciuto “lanciarmi” col camper e per questo ho tempestato la povera Ilenia di domande ma purtroppo varie vicissitudini   ci hanno impedito di provare…

Ma chissà… mai dire mai…

Intanto dalla mia curiosità e dalla pazienza di Ilenia sono uscite alcune “informazioni pratiche” che ho raccolto come piccoli tesori preziosi e ho deciso di pubblicare qui…
Per chi avesse voglia di organizzare una vacanza o un viaggio in camper coi bambini sperando di poterle usare io stessa prima o poi!

Dove dorme il bambino durante i viaggi in camper

La prima domanda da mamma di un bimbo insonne non poteva che riguardare dove dormono i bambini in camper: “Ma il lettino del bimbo ci sta sul camper? E se no … dove dorme il bimbo?
La mia esperta mi ha spiegato che il lettino da campeggio non ci sta sul camper ma ci sono diverse soluzioni alternative per dormire in camper coi bimbi piccoli:
  • far dormire il bebè nel lettone con uno dei due genitori
  • optare per un un camper con i lettini a castello in coda, in questa posizione i lettini risultano molto protetti ( tipo cuccetta ) e potrebbe bastare un spondina di quelle che si usano nei letti di casa x i bambini. In questi lettini potrebbe dormirci anche un adulto perché sono lunghi oltre 2 metri
  • optare per un camper con letto matrimoniale in coda, dove probabilmente mamma, papa’ e bimbo potrebbero dormire anche tutti e 3 insieme
[cml_media_alt id='4550']Camper.jpg[/cml_media_alt]
Camper – credits: web

Il seggiolone nel camper

Altra domanda per una neofita dei viaggi in camper come me è: “Dove mangia il bebè?”
In questo caso le possibilità per organizzarsi con le pappe durante i viaggi in camper con i bambini sono diverse:
  • Portare solo il passeggino e usarlo come seggiolone,
  • Portare un seggiolone standard (di dimensioni compatibili col camper)
  • Portare le sedie e montare il “seggiolone da viaggio”
Attenzione: Ilenia mi segnala che il seggiolone Ikea classico sul camper risulta altamente ribaltabile!
E… Se dimenticate di caricare la sedia per il bimbo: provate ad adattare il seggiolone da viaggio sul passeggino, quello della CAM ci sta!:)

Spostamenti e visite dei luoghi di interesse con il camper

Se come me sognate di partire per un lungo viaggio itinerante in camper probabilmente vi sarete chiesti come ci si sposta in viaggio dopo aver parcheggiato il camper.
Qui la mia esperta mi segnala che l’alternativa più comoda sono le biciclette anche se i problemi sono (spesso in Italia) le piste ciclabili e i furti.
Inoltre con bimbi piccoli che dormono solo in passeggino la bici diventa da gestire tenendo conto degli orari dei pisolini.

In campeggio con il camper

Un’altra domanda era relativa al dormire in camper: “Ma dove si sosta quando si viaggia in camper?”
La mia camperista di fiducia dice che per la sua esperienza si può dormire (quasi) ovunque anche se con i bambini i campeggi, che di solito sono più ombreggiati e accessoriati, risultano un pochino più comodi. In ogni caso in giro per l’Italia esistono anche aree di sosta comode e a prezzi bassissimi.
Ilenia mi spiega anche che il fenomeno camper è molto più spiccato in Italia visto che all’estero ogni paesino ha il suo campeggio ed è normalissimo avere una roulotte e fermarsi in un camping anche solo per una notte.

Per saperne di più: fiere di settore

“Ma un profano come me come fa a farsi un’idea del magico mondo del camper oltre che leggere avidamente notizie sul web?”
La mia esperta mi dice che sono molte fiere specializzate nel settore Plain Air ed esistono anche alcune riviste a tema e che la fiera di riferimento per il settore è quella di Parma, con alcune idee anche sugli itinerari.
Ilenia mi segnala anche che le fiere possono servire anche per toccare con mano i mezzi visto che camper “belli comodi per famiglie” di circa 7- 7,20 metri, potrebbero essere per alcuni anche impegnativi da guidare!
 
[cml_media_alt id='4155']on the road[/cml_media_alt]
on the road

I costi per noleggiare un camper

Quello dei costi di noleggio di un camper è un capitolo doloroso perché io mi sono chiesta più volte quanto costasse noleggiare un camper per organizzare una vacanza e, purtroppo, ho anche avuto le risposte.

Questo è un capitolo doloroso perché – a mio modestissimo parere – i costi per il noleggio di un camper sono alti. Il mio personalissimo benchmark sul mercato ha stimato i costi per il noleggio di un camper per una settimana massimo dieci giorni in circa 180 euro al giorno. Magari sul mercato c’è di meglio (nel caso segnalatemi i noleggiatori, please!) ma così sono purtroppo al momento “fuori mercato” per me.

Se volete avere un’idea dei costi e, magari, anche prenotare un noleggio di un camper per una vacanza in famiglia vi segnalo il sito di Rentantalcars: si tratta di un broker di noleggio annoche noi utilizziamo da anni per affittare la macchina all’estero in quanto, comparando i costi delle varie compagnie, ci ha sempre permesso di risparmiare. Lì c’è modo di noleggiare anche i camper e ovviamente verificare i costi delle diverse compagnie.

Quanto costa acquistare un camper?

Ecco infine anche qualche informazione per quanto riguarda l’acquisto di un camper per chi vuole farsi un’idea dei costi. Con Ilenia si è parlato dei costi per un camper di dimensioni “comode” per una famiglia di 3/4 persone che si aggirano sui 35.000/40.000 euro (i famosi 7-7,20 metri circa…). Sono stime “ad occhio” ovviamente senza pretese di assoluta verità ma utili per avere un’idea del mercato .

La mia paziente esperta mi ha anche segnalato che normalmente i camper si rivendono abbastanza facilmente… 😉

Alternative al camper: la roulotte

Per gli amanti della vita da campeggio un’alternativa più economica al camper c’è o almeno potrebbe esserci. E infatti io a un certo punto ho chiesto a Ilenia: “E… la roulotte??” . Già perché le nostre elucubrazioni si sono spinte fino a cercare delle alternative al low cost camper e lì è uscita la roulotte!

Ecco, qui la mia esperta mi ha segnalato i pro dell’acquisto della roulotte: ovvero costi inferiori per l’acquisto, possibilità di staccare la roulotte e muoversi in autonomia. Ma mi ha illuminata anche su una cosa che io da profana non sapevo: per trainare una roulotte ci vuole una macchina con cilindrata di almeno 1600 e un gancio del valore di mercato (una volta montato) di circa 1.000 euro. Insomma, sono sempre costi stimati utili giusto per avere un’idea ma… magari servono!

Fin qui le informazioni pratiche per organizzare un viaggio in camper con i bambini che sono riuscita a raccogliere grazie alla pazienza di Ilenia, mi scuso fin d’ora se ho omesso qualcosa o non ho correttamente interpretato le informazioni della mia esperta.

Preciso che questo post non ha pretesa di “scienza esatta” ma vuole dare qualche aiuto a chi come me cerca di orientarsi nella giungla del mondo del “Plain Air”. Per questo ogni eventuale suggerimento o consiglio è ben accetto!

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer