Namur la capitale della Vallonia in Belgio

Itinerario in Belgio coi bambini in macchina: La Vallonia

La Vallonia – la Wallonie – è una regione che si trova a sud del paese e si presta bene per un itinerario in Belgio se avete pochi giorni a disposizione ma la voglia di lasciarvi stupire esplorando un angolo verdissimo d’Europa.

Di lingua francese la Vallonia comprende cinque province ma nonostante le sue dimensioni tutto sommato ridotte è una regione tutta da scoprire, per la bellezza della sue cittadine e per le sue tradizioni. Ma soprattutto per aver dato i natali ad alcuni dei “miti” di fama mondiale.

Già perché avete idea di dove sia stato realizzato il sassofono? Sapete dove sono state inventate le patatine fritte? E la birra Leffe?

Ebbene sì, la risposta è una sola: in Vallonia.

Quindi se anche voi avete una passione per i viaggi on the road nei luoghi poco conosciuti ma molto veri segnatevi questa regione del Belgio assolutamente da conoscere, dove perfino i biscotti – i Coques de Dinant – hanno storie da raccontare ai turisti desiderosi di ascoltarle.

[cml_media_alt id='14377']La Maison di Monsieur Sax - Dinant[/cml_media_alt]
La Maison di Monsieur Sax – Dinant

Itinerario in Vallonia coi bambini

Qui di seguito trovate i nostri consigli per un itinerario in Belgio coi bambini per visitare la Vallonia sulla base del nostro diario di viaggio: vi segnaliamo fin d’ora che le distanze sono ridotte quindi la regione si presta bene per un viaggio in macchina anche con i bimbi non molto amanti dell’auto. Noi l’abbiamo fatto noleggiando la macchina all’aeroporto di Charleroi ma imbarcando il nostro seggiolino Elian Fix di GB Global. Avendo il sistema ISOFIX non è un problema montarlo velocissimamente e con lo schienale ad alto assorbimento d’urto e il sistema L.P.S. ci sentiamo più tranquilli.

La Vallonia si è rivelata una meta family friendly, con attrazioni a prova di bambino, menù kids e sale giochi nei ristoranti e non abbiamo avuto difficoltà  né per le tappe che per l’organizzazione del viaggio. Qui sotto trovate l’itinerario completo in questa regione del Belgio con qualche consiglio.

Primo giorno in Vallonia: Namur

Il vostro primo giorno in Vallonia dedicatelo a Namur una cittadina deliziosa veramente a misura di famiglia. Namur è la capitale della regione – e già questo basterebbe a meritare una tappa durante un itinerario in Belgio – ma è anche una città ricca di storia, abitata fin dai tempi dei Romani. Se avete tempo fate un giro in centro, incantatevi a sentire i suonatori di jazz per le vie e salite fino alla Cittadelle, una delle più belle d’Europa.

Poi, se i vostri bimbi ve lo permettono, non dimenticate la visita a una delle brasserie – ovvero i birrifici artigianali – della città. Noi siamo stati alla Brasserie L’Echasse, un birrificio artigianale dove viene prodotta un’ottima birra. A questo proposito vi segnaliamo che al sabato a Namur c’è il mercato e quando ci siamo stati noi c’era anche la ruota panoramica, quindi potreste barattare un paio d’ore “per mamma e papà” a degustare birra con un giro in giostra!

Noi siamo arrivati in città un po’ stravolti dal viaggio dopo la sveglia all’alba a causa del volo prestissimo. In questo modo abbiamo potuto però avere tutta la giornata a disposizione e il piccoletto, dopo essersi addormentato in macchina si è svegliato super pimpante pronto a scoprire la città. Merito forse del seggiolino con il poggiatesta reclinabile oppure delle batterie duracell “di serie” dalla nascita ma in ogni modo scelta azzeccata per ottimizzare i tempi! 😉

[cml_media_alt id='14451']Seggiolino GB - viaggio in Vallonia coi bambini[/cml_media_alt]
Seggiolino GB – viaggio in Vallonia coi bambini
[cml_media_alt id='14402']Namur - l'effervescente centro città[/cml_media_alt]
Namur – l’effervescente centro città

Secondo giorno in Vallonia: Dinant

Di Dinant vi abbiamo già raccontato e il nostro consiglio è di dedicare almeno una giornata a questa cittadina della Vallonia che ha dato i natali al sassofono, alla birra Leffe e alle patatine fritte. Con i bambini non mancate assolutamente la Maison de la Pataphonie, un museo dedicato alla musica che viene creata con ogni tipo di strumento. La visita a questo piccolo museo di Dinant incanterà grandi e piccini, credeteci, e dura circa due ore.

[cml_media_alt id='14404']Il museo della Pataphonie[/cml_media_alt]
Il museo della Pataphonie
[cml_media_alt id='14405']Dinant - La Maison de Monsieur Sax[/cml_media_alt]
Dinant – La Maison de Monsieur Sax

Usciti dal museo passeggiate sul lungo Mosa e sfidate i bimbi a trovare quanti più sax possibili tra quelli disseminati nella città, fate una sosta alla Maison de Monsieur Sax e poi salite fino alla cima della Cittadelle. Lì troverete ad accogliervi il Museo delle Armi ma anche un bel parco giochi dove riposarvi e far sfogare un po’ i bimbi. Dinant si gira tranquillamente a piedi e non abbiamo faticato a trovare parcheggio.

Terzo giorno in Vallonia: Dinant, la crociera e Castello di Freyr

Il terzo giorno rimanete a Dinant per visitare il Castello di Freyr, la piccola Beauvigne sur Mouse – un minuscolo borgo medievale che si trova a poca distanza – e le Grotte de la Merveilleuse.

[cml_media_alt id='14381']Cosa fare a Dinant - crociera sul fiume[/cml_media_alt]
Cosa fare a Dinant – crociera sul fiume
[cml_media_alt id='14406']Dinant - Il Castello di Freyr[/cml_media_alt]
Dinant – Il Castello di Freyr

Poi prenotate una delle crociere che navigano sulla Mosa. Il nostro consiglio per la crociera è, se potete, di scegliere l’orario del tramonto per catturare gli scatti con la luce migliore. A questo proposito tenete presente che alcune delle imbarcazioni fanno anche servizio ristorazione quindi potreste direttamente cenare a bordo.

Quarto giorno in Vallonia: Abbaye de Marendsous e Falaen

Il vostro penultimo giorno in Belgio dirigetevi verso Falaen. Lì potrete fare una delle esperienze più particolari tra quelle da organizzare in Vallonia coi bambini ovvero salire sulle Draisines de la Molignée.

[cml_media_alt id='14407']Les Draisines de la molignée - le curiose bici su rotaia della Vallonia[/cml_media_alt]
Les Draisines de la molignée – le curiose bici su rotaia della Vallonia
[cml_media_alt id='14408']L'Abbazia di Marendsous in Vallonia[/cml_media_alt]
L’Abbazia di Marendsous in Vallonia

Si tratta in questo caso di una particolare bicicletta su rotaie che corre sui binari in disuso della ferrovia. La pedalata è breve – circa 45 minuti a tratta – ma lasciate “le bike” si può salire a piedi fino all’Abbazia di Marendsous con una passeggiata tra i boschi ombreggiata e facile. L’Abbay è anche un luogo piacevole per fermarsi a pranzo anche perché lì troverete un bel parco giochi per far giocare un po’ i bimbi.

Quinto giorno in Vallonia: Han-sur-Lesse

Dedicate un’intera giornata alle Grottes de Han che si trovano a Han-sur-Lesse, non ve ne pentirete. Oltre alla visita alle grotte potrete infatti anche accedere al Parc Animalier, un safari parc dove vivono in libertà molti animali e si possono vedere i “Big Five” d’Europa.

Il parco si può visitare sia a piedi che in bus e con lo stesso pass è possibile anche vedere il museo dedicato agli antichi mestieri e quello della preistoria. Noi vi consigliamo di iniziare la giornata col safari nel parco, portandovi il pranzo al sacco e prendendo il bus per rientrare per poi dedicarvi alle grotte e ai musei. Se i vostri bimbi non sono stanchi segnatevi che proprio accanto al Museo della Preistoria troverete un altro bel parco giochi e in città ci sono alcuni ristorantini molto carini per una cena fuori.

Questa è stata per noi la tratta più lunga in macchina. Nonostante noi si viaggi sempre on the road nostro figlio non ama stare in auto quindi ogni volta è una scommessa trovare qualcosa che lo interessi per distrarlo che siano libri, giochi o canzoncine. La parola d’ordine poi è “comodità” perché altrimenti il tragitto sembra ancora più lungo. Una delle cose che lo infastidisce è il caldo: il nostro seggiolino Elian Fix è dotato di sistema di ventilazione che evita al bimbo di sudare, mantenendo una temperatura ideale anche nei giorni più bollenti e incredibilmente in Belgio abbiamo trovato caldissimo, molto più di quanto previsto!

[cml_media_alt id='14411']Le Grotte di Han in Vallonia[/cml_media_alt]
Le Grotte di Han in Vallonia
[cml_media_alt id='14455']Seggiolino GB - viaggio in Belgio in famiglia [/cml_media_alt]
Seggiolino GB – viaggio in Belgio in famiglia
[cml_media_alt id='14412']Il bel parco giochi di Han[/cml_media_alt]
Il bel parco giochi di Han

Consigli per un viaggio in Vallonia in macchina

Il nostro consiglio se deciderete di organizzare un viaggio in Vallonia coi bambini è di affittare la macchina così da muovervi in totale autonomia.

Come vi abbiamo anticipato noi abbiamo fatto così anche questa volta, noleggiando un’automobile con Hertz ma portandoci da casa il nostro seggiolino auto. Nella scelta tenete presente che in questo modo si riducono i costi, visto che imbarcare il seggiolino per bambini è gratuito anche con un vettore low-cost come Ryanair. Ma nel nostro caso portando il seggiolino auto noi siamo più tranquilli, certi di non avere problemi con la sicurezza del bimbo visto alla fine dei nostri viaggi itineranti i chilometri sono sempre tanti.

[cml_media_alt id='14413']Il nostro seggiolino auto Elian Fix di GB Global[/cml_media_alt]
Il nostro seggiolino auto Elian Fix di GB Global
[cml_media_alt id='14454']Seggiolino GB - sicurezza in viaggio[/cml_media_alt]
Seggiolino GB – sicurezza in viaggio

Il nostro seggiolino è il Elian Fix di GB Global di cui siamo blogger ambassador e di cui apprezziamo il fatto che cresce con il nostro bambino – può infatti essere utilizzato dai 3 ai 12 anni – ma soprattutto l’attenzione alla sicurezza. Questo modello ha infatti la protezione laterale ottimizzata che permette di assorbire l’impatto della collisione e il poggiatesta reclinabile brevettato, che mantiene le zone sensibili della testa e del collo all’interno dell’area di sicurezza assicurandone la massima protezione. Inoltre grazie al sistema ISOFIX smontarlo da una vettura e rimontarlo sull’altra risulta velocissimo. Tutte le caratteristiche del seggiolino le trovate seguendo il link, lato nostro vi possiamo dire che ci troviamo molto bene e che è comodo per nostro figlio, nonostante sia un bimbo alto per la sua età.

Per quanto riguarda invece il viaggio in auto in Vallonia tenete presente che le strade non sono trafficate e le autostrade sono gratuite, qualche problema potreste averlo con i parcheggi nelle cittadine che, invece, sono a pagamento: cercate sempre i parchimetri e ricordate che a volte potrebbe esservi richiesto di inserire la targa dell’autovettura.

[cml_media_alt id='14382']In crociera sulla Mosa - Dinant[/cml_media_alt]
In crociera sulla Mosa – Dinant
[cml_media_alt id='14456']Seggiolino GB - viaggio in Belgio in famiglia [/cml_media_alt]
Seggiolino GB – viaggio in Belgio in famiglia

Altri consigli per un viaggio in Vallonia coi bambini: dove dormire

Per un itinerario in Belgio come quello che abbiamo fatto noi bastano cinque giorni, la durata perfetta per un ponte lungo in Europa coi bambini!

Se deciderete di replicare le tappe del nostro viaggio in Vallonia visto che le distanze sono ridotte potreste scegliere di pernottare nella stessa città tutte le notti, così da evitare di dover rifare ogni volta le valigie. In questo caso vi segnaliamo l’hotel Castel Pont-a-Lesse che si trova poco fuori Dinant e che può essere una buona base per visitare la zona. Si tratta in questo caso di una dimora storica ristrutturata, con camere molto ampie, piscina riscaldata e un grande parco dove giocare. Le famiglie sono le benvenute e l’atmosfera è molto rilassata. Per maggiori dettagli e per i prezzi potete cliccare sul link.

Se poi volete saperne di più sui nostri viaggi vi lasciamo il link alla nostra pagina Facebook e al nostro canale YouTube. Seguiteci anche lì, ci farà piacere! Mentre qui sotto trovate un video del nostro viaggio in Vallonia realizzato con Elian Fix.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer