Itinerario in Olanda con bambini tra parchi e Van Gogh

Organizzare un viaggio in Olanda con i bambini significa una certezza, quella di andare in un paese family friendly, con mille attrazioni (e attenzioni!) per i più piccoli. Perché i Paesi Bassi – questo sarebbe il nome corretto del paese visto che in realtà “Olanda” è quello di una macro regione – sono una terra dove le famiglie stanno bene. E per stare bene intendo ovunque, dal ristorante al museo anche là dove non si tratta di una specifica attività for kids.

Nel paese ci siamo stati diverse volte, da soli e con il bimbo e il nostro ultimo itinerario in Olanda in famiglia ci ha portati nel Brabante Settentrionale (in olandese Noord-Brabant) che in realtà non è così noto ma è  bellissimo e ricco di storia oltre che di parchi nazionali. Partendo da Amsterdam, la capitale, ci siamo spostati verso sud e diretti al cuore della regione che – udite, udite – ha dato i natali a Van Gogh.

Noi siamo rimasti in questa regione olandese 4 giorni ma abbiamo sacrificato alcune delle mete che, invece, avrebbero meritato più tempo correndo un po’ troppo (almeno per i miei gusti!). Siccome però la “corsa” con i bambini non è mai la scelta migliore vi consiglio di dedicare almeno 5 giorni a questo itinerario in Olanda nel Brabante, non ve ne pentirete. Ecco di seguito le tappe da non perdere: per dormire abbiamo fatto base a Udenhout nel Rekreatiepark Duinhoeve, comodo per visitare la regione, se invece  preferite spostarvi ogni notte potreste allungare il giro e spingervi fino a Eindhoven, la città olandese del design, e al Safaripark Beekse Bergen, dedicando una intera settimana alla zona.

  1. Itinerario in Olanda con i bambini: le tappe
    1. Il Parco Nazionale di Biesbosch
    2. Il Parco Divertimenti Efteling Park
    3. Zundert e Etten-Leur, le città di Van Gogh
    4. Breda e Tilburg
    5. Heusden e Parco Nazionale De Loonse en Drunense Druinen
  2. Informazioni utili per organizzare un itinerario in Olanda in famiglia

LEGGI ANCHE: VISITARE L’ISOLA DI TEXEL NELL’OLANDA DEL NORD

Heusden da vedere durante un itinerario in Olanda con bambini

Itinerario in Olanda con bambini di 5 giorni: tappe

Come anticipato vi suggerisco di dedicare almeno 5 giorni a questo itinerario nel Brabante. Noi abbiamo fatto il viaggio in estate, cosa che ci ha permesso di godere di giornate lunghe e luminose. Se viaggiate con i bimbi e avete più tempo lì in zona, non lontano da Tilburg, c’è il Safaripark Beekse Bergen che non abbiamo avuto modo di visitare ma che pare essere molto bello per le famiglie. Maggiori informazioni per visitare il Brabante Settentrionale Olandese le potete trovare sul sito ufficiale dell’ente del turismo.

Primo giorno: Biesbosch National Park, Loevestein e Woudrichem

Il Parco Nazionale De Biesbosch, è un’area naturale formatosi nel Quindicesimo secolo a seguito di una grande inondazione. Oggi è un delta d’acqua dolce che occupa circa 8.000 ettari, caratterizzato da un labirinto di piccoli fiumi e ruscelli dove nidificano moltissime specie protette e vivono i castori, un paesaggio da fiaba tra canali splendendi, mulini, corsi d’acqua dove vi basterà alzare gli occhi al cielo per vedere un’aquila cacciare a pochi metri di distanza da voi.  Se amate le attività outdoor in questa meravigliosa area naturale è possibile fare escursioni a piedi, in bicicletta e in canoa oppure semplicemente partecipare alle gite in barca che partono dal porto situato accanto al museo (ultima corsa h 15.30).

Proprio il Museumeiland è una meta da non perdere durante un itinerario in Olanda con i bambini in estate perché qui si trova un’area gioco che farà la felicità dei più piccoli. Dopo aver visitato il museo che racconta la storia del parco e la vita delle specie che lo popolano è infatti possibile accedere al playground esterno, dove il parco è stato riprodotto in scala con un sistema di chiuse che permette di più piccoli di comprendere il delicato equilibrio dell’acqua su cui si fonda la vita del paese. La visita del museo è solo in olandese ma vi daranno un opuscolo in inglese per poter comprendere gli allestimenti. Presso il museo sono disponibili anche mappe della zona e vi potranno fornire informazioni riguardo ai trekking. Non dimenticate il repellente anti zanzare al tramonto!

Se poi avete tempo – ma calcolate bene i tempi perchè praticamente tutto in Olanda chiude tra le 17.00 e le 18.00! – andate a visitare il Castello di Loevestein che si trova a circa una mezz’ora dal parco (noi abbiamo provato ad andarci ma era chiuso!). Lì vicino potete cenare al Restaurant Kruiden en Jasmijn a Woudrichem: quest’ultima è un’altra cittadina che ha un centro storico che è un gioiellino con tanto di mulino a vento super fotogenico. Il ristorante ha un bel dehor esterno piacevole in estate.

Biesbosch itinerario in Olanda in famiglia

Secondo giorno: Efteling Park

Il secondo giorno del vostro viaggio in Olanda con i bambini dirigetevi verso Efteling. Qui troverete un parco divertimenti immenso ma soprattutto adatto davvero a tutta la famiglia dove le principesse e i draghi fanno capolino dai castelli mentre gli alberi parlano dando il loro benvenuto ai visitatori.

Efteling è infatti un parco a tema fiabe dove però non mancano attrazioni adrenaliniche e show da urlo, oltre che giostre tematiche splendide come Sinopia. Mettete in programma di dedicare almeno una giornata a questo paeco divertimenti olandese perché merita! E se state organizzando il vostro itinerario in Olanda insieme ai bambini in estate non scordate un cambio perché ci sono alcune attrazioni molto divertenti ma anche molto bagnate. Questo parco merita un post a sè con tutti i dettagli che arriverà presto!

Gli alberi parlandi di Efteling
Visitare il parco di Efteling durante un itinerario in Olanda con i bambini

Terzo giorno: Zundert e Etten-Leur

Zundert e Etten-Leur sono due deliziose e piccole cittadine olandesi che non dovete perdere se siete degli appassionati di Van Gogh. Il pittore è infatti nato a Zundert, dove oggi è possibile visitare la sua casa natale trasformata in museo e la chiesa con il piccolo cimitero dove è sepolto il fratellino, omonimo di Vincent. Il centro è piccolo anche se lo stanno completamente restaurando ma piacevole per una passeggiata.

Nel pomeriggio potete invece spostarvi a Etten-Leur dove Van Gogh visse per un periodo nella casa nel padre che fu ministro della chiesa locale. La particolarità di questa cittadina è che qui Vincent imparò a dipingere, soggiornando nella casa dei genitori per un periodo di studi che lo portatono a acquisire quella tecnica che poi, in particolare durante il suo soggiorno ad Arles, lo resero famoso. Oggi proprio nella chiesa è stata allestita una installazione interattiva con anche un filmato che racconta la vita del pittore: veniteci il mercoledì, giorno di mercato, e ascoltate il concerto delle campane che suona alle ore 11.00.

L’installazione è aperta dalle 13.30 e se volete mangiare in città vi consigliamo Vincent’s un locale proprio sulla piazza del mercato, con ottimi buger e anche fasciatoio e seggiolone per i piccoli.

I Luoghi di Van Gogh in Brabant itinerario in Olanda con i bambini

Quarto giorno: Breda e Tilburg

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

Lascia un commento