I vigneti pettinati delle Langhe, poesia e sapori d'altri tempi per i buongustai

Itinerario nelle Langhe e Roero

Che amiamo le Langhe e il Roero ormai lo sapete (e forse vi siete anche stancati di sentircelo dire!) e quindi vi avvisiamo subito: questo è uno di quei post creati per facilitarci la vita! 🙂 Di questa terra infatti abbiamo scritto tanto sul nostro blog e, forse proprio per questo, spesso ci arrivano domande di chi ci chiede un aiuto per costruire un itinerario per una vacanza nelle Langhe e Roero.

Noi in realtà siamo sempre felici di rispondere – dopo tutto se scriviamo è perché ci fa piacere condividere le nostre esperienze giusto? – ma ogni volta ricominciamo da capo, con mail e link vari. Da un po’ quindi l’idea di creare un post sul blog che potesse riassumere un pochino tutti i nostri consigli per visitare le Langhe e il Roero. Un itinerario completo per chi ha voglia di conoscere questa bellissima terra, fatta di vigneti, colline dolci e castelli pieni di storia.

Il tempo per scrivere però è sempre troppo poco e così ci abbiamo messo un po’ per scriverlo. Ma finalmente eccolo qui, il nostro itinerario per una vacanza nelle Langhe e Roero. Pronto da leggere (per voi) e da condividere (per noi) a coloro che ci scriveranno chiedendoci un consiglio per un itinerario nelle Langhe. Perché il tempo è sempre il fattore chiave e in questo modo ci facilitiamo la vita! 🙂

[cml_media_alt id='3837']Le colline delle Langhe "pettinate" dai vigneti[/cml_media_alt]
Langhe – i vigneti

Informazioni utili per organizzare una vacanza nelle Langhe

Innanzitutto partiamo dalle domande più “gettonate” che, se guardo le mail che mi arrivano, sono: Quanto ci vuole per visitare le Langhe e il Roero? Quando è meglio andare nelle Langhe? E dove è meglio dormire per una vacanza nelle Langhe e nel Roero? Quindi partiamo da qui.

Quanto tempo serve per visitare le Langhe e il Roero?

Il tempo necessario per visitare le Langhe e il Roero è… variabile! In sostanza dipende da quello che volete fare. La maggior parte delle persone dedica a questo territorio solo un weekend – e infatti la domanda più classica che ci viene fatta è “Cosa possiamo fare nelle Langhe in un weekend?” – ma in realtà la zona si presta benissimo anche a rimanerci per periodi più prolungati. Leggi: non vi annoiereste neanche in una settimana o due! 🙂 Questo perché il territorio di per sé è vasto e differenziato e anche perché, secondo noi, le Langhe e il Roero bisogna visitarle con calma. In fondo, vorrete mica mettervi in macchina subito dopo aver degustato un bicchiere di Barolo? Oppure non smaltire una gustosa bagna cauda con una passeggiata tra i vigneti? Chiarito il concetto? Ecco… 😉

Poi ovviamente ognuno ha i suoi tempi: qualche anno fa noi abbiamo trascorso nelle Langhe una vacanza di un oltre un mese e ci saremmo rimasti ancora. Detto questo il mio parere personale è che, se ne avete la possibilità, vale la pena dedicare a questa zona più di un weekend e infatti poi vi proporremo il nostro personale itinerario per una settimana nelle Langhe e Roero. Ma andiamo con ordine.

[cml_media_alt id='3513']I vigneti delle Langhe[/cml_media_alt]
I vigneti delle Langhe

Dove dormire nelle Langhe e Roero?

La seconda domanda più frequente è su dove sia meglio dormire nelle Langhe e Roero. Confesso che qui ci mettete un po’ in crisi. Noi quando ci andiamo soggiorniamo sempre nella vecchia casa dei nonni, quindi, di fatto non abbiamo esperienze dirette. Le uniche due strutture che consigliamo sono un B&B che abbiamo visto di persona e una casa in affitto testata da una famiglia di nostri lettori fidati che ce l’ha consigliata. Altre informazioni no le abbiamo purtroppo.

Possiamo però darvi un consiglio su che zona scegliere per dormire nelle Langhe e Roero. In questo caso la discriminante secondo noi è se avete la macchina o meno. Senza macchina il nostro consiglio è di rimanere a Alba, da lì è più facile spostarsi magari con il servizio sightseen bus che attraversa le colline.

[cml_media_alt id='3658']Colline delle Langhe[/cml_media_alt]
Colline delle Langhe

Qual è il periodo migliore per andare nelle Langhe e Roero?

Questa è un’altra delle domande più frequenti. Di certo uno dei periodi più affascinanti per visitare le Langhe e il Roero è l’autunno. Il momento della vendemmia, con le viti che si tingono di rosso è veramente pieno di fascino e coincide anche con il periodo della Fiera del Tartufo Bianco di Alba, con le sue mille manifestazioni. Il periodo della fiera, che di solito dura da inizio ottobre a fine novembre, oltre a essere quello più vivace grazie ai tanti eventi organizzati dall’Ente Fiera e dai borghi, è però anche quello più affollato e il rischio è di fare fila al casello e di dover pazientare un po’ per trovare parcheggio.

Vi assicuriamo però che questo angolo del Piemonte è bello sempre, quindi non fossilizzatevi sull’autunno come periodo migliore per andare nelle Langhe e Roero. In primavera i vigneti sono bellissimi, l’estate è tendenzialmente fresca, poco affollata e piena di sagre e anche l’inverno è ricco di fascino con i filari coperti di cristalli di ghiaccio (e se non ci credete provate a guardare le fotografie di questo post!).

Un itinerario per visitare le Langhe e il Roero

Un itinerario nelle Langhe e Roero per un weekend

La premessa necessaria è che, se al momento di andarvene penserete con dispiacere che sareste voluti rimanere ancora un po’, poi non dite che non vi avevamo avvisati! 😉 Detto questo se avete solo un weekend per vedere le Langhe e il Roero ecco i nostri consigli per organizzarvi al meglio.

Il sabato mattina cercate di arrivare presto e andate direttamente ad Alba. Perdetevi nel suo mercato, poi fermatevi a fare un aperitivo in piazza e fate un po’ di shopping dai produttori locali per immergervi nella sua vivace atmosfera. Nel pomeriggio potete visitare alcuni dei piccoli borghi più vicini e, credeteci, la strada per raggiungerli sarà già parte del viaggio! Mango, Neive e Barbaresco ad esempio sono tre borghi molto carini, piccoli, anzi piccolissimi ma che meritano una visita.

La domenica iniziate il vostro itinerario nelle Langhe dal castello di Grinzane e Cavour e poi proseguite fino a Barolo, tappa immancabile per chi va nelle Langhe. Ovviamente a Barolo è d’obbligo la visita al Museo del Vino, il WiMu, e poi, già che ci siete, fermatevi per pranzo in uno dei tanti ristoranti del borgo, smaltite il pasto passeggiando nei vigneti e, scendendo, acquistate del vino nella Cantina delle Terre del Barolo a Castiglione Falletto.

[cml_media_alt id='3616']Vista delle Langhe - Montelupo Albese[/cml_media_alt]
Vista delle Langhe – Montelupo Albese

Una vacanza tra Langhe e Roero: itinerario di una settimana

Se avete più tempo e voglia di visitare con calma le Langhe e il Roero potreste decidere di fermarvi qualche giorno in più. In questo caso avrete modo di scoprire questa terra senza fretta e secondo noi non ve ne pentirete. Ecco quindi il nostro itinerario per una vacanza di una settimana nelle Langhe e Roero.

Come prima cosa, visto che avete più tempo, tornate ad Alba: si tratta di una cittadina che, nonostante gli ormai tanti turisti che affollano le sue vie, è riuscita a mantenere un’atmosfera autentica e, passeggiando tra le sue vie con calma, ve la godrete in pieno. Visitate il Duomo e il Museo Civico e, se ne avete modo, partecipate ad una delle visite guidate per visitare Alba Sotterranea. Si tratta di visite di gruppo che bisogna prenotare con anticipo quindi verificate sul sito ufficiale e, se le date coincidono con il vostro soggiorno, non mancatele perché sono veramente un’esperienza particolare. Se poi volete conoscere meglio una delle tradizioni del territorio informatevi sul calendario delle partite di palla pugno presso lo Sferisterio di Alba e, se possibile, andare a vedere una gara. La palla pugno è un sport antico che fa parte delle tradizioni di questo territorio e se siete curiosi potete leggere qui la nostra esperienza.

A questo punto, in una settimana nelle Langhe e Roero, avrete anche il tempo per esplorare gli altri borghi delle Langhe. Oltre a quelli che vi abbiamo già suggerito fate una tappa a Serralunga d’Alba, patria del Barolo Chinato. A Serralunga salite fino in cima al colle per vedere il suo castello e poi fermatevi in una delle cantine per la degustazione di questo incredibile vino da meditazione. Altre due tappe da da non perdere, che potreste fare nella stessa giornata, sono Montelupo Albese, con i suoi dipinti murali, e Dogliani.

Ora potreste dedicare un po’ di tempo ai luoghi di Beppe Fenoglio, come Murazzano e San Benedetto Belbo oppure andare a scoprire l’Alta Langa e la Val Bormida. Questi territori sono molto diversi dalle Langhe che sono nell’immaginario di tutti, fatte di vigneti che paiono creati col righello, dove cespugli di rose fioriti fanno bella mostra di sé all’inizio dei filari. Se non vi spaventano le curve potreste guidare fino a Cortemilia, una cittadina arroccata tra le montagne a un passo, non letterale ovviamente, dalla Liguria. A Cortemilia ad agosto viene poi organizzata la famosa Festa della Nocciola, altra manifestazione da non mancare se siete in zona.

A questo punto, dopo aver esplorato in lungo e in largo le Langhe, dedicatevi un po’ anche al Roero. Già perché Langhe e Roero sono in realtà due territori diversi anche se, soprattutto dopo il riconoscimento da parte dell’UNESCO, questa distinzione tende a svanire nella mente dei turisti. Al di là dei confini fisici vi renderete subito conto delle differenze tra questi due territori: il Roero è più “selvaggio” e anche più “povero” delle Langhe (tutto ovviamente tra virgolette, eh!). La ragione di questa differenza, almeno in parte, risiede nei vini delle Langhe, primo fra tutti il Barolo, che hanno ottenuto una fama mondiale e permesso lo sviluppo di un territorio che per decenni è stato fortemente depresso, cosa che invece non è accaduto per i vini del Roero prodotti, in molti casi, giusto a qualche chilometro di distanza. I comuni del Roero che vi consigliamo di non perdere sono Govone, Vezza d’Alba e Magliano Alfieri. E poi ovviamente Bra, con le sue eccellenze gastronomiche (la salsiccia DOP e il formaggio Bra) e, ovviamente, Pollenzo, con l’Accademia del Gusto.

[cml_media_alt id='3509']Le langhe incorniciate dalle montagne innevate[/cml_media_alt]
Le langhe incorniciate dalle montagne innevate
Ci sarebbero ovviamente anche altre cose da vedere e inserire in un itinerario nelle Langhe e Roero ma direi che per questa volta possiamo fermarci qui. Tutto cambia ovviamente se deciderete di organizzare la vostra vacanza nelle Langhe e Roero durante la Fiera del Tartufo. In questo periodo infatti vengono organizzate moltissime manifestazioni (rievocazioni storiche, palio degli asini, sfilate in costume, spettacoli con gli sbandieratori …) che sono tutte da vedere e che piaceranno anche ai bambini. In questo caso godetevi senza rimpianti tutti gli eventi della fiera, sarà una buona scusa per tornare un’altra volta a visitare tutto il resto delle Langhe e Roero! 😉

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

1 comment

  1. Andremo vicino Alba proprio la prossima settimana! Pensa che sarà la prima volta che dormiamo in un albergo col nano..che giustamente ha avuto una settimana di risvegli turbolenti notturni..! Speriamo non capitino quando saremo lì, mi hanno frenata dal viaggiare finora per paura di disturbare gli altri ospiti e sembravano passati..ma abbiamo bisogno di ricominciare a gironzolare almeno un pochino!

Lascia un commento