Itinerario per un viaggio in Corsica - Il porto di Calvi

Itinerario per un viaggio in Corsica da nord a sud: tappe e informazioni

Il nostro primo itinerario in Corsica è arrivato alla fine di un lungo viaggio in Francia. Quarantacinque giorni in cui siamo passati dal viola della lavanda al verde del Verdon, fino al mare della Corsica. In realtà però mio desiderio di una vacanza in Corsica se ne stava lì da anni, frutto anche di un viaggio annullato molto prima e solo parzialmente compensato da una vacanza in barca tra le più belle spiagge dell’isola

Anche per questo, nonostante provenissimo da un mese on the road, abbiamo comunque scelto di fare un viaggio itinerante anche in Corsica, per vedere il più possibile di quella che chiamano l’Isola Verde.

Il nostro primo viaggio in Corsica in famiglia è durato due settimane, appena sufficienti secondo me per conoscere davvero l’isola. Avendo più tempo infatti avrei inserito altre tappe nel nostro itinerario, perché l’isola è splendida! Ci siamo poi ritornati per una settimana ma, anche in questo caso, abbiamo rimpianto di non aver potuto rimanere più a lungo.

Quello di oggi è quindi un post molto pratico per organizzare  un itinerario per una vacanza in Corsica: se avete voglia di leggere emozioni le seguite il link mentre se state cercando maggiori approfondimenti vi segnaliamo la Lonely Planet della Corsica. Dove possibile per ogni tappa vi segnaliamo anche alcune strutture dove dormire.

  1. Itinerario in Corsica
    1. Ajaccio
    2. Propriano e Sartene
    3. Bonifacio
    4. Porto Vecchio
    5. Corte
    6. Ghisonaccia e Aleria
    7. Calvi e Iles Rousse
    8. Bastia
    9. Capo Corso
    10. Saint Florant e il Desert des Agriates
  2. Informazioni per un viaggio in Corsica
Bastia e il suo porto - Corsica
Bastia e il suo porto – itinerario in Corsica

Itinerario in Corsica da nord a sud

Qui sotto quindi vi indichiamo alcune delle tappe secondo noi da non perdere durante un viaggio in Corsica. Se potete fermatevi almeno qualche giorno in ciascuna di esse, idealmente almeno tre notti per ogni destinazion.

Ovviamente è solo un consiglio ma crediamo che in questo modo riuscirete a visitare la Corsica senza fretta e godendovi tramonti e tuffi senza fretta. Perché l’isola ha davvero tantissimo da offrire.

Ecco qui i nostri consigli per un itinerario in Corsica, per ciascuna meta abbiamo poi inserito qualche indicazione anche per chi viaggia con i bambini.

1) Da vedere in Corsica a ovest: Ajaccio

Ajaccio non è di solito molto considerato dagli italiani che fanno una vacanza in Corsica. Eppure secondo noi questa città, col suo piccolo centro storico brulicante di negozi e ristoranti, è da inserire in un itinerario in Corsica. Nei dintorni ci sono alcune bellissime calette poco frequentate e anche le spiagge sotto i bastioni della cittadella hanno acqua trasparente nonostante siano in città.

Dal porto di Ajaccio partono poi diverse escursioni in barca per le Isole Sanguinarie, un paradiso dove noi abbiamo visto i delfini! Da non perdere poi c’è una passeggiata fino alla torre genovese de La Parata per vedere il tramonto sulle isole Sanguinarie. La passeggiata è semplice e lì sotto c’è un ristorante con una vista meravigliosa, ma se volete potete anche portarvi un paio di birre e (un’Orangina) e godervi il tramonto dall’alto della torre seicentesca.

Ajaccio coi bambini

Se viaggiate coi bimbi a Ajaccio troverete un parco giochi in riva al mare e il Petit Train, il trenino che permette di visitare Ajaccio e porta fino alle Isole Sanguinarie. Per quanto riguarda invece la Torre de la Parata il tragitto fino alla torre è breve, fino a metà strada si sale anche coi passeggini, dopo è impossibile.

Un viaggio in Corsica - La spiaggia dela Cittadella di Ajaccio
Un viaggio in Corsica – La spiaggia dela Cittadella di Ajaccio

2) Da vedere in Corsica nell’entroterra: Propriano e Sartene

La seconda tappa che vi consigliamo in Corsica è questa cittadina a metà strada tra Ajaccio e Bonifacio, Propriano, uno dei centri turistici più famosi della Corsica Occidentale. Il borgo in sé è piccolino ma ospita alcune bellissime spiagge, come quella di Baracci e del Lido.

Da Propriano in pochissimo tempo si raggiunge Sartene, una tipica cittadina corsa che di notte sembra un presepe e di giorno si staglia coi suoi alti palazzi aggrappati alla roccia. Da visitare in città sono il Museo della Preistoria e, poco fuori, il Sito Megalitico di Cauria.

Vicino a Propriano c’è anche il sito archeologico di Filitosa, con i suoi menhir scolpiti nella roccia. L’area non è enorme ma vale la visita se siete in zona.

Propriano con bambini

Quando ci siamo stati noi a Propriano avevamo allestito un parco giochi coi gonfiabili nella zona del faro a poca distanza dalla spiaggia del Lido.

Sartene con i bambini

La bellezza di Sartene è quella di assomigliare a un forte, questo significa però che non è molto facile salire e scendere dalle sue scale con i passeggini.

Dormire a Sartene

Per dormire a Sartene verificate l’Hotel Rossi che si trova proprio fuori dalla cittadina e ha camere spaziose, piscina e una colazione a buffet ottima con anche prodotti tipici corsi.

Un itinerario per un viaggio in Corsica - Filitosa e i suoi menhir scolpiti
Un itinerario per un viaggio in Corsica – Filitosa e i suoi menhir scolpiti

3) Itinerario in Corsica a sud: tappa a Bonifacio

Bonifacio era l’unica cittadina corsa che avevo già visitato durante una vacanza in barca a vela anni fa ma è talmente bella che… Non si poteva non tornarci! Per questo vi consigliamo di inserire Bonifacio nel vostro itinerario in Corsica, nonostante la città sia veramente piena di turisti.

Se potete dormite almeno una notte a Bonifacio e dintorni, sia perché la bellezza del borgo e dei faraglioni al tramonto lasciano senza fiato, sia perché così potrete prendere la barca e vedere le Isole di Lavezzi.

Bonifacio coi bambini

Se avete intenzione di vedere Bonifacio coi bambini piccoli tenete presente che la salita per la scala è abbastanza lunga e non praticabile coi passeggini, però c’è un trenino che porta fino in cima. A Bonifacio noi abbiamo trovato due parchi giochi: uno in cima vicini alla Escalier du Roi e uno al porto. Ci sono anche due toilette pubbliche, una al Bastion de l’Etendard, all’ingresso della cittadella e una al porto. I bambini che visitano l’Escalier ricevono poi un simpatico diploma.

Dormire a Bonifacio

Verificate le disponibilià al Camping Village Pertamina con bungalow funzionali in un grande parco.

Un viaggio in Corsica - La città di Bonifacio a picco sulla scogliera
Un viaggio in Corsica – La città di Bonifacio a picco sulla scogliera

4) Cosa vedere in Corsica a sud-est: Porto Vecchio

Tra le cose da vedere a Porto Vecchio ci sono due delle spiagge più famose della Corsica: Palombaggia e Santa Giulia. Entrambe meritano veramente la visita, anche se, tra le due, la nostra preferita è Palombaggia, meno urbanizzata e più tranquilla.

Porto Vecchio invece è un borgo molto carino ma anche parecchio affollato, da visitare sicuramente ma mettete in conto di faticare a trovare parcheggio. Appena fuori dal borgo ci sono le saline che sono in disuso ma affascinanti e il Castello di Araggio, un antico sito a cui si sale a piedi.

Porto Vecchio con i bambini

Per i bambini a Porto Vecchio troverete una giostra di quelle con i cavalli all’ingresso del borgo.

5) Itineraio in Corsica nell’entroterra: Corte

La Corsica viene chiamata “Isola Verde” e una tappa a Corte vi farà capire perché. Lì incontrerete escursionisti che, zaino in spalla, si incamminano per i tanti sentieri e abeti altissimi. Corte è la sola città fortificata della Corsica costruita lontano dal mare e per un periodo fu anche capitale dell’isola. Oggi è una cittadina molto vivace, sede dell’unica università della Corsica, con un bel museo etnografico e vedute spettacolari sulle montagne.

Se amate fare trekking inserite Corte nel vostro itinerario e rimaneteci qualche giorno. Le due escursioni più famose, la valle di Rezzonica e la valle del Tavignano, richiedono almeno una mezza giornata di cammino e c’è la possibilità di fare canyoning nel fiume o semplicemente di fare un bagno nelle pozze naturali.

Corte coi bambini

Se viaggiate coi bambini tenete presente che non è facile percorrere le sue vie acciottolate e in salita coi passeggini. Anche qui però è possibile utilizzare il trenino turistico per fare la visita della città. Se poi avrete nostalgia della spiaggia vi basterà fare un’ora di auto per arrivare a Aleria e fare un tuffo in mare.

[cml_media_alt id='8399']Un viaggio in Corsica - Le montagne rocciose attorno a Corte[/cml_media_alt]
Un viaggio in Corsica – Le montagne rocciose attorno a Corte

6) Itinerario in Corsica a est: Ghisonaccia e Aleria

La costa di Ghisonaccia e Aleria è quella più attrezzata e più “family”, almeno rispetto a ciò che abbiamo visto durante il nostro viaggio in Corsica. Da visitare in zona oltre alle spiagge ci sono l’antica Aleria, con il museo e il sito archeologico, l’Etang de Urbino, dove nidificano uccelli rari e il Parc Galea a Taglio-Isolaccio, dove scoprire la storia dell’isola

Ghisonaccia e Aleria con i bambini

Il sito antico di Aleria non è accessibile ai passeggini, invece il Sentiero a Piedi Nudi del Parc Galea piacerà moltissimo ai bimbi.

Per dormire a Ghisonaccia

Verificate le disponibilità dell’Hotel a Casa di Maria Cicilia, una bella struttura con camere ampie, piscina e ottima colazione a buffet.

Itinerario in Corsica Aleria

7) Cosa vedere in Corsica a nord ovest: Calvi e Iles Rousse

Il Golfo de la Balagne, con le due cittadine di Calvi e Iles Rousse, è secondo noi una delle mete più affascinanti durante un viaggio in Corsica. Calvi e Ile Rousse sono collegate da un trenino che percorre tutto il litorale e sono visitabili in poco tempo.

Iles Rousse è una cittadina piccina, con originali negozi di artigianato e un porto molto pittoresco. Una sosta “obbligata” è alla spiaggia del porto, con sabbia chiara e acqua trasparente.

Calvi ha invece un centro storico più grande e molto caratteristico, con le mura della cittadella fortificata che dominano il porto. La Cittadella è un luogo pieno di fascino e stranamente tranquillo, da cui si gode uno splendido panorama al tramonto.

Calvi e Ile Rousse coi bambini

Se viaggiate coi bambini la spiaggia della Pineta di Calvi è stupenda: acqua cristallina, bassa per un lungo tratto e con la pineta alle spalle dove si trova anche un parco avventura. La città si può visitare anche col trenino turistico, utile soprattutto se avete il passeggino visto che la salita alla cittadella ha parecchi scalini.

Se visitate Ile Rousse coi bimbi tenete presente che ci sono due bei parchi giochi (uno nella piazza Paoli e il secondo verso il porto) e che anche qui c’è la possibilità di girare la città col trenino turistico.

[cml_media_alt id='8336']La spiaggia cittadina di L'Ile Rousse[/cml_media_alt]
La spiaggia cittadina di L’Ile Rousse

8) Itinerario in Corsica a nord: Bastia

Bastia è uno dei principali porti della Corsica e qui arrivano buona parte delle compagnie di traghetti. La città vecchia si visita in poco tempo ma il momento migliore per veder Bastia è forse il tramonto. Uscendo da Piazza St. Nicolas si può arrivare a piedi fino alla cittadella, fiancheggiando il vecchio porto, e lì fermarsi in uno dei tanti bar sulle mura per bere un aperitivo scrutando il mare in cerca del profilo dell’isola d’Elba.

Bastia coi bambini

Se andate in città coi bambini tenete presente che è possibile visitare Bastia anche col trenino turistico. Nella grande piazza St. Nicolas si sono due parchi giochi proprio dietro l’ufficio turistico mentre un ampio spazio erboso per giocare ai trova nella città alta, a ridosso delle mura.

[cml_media_alt id='8383']Lo spettacolare panorama del dito - Capo Corso[/cml_media_alt]
Lo spettacolare panorama del dito – Capo Corso

9) Cosa vedere nel nord della Corsica: Capo Corso

Capo Corso, nel nord della Corsica è chiamato “l’isola nell’isola” per la varietà di panorami di questo tratto di costa. Per visita Capo Corso serve una macchina, così da potersi fermare a fare un tuffo nelle sue calette o a vedere i minuscoli borghi che punteggiano la costa. La strada è stretta ma davvero panoramica, non molto trafficata e ci sono parecchie aree di sosta per fermarsi a scattare fotografie.

Tra i paesi da visitare non mancate Erbalunga, vicino a Bastia, e Nonza, sul lato occidentale. Un altra meta molto fotografica è il piccolissimo Barcaggio, sulla punta del Capo con la vista sull’isola della Giraglia. Tra le spiagge più belle di Capo Corso ci sono quella di Tamarone a Macinaggio e le spettacolari spiagge nere a ovest, tra cui la più accessibile è quella di Albo.

Capo Corso coi bambini

A Capo Corso oltre alla spiaggia di Tamarone, che però può essere coperta di posidonia ed è raggiungibile con un breve sterrato, adatta anche ai bimbi è anche la spiaggia di Farinole sul lato occidentale. Entrambe sono di sabbia e con acqua bassa.

[cml_media_alt id='8340']La spiaggia di Tamarone, vicino a Macinaggio - Capo Corso[/cml_media_alt]
La spiaggia di Tamarone, vicino a Macinaggio – Capo Corso

10) Cosa vedere in Corsica: Saint Florant e il Desert des Agriates

Saint Florant è un borgo piccino dove potrete assaggiare il buonissimo gelato al gusto di Brocciu e Myrto. Il vero motivo per venire da queste parti però è che da qui partono le escursioni per il Desert des Agriates.

Questa zona del lato Nord ovest dell’isola è incontaminata e qui si trovano due delle spiagge più belle della Corsica: Saleccia e Lotu. A meno di non avere una macchina 4×4 è impossibile visitare il Desert des Agriates quindi vale la pena andare a Saint Florant e prendere parte alle escursioni che, in barca o in jeep, portano nel Deserto fino alle spiagge.

[cml_media_alt id='8391']Un viaggio in Corsica - La Cittadella di Saint Florent[/cml_media_alt]
Un viaggio in Corsica – La Cittadella di Saint Florent

Altre informazioni per un viaggio in Corsica

Qui sopra abbiamo condiviso alcune delle tappe per un itinerario in Corsica. Noi la prima volta siamo rimasti sull’isola due settimane, abbiamo girato parecchio ma alcune zone non siamo proprio riusciti a visitarle, anche perché le strade sono spesso tortuose e i tempi di percorrenza sono lunghi. Ci siamo poi tornati con un nuovo viaggio di una settimana in Corsica del sud ma, anche in questo caso, con il rimpianto di non poter stare più a lungo.

L’isola ci è piaciuta veramente tanto e infatti ne abbiamo scritto parecchio, quindi se siete in cerca di qualche altro consiglio per un viaggio in Corsica potete leggere questi post:

Infine qui sotto trovate un video dedicato al nostro primo viaggio in Corsica.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer