I laboratori ai mercatini natalizi altoatesini - la corona dell'Avvento dell'Alto Adige

La Corona dell’Avvento di Natale: tutorial ai mercatini dell’Alto Adige

Una delle tradizioni più belle del nord Europa sono per me le Corone dell’Avvento. Vedere queste ghirlande mi fa allegria e allo stesso tempo mi catapulta immediatamente nello spirito del Natale. Perché cosa c’è di più bello del vedere le loro luci accendersi e sentire il profumo della resina del pino nei giorni che che precedono in Natale?

Ma prima di raccontarvi della mia passione per le tradizioni natalizie: Sapete cos’è una corona dell’Avvento?

Corona dell’Avvento: storia

La Corona d’Avvento è una tradizione natalizia tipica soprattutto dei paesi di cultura anglosassone e germanica, dove si vede molto spesso questa decorazione far bella mostra di sè nelle case ma anche negli hotel e nei ristoranti.

Si tratta di fatto di una ghirlanda circolare, fatta normalmente di rami di pino o comunque di un sempreverde, che scandisce il periodo natalizio fino alla grande festa della Nascita di Gesù, con quattro o, in alcuni casi, cinque candele.

L’origine della Corona dell’Avvento viene fatta risalire al pastore protestante Johann Hinrich Wichern alla fine del 1800. Il suo scopo era sostenere, attraverso la vendita delle corone natalizie, la formazione per giovani bisognosi. Inizialmente le candele erano in numero maggiore rispetto a quante ne vengono utilizzate oggi ma piano piano le corone del Natale si diffusero in Germania e negli altri paese del Nord Europa e il numero di candele si ridusse a quattro o al massimo cinque.

Nonostante l’origine della corona d’Avvento sia di fatto Protestante dopo la Seconda Guerra Mondiale l’usanza si è diffusa anche nell’Europa del sud. I vari elementi della corona d’Avvento hanno carattere simbolico.

[cml_media_alt id='16246']Le corone dell'Avvento dei mercatini di Natale dell'Alto Adige[/cml_media_alt]
Le corone dell’Avvento dei mercatini di Natale dell’Alto Adige

Corona dell’Avvento: significato

Gli elementi inseriti in queste coroncine dell’Avventonon sono casuali bensì legate a un simbolismo antico: corone e rami verdi sono da sempre conosciuti come simboli invernali e il loro unirli insieme nella ghirlanda natalizia rappresenta l’eternità. Le candele invece rappresentano la luce che è donata a Natale a tutti gli uomini.

Il significato delle corone dell’Avvento di Natale è profondo: accendendo le candele, ciascuna per ogni domenica di Avvento, ci si prepara al Natale e alla sua luce, che rischiara le feste ma anche i cuori.

Corone dell’Avvento o ghirlande?

Col tempo però da corone vere e proprie, usare come centro tavola, sono sempre più comparse le ghirlande decorate con oggetti natalizi spesso di plastica i di altro materiale. Ma ci sono zone dove la tradizione ancora resiste e dove è bello andare per fare un tuffo nello spirito del Natale, per ritrovarsi a canticchiare Jingle Bells sorseggiando una tazza di vin brulè.

Questo è esattamente ciò che ho fatto durante il nostro ultimo weekend natalizio in Alto Adige, dove ho potuto partecipare a un laboratorio dedicato alla creazione di queste coroncine natalizie.

I laboratori delle Corone dell’Avvento in Alto Adige

Io, lo ammetto subito, non sono molto brava a fare attività manuali. Al massimo, quando proprio mi sento ispirata, faccio l’albero, ovviamente con sottofondo di canzoncine natalizie e biscotti al cioccolato.

Ma con la corona dell’avvento mi sono sempre limitata a guardare i tutorial che vedo su YouTube e a pensare di non essere il tipo giusto, poco Elfo Capo e troppo Renna per capirci! 😉 Diciamo che sono un elfo imperfetto: non sto mai ferma, mi piace la cioccolata con i marshmallow, adoro i bastoncini di zucchero ma faccio fatica a costruire qualcosa di creativo con le mie piccole manine operose!

Quando però mi hanno proposto di provare a fare una Corona dell’Avvento una durante un laboratorio natalizio ai mercatini originali dell’Alto Adige non ho saputo dire di no e con mia grande sorpresa – e un po’ di aiuto – mi sono ritrovata tra le mani la mia prima ghirlanda natalizia completamente home made!

Dalle foto potete già vedere il risultato ma se volete preparare anche voi una corona dell’avvento altoatesina fatta in casa qui sotto trovate tutto il procedimento con un mini tutorial testato da me (e quindi a prova di tuttti!) e ovviamente il video che testimonia tutto.

Corona dell’Avvento: Tutorial

Occorrente per preparare la Corona dell’Avvento in casa

  • filo verde sottile da giardinaggio (uno o due rotolini)
  • supporto circolare per la corona
  • rami di pino
  • 4 candele di medie dimensioni (se decidete di usarne 5 l’utima va al centro)
  • aghi metallici
  • colla a caldo

Per decorare la corona d’Avvento

Utilizzate quello che più vi piace per decorare la vostra corona di Natale, qui vi segnalo alcuni dei materiali che avevamo a disposizione sul nostro banco da lavoro nel Mercatino di Bolzano:

  • bacche rosse
  • boccioli di rosa
  • rametti di vischio
  • piccolissime mele ornamentali
  • rametti di cannella,
  • castagne,
  • anice stellato,
  • arance seccate,
  • noci…

Insomma tutto quello che può fare Natale. Ovviamente possono andar bene anche le decorazioni tradizionali come stelle o palle natalizie ma, credetemi, una corona dell’Avvento completamente naturale fa tutt’altro effetto e soprattutto incarna benissimo la tradizione del Natale.

[cml_media_alt id='16296']Corona avvento dell'Alto Adige[/cml_media_alt]

Procedimento per la Corona dell’Avvento

La prima cosa da fare è fermare con tre o quattro giri di fil di ferro verde intorno al supporto in quello che sarà l’inizio della vostra ghirlanda.
Da lì dovrete aggiungere i rametti di pino, mazzetti di tre, badando bene di fare prima l’esterno e poi l’interno della corona. Non abbiate timore di tagliare i rametti troppo “spettinati” che non vanno nella direzione della vostra coroncina, l’effetto finale sarà comunque assicurato.

Mentre legate tra loro i rami di sempreverde cercate di non lasciare mai spazi vuoti e, se vi va, unite anche rametti di vischio che però dovranno sempre stare tra gli altri. Ai rami di sempreverde, con la tessa tecnica, potete aggiungere anche i boccioli di rosa o le bacche, che verranno incastrare tra i rametti e fermati col fil di ferro.

Una volta terminata la corona fermate il tutto con alcuni giri di fil di ferro e poi passate alle decorazioni e alle candele.

Le candele devono essere quattro, una per ogni domenica dell’Avvento, da accendere per aspettare il Natale. Sceglietele non troppo grosse, così farete meno fatica a farle stare sulla corona dell’Avvento, ma nemmeno troppo piccole perché dovranno arrivare a Natale.

Per fermare le candele sulla vostra corona del Natale vi serviranno 4 spilloni lunghi di metallo, rigidi che dovrete poi tagliare con un tronchesino. Tagliate ogni spillone in tre parti lunghe circa 4 dita, scaldatene con una candela o un accendino una estremità e quando sarà ben calda inserite il metallo nella cera. Vi serviranno tre spilli per ogni candela e dovrete fare un po’ di pressione per far agganciare la candela al supporto di legno della corona dell’Avvento. Ripetete poi la stessa operazione per tutte le candele.

A questo punto potrete procedere con le decorazioni. Utilizzando la colla a caldo potrete decorare la vostra corona dell’Avvento con il materiale precedentemente scelto. Il mio consiglio è di non esagerare perché, comunque, la corona dell’Avvento è bella anche se molto semplice ma ovviamente ognuno ha i propri gusti.

Ora avrete finito, non vi resta che posizionare la vostra Corona natalizia come centrotavola di Natale e accendere una candela per ogni domenica di Avvento.

[cml_media_alt id='16247']Mercatini di Natale dell'Alto Adige - mercatino di Bolzano[/cml_media_alt]
Mercatini di Natale dell’Alto Adige – mercatino di Bolzano

Dove imparare a fare le corone dell’Avvento di Natale ai mercatini dell’Alto Adige

Noi abbiamo imparato a preparare le corone del Natale in Alto Adige in uno dei mercatini originali della zona, quello di Bolzano. In questi mercatini natalizi – che sono Bolzano, Merano, Vipiteno, Brunico e Bressanone – vengono organizzati molti laboratori per i turisti condotti dalla gente del luogo che porta avanti le tradizioni del Natale in Alto Adige.

Oltre ai laboratori per le Corone dell’Avvento vengono organizzati anche quelli dei biscotti di Natale, degli angeli natalizi e tanti altri. Sul sito ufficiale dell’Alto Adige potete trovare maggiori informazioni mentre seguendo il link potete leggere il racconto della nostra esperienza ai mercatini natalizi dell’Alto Adige.

Fateci sapere se vi è stato utile questo tutorial per la creazione della corona dell’Avvento e se vi è piaciuto questo articolo condividetelo. Su Facebook, Instagram e YouTube trovare poi tante altre informazioni sui nostri viaggi a caccia delle tradizioni del Natale!

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

Lascia un commento