La Basilica di San Vitale a Ravenna - cosa vedere a Ravenna in un giorno

Ravenna in un giorno: mosaici più belli e cosa vedere in città

Ci sono luoghi che custodiscono uno scrigno di colori e un’anima delicata e Ravenna è uno di questi.

Ci siete mai stati?

Noi non ci tornavamo da un po’ e abbiamo colto l’occasione di una giornata plumbea durante le nostre vacanze in Riviera per andare a visitare Ravenna in un giorno. Così, davanti a un mare arrabbiato e ad un muro impenetrabile di nuvole, abbiamo tentato la sorte salendo su un treno verso la città, inseguendo qualche ricordo e un po’ di curiosità.

All’arrivo abbiamo trovato ad attenderci un centro storico piccolo e curato ma soprattutto tesori immensi, che per l’ennesima volta ci hanno ricordato che c’è più di un motivo se l’Italia è considerato da tutti il Belpaese, in cui inciampare in una pietra spesso significa scoprire un tesoro antico.

Il Porto di Classe - S. Apollinare Nuovo - cosa vedere a Ravenna in un giorno
Il Porto di Classe – S. Apollinare Nuovo – cosa vedere a Ravenna in un giorno

Cosa vedere a Ravenna in un giorno: i mosaici

tesori di Ravenna hanno i colori dell’arcobaleno e sono custoditi in costruzioni massicce e imponenti: il Museo di San Vitale, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero Neoniano e la Cappella di Sant’Andrea.

Si tratta dei mosaici di Ravenna, meraviglie inserite nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO che fanno rimanere a bocca aperta grandi e piccini.

Le stelle del Mausoleo di Galla Placidia, racchiuse in un edificio piccolo e dall’aspetto semplice, colpiscono la fantasia dei visitatori con la loro perfezione mentre i cortei di Giustiniano e Teodora permettono a chi osserva di immaginare come potesse essere la vita ai tempi dell’Impero.

La scena del Battesimo di Gesù da parte di Battista conservata nel Battistero Neoniano, uno dei più antichi monumenti ravennati risalente al IV secolo, colpisce oggi come allora per l’accuratezza con cui è rappresentata, segno della maestria ma anche dell’amore e della passione dei maestri artigiani che l’anno realizzato.

Poco più lontano gli interni di S. Apollinare Nuovo colpiscono e incantano: vedere riprodotto nel grande mosaico il Palatium di Teodorico con i suoi tendaggi bianchi drappeggiati e i tetti rossi, dai colori ancora così vividi nonostante il passare dei secoli, stupisce e fa fare un salto nel passato.

Allo stesso modo lo sguardo non può non soffermarsi sulla rappresentazione del Porto di Classe, con le sue imbarcazioni sospese nell’acqua azzurra e le possenti mura cittadine, in cui sono racchiusi gli edifici dell’antica città.

I mosaici di Ravenna riescono a regalare al viaggiatore la possibilità di racchiudere il passato in uno sguardo e lo mettono a disposizione di tutti, perché parte della loro bellezza è la capacità di attirare l’attenzione di chiunque, dei semplici come dei dotti.

Queste opere nate per spiegare didatticamente la storia, continuano a parlare al cuore di chi li osserva, ora come allora, e forse proprio per questo i mosaici colpiscono la fantasia dei bambini, che guardano le figure disegnate con la curiosità di chi capisce anche senza bisogno di spiegazioni.

Il Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna da vedere in un giorno
Il Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna da vedere in un giorno

Dove comprare i biglietti per i mosaici di Ravenna con bambini

Per visitare i mosaici di Ravenna è possibile comprare un biglietto unico che include la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Battistero Neoniano e il Museo Arcivescovile con la Cappella di Sant’Andrea e la Cattedra d’Avorio. Invece i biglietti per il Palazzo di Teodorico, il Battistero degli Ariani, il Museo Nazionale di Ravenna, il Mausoleo di Teodorico e la Basilica di Sant’Apollinare in Classe devono essere acquistati a parte.

Una biglietteria dove acquistare il biglietto cumulativo per vedere i mosaici di Ravenna più belli si trova in centro storico, in via Argentario 22, ma anche alla Basilica di Sant’Apollinare Nuovo e aal Battistero Neoniano si trovano altre biglietterie.

Visitare Ravenna in un giorno: itinerario

Iniziate il vostro itinerario a Ravenna in un giorno dal mausoleo di Galla Placidia e proseguite con la contigua Basilica di San Vitale, capolavoro dell’arte tardo-romana, che si trova lì accanto. Sulla strada verso il Battistero Neoniano fate una sosta per vedere due attrazioni di Ravenna che non sono connesse ai mosaici: la Tomba di Dante e la chiesa di San Francesco. Quest’ultima ospita nella sua cripta un acquario dove vivono i piscei rossi.

Spostatevi poi a piedi per andare verso la basilica dal Battistero Neoniano anch’esso patrimonio dell’UNESCO dove si trova il mosaico del  del Battesimo di Gesù. Una volta terminata la visita dirigetevi verso il Museo Arcivescovile con la Cappella di S. Andrea.

Spostatevi poi verso la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo facendo sosta per visitare il Duomo di Ravenna. Se avete tempo ci sono ancora due monumenti di Ravenna da vedere nel vostro itinerario di un giorno in città: il Mausoleo di Teodorico e la Basilica di S. Apollinare in Classe (che però si trova fuori dalla città).

I mosaici di Ravenna in un giorno -Basilica di San Vitale a Ravenna
I mosaici di Ravenna in un giorno -Basilica di San Vitale a Ravenna

Informazioni pratiche per vedere Ravenna

 Qui di seguito riepilogo qualche informazione pratica su Ravenna: cosa vedere, come raggiungere la città, cosa visitare con i bambini e cosa fare nei dintorni di Ravenna.
  • Dove dormire a Ravenna: Siamo stati diverse volte a Ravenna e dintorni, tra gli hotel che abbiamo testato vi segnaliamo il Grand Hotel Mattei tra il centro e il porto di Ravenna, le stanze sono ampie e pulite e c’è il parcheggio privato.
  • Come raggiungere Ravenna: Ravenna è comodamente raggiungibile in treno. Il centro storico, dove si trovano la maggior parte dei monumenti Patrimonio dell’UNESCO, è a solo una decina di minuti di cammino dalla stazione.
  • Cosa vedere a Ravenna con i bambini: Se cercate qualche idea per cosa fare a Ravenna con i bambini ho raccolto qualche informazione nel post che potete leggere seguendo il link .
  • Altri musei da vedere a Ravenna: Tanti altri sono i tesori custoditi da Ravenna tra cui il Mausoleo di Teodorico, la Basilica di S. Apollinare in Classe, la Domus dei Tappeti di Pietra, il MAR e il Battistero degli Ariani. C’è solo l’imbarazzo della scelta
  • Vacanze in Riviera: Ravenna potrebbe essere una bella gita se vi trovate in vacanza in Riviera visto che da Rimini e da Bellaria partono frequenti e comodi treni utili per arrivare in città.
  • Mirabilandia: Il Parco Divertimenti di Mirabilandia è poco lontano da Ravenna e un abbinare la visita della città al Parco potrebbe far felici tutti, grandi e piccini!

I nostri consigli per visitare Ravenna in un giorno terminano qui. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo e seguiteci su Facebook, Instagram e YouTube.

Francesca

Francesca

Inseguo sogni, guardo le nuvole, divoro pizza e mi meraviglio del mondo. Copy Writer e SMM freelence, amo le parole perché mi fanno viaggiare anche quando sono a casa. #traveller #mum #dreamer

4 comments

  1. E’ un zona d’Italia che non conosco ma prima o poi dovrò colmare la lacuna…mi sembra ne valga proprio la pena!!!

    1. Ne vale la pena, te lo confermo!! Per il museo ma anche per la città e per l’entroterra!!!
      piano piano ne scrivo, sai mai che ti faccio venir viglia di organizzare!;)

  2. Eccomi, arrivo dritta dritta da di la…dove non sono riuscita a commentare…comunque dicevo che i traslochi virtuali mi piacciono molto e sono il segno di quanta passione si metta in quel che si fa e in ciò in cui si crede. Il sito e’ molto bello, luminoso e facile da navigare! Bello!

    1. Grazie cara!!
      Come vedi non abbiamo ancora risolto i problemi (motivo per cui riesco a risponderti solo oggi ma ci proviamo!!!:) Un bacione

Lascia un commento