Lecco, Manzoni e una gita sul lago

Lecco è la città di Manzoni, quella che praticamente tutti conosciamo dai tempi della scuola…
“Quel Ramo del lago di Como che volge a ponente …” Iniziano così i Promessi Sposi di Alessandro Manzoni che in tanti abbiamo dovuto imparare quasi a memoria. Lui, Alessandro, in verità era milanese ma aveva una casa sul lago, a Lecco, e i suoi “sposini” parlavano il dialetto di qui.

Ve l’ho detto tante volte che “qui” per me è casa, che sono brianzola, ovvero cittadina di una “patria” che non ha identità politica, ma che di contro vanta un forte orgoglio e senso di appartenenza. Lecco è un pezzo di “casa mia” perché se cresci da queste parti succede che ad un certo punto della tua vita inizia ad andare a prendere il gelato sul lago il sabato pomeriggio, magari in moto e magari trascorri ore seduto su una delle panchine che guardano l’acqua e la cornice delle montagne.

[cml_media_alt id='564']Il Lungolago di Lecco[/cml_media_alt]
Il Lungolago di Lecco

Allora oggi vi presento Lecco, perché Como e Bellagio le conoscono tutti (e poi ve ne ho già parlato qui!) ma Lecco … Chi conosce Lecco? E invece Lecco con i bambini riserva grandi sorprese (ma anche senza eh!!). Perché questa Signora Manzoniana è ricca di storia e di bellezza, non solo per il suo lago, da dove partono le imbarcazioni per una piacevole traversata tra le onde, o per le sue montagne, conosciute da chi ama arrampicare che fanno da cornice a questa città.

La beltà di Lecco sta nel suo piccoli centro medievale, nella Basilica di San Nicolò, che domina il lago, nel suo Convento che è quello di San Cristoforo e nei suoi Musei. Perché nella villa che fu del poeta Manzoni qui ci hanno fatto un Museo Manzoniano e basta andare poco più in là per vedere la chiesa dove si sposarono – dicono – Renzo e Lucia.

[cml_media_alt id='4508']Veduta del Lago di Como da Varenna[/cml_media_alt]
Veduta del Lago di Como da Varenna

Venite a Lecco in un giorno di sole e vi stupirete nel vedere le file di motociclette parcheggiate fronte lago, mentre allegri ragazzi col casco in mano chiacchierano o passeggiano lì intorno. Arrivate in città in una giornata limpida e salite con la funivia fino ai Piani d’Erna, una vera e propria terrazza panoramica da cui si vedono la città e lo specchio d’acqua su cui si affaccia. Trascorrete sul lago in un pomeriggio assolato e non potrete rinunciare ad un gelato “da passeggio” che sia quello di Grom (devo presentarlo?) oppure di una delle gelaterie che da decenni “addolciscono” i week-end della gente di qui…

Insomma, Lecco val bene una gita tanto più che ci si arriva comodi comodi col treno da Milano. E allora cosa volete di più? 😉

[cml_media_alt id='4507']Il Lago di Como e le sue Ville[/cml_media_alt]
Il Lago di Como e le sue Ville

Idee di viaggio: visitare Lecco con i bambini e il lago di Como

  • Per chi viaggia con i bimbi sul lungolago di Lecco c’è un bel parco giochi “a misura di bambino” e per quelli che amano pedalare una pista ciclabile parte da Lecco e arriva fino a Milano. Io non l’ho mai fatta tutta ma vi assicuro che è lunghissima e tutta vista fiume.
  • La stazione ferroviaria di Lecco è a meno di dieci minuti a piedi dal centro mentre se arrivate in città in auto tenete presente che i parcheggi sono pochi e a pagamento.
  • Un’ottima idea per chi ha voglia di organizzare un weekend a Lecco è inserire una bella gita in barca per raggiungere magari Como l’Isola Comacinaoppure arrivare fino a Bellano per visitare il suo Orrido o anche all’Abbazia di Piona.
  • Se avete voglia di godervi invece un po’ di montagna potreste puntare sulla Valsassina oppure sul Pian delle Betulle, ma in questo caso è meglio avere l’auto.
Roberto

Roberto

Geek con la passione per le persone. Quando non programmo, viaggio nel mondo o per il web. Volevo fare l'architetto poi sono diventato ingegnere. Ma mi è rimasto l'amore per tutto ciò che è bello oltre che tecnologico e così ho fondato una start-up. #Geek #Dad #NBAaddicted #Startupper