Lezhe il Mausoleo di Skanderbeg

Lezhë e la spiaggia di San Giovanni di Medua o Shëngjin in Albania

Un’altra meta da visitare nel nord dell’Albania, vicino a Durazzo, è la città di Lezhë, anche chiamata Alessio.

Alessio è un comune albanese situato a circa un’ora da Durazzo. La città nacque come colonia greca dondata da Dioniso I di Siracusa con il nome di Lissos, con la conquista romana il suo nome fu latinizzato in Lissus mentre il nome italiano di Alessio fu dato alla città dai veneziani.

La città di Alessio è sempre stata un importante mercato nella regione anche grazie al suo porto e oggi le spiagge di San Giovanni di Medua (Shëngjin in albanese), situate 5 chilometri a ovest della città, sono divenute una rinomata località balneare molto amata dalle famiglie per una vacanza nel nord dell’Albania.

Non partite senza una guida dell’Albania

Nord dell'Albania. Alessio
Nord dell’Albania. Alessio

La storia di Lezhë e dell’eroe Skanderbeg: libri e informazioni

Ad Alessio, per frenare l’avanzata turca, il governo della Serenissima giunse ad un accordo con i principi albanesi guidati Giorgio Castriota. Il 2 marzo 1444 Skanderbeg organizzò ad Alessio il primo incontro di tutti i principati albanesi che si riunirono nella cosiddetta Lega di Alessio per combattere la minaccia turca. E proprio in città, il 17 gennaio 1468, l’eroe morì, venendo sepolto nella Chiesa di San Nicola.

Se volete approfondire la storia albanese che è complessa ma anche molto affascinante vi consigliamo alcuni libri su Skanderbeg da leggere prima di un viaggio in Albania:

Cosa vedere a Lezhë: La Tomba di Skanderbeg e il Castello

Il principale monumento della città è la Tomba di Skanderbeg, l’eroe che ancora oggi è nel cuore degli albanesi. Il Sepolcro di Skanderbeg è situato all’interno dei resti della Chiesa di San Nicola, nel centro del paese. Non faticherete a trovarlo e a vedere la lastra in pietra con l’iscrizione commemorativa su cui si trovano una spada ed un elmo che sono copie di quelle originali custodite al Museo di Vienna.

Giorgio Castriota Skanderbeg fu sepolto qui nella seconda metà del 1400 ma la sua tomba ha subito saccheggi e atti di vandalismo: le ossa dell’eroe furono gettate nel fiume Drin, la chiesa distrutta e al suo posto venne più tardi edificato il memoriale che però non sempre è aperto al pubblico.

Poco lontano, in posizione panoramica, si trova poi il Castello di Lezhe che troneggia sulla città. La sua fondazione risale al 330 a.C. circa ma la fortezza fu completamente restaurata nel 1515 dal Sultano Solimano il Magnifico. Nei dintorni del castello si trovano anche i resti di un’antica cinta muraria e di due chiese paleocristiane.

Come arrivare a Lezhë

Il modo più veloce per arrivare a Alessio è in macchina, con una strada comoda e ben segnalata. In alternativa da Tirana e da Durazzo ci sono i bus, anche se non velicissimi. L’ultima opzione è prenotare un transfer fino a Lezhe, un servizio efficiente e utile soprattutto se volete rimanere qualche giorno al mare a San Giovanni di Medua e avete con voi i bagagli.

San Giovanni di Medua - Shengjin al mare nel nord dell'Albania
San Giovanni di Medua – Shengjin al mare nel nord dell’Albania

Cosa fare a Lezhë con i bambini: la spiaggia di San Giovanni di Medua

La spiaggia di San Giovanni si trova a 3 chilometri di distanza da Alessio ed una lunga distesa di sabbia tra le più amate dalle famiglie. Qui troverete acque pulite ma anche un lungomare attrezzato, con stabilimenti balneari, ristoranti e alberghi. La meta perfetta per un pomeriggio di mare con i bambini dopo aver visitato la Tomba di Skanderbeg e raccontato ai bimbi la storia dell’eroe.

I consigli per visitare Lezhe sono finiti. Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo seguiteci su Facebook, Instagram e Youtube dove pubblichiamo spunti utili per chi vuole fare un viaggio in Albania.

Roberto

Roberto

Geek con la passione per le persone. Quando non programmo, viaggio nel mondo o per il web. Volevo fare l'architetto poi sono diventato ingegnere. Ma mi è rimasto l'amore per tutto ciò che è bello oltre che tecnologico e così ho fondato una start-up. #Geek #Dad #NBAaddicted #Startupper